Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Batman V Superman: Dawn Of Justice (Snyder, 2016)


  • Please log in to reply
203 replies to this topic

#41 sud afternoon

sud afternoon

    Si legge sud afternùn.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2857 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 15:14

 


la soluzione che ti consiglio è sempre la stessa: va a vedere il film (o i film) che definisco tali e poi giudica da te se è soltanto un mio tentativo di elevare questa materia filmica ad un livello intellettualmente accettabile (non so da chi... dal forum di ondacinema?) oppure effettivamente questo film è stato pensato per un pubblico più adulto della media dei cinefumetti (che oggi è rappresentata dai film marvel studios). sempre che tu sia realmente interessato alla questione da spingerti fino a fare tutto ciò...

 

 

 

 

E allora non capisci. È tutto il contrario. Provo a rispiegartelo, ma per l'ultima volta eh: io considero questa materia filmica (anche i marvels) al livello intellettuale di qualsiasi altra cosa cagata dai tempi dei Lumière. Ma ho il sospetto che sia tu sotto sotto a non farlo. Visto che senti sempre l'esigenza di sottolineare quanto poco adatta ai bambini sia tale film o quanto adulta tale serie di supereroi.

Non c'è bisogno di dircelo, rilassati.

 

Altra cosa è dire se un film è scemo o no, se è cupo o no, se è leggero o no. Ma nessuna di queste categorie ha a che vedere con l'essere per giovani o per adulti.


  • 0

#42 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3427 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 15:29

bene. spero che la prossima volta che ti leggerò in questo topic sarà per un tuo commento sul film in questione e non su chi ne ha parlato o lo ha apprezzato :)


  • 0

#43 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2152 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 16:25

Premessa, non ce l'ho con cinemaniaco ma è un fenomeno riscontrabile ovunque e per questo l'ho fatto notare.

Quello che volevo dire è che si considera sto Batman v Superman il PRIMO cinecomics per adulti, apro la discussione su Deadpool e anche quello è il primo cinecomics per un pubblico adulto (vabbè sempre cinemaniaco a dirlo ma giuro che non ce l'avevo con lui e vorrei mettere pure una faccina ma sono scomparse, sarà l'ora legale). Lo si diceva già ai tempi del Cavaliere Oscuro, di Hulk di Ang Lee etcetc
Non capisco perchè si debba sempre cercare il primato in qualcosa, non so forse è un vizio di forma mutuato dalla critica rock che deve sempre dire il primo gruppo a fare questo, il miglior gruppo di tutta via zanobi, il primo gruppo punk di Spoleto etc. Forse si, è anche un po' un complesso intellettuale, della serie "ehi ma guardi solo film da quindicenni?" allora uno per prevenire inizia a trovare rivoluzioni dove non ci sono.

 

Altra cosa che condivido, come qualcuno ha fatto notare nell'altra pagina, è la tendenza degli anti-intellettuali a farsi i peggio pipponi degni della Corazzata Potemkin su film che magari sono appunto piacevoli, godibilissimi e più che dignitosi ma che magari appunto non sono certo la rivoluzione del cinema moderno.

Questa invece è proprio una domanda rivolta a cine e sud che affermano che intellettualmente i filmi sono tutti uguali. Quindi i melodrammi di Mario Merola intellettualmente sono alla pari del Padrino (volevo fare il paragone tra la commedia pecoreccia anni 70 e Buster Keaton ma avevo paura che almeno uno dei due mi avrebbe risposto di si...)?


  • 1

#44 Reynard

Reynard

    poligraf poligrafovic pallinov

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9534 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 27 marzo 2016 - 16:29

 

Questa invece è proprio una domanda rivolta a cine e sud che affermano che intellettualmente i filmi sono tutti uguali. Quindi i melodrammi di Mario Merola intellettualmente sono alla pari del Padrino (volevo fare il paragone tra la commedia pecoreccia anni 70 e Buster Keaton ma avevo paura che almeno uno dei due mi avrebbe risposto di si...)?

 

Non per fare l'avvocato del diavolo, ma penso che intendano che non è l'appartenenza a un genere o la scelta a priori di un tema 'alto' a stabilire il valore intellettuale di un film.


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#45 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2152 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 16:44

 

 

Questa invece è proprio una domanda rivolta a cine e sud che affermano che intellettualmente i filmi sono tutti uguali. Quindi i melodrammi di Mario Merola intellettualmente sono alla pari del Padrino (volevo fare il paragone tra la commedia pecoreccia anni 70 e Buster Keaton ma avevo paura che almeno uno dei due mi avrebbe risposto di si...)?

 

Non per fare l'avvocato del diavolo, ma penso che intendano che non è l'appartenenza a un genere o la scelta a priori di un tema 'alto' a stabilire il valore intellettuale di un film.

 

Perfetto, avevo questo dubbio, ma volevo essere sicuro!
In quel caso ovviamente sono d'accordo, ma ho spesso la sensazione che molta gente (ripeto non qui dentro ma leggendo in giro in generale) abbia quell'idea li. Magari non che merola sia allo stesso livello del Padrino ma siamo comunque vicini.


  • 0

#46 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3427 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 17:17

Quello che volevo dire è che si considera sto Batman v Superman il PRIMO cinecomics per adulti, apro la discussione su Deadpool e anche quello è il primo cinecomics per un pubblico adulto (vabbè sempre cinemaniaco a dirlo ma giuro che non ce l'avevo con lui e vorrei mettere pure una faccina ma sono scomparse, sarà l'ora legale). Lo si diceva già ai tempi del Cavaliere Oscuro, di Hulk di Ang Lee etcetc


non ho scritto che bvs è il primo cinefumetto per adulti (perché appunto ce ne sono stati altri primi). ho scritto che il suo target è sicuramente più adulto rispetto ai film marvel studios. non a caso in partenza, prima dei tagli, si sarebbe beccato un rating R

deadpool invece è uscito con il rating R, perché è proprio stato pensato per un pubblico più adulto in partenza (come 300, watchmen, sin city, blade ed altri prima di lui). hai comunque beccato le uniche due discussioni in cui ho usato questi termini asd

il dibattito mi sembra ozioso (qualcosa di analogo è già avvenuto molto tempo prima nel mondo dei fumetti). l'offerta è ormai abbastanza diversificata: se vuoi cinefumetti più solari e family-friendly sai dove trovarli. non c'è nessun complesso intellettuale, almeno non da parte mia e neppure penso da parte di chi fa questi film (come snyder): c'è semplicemente il preferire una estetica ad un'altra

non ho scritto in nessun post che questo film rivoluzionerà il cinema. non l'ho neppure rapportato al cinema, soltanto al genere dei cinefumetti. poi date dell'anti-intellettuale al contrario a me, ma vedervi irritati perché si analizza un cinefumetto come un qualsiasi altro film, trovandoci spunti di riflessione e non ritenendolo soltanto un "giocattolone", vi qualifica automaticamente come degli snob (al contrario) esattamente come tutti quei critici che lo hanno massacrato basandosi soprattutto su pregiudizi personali verso il genere e i supereroi in generale (con argomentazioni non molto diverse dalle vostre)

Questa invece è proprio una domanda rivolta a cine e sud che affermano che intellettualmente i filmi sono tutti uguali


tutti i film meritano di essere analizzati con lo stesso sforzo intellettuale, è questa la mia posizione. nel senso non è che se è un film di supereroi non può contenere delle riflessioni "elevate" o io mi devo vergognare di analizzarlo e invece devo liquidarlo necessariamente e solo come un "giocattolone"

non è un discorso di qualità. è un discorso di metodo
  • 4

#47 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2152 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 17:49

No ma io non ho criticato nessun cinefumetto, anzi non ne parlo proprio perchè in generale non mi piacciono, ma ogni tanto ci riprovo a guardarmelo uno (Jeeg mi è piaciuto parecchio). Questo secondo me è il punto di non esssere snob, provare a guardarli a prescindere dal genere-
Un cinefumetto lo puoi analizzare come ti pare, come qualsiasi altro film, però se uno guarda un film d'intrattenimento e inizia a farsi seghe mentali che manco avesse letto Proust, allora mi sembra un po' eccessivo (ripeto il mio è un discorso generale, non su questo  film che non ho visto e che potrebbe meritarsi tutte le seghe mentali dei migliori critici del mondo).

Che uno cerchi di applicare lo stesso metodo va pure bene ma se poi i film sono diversi allora c'è poco da fare, prendendo il solito film di Merola come esempio (è comodo perchè è ovviamente un caso limite), quali sforzi intellettuali vuoi fare?
Si può analizzare un film di Zalone come si analizza un film di Antonioni? Certo che no e non è snobismo. Posso andare al cinema, vedermi Zalone e divertirmi per 90 minuti ed essere consapevole di aver visto un filmetto leggero che però mi ha intrattenuto senza per questo doverlo paragonare a Charlie Chaplin e senza per questo sentirmi stupido.

O per non essere snob deve avere tutto pari dignità? Quindi Beethoven è uguale a Ramazzotti, Dante è uguale alla Littizzetto e Coppola è alla pari di Sergio Grieco?


  • 1

#48 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3427 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 18:06

Che uno cerchi di applicare lo stesso metodo va pure bene ma se poi i film sono diversi allora c'è poco da fare, prendendo il solito film di Merola come esempio (è comodo perchè è ovviamente un caso limite), quali sforzi intellettuali vuoi fare?


si ovviamente esistono film che non possiedono molti livelli di lettura, ma non è questo il punto. l'importante è sempre l'apertura mentale di chi analizza

ma non mi sembra che tu ed io la pensiamo nello stesso modo visto che scrivi

però se uno guarda un film d'intrattenimento e inizia a farsi seghe mentali che manco avesse letto Proust, allora mi sembra un po' eccessivo


direi che anche senza volere istituisci una gerarchia di oggetti culturali che meritano o meno il tuo sforzo intellettuale. proust va bene... il film di intrattenimento no (che magari è stato scritto da persone che hanno proust sul comodino, ma questo non conta)

io non voglio dimostrare nulla, né convincere nessuno della bontà dei miei metodi o dei miei gusti. io semplicemente sono così. mi viene naturale fare quello che faccio
  • 0

#49 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 27 marzo 2016 - 18:41

Si può analizzare un film di Zalone come si analizza un film di Antonioni? Certo che no e non è snobismo.

 

 

Questo è il punto secondo me. In questo modo nn dai a Zalone nemmeno la chance di competere con Antonioni, perché non merita a prescindere la stessa attenzione . Si possono analizzare entrambi, quello che conta è ciò che risulta dall'analisi. Certo, ci sono dei marcatori che ti possono suggerire come prendere l'opera, ma non è sempre così, soprattutto non è il caso di BvS ( che anzi si pone subito in maniera pretenziosa). L'esempio dei registi mi pare anche più calzante dei generi. Se Zalone stesse solo facendo cassetta mentre cova in segreto l'intenzione di girare il nuovo Quarto Potere, vedremmo levarsi un coro di critici indigniati che gli suggeriscono di tornare a fare commedie dementi. Se domani Malick decide di darsi alla commedia pecoreccia, qualsiasi sovrainterpretazione sulla grottesca rappresentazione del carnevale umano sarebbe giustificata.

Cine invita ad essere aperti su tutto quello che si guarda (che è diverso dal guardare tutto) e io lo condivido, detto questo è vero che tende a sensazionalizzare ogni cinecomics che esce asd

L'altro giorno ho rivisto Birdman che insiste molto su questi temi, consiglio la visione (anche a chi lo ha visto).


  • 2

#50 BanalmenteMatteoZucchi

BanalmenteMatteoZucchi

    INGIRUMIMUSNOCTEETCONSUMIMURIGNI

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1231 Messaggi:
  • LocationArcano + La dotta, la grassa e la rossa

Inviato 27 marzo 2016 - 18:43

la recensione di ondacinema è la prova che si può apprezzare il film pur odiando snyder ashd


Suvvia, "odiare" è una parola grossa. Diciamo che non lo ritengo il più grande cineasta contemporaneo. asd
  • 1

"Ok, take me to your goddamn young genious !"

Vincent Price su Michael Reeves  

 

"Ma il lettore di Ondacinema sa che il film lo fa la messa in scena, non la trama."

Alberto Mazzoni                                                                                               :firuli:

 

 

impossibile non citare l'oscuro quanto seminale esordio degli Unnamed
 
(6.5)

 

 

 

chi è stu strunz che lo dirige? BOOOOH. manco sua mamma lo conosce

 

 


#51 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2152 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 19:24

Anche io invito ad essere aperto su quello che si guarda (io intervengo poco ma sono sicuramente più aperto di cine che i film vecchi no, se hanno un minimo di politica no, la holliwood classica chissenefrega, i film europei no, e quello è da intellettuali quindi no e quello è da snob blabla). Cioè un ragazzo di colore che odia tutti quelli non di colore è razzista uguale, non è che sono razzisti solo i bianchi!
Lo snobismo, è giudicare in anticipo.
Io uno dei film di Zalone me lo sono visto e scusatemi ma non credo che si possano scrivere dei libri analizzando i film di Zalone, dalla colonna sonora alle inquadrature, dialoghi etc mentre per un film di Kubrick si.
Io dico semplicemente questo, che una volta visto un film poi non tutti sono uguali, ci sono film con molte più cose su cui ragionare e altri no, poi ci può essere un film d'autore su cui c'è poco da dire e film d'intrattenimento che sarebbero da analizzare per giorni.

 

Sarei snob se non leggessi i gialli perchè c'è chi dice che non sono vera letteratura, se non mi guardassi gli horror perchè non sono realistici, se non leggessi i fumetti perchè sono da adolescenti etc ma io sono proprio l'opposto anche se come tutti ho i miei punti deboli.
I film coi super-eroi in linea di massima mi piacciono poco infatti mai parlato male di un film di super eroi (nemmeno in questo thread) perchè so che probabilmente è un limite mio. Però Jeeg Robot mi è piaciuto non poco ad esempio.

 


  • 0

#52 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19981 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 27 marzo 2016 - 19:40

la recensione di ondacinema è la prova che si può apprezzare il film pur odiando snyder ashd


Suvvia, "odiare" è una parola grossa. Diciamo che non lo ritengo il più grande cineasta contemporaneo. asd
Ale, questo ragazzo lo sto allevando io. Trattamelo bene chè a Natale se lo magnamo
  • 1

#53 cinemaniaco

cinemaniaco

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3427 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 20:02

io intervengo poco ma sono sicuramente più aperto di cine che i film vecchi no, se hanno un minimo di politica no, la holliwood classica chissenefrega, i film europei no, e quello è da intellettuali quindi no e quello è da snob blabla


uff... ma non vedi come sono diventato ecumenico?

non scrivo quello che scrivo sui cinecomics per provocazione intellettuale. lo scrivo perché ci credo per davvero (forse è questo che è grave asd ). non è una battaglia ideologica con nessuno. tu guarda i film che vuoi, io guardo i film che voglio. e amen. non voglio riscrivere la gloriosa storia del cinema, tranquillo

ora spero che l'oggetto della discussione torni ad essere il film e non il sottoscritto
 

Ale, questo ragazzo lo sto allevando io. Trattamelo bene chè a Natale se lo magnamo


gli ho anche dato un + di incoraggiamento. non deve essere facile la vita in redazione a chi da un 7 a zack snyder (mai comunque come dare un 7 a mel gibson, vero?) asd
  • 0

#54 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19981 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 27 marzo 2016 - 20:07

Beh, apocalypto ha 8,5 asd
Comunque il ragazzo ha un futuro davanti a sê, in pentola :)
  • 0

#55 BanalmenteMatteoZucchi

BanalmenteMatteoZucchi

    INGIRUMIMUSNOCTEETCONSUMIMURIGNI

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1231 Messaggi:
  • LocationArcano + La dotta, la grassa e la rossa

Inviato 27 marzo 2016 - 20:34

 

 

la recensione di ondacinema è la prova che si può apprezzare il film pur odiando snyder ashd


Suvvia, "odiare" è una parola grossa. Diciamo che non lo ritengo il più grande cineasta contemporaneo. asd
Ale, questo ragazzo lo sto allevando io. Trattamelo bene chè a Natale se lo magnamo

 

 

Infami, sapevo che qualcosa bolliva in pentola ! L'importante è che non sia io. asd

 

 

 

gli ho anche dato un + di incoraggiamento. non deve essere facile la vita in redazione a chi da un 7 a zack snyder (mai comunque come dare un 7 a mel gibson, vero?) asd

 

 

Ah, tranquillo: anche il mio 7 è d'incoraggiamento. Ho voluto fare il bastian contrario rispetto alla maggior parte dei critici e sottolineare il fatto Snyder è riuscito a fare un film più che decente. Circa  :firuli:


  • 0

"Ok, take me to your goddamn young genious !"

Vincent Price su Michael Reeves  

 

"Ma il lettore di Ondacinema sa che il film lo fa la messa in scena, non la trama."

Alberto Mazzoni                                                                                               :firuli:

 

 

impossibile non citare l'oscuro quanto seminale esordio degli Unnamed
 
(6.5)

 

 

 

chi è stu strunz che lo dirige? BOOOOH. manco sua mamma lo conosce

 

 


#56 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 27 marzo 2016 - 20:37

Dietrologie:

 

http://blog.screenwe...2007-396015.php


  • 0

#57 sud afternoon

sud afternoon

    Si legge sud afternùn.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2857 Messaggi:

Inviato 27 marzo 2016 - 20:56

 

 

Questa invece è proprio una domanda rivolta a cine e sud che affermano che intellettualmente i filmi sono tutti uguali. Quindi i melodrammi di Mario Merola intellettualmente sono alla pari del Padrino (volevo fare il paragone tra la commedia pecoreccia anni 70 e Buster Keaton ma avevo paura che almeno uno dei due mi avrebbe risposto di si...)?

 

Non per fare l'avvocato del diavolo, ma penso che intendano che non è l'appartenenza a un genere o la scelta a priori di un tema 'alto' a stabilire il valore intellettuale di un film.

 

 

Sì, quello che dice la reynard.


  • 0

#58 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7380 Messaggi:

Inviato 28 marzo 2016 - 00:06

Visto stasera, molto bello e condivo i commenti positivi letti qui....unico neo l'inevitabile prevedibilità dello scontrone finale, che serve solo a mostrarci Wonder Woman in costume e portare Superman alla sua fine(?). Bravissimo Affleck nel Batman più ombroso e realistico, ben più del celebrato Bale; purtroppo non è lui il centro del film.

 

 

Aiutatemi a ricordare, l'ammissione di Bruce Wayne("siamo criminali, lo siamo sempre stati") si era già sentita in un film mainstream di supereroi? Perchè è proprio la frase, posta all'inizio del film, che fa da spartiacque tra questo e i blockbuster del genere di questi anni.


  • 1

James Deen ha avuto più continuità di tutto il porno anni Settanta, fatalmente questo non fa di lui un nuovo e memorabile John Holmes.


#59 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3569 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 28 marzo 2016 - 00:13

Meglio dell'insopportabile nolan, meglio di quell'idiozia di Man of steel. La prima apparizione di batman notevolissima, ma in generale di roba girata bene ce n'e'. Buono affleck e ottima wonder woman.

Ho deciso pero' di fondare il C.A.S.O (comitato abolizione scene oniriche). Ci sono due scene oniriche (su quattro) che fanno perdere fiducia nel film, e mi capita spesso.

Ma insomma, batman mena come si deve, diana spadeggia, piove il giusto e almeno UNA mossa che non mi aspettavo c'e'. Piu' che sufficiente, pur essendo inevitabilmente lontano il livello di Watchmen
  • 0
apri apri, apri tutto!

#60 neuro

neuro

    king (beyond the wall)

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3569 Messaggi:
  • Locationqua

Inviato 28 marzo 2016 - 08:31

Aggiungo che dalla rece mi aspettavo molta piu' passera. Invece c'e' solo wonder woman: la giappa e' anoressica e lois inizia a mostrare la sua eta'.... Comunque ww basta e avanza.
  • 0
apri apri, apri tutto!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq