Vai al contenuto


Foto
* * - - - 9 Voti

Bohemian Rhapsody (Singer, 2018)


  • Please log in to reply
219 replies to this topic

#1 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5347 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 01:31

Vorrei poter dire di non riuscire a spiegarmi il successo di (quella porcata di) Bohemian Rhapsody, ma purtroppo non è così.
  • 0

#2 signora di una certa età

signora di una certa età

    chansonetteuse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17689 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 09:24

Vorrei poter dire di non riuscire a spiegarmi il successo di (quella porcata di) Bohemian Rhapsody, ma purtroppo non è così.

ma sei andato a vederlo?


  • 0

In realtà secondo me John Lurie non aveva tante cose da dire... ma molto belle


#3 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5347 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 09:36

ma sei andato a vederlo?

 
cause di forza maggiore, signora
  • 0

#4 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15207 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 09:39

Vorrei poter dire di non riuscire a spiegarmi il successo di (quella porcata di) Bohemian Rhapsody, ma purtroppo non è così.

 

Non è difficile, Solar: un film su un gruppo con un seguito abnorme avrebbe successo anche senza audio né immagini.
Sarebbe (sarà) lo stesso per un film su Bono o Chris Martin, etc..


  • 0

#5 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5347 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 09:41

In realtà più che il seguito del gruppo c'entra lo status di mito di Mercury (che, assieme alla presa dei singoli, fa la notorietà).

Un film su quei due scoppiati non se lo cagherebbe nessuno a parte la fanbase più accorata, qui si parla di tutt'altri numeri.

Il film è davvero robetta, eppure ne sento parlare benissimo, contano solo le performance attoriali, ma tutte le scelte registiche sono tra il mediocre e l'imbarazzante. 20 minuti di inutile concerto ricreato 1:1 con mille inquadrature sul finto entusiasmo delle prime (due) file, cringe a livelli fiction Rai.
  • 2

#6 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15207 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 09:46

Sì ma, ripeto, stiamo parlando di una roba nazionalpopolare: è ovvio che abbia successo tra la gente comune. Questi qua hanno le canzoni nelle pubblicità del Mulino Bianco, tanto per intenderci. In più c'è la cosa strappalacrime della malattia, uno dei primi "famosi" ad averla contratta ed esserne morto, ecc..ecc..ecc..

 

Non capisco di cosa ti stupisci (a meno che non intendi il solito "i Queen fanno cagare", "Mercury era una merda", ecc..e allora alzo le mani tanto non è una novità).

 

Io mi stupirei se avesse avuto successo tra la critica, invece l'ha stroncato chiunque. Non ho letto una (che sia una eh) recensione positiva.


  • 0

#7 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5347 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 09:58

Diverse persone – anche di un certo livello culturale – si sono stupite della mia reazione e mi han detto che sono stato il primo a parlargliene male.

 

 

edit: appena letta la rece di ondacinema, per me sbaglia completamente il punto.


  • 1

#8 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15207 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 10:05

 

edit: appena letta la rece di ondacinema, per me sbaglia completamente il punto.

 

Leggi la mia asd

http://forum.ondaroc...ueen/?p=2434227

 

Comunque sono pienamente d'accordo sul discorso "scelte registiche tra il mediocre e l'imbarazzante"


  • 0

#9 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5347 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 10:10

Già meglio, comunque mi rendo conto di far fatica a spiegare lucidamente le mie motivazioni. Ogni critica che ho letto ruota attorno alla verosimiglianza o alla trattazione della tematica sessuale. Per me il problema è il tono celebrativo, molto poco delicato nel definire momenti e sentimenti (tranne forse un paio di gesti azzeccati dall'attore protagonista), zero autorialità o raffinatezza, è tutto una macchietta e si raggiunge l'apice del ridicolo in quelle 20 inquadrature della folla durante il Live Aid.

 

La scena in cui racconta il tour mondiale con le date messe per iscritto

Le reazioni della stampa al singolo

Il produttore dileggiato per l'occasione mancata

 

è tutto, tutto farsesco in ottica costruzione dell'esaltazione posticcia e ridicola


  • 1

#10 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4808 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 10:27

 

ma sei andato a vederlo?

 
cause di forza maggiore, signora

 

 

Ah le donne...


  • 1

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#11 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4149 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 12:04

l'ho visto causa isteria collettiva degli amici, un entusiasmo estatico. Precisiamo: cinematograficamente il discorso critico non si pone, ci credo che lo abbiano stroncato tutti (la trama è addirittura inutile, a tratti irritante).
Questo è un evento di costume e come tale lo tratterei, tipo "c'è Freddy Mercury che canta di nuovo", insomma io credo che sia qui la fortuna del film: la ricostruzione minuta delle mosse, dei movimenti di un cantante che molti hanno amato,il video rifatto pari pari, i costumi proprio quelli, le canzoni trascinanti per i neofiti han fatto il resto. Nella mia sala nessuno si è alzato sui titoli di coda, cosa che non capita ormai più, le persone non si staccavano da quelle sedie proprio, sembravano bambini felici a cui avessero dato un regalo di Natale che credo, più o meno, fosse vedere Mercury vivo di nuovo per due ore.
  • 0

#12 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4759 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 12:51

il mistico lo ha visto ormai 7 volte, neanche le quattordicenni con twilight arrivano a tanto


  • 7

#13 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15207 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 13:38

(la trama è addirittura inutile, a tratti irritante).

 

Secondo me questo è il vero, enorme, problema del film.

Piacciano o non piacciano i Queen, piaccia o meno Freddie Mercury, secondo me potevano riuscire a fare un film stimolante per tante persone semplicemente approfondendo tante vicende e soprattutto tanti tratti personali/caratteriali/biografici del frontman, cosa che non è stata fatta per niente.

Invece si sono ridotti a fare una sorta di documentario a tappe, lievemente ironico, puntando esclusivamente sull'effetto scenico (costumi, musica live sparata a mille, stadi, ecc..).

 

Il tema dell'AIDS, ad esempio, è stato trattato per tre minuti netti: un colpo di tosse in cui gli è uscito un po' di sangue, lui che va dal dottore e poi la confessione agli altri con finale a tarallucci, vino e abbracci. Senza nessun tipo di approfondimento, pathos, o altro.

Idem il tema dell'omosessualità: due bacini, un paio di sguardi languidi e una marea di stereotipi (uomini baffuti vestiti di pelle). Fine.

Anche la composizione delle canzoni: a parte la scena di "Bohemian Rhapsody", tutti gli altri brani famosi sembrano nati per caso in trenta secondi, senza un minimo di background.

O ancora il suo piccolo dramma di aver deluso l'amore della sua vita, Mary (tanto che nella realtà le ha lasciato quasi tutta la sua eredità).

Per non parlare delle sue origini: la famiglia che scappa per via della rivoluzione, la religione zoroastriana, il fatto che diventa famoso solo a 28 anni (quando molti suoi colleghi a quell'età avevano già una manciata di album alle spalle), ecc...nulla di tutto questo è stato trattato.

 

Insomma, tanti spunti che non sono stati approfonditi per niente (e che avrebbero potuto interessare anche chi non è fan o chi semplicemente è indifferente) in favore invece della solita pacchianata (la grafica in cui ad una ad una nominavano le città dei concerti è una roba da Giffoni Film Festival).

Tanto che molte cose risultano scollegate tra loro: memorabile la frase di Freddie nel film "siamo quattro emarginati che suonano per altri emarginati". Perché emarginati? Da cosa lo capisco, io spettatore, che siete emarginati? Boh

 

Ma forse era proprio questo l'intento: farlo piacere a più persone possibili. Un po' come la loro musica.


  • 0

#14 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4149 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 13:53

Io capovolgerei il discorso: la trama, la storia, avrebbero dovuto proprio eliminarla e mandare per ore la ricostruzione precisa delle esibizioni.
Alcuni dialoghi sono imbarazzanti, forzati in sintesi semplificatoria per far andare avanti un minimo la storia che non esiste in sè e per sè, quindi tagliarla avrebbe giovato, almeno si sarebbe superato quegli stalli di noia fra una canzone e un’altra.
( non ho fiducia nelle operazioni cinematografiche mainstream, non credo possano fare cose lodevoli).
  • 0

#15 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3853 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 15:03

ora la sparo grossa, è una mia teoria ormai da tempo:

per spiegare l'enorme successo di Bohemian Rhapsody secondo me non c'entra cosa funziona e cosa non funziona (io non l'ho visto e certo non mi interessa), non c'entra quali fattori siano OK e quali siano profondamente sbagliati.

La verità sul successo dietro questo film non è che tratta un mito, nè che tratta di un gruppo considerato tra i più grandi, nè che lo fa con toni macchettistici, celebratori, posticci.

Il successo secondo me è dovuto principalmente alla campagna pubblicitaria, ed è un principio che vale sempre di più, per tutti i film. nel passare delle settimane prima dell'uscita del film ho avvertito, partendo da un pigro interesse generale, la crescita di un'onda/tsunami di entusiasmo come se fosse il nuovo Avatar, o Titanic 2.

non consoco bene l'industria del cinema odierna, ma non mi stupirei se ormai il 60/70% del budget di un film venisse dedicato esclusivamente al marketing. se fossi un produttore farei esattamente la stessa cosa.

 

a tal proposito, ricorderò sempre come un incubo una mia collega che all'uscita di un episodio di Star Wars (non mi ricordo quale) era tutta eccitata e non vedeva l'ora di vederlo, al che io le ho detto "non pensavo fossi una fan di Star Wars", e lei mi ha detto "si, lo sono, però non ho mai visto un film".


  • 2

#16 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 4808 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 15:29

Secondo me invece è molto semplice. I Queen, sebbene possano far cacare, hanno un seguito pazzesco composto o da fan sfegatati o da mamme e ragazzini. Sono superpop. E paradossalmente i canali mainstream non li hanno più battuti da un po' di tempo.

 

Credo sia tutto lì il successo, di un film che, già dal trailer, si capisce essere una minchiata colossale.


  • 1

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#17 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5347 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 15:41

Giubbo quel marketing incide moltissimo ma serve una base di consenso (il mito di mercury; la nostalgia anni 80 di stranger things), qualcosa che abbia appiglio, su cui ricamare all'infinito col marketing. Poi è difficile avere la controprova perché certi budget si spendono solamente se ragionevolmente sicuri del ritorno.

 

Nulla di questo mi stupisce, la disponibilità di chiudere uno o due occhi da parte di chi ha in simpatia il personaggio invece sì. È una sostanziale incapacità critica (non capisco se momentaneamente offuscata o cosa) a prescindere dalla formazione culturale, che può anche essere discretamente raffinata.


  • 0

#18 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3314 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 15:57

due pagine a spompinarvi su quanto sia bue il popolo bue e su quanto sia super l'ondarocker medio. e poi magari tra due giorni arriva il povero redattore di ondacinema che apre il topic in film recensiti e nessuno ci scrive più perché la discussione - AHAHAH "discussione" - si è esaurita tutta qua… ma non ci pensate voi a quei poveri redattori? hanno pure rifatto la grafica nuova, aprono faticosamente 2000 topic all'anno e voi non li cagate nemmeno…

comunque calma a parlare di nuovo avatar, titanic, star wars… questo filmetto ha incassato molto bene, ma direi che è un fenomeno più europeo che americano (come del resto i queen). guardate le percentuali tra incasso americano ed estero: 29 a 70: https://www.boxoffic...ianrhapsody.htm

situazione completamente ribaltata con il secondo biopic musicale di maggiore successo, straight outta compton, inesistente all'estero, grande successo in america: https://www.boxoffic...uttacompton.htm
  • 0

#19 Giubbo

Giubbo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3853 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 15:59

Giubbo quel marketing incide moltissimo ma serve una base di consenso (il mito di mercury; la nostalgia anni 80 di stranger things), qualcosa che abbia appiglio, su cui ricamare all'infinito col marketing. Poi è difficile avere la controprova perché certi budget si spendono solamente se ragionevolmente sicuri del ritorno.

 

ok, però siamo d'accordo che partendo dalla stessa base (fare un film nel 2018 sul mito di Mercury) senza l'adeguato marketing avrebbe potuto benissimo passare come un film dal successo discreto ma senza certo isteria di massa?

 

parlo di questo senza neanche aver visto un trailer, quindi da completo ignorante, ma forse proprio per questo ho una sensibilità maggiore sull'andamento della popolarità nel tempo.

 

di miti anni '80 ce ne sono parecchi per cui i produttori potrebbero fregarsi le mani. ma ad esempio, perchè il nuovo Ghostbusters è stato un flop? perchè hanno sbagliato il soggetto mettendoci dentro 4 ragazzette scoreggione? o la verità è molto più complessa ed arzigogolata, e si può riassumemere semplicemente con "non è passato da canali giusti"?

 

al contrario, perchè Venom ha avuto così succeesso? all'annuncio un anno fa pareva assurdo facessero un film su un villain di Spider-man... chi avrebbe attirato se non i fan duri e puri di Spider-man e le fan di Tom Hardy? e invece mi sa che alla fine ha fatto più numeri di qualunque Spider-man uscito negli ultimi 10 anni.

 

EDIT: Cine, a te la parola, ti aspettavamo. non ho giudizi sul popolo bue, faccio solo ragionamenti su come si stia modificando ciò che sta dietro un budget elevato, e sugli effetti che sortisce.


  • 0

#20 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15207 Messaggi:

Inviato 10 dicembre 2018 - 16:05

perchè il nuovo Ghostbusters è stato un flop? perchè hanno sbagliato il soggetto mettendoci dentro 4 ragazzette scoreggione? o la verità è molto più complessa ed arzigogolata, e si può riassumemere semplicemente con "non è passato da canali giusti"?

 

 

Non so, secondo me la fai un po' facile.
Non credo che dietro all'ultimo Ghostbusters ci fosse un team di marketing di laureandi 23enni. Saranno stati professionisti così come quelli dietro a "Bohemian Rhapsody" (e ad altre produzioni importanti).


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq