Vai al contenuto


Foto
- - - - -

[Monografia] Diana Est


  • Please log in to reply
129 replies to this topic

#1 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33917 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 marzo 2018 - 11:53

Vabbe', apro, a beneficio di eventuali feticisti interessati...

 

A-144193-1247322244.jpeg.jpg

 

Si compie così la metamorfosi di Cristina in Diana, dea della Caccia che alla sacralità mitologica abbina un gusto futurista provocatorio e glamour, in uno scombinato miscuglio di classicità e fantascienza kitsch.(...) Ecco allora spuntare tuniche fucsia, guanti gialli e orecchini in pvc, oltre a quella surreale frangia da party in maschera al Blitz, che Diana scuote con secchi movimenti del capo. Le prime esibizioni la vedono un po' rigidina, ma già altera e sfrontata, nella sua esile silhouette di silfide neoclassica. Affronta temerariamente il pubblico e i pericoli di una comicità involontaria sempre dietro l'angolo. Ad aiutarla è il portamento signorile, un po' meno la legnosità nei movimenti, che però riesce a camuffare in una sorta di tanz robotica alla Camerini, perfino sensuale nella sua ingenuità: agita le braccia come pale meccaniche, ma ostenta una grazia innaturale, oltre a uno stacco di coscia che può competere con la divina Rettore. E ha uno sguardo distaccato, alieno. Buca lo schermo e pure qualche cuore.

 

http://www.ondarock....ia/dianaest.htm


  • 8

#2 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13173 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2018 - 14:37

Salambò.


  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#3 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12697 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2018 - 17:31

Passano gli anni e il nuovo decennio non è certo l'alleato ideale. Per tutti i 90's gli appassionati di synth-pop e italodisco si trovano davanti a un bivio: rinnegare tutto, oppure rinchiudersi in cantina come carbonari di quell'indicibile era plasticata.

 

Madonna, se ci siete rimasti sotto a 'sta cosa che per sette o otto anni l'estetica anni 80 fosse (banalmente) passata di moda.

Un trauma generazionale che manco quasi vent'anni di successivo revival sembra alleviare.

I "carbonari" piu' incontentabili di sempre. asd

(Tra l'altro non ho ben chiaro cosa c'entri la questione con un'artista caduta nell'oblio gia' nell'84, ma va beh.) 

 

Comunque bella mono, su un soggetto sinceramente molto esile, quanto in effetti sexi.


  • 1

#4 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33917 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 marzo 2018 - 19:02

 

Passano gli anni e il nuovo decennio non è certo l'alleato ideale. Per tutti i 90's gli appassionati di synth-pop e italodisco si trovano davanti a un bivio: rinnegare tutto, oppure rinchiudersi in cantina come carbonari di quell'indicibile era plasticata.

 

Madonna, se ci siete rimasti sotto a 'sta cosa che per sette o otto anni l'estetica anni 80 fosse (banalmente) passata di moda.

Un trauma generazionale che manco quasi vent'anni di successivo revival sembra alleviare.

I "carbonari" piu' incontentabili di sempre. asd

(Tra l'altro non ho ben chiaro cosa c'entri la questione con un'artista caduta nell'oblio gia' nell'84, ma va beh.)

 

Io non so come stai messo generazionalmente parlando, ma ti assicuro che se nel 1995 osavi pronunciare le parole "duran duran" o anche solo "human league", venivi davvero visto con disprezzo (italo-disco era proprio qualcosa di impronunciabile) ;D In pratica, si finiva tra due fuochi: i vecchi reazionari del classic rock (quelli secondo cui tutto è finito con i Dire Straits, all'incirca) e i nuovi pasdaran del post-indie-rock, secondo i quali qualsiasi ritornello pop elettronico era roba per parrucchieri (Manuel Agnelli credo lo pensi tuttora).

Certo, la rivincita del tempo galantuomo è stata fin esagerata, visto questo proliferare infinito dei revival-80 che rischia di diventare stucchevole persino per noi "carbonari", su questo ti do ragione.

Quanto all'oblio di Diana Est, è iniziato prima e finito un filo dopo del fatidico avvento della 80-mania. Però agli sdoganamenti insinceri stile Blow-Up (rivista dove, per l'appunto, sarebbe stata tabù fino a tre anni prima), continuo a preferire l'affetto vero dei carbonari, quelli che non l'hanno mai dimenticata. Grazie, comunque ;)


  • 0

#5 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 12:55

io cercherei di evitare il tifo e i blocchi perché non esistono proprio se non nella testa dei critici, dei giornalisti e degli ascoltatori che vedono la musica tipo il calcio o la politica; poi vabbeh prendo comunque in giro perché è divertente: quelli del prog perché dei tromboni, quelli del synthpop perché ricchioni, ecc ecc
 
dei dati incontrovertibili:
 
1) la più grande band indierock-underground (a livello di somma di riconoscimenti pubblico+critica, indipendentemente dai gusti, io ne vedo tante altre) degli ultimi 35 anni, esordisce nel 1982, e negli 80 fa ben 6 album, tra cui quello più famoso, parlo dei Sonic Youth; in Italia magari no ma in UK e USA nel 1985 erano già una istituzione
2) i Depeche Mode, tra le band più note in ambito synth, hanno alcuni dei loro dischi più venduti nei 90, e il loro disco più famoso nel 1990; pure i Pet Shop Boys fanno Behaviour nel 1990 e Very nel 1993, e Yes (capo vero) addirittura nel 2009, e così tanti altri gruppi del genere
3) alcuni tra i movimenti più famosi degli ultimi 40 anni, di revival del rock e della psichedelia classica, sono negli anni 80, il Paisley Underground (Dream Syndicate, Green on Red, ecc) su tutti
ecc
ecc
ecc
 
ci sarebbe da andare avanti all'infinito; quindi, ripeto, la contrapposizione tra 80 e 90 (non solo questa) esiste solo nelle teste di chi ci vuole credere, in realtà sono periodi molto variegati (e grazie al cielo)
 
 

Quanto all'oblio di Diana Est, è iniziato prima e finito un filo dopo del fatidico avvento della 80-mania. Però agli sdoganamenti insinceri stile Blow-Up (rivista dove, per l'appunto, sarebbe stata tabù fino a tre anni prima), continuo a preferire l'affetto vero dei carbonari,

sono arrivato alla conclusione che il male più grosso, in termini di pubblicità sbagliata, a certi 80 derivi proprio dai carbonari che, già nei comportamenti, si dimostrano degli insicuri; cmq su blowUP Zingales e co. hanno sempre elogiato questi artisti, Bianchi e altri erano contro e lo sono ancora


  • 1

#6 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 12:59

ah, specifico una cosa che dovrebbe essere ovvia ma non mi pare: nella musica i decenni considerati in quella maniera sono una convenzione, ad esempio potremmo anche parlare di 1984-1993, 1994-2003, 2004-2013, ecc ecc ecc

 

o anche di ventenni magari, perché no?


  • 0

#7 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 17 marzo 2018 - 13:41

Ci sono foto recenti?


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#8 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12697 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 13:42

Ma si' infatti sono convenzioni che al lato pratico valgono come tutte le convenzioni: niente.

In un'intervista di qualche tempo fa Dylan, per sviare dall'ennesima domanda sugli anni 60, diceva una cosa giustissima, cioe' che per lui gli "anni 60" neanche sono esititi, dato che per come li aveva vissuti lui gli anni 60 come li intendiamo oggi erano iniziati a meta' decennio, prima gli sembravano uguali alla seconda meta' degli anni 50.

I primi anni 90 sono "piu' anni 80" di quanto non lo siano i primissimi anni 80, per dire.  

E via cosi'.


  • 1

#9 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3166 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 17 marzo 2018 - 13:45

Ragazzi ma stiamo parlando di una tizia probabilmente all'epoca raccomandata, che ha pubblicato appeba 2 (due) singoli carini e stiamo qua a mitizzarla? Suvvia...Posso concordare che avesse un look decisamente personale, ma tutto questo basta?
  • 2

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#10 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 17 marzo 2018 - 13:46

No dai, c'è qualcosa in più, a livello estetico soprattutto.


  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#11 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3166 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 17 marzo 2018 - 13:49

No dai, c'è qualcosa in più, a livello estetico soprattutto.


Sostanzialmente ci vedo poco, molto poco.
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#12 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 14:33

Ragazzi ma stiamo parlando di una tizia probabilmente all'epoca raccomandata, che ha pubblicato appeba 2 (due) singoli carini e stiamo qua a mitizzarla? Suvvia...Posso concordare che avesse un look decisamente personale, ma tutto questo basta?

 

i singoli sono 3, anche Claudio nella mono ha minimizzato Diamanti/Pekino ma quella synth-orientaleggiante è una tendenza importante tipica del 1983/1984/1985, non solo italiana; questo è il Sanremo del 1984 dove La Divina Patty si presenta come cyber-geisha, dopo anni di meditazione in Cina

 

24-1136787_0x440.jpg

 

il pezzo è Per una Bambola (da non confondere con La Bambola, il suo vecchio successo)

https://www.youtube....pxppjdos&t=180s

 

l'abito venne poi donato dalla Divina al Palazzo Pitti di Firenze; superiore alla materia e magnanima come sempre, e difatti sono tanti i suoi vestiti esposti nei musei italiani (e non solo)

 

 198344_0016_3466686_672-458_resize.jpg

 

cmq il problema è l'esaltazione della sola Diana, e questa è colpa dei carbonari di cui parla Claudio, quando di singoli belli è pieno il periodo, di altre tizie (o tizi) raccomandate (uso il tuo termine), ho cercato di postarle/li qua e là nel forum negli anni ma purtroppo i comunisti hanno mistificato la realtà come al solito; che poi se raccomandate significa che erano lì solo a cantare, non vedo il male, vale per tutti quegli artisti che sono prodotti, e che magari non scrivono nulla, a chi sente la musica non dovrebbe fregare una mazza

 

ovvio che a livello di quantità siano pochi pezzi, proprio in quanto raccomandate come dici, erano usa&getta, però boh, pure in questo non vedo nulla di male; il vero problema è che i carbonari stessi hanno mirato a mitizzare pochi nomi e non a fare delle retrospettive complete sul periodo, e così i "venuti dopo" hanno avuto gioco per le critiche --- ora stanno cercando di rimediare alcune etichette (molte sono straniere), esaltando non solo gli aspetti trash ma anche la sostanza del synthpop italiano e dell'italodisco, sostanza riconosciutissima all'estero

 

questi i 2 pezzi del 3° singolo:

https://www.youtube....h?v=1OHx9gsOsJY

https://www.youtube....h?v=g3pwstbQBhg

Diamanti e Pechino (probabilmente 2 anni in Cina a meditare con La Divina le avrebbero fatto bene), i lati B di Diana sono sempre all'altezza dei lati A anche se a culo era messa male

 

le prossime domande che inserirò nel questionario del neofita riguarderanno i singoli synth-italo-disco di quegli anni e gli abiti della Divina, sia quelli regalati ai musei che quelli nel suo armadio


  • 0

#13 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3166 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 17 marzo 2018 - 14:44

Il termine raccomandata non era in senso spregiativo, figurarsi nella musica come in altri ambiti penso sia un fenomeno diffuso, e poi se son bravi ben vengano. Io l'idea che mi sono fatto è stata quella di voler puntare su un progetto sulla falsariga della Rettore ma in una versione meno nazional popolare, progetto che però si è dimostrato un flop colossale e quindi nisba. E poi come dicevi giustamente in giro c'erano indubbiamente artisti con caratteristiche simile che hanno lasciato un impronta più marcata.
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#14 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 14:57

Il termine raccomandata non era in senso spregiativo, figurarsi nella musica come in altri ambiti penso sia un fenomeno diffuso, e poi se son bravi ben vengano. Io l'idea che mi sono fatto è stata quella di voler puntare su un progetto sulla falsariga della Rettore ma in una versione meno nazional popolare, progetto che però si è dimostrato un flop colossale e quindi nisba. E poi come dicevi giustamente in giro c'erano indubbiamente artisti con caratteristiche simile che hanno lasciato un impronta più marcata.

 

ma non è stato un flop, è solo che, come pure tu hai detto, si tratta di poco materiale; i carbonari si sono concentrati troppo sul mito formale dedicandole pagine e pagine quando in realtà le usa&getta di livello, erano tante

 

senti che brava Ediva

https://www.youtube....Q&feature=share

pochi singoli anche lei ma c'erano meno aspetti trash da mettere in evidenza e quindi non è stata manco mitizzata come Diana Est


  • 0

#15 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 15:00

secondo me nei 90 si saranno giustamente chiesti "ok 3 o 4 singoli belli ma che altro?"

 

e i carbonari insistevano solo su quei 3 o 4 singoli, mandando tutto nel trash 


  • 0

#16 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 15:10

Ci sono foto recenti?

https://www.youtube....h?v=GJSiuONRN5o
live in Olanda al Doka di Amsterdam, nel 2014
 

alla fine è talmente stata mitizzata da carbonari e non carbonari che sono passati in 2° piano anche dei personaggi incredibili all'epoca famosi (quindi nemmeno delle meteore vere e proprie) tipo Valerie Dore

 

https://www.youtube....h?v=80ssUKt76-c

 

Valerie2.jpg

 

io preferisco altri artisti riportabili all'italodisco e al synthpop italiano, ora ho messo Valerie Dore più per il personaggio perché mi pare lo fosse almeno quanto Diana Est e invece...


  • 0

#17 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3166 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 17 marzo 2018 - 15:19

secondo me nei 90 si saranno giustamente chiesti "ok 3 o 4 singoli belli ma che altro?"

 

e i carbonari insistevano solo su quei 3 o 4 singoli, mandando tutto nel trash 

E' questo il punto, quando si parla di tutti quegli artisti  che hanno realizzato qualche singolo, secondo me bisognerebbe parlare come di un contenitore in cui inserirli in blocco e considerarlo in tal senso, ed allora parlare di "mito" dell'insieme potrebbe anche avere una sua logica, dalle mie parti si dice "Na nuci no sacco nun fa scrusciu" ( una noce nel sacco non fa rumore ).  E se dovessi fare una compilation a qualcuno con brani di quel periodo, probabilmente non metterei pezzi dei Depeche Mode o Pet shop boys perchè li ho sempre visti in un certo senso un po distaccati da quell'unicuum di cui parlavo sopra, pur muovendosi comunque in quegli ambiti per certi versi, probabilmente perchè sono riusciti anche nel breve periodo a vivere di vita propria.


  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#18 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2018 - 15:27

 

secondo me nei 90 si saranno giustamente chiesti "ok 3 o 4 singoli belli ma che altro?"

 

e i carbonari insistevano solo su quei 3 o 4 singoli, mandando tutto nel trash 

E' questo il punto, quando si parla di tutti quegli artisti  che hanno realizzato qualche singolo, secondo me bisognerebbe parlare come di un contenitore in cui inserirli in blocco e considerarlo in tal senso, ed allora parlare di "mito" dell'insieme potrebbe anche avere una sua logica, dalle mie parti si dice "Na nuci no sacco nun fa scrusciu" ( una noce nel sacco non fa rumore ).  E se dovessi fare una compilation a qualcuno con brani di quel periodo, probabilmente non metterei pezzi dei Depeche Mode o Pet shop boys perchè li ho sempre visti in un certo senso un po distaccati da quell'unicuum di cui parlavo sopra, pur muovendosi comunque in quegli ambiti per certi versi, probabilmente perchè sono riusciti anche nel breve periodo a vivere di vita propria.

 

 

all'estero soprattutto sono percepiti come dici, in un contenitore comunque in grado di esaltare i singoli; alla stessa maniera di altri generi che presentano tante band dalla vita breve, ad esempio il punk dove molti gruppi hanno fatto magari solo due 45 giri che però rimangono fondamentali, gli Screamers non hanno inciso nulla ma sono considerati ancora oggi i numeri uno del synthpunk


  • 0

#19 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33917 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 17 marzo 2018 - 23:24

Non ho capito però cosa c'entrerebbero i carbonari con la sottovalutazione complessiva della italodisco, guarda che, almeno nel mio caso, il movimento non finisce mica con Diana Est, sono appassionato perfino del sottobosco della italodisco e continuo a scoprire costantemente cose mirabili di quel periodo (sì, finanche Valerie Dore). I carbonari, per come la vedo io, sono quelli che conoscevano tutti fin da allora, poi ci sono i revivalisti che hanno scoperto qualcosa dopo, ma solo grazie ai pezzi più noti e all'opera degli sdoganatori.


  • 0

#20 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81029 Messaggi:

Inviato 18 marzo 2018 - 00:07

Non ho capito però cosa c'entrerebbero i carbonari con la sottovalutazione complessiva della italodisco, guarda che, almeno nel mio caso, il movimento non finisce mica con Diana Est, sono appassionato perfino del sottobosco della italodisco e continuo a scoprire costantemente cose mirabili di quel periodo (sì, finanche Valerie Dore). I carbonari, per come la vedo io, sono quelli che conoscevano tutti fin da allora, poi ci sono i revivalisti che hanno scoperto qualcosa dopo, ma solo grazie ai pezzi più noti e all'opera degli sdoganatori.

 
i carbonari secondo me hanno mitizzato poche figure e tralasciato totalmente altri nomi, cosa assurda per un movimento dove tanti artisti facevano magari solo due 45 giri
 
ovviamente poi, nei 90 ci sono stati ragionamenti come questi
 

E' questo il punto, quando si parla di tutti quegli artisti  che hanno realizzato qualche singolo, secondo me bisognerebbe parlare come di un contenitore in cui inserirli in blocco e considerarlo in tal senso, ed allora parlare di "mito" dell'insieme potrebbe anche avere una sua logica, dalle mie parti si dice "Na nuci no sacco nun fa scrusciu" ( una noce nel sacco non fa rumore ).

 
che condivido in pieno pur essendo uno che apprezza molto il periodo (al contrario magari di maladiez); difatti tante volte mi sono chiesto "Ma che aveva di più di altre/i Diana Est?"
 

 

sono appassionato perfino del sottobosco della italodisco e continuo a scoprire costantemente cose mirabili di quel periodo (sì, finanche Valerie Dore).

 

 

Finanche?
guarda che all'epoca Valerie Dore era molto più famosa della stessa Diana Est eh, anche perché aveva una discografia più corposa e dei collegamenti con nomi importanti della scena, non è nemmeno forse definibile come meteora

 

finanche potrebbe valere per Ediva (tra quelle finite in questa discussione) che comunque è più dotata e autonoma sia della Est che di Valerie Dore

 

spesso nei carbonari c'è come una nostalgia mitizzata, di ricordo della "roba di quando eravamo ragazzini" che rende la comunicazione di questa musica già zoppa e inattuale, al contrario di altri generi dello stesso periodo che sono stati riproposti in maniera molto più critica e consapevole (magari anche dagli stessi carbonari)


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq