Vai al contenuto


Foto
* * - - - 3 Voti

Le Minoranze Hanno Rovinato Il Cinema?


  • Please log in to reply
238 replies to this topic

#21 Ronald Regaz

Ronald Regaz

    ritardato mentale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 801 Messaggi:
  • LocationSirolo

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:05

io son d'accordo su tutta la linea con The Man anche perché, confesso, non ho mai capito in generale la logica delle quote, a partire da quelle rosa.

 

cioè: sottoscrivo col sangue che a tutti debba essere permesso accedere a X (dove X = un'istituzione politica, un luogo di lavoro, il cast di star wars...) senza alcuna discriminazione di qualsivoglia natura (genere ed etnicità, che sono 'caldi' ora, religione, ma potenzialmente qualsiasi cosa, l'essere umano ha sempre dimostrato fantasia quando c'era da discriminare). ma non ho mai capito il trapasso da questo all'obbligo di avere tot rappresentanti della categoria Y nell'organo o nel team X.

ci posso arrivare quando si tratta di far sì che minoranze etno-linguistiche chiaramente identificabili abbiano una rappresentanza negli organi politici, ma già son meno d'accordo sulla questione delle donne (devono poter fare politica alle stesse condizioni degli uomini; ma se per qualsiasi ragione in un dato paese a una data epoca ci sono meno donne che uomini in politica dobbiamo per forza mettere tot donne in un parlamento o in un governo?), e a maggior ragione quel che al limite può valere per la politica, regno del pragmatismo, non può valere per le arti, cinema compreso.

 

comprensibile al più come misura transitoria dopo un periodo di discriminazione attiva e intensa: se fino a ieri, poniamo, i neri sono stati esclusi dal cinema, ci sta che per qualche anno la loro presenza nei film venga attivamente incoraggiata con norme apposite, per riequilibrare una situazione gravamente squilibrata; ma dopo basta, proprio perché non vogliamo discriminarli nel bene o nel male rispetto a cittadini di qualunque altra etnia è giusto che non debbano essere inclusi a forza per una considerazione aprioristica basata sul colore della pelle, bensì che il regista sia libero di scegliere il tal attore nero perché è bravo, bello, adatto al personaggio, etc., non perchè è nero.


  • 4

#22 pooneil

pooneil

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5865 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:05

direi che ci si stia concentrando troppo sui film hollywodiani, introduco la regola che nelle pagine pari sarà obbligatorio portare come esempi solo film extra US


  • 0

#23 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:15

io son d'accordo su tutta la linea con The Man anche perché, confesso, non ho mai capito in generale la logica delle quote, a partire da quelle rosa.

cioè: sottoscrivo col sangue che a tutti debba essere permesso accedere a X (dove X = un'istituzione politica, un luogo di lavoro, il cast di star wars...) senza alcuna discriminazione di qualsivoglia natura (genere ed etnicità, che sono 'caldi' ora, religione, ma potenzialmente qualsiasi cosa, l'essere umano ha sempre dimostrato fantasia quando c'era da discriminare). ma non ho mai capito il trapasso da questo all'obbligo di avere tot rappresentanti della categoria Y nell'organo o nel team X.
ci posso arrivare quando si tratta di far sì che minoranze etno-linguistiche chiaramente identificabili abbiano una rappresentanza negli organi politici, ma già son meno d'accordo sulla questione delle donne (devono poter fare politica alle stesse condizioni degli uomini; ma se per qualsiasi ragione in un dato paese a una data epoca ci sono meno donne che uomini in politica dobbiamo per forza mettere tot donne in un parlamento o in un governo?), e a maggior ragione quel che al limite può valere per la politica, regno del pragmatismo, non può valere per le arti, cinema compreso.

comprensibile al più come misura transitoria dopo un periodo di discriminazione attiva e intensa: se fino a ieri, poniamo, i neri sono stati esclusi dal cinema, ci sta che per qualche anno la loro presenza nei film venga attivamente incoraggiata con norme apposite, per riequilibrare una situazione gravamente squilibrata; ma dopo basta, proprio perché non vogliamo discriminarli nel bene o nel male rispetto a cittadini di qualunque altra etnia è giusto che non debbano essere inclusi a forza per una considerazione aprioristica basata sul colore della pelle, bensì che il regista sia libero di scegliere il tal attore nero perché è bravo, bello, adatto al personaggio, etc., non perchè è nero.

Queste sono argomentazioni più ingenue di quello che pensate.
Ad esempio la legge è uguale per tutti, le opportunità no. Esistono diritti, esistono privilegi. Esistono privilegi concessi inconsciamente, inevitabili, o basati su "usurpazioni", esistono privilegi innocui per chi non li ha e cose che sbilanciano un sistema.

E altro punto: i neri dell'esempio sono effettivamente stati storicamente esclusi ed inibiti da molti ruoli di rilievo cinematografico e i film del passato (per fortuna, mica sono censore) rimangono. Non è che se faccio oggi un film equo, la bilancia della storia torna a posto. E si può comprendere da qui perché ci siano spinte sbilanciate all'opposto, o spinte a tenere la bilancia in un modo proattivamente

E mi scoccia dirlo a mo' di carta passivaggressiv' ma guarda un po', chi è che non capisce mai il senso di quote rose, quote blu, quote verdi...?
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#24 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23831 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:21

Come ci spieghiamo invece i progetti del (bravissimo) regista Steve McQueen?

Partito con "Hunger" e "Shame", ottenuto il riconoscimento mondiale si dedica a "12 anni schiavo" e pare stesse lavorando a un film su Paul Robeson, cantante e attivista nero.

Non suona un po' come: "ora che posso tutto, finalmente faccio i film sui neri"?


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#25 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:24

Scusa Ma la bilancia Della Storia NN sarä Mai equilibrata. E non e' Che - e - fa piü e quindi oggi sia Giusto "privilegiare" Al contrario. Poi se metti le quote per a) devi mettere anche quelle per b), c) etc. E ti ritrovi ad cagate tipo il rifacimento dei magnifici sette nel far West Con un Nero a Capo, la Donna emancipata, l asiatico e Cosi via. La realtä attuale viene rappresentata benissimo in un sacco di Film e Serie senza Che nessuno si lamenti. Poi Basta Con Sto implicare Che Chi la vede diversamenta SIA razzista
  • 0

#26 Ronald Regaz

Ronald Regaz

    ritardato mentale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 801 Messaggi:
  • LocationSirolo

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:33

ElleFanTin, hai ragione, anzi proprio perché prevedevo questo tipo di replica avrei dovuto aggiungere un disclaimer, lo faccio ora:

non sono così ingenuo da non sapere che un conto sono le leggi un conto le opportunità reali; dovrei quindi precisare che tutto il mio post va letto tenendo conto che quando parlo di 'poter' fare qualcosa intendo 'potere' nel senso di sinistra (= avere la possibilità concreta), non nel senso di destra (= avere la possibilità teorica) :)

 

 

EDIT: e sulla questione dei "privilegi concessi inconsciamente" secondo me questa è una china pericolos... ah no aspetta, slippery slope fallacy, giusto? allora diciamo così, volere eliminare anche quelli mi sembra obiettivamente infattibile: a meno di misure, oltre che al momento impraticabili, pericolose e liberticide tipo polizia mentale - oppure, più realisticamente, misure meno distopiche ma comunque sgradevoli e controproducenti tipo appunto il manuale Cencelli etno-gender-religioso* applicato a un numero crescente di ambiti della vita quotidiana.

 

gli ostacoli alla parità effettiva delle persone che vanno senz'altro rimossi sono quelli legali e quelli materiali; ma quelli mentali si può al massimo sperare che, rimossi i primi, cadano lentamente da sé (se uno è ottimista/progressista), o (se uno è pessimista) rassegnarsi al fatto che l'uomo è una brutta bestia e che in qualche modo rimarranno sempre [o fino a essere casomai sostituiti da altri tuttavia non meno ingiusti, vedi impero romano che poco dopo aver smesso di perseguitare i cristiani comincia a perseguitare i pagani con la stessa faziosità].

 

 

*su 'religioso' nell'ambito di questo discorso continuo ad avere riserve perché mi pare che oggi la lotta alla discriminazione religiosa sia un po' meno all'ordine del giorno di quella etnica o gender, magari mi sbaglio


  • 0

#27 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:53

Scusa Ma la bilancia Della Storia NN sarä Mai equilibrata. E non e' Che - e - fa piü e quindi oggi sia Giusto "privilegiare" Al contrario. Poi se metti le quote per a) devi mettere anche quelle per b), c) etc. E ti ritrovi ad cagate tipo il rifacimento dei magnifici sette nel far West Con un Nero a Capo, la Donna emancipata, l asiatico e Cosi via. La realtä attuale viene rappresentata benissimo in un sacco di Film e Serie senza Che nessuno si lamenti. Poi Basta Con Sto implicare Che Chi la vede diversamenta SIA razzista


E il remake dei Magnifici Sette, again, è una cagata perché il capo è nero, la donna è emancipata, etc.
Comunque non credo di aver reso bene con la bilancia metaforica, colpa mia, non intendo che Django sana gli anni di schiavismo
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#28 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:55

Come ci spieghiamo invece i progetti del (bravissimo) regista Steve McQueen?
Partito con "Hunger" e "Shame", ottenuto il riconoscimento mondiale si dedica a "12 anni schiavo" e pare stesse lavorando a un film su Paul Robeson, cantante e attivista nero.
Non suona un po' come: "ora che posso tutto, finalmente faccio i film sui neri"?


Tu che ne pensi? Domanda non retorica. Io non lo seguo direttamente (poi lui è inglese, giusto?), quindi per me può essere "se le faccio da ignoto, certe cose non se le fila nessuno"
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#29 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 04 gennaio 2018 - 12:56

Le minoranze hanno rovinato il cinema americano. Tanto ormai siamo così succubi del pensiero anglosassone che viviamo(tranne rari casi) ormai alienati dalla 'nostra' storia. Aveva ragione René Girard quando diceva che il posto della vittima è quello più prezioso di tutti. E sempre come al solito tutto un sottile gioco di specchi. Ci facciamo fottere continuamente dal significante: I NERI. Che non sono quasi mai i nostri neri(voglio dire anche per giochi perversi i neri che abbiamo dominato in epoche passate o quelli che sono sbarcati sulle nostre coste a inizio anni 90), ma i neri degli americani, gli schiavi: i Django, i 12 anni schiavo e via dicendo. E così tutte le altre minoranze. Non so magari fra quindici anni piangeremo lacrime copiose sugli ispanici/sudamericani, chissà.

Che poi chi sa lo incula veramente il cinema dei negri? quello girato in Nigeria, il terzo polo al mondo dopo* Holly e Bollywood? Nessuno. 

E' sempre e solo un problema del soggetto penitente maschio alfa. Una cultura del piagnisteo generalizzato.

 

*Per numero di pellicole prodotte.



#30 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:00

Scusa Ma la bilancia Della Storia NN sarä Mai equilibrata. E non e' Che - e - fa piü e quindi oggi sia Giusto "privilegiare" Al contrario. Poi se metti le quote per a) devi mettere anche quelle per b), c) etc. E ti ritrovi ad cagate tipo il rifacimento dei magnifici sette nel far West Con un Nero a Capo, la Donna emancipata, l asiatico e Cosi via. La realtä attuale viene rappresentata benissimo in un sacco di Film e Serie senza Che nessuno si lamenti. Poi Basta Con Sto implicare Che Chi la vede diversamenta SIA razzista

E il remake dei Magnifici Sette, again, è una cagata perché il capo è nero, la donna è emancipata, etc.
Comunque non credo di aver reso bene con la bilancia metaforica, colpa mia, non intendo che Django sana gli anni di schiavismo
Il Remake era una cagata di suo, Con in piü l aggravante di portare all iperbole l isteria del p.c. americano. Guarda Che condivido il TUo fine, Sono i mezzi Che per me Sono sbagliati. Anche xke poi anche le figure femminili forti vanno Alla Grande nei Film Ma poi si e' Visto com e' la realtä hollywoodiana. Sono qll cose inutili e puramente formali e ipocrite. Come il fatto Che in america guai a dire "nigger" Ma intanto i neri continuano a vivere nei ghetti, per dirla semplificata e breve (Che scrivo Con un cell di cacca)
  • 0

#31 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:03

Ma il punto, Mick (e hai ragione sui fraintendimenti tra quel che succede da un lato dell'Atlantico come sulla rimozione generalizzata dei neri rispetto alla storia italiana), è che una cosa non esclude l'altra: il film paternalista o quello vittimista che fa leva sul/la white guilt non annullano l'esistenza di film valevoli, né cambiano la correttezza di non appiattire le rappresentazioni della societa su un ambiente bianco, etero, etc.
E SOPRATTUTTO in Italia sento che ci si lamenta per questa oppressione politicamente corretta che qui mai si è veramente incarnata.
Ma ancora, che ci sia il tizio che esagera, o che esagerino in America, non significa che...etc
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#32 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:06

Il problema e' sicuramente molto piü forte nel mondo anglosassone, perö tipo pure in Germania sta cominciando a prendere piede, appunto tramite l Atlantico
  • 0

#33 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 306 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:08

Piuttosto si potrebbe fare una riflessione sull'esercizio del remake stesso: se all'epoca per ovvie ragioni non si poteva importare direttamente il film di Kurosawa per il mercato occidentale, oggi si potrebbe essere più flessibili nell'import /export di prodotti filmici? Magari non si dovrebbe parlare di quota attoriale ma di quota di film dell'industria giapponese o nigeriana all'interno di cinema americani e europei. Utopistico? Cosa ne pensate?

PS che poi pure Star Wars stesso è un remix di Kurosawa...
  • 0

#34 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14250 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:13

Nota: i Sette samurai fu distribuito e fu un successo anche in occidente.

Kurosawa era famoso in tutto il mondo.


  • 0

#35 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11692 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:14

Tenere queste distinzioni tra "noi" e "l'America" quando è già da almeno 4 generazioni che facciamo gli stessi lavori, studiamo (circa) le stesse cose, guardiamo gli stessi telefilm, ascoltiamo la stessa musica, giochiamo agli stessi videogiochi e ci vestiamo alla stessa maniera.


  • 0

#36 bELLE ELLEish

bELLE ELLEish

    TOPAZIO

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10792 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:15

Scusa Ma la bilancia Della Storia NN sarä Mai equilibrata. E non e' Che - e - fa piü e quindi oggi sia Giusto "privilegiare" Al contrario. Poi se metti le quote per a) devi mettere anche quelle per b), c) etc. E ti ritrovi ad cagate tipo il rifacimento dei magnifici sette nel far West Con un Nero a Capo, la Donna emancipata, l asiatico e Cosi via. La realtä attuale viene rappresentata benissimo in un sacco di Film e Serie senza Che nessuno si lamenti. Poi Basta Con Sto implicare Che Chi la vede diversamenta SIA razzista

E il remake dei Magnifici Sette, again, è una cagata perché il capo è nero, la donna è emancipata, etc.
Comunque non credo di aver reso bene con la bilancia metaforica, colpa mia, non intendo che Django sana gli anni di schiavismo
Il Remake era una cagata di suo, Con in piü l aggravante di portare all iperbole l isteria del p.c. americano. Guarda Che condivido il TUo fine, Sono i mezzi Che per me Sono sbagliati. Anche xke poi anche le figure femminili forti vanno Alla Grande nei Film Ma poi si e' Visto com e' la realtä hollywoodiana. Sono qll cose inutili e puramente formali e ipocrite. Come il fatto Che in america guai a dire "nigger" Ma intanto i neri continuano a vivere nei ghetti, per dirla semplificata e breve (Che scrivo Con un cell di cacca)
Zio, sono sempre cagate per motivi loro, ma è un'aggravante. Fila davvero tutto liscio, così?
Magari è solo una nuova base, giusta come tale, e accettare che anche da questa base (migliore) esca sia merda che cioccolato è un passettino avanti, fra le altre cose
  • 0

A proposito del Maurizio Costanzo show, a me l'ospitata del Joker al programma del personaggio di De Niro ha ricordato una di Aldo Busi, ma proprio uguale, compreso il balletto con cui si presenta al pubblico. Dubito che Phoenix si sia ispirato a quella, ma in certe parti, quando si mette a checcheggiare, la somiglianza era impressionante.

il primo maggiorenne che vedrò vestito da joker a carnevale, halloween o similia lo prendo per il culo di brutto
minimo un A STRONZOOOO, ANCORA STU JOKER? STRONZOOOO, vieni a casa mia che ho bisogno di una mano a sgomberare la mansarda, STRONZOOOO

There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you


#37 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 306 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:18

Nota: i Sette samurai fu distribuito e fu un successo anche in occidente.
Kurosawa era famoso in tutto il mondo.

Hai ragione, fra l'altro Kurosawa stesso faceva remake di Shakespeare quindi il mio discorso è affrontato da un punto di vista non corretto.

Però il discorso sulla quota mi sembrava interessante, io stesso sarei curioso di vedere un film nigeriano, è solo che non ne ho le opportunità (al cinema).
  • 0

#38 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:18

Beh Ma Uno puö anche essere a favore di piü pluralismo e contrario alle cagate politically correct eh!
Che poi a me danno fastidio allo stesso Modo anche le Scienziate ultrafighe e simili controparti di tutti i colori, compreso il Bianco.
  • 0

#39 Guest_Michele Murolo_*

Guest_Michele Murolo_*
  • Guests

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:21

Tenere queste distinzioni tra "noi" e "l'America" quando è già da almeno 4 generazioni che facciamo gli stessi lavori, studiamo (circa) le stesse cose, guardiamo gli stessi telefilm, ascoltiamo la stessa musica, giochiamo agli stessi videogiochi e ci vestiamo alla stessa maniera.

 

Ai miei tempi si chiamava imperialismo culturale. Ma guai a dirlo, passi per Fusaro



#40 Ronald Regaz

Ronald Regaz

    ritardato mentale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 801 Messaggi:
  • LocationSirolo

Inviato 04 gennaio 2018 - 13:23

E SOPRATTUTTO in Italia sento che ci si lamenta per questa oppressione politicamente corretta che qui mai si è veramente incarnata.

 

è (anche) questo il punto: importiamo in maniera supina le preoccupazioni (giuste), le ossessioni e i tic di certa sinistra statunitense senza avere, nel bene e nel male, una situazione paragonabile alla loro che le giusitifichi. ma nel caso specifico la discussione era nata da un film americano...


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq