Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Lo Chiamavano Jeeg Robot (Mainetti, 2016)


  • Please log in to reply
145 replies to this topic

#1 Zimmer

Zimmer

    Classic Rocker

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4598 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 27 febbraio 2016 - 01:52

Un pregiudicato di borgata dopo il contatto con una sostanza radiottativa acquisisce una forza sovraumana. Ma il potere come sempre porta con se grandi responsabliità ed Enzo Ceccotti non sembra disposto a prendersele nella giusta maniera.

 

chiamavano_jeeg_robot_loc.jpg

 

http://www.ondacinem...jeeg_robot.html


  • 5

#2 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 febbraio 2016 - 10:56

Sembra davvero interessante.


  • 0

#3 Legolas

Legolas

    Appassionato di hair metal

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3407 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 27 febbraio 2016 - 13:59

Un villain di un action movie che canta Un emozione da poco di Anna Oxa a petto nudo è improponibile, su quella scena il cinema veniva giù dalle risate, capisco il non volersi prendere troppo sul serio ma al cattivo devi dare dignità, altrimenti sprofondi nel b-movie..


  • -16
Immagine inserita

#4 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 febbraio 2016 - 15:20

Un villain di un action movie che canta Un emozione da poco di Anna Oxa a petto nudo è improponibile, su quella scena il cinema veniva giù dalle risate, capisco il non volersi prendere troppo sul serio ma al cattivo devi dare dignità, altrimenti sprofondi nel b-movie..

 

Non sono un grande esperto del genere, e non ho nemmeno ancora visto il film, ma sono pronto a scommettere che il mondo dei film supereroistici è pieno di eccezioni che invalidano la tua tesi implicita "Cattivo = personaggio del tutto scevro di sfumature comiche".

La butto là: Joker...


  • 0

#5 gwoemul

gwoemul

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 704 Messaggi:

Inviato 27 febbraio 2016 - 15:22

Molto molto molto buono. Film di genere come in Italia non se ne vedevano da anni e che soprattutto non si vergogna di esserlo (vedi Garone).

Chi ha parlato di  piccolo miracolo ha ben ragione di farlo per scrittura, regia, produzione(!!!) e recitazione: si guarda al cinema pop d'oltreoceano senza essere troppo derivativi, si tratteggia un'Italia convincente senza bisogno "daa denuncia socialeh"

Mi dispiace che al botteghino non stia sfondando, lo meriterebbe.

 

Un villain di un action movie che canta Un emozione da poco di Anna Oxa a petto nudo è improponibile, su quella scena il cinema veniva giù dalle risate, capisco il non volersi prendere troppo sul serio ma al cattivo devi dare dignità, altrimenti sprofondi nel b-movie..

Il villain glam per me è perfetto, proprio le scene come quella in cui canta la Oxa gli danno uno spessore che spesso nei film di supereroi manca inspiegabilmente.


  • 3

#6 William Wilson

William Wilson

    Doppelgänger

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1183 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 27 febbraio 2016 - 15:26

Aspettiamo che passi il fine settimana per vedere quanti biglietti ha fatto staccare.

Che qualcosa si sia mosso a livello di produzione è in effetti molto sorprendente; credo sia dipeso in buona parte appunto dalla scrittura, visto che sento dire da più parti che la sceneggiatura è di livello.


  • 0

#7 gwoemul

gwoemul

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 704 Messaggi:

Inviato 27 febbraio 2016 - 15:37

La sceneggiatura è ottima  :nod:


  • 0

#8 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 27 febbraio 2016 - 20:27

Mi avevano invitato all'anteprima, ma lì per lì  l'idea di Santamaria che piega termosifoni non mi convinse. Forse mi sono sbagliato


  • 0

#9 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15412 Messaggi:

Inviato 27 febbraio 2016 - 20:34

Un villain di un action movie che canta Un'emozione da poco di Anna Oxa a petto nudo è improponibile, su quella scena il cinema veniva giù dalle risate, capisco il non volersi prendere troppo sul serio ma al cattivo devi dare dignità, altrimenti sprofondi nel b-movie..

 

in realtà l'interpretazione di Marinelli è una delle cose migliori del film: questa sorta di gangster glam e omosessuale si inserisce bene nel suo contesto risultando pure originale. dona insomma al personaggio una sua profondità. il film è scritto più che discretamente per essere un esordio e, per certi versi, un esperimento produttivo: riesce a essere una declinazione italiana del genere supereroistico, ovvero, rispetta gli stereotipi della "genesi del supereroe" e al contempo ne è una parodia in stile "spaghetti". a mio avviso poteva essere pure più coraggioso, più "brutto, sporco e cattivo", ma è uno spettacolo più che godibile


  • 2
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#10 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2165 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2016 - 18:01

Il primo film sui super-eroi italiani.
Un po' come accadde per Leone che mise nel western l'antieroe Eastwood che agiva principalmente per denaro, Mainetti mette in scena un antisuper-eroe che agisce per denaro e, al posto delle solite macchine e cocaina, si sputtana i soldi dei furti in budini e dvd porno. Menzione speciale anche per la donna del super-eroe, neo orfana di genitori delinquenti, pluriabusata, completamente disconnessa dalla realtà e con un unico desiderio, un vestito da principessa.

Se vivessimo in un mondo giusto dovrebbe nascere un filone spaghetti-supereroe italiano un po' come per il western negli anni 70.
Nascerebbero inuguardabili trashate certo, ma vedremmo fare a gara tra registi e chi crea l'eroe più cinico e spietato, con annesse fini del mondo e improbabili distruzioni interplanetarie.


  • 7

#11 Paraponzipò

Paraponzipò

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 138 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2016 - 18:21

L'ho visto al festival di Roma qualche mose fa, in sala è stato un successo pazzesco: risate a non finire, addirittura applausi a scena aperta! Mi ha fatto comunque fin da subito una buona impressione, per quanto non sia un'amante degli action marvel e affini (e per quanto sia fatto bene e presenti tratti di indiscutibile originalità questo, a conti fatti, lo è tutto).

Notevolissimo l'impegno tecnico, molto buona l'idea di base che struttura il film, e anche abbastanza paraculista dal momento che adducendo la scusa del paradigma lo sceneggiatore può adagiarvisi tranquillamente e pescarne a larghissime mani senza pregiudicare la buona riuscita (perlomeno a livello concettuale) del lavoro. Ma, anche se penso bisognerà farci l'abitudine, fantastica soprattutto l'interpretazione di Marinelli, vera cifra del film, nonostante a tratti faccia un po' il paio con quella di Non essere cattivo.

 

A proposito, tanto per le ovvie affinità di personaggi, ambienti e tematiche (criminalità romana o della periferia o della provincia romana), quanto per il curioso giro di attori, che tendono a incrociarsi nelle varie produzioni, ma anche per tempistiche visione, perlomeno nel mio caso, tendo a riunire Jeeg Robot in una triade proprio col suddetto Non essere cattivo e con Suburra, una specie di trilogia romana che oltre a una linea logica sensata ha anche una capacità ispettive che forniscono un colpo d'occhio abbastanza esaustivo sullo stato dell'ambiente sociale capitolino. Non capisco se sono l'unico a pensarla in questo modo, anche perché mi sembra una cosa abbastanza ovvia e immediata, dopo tutto.


  • 2

#12 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9846 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 29 febbraio 2016 - 20:02

Il primo film sui super-eroi italiani.

maxresdefault.jpg


  • 2

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと……僕はわかった

 


#13 Jack DiSpade

Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 29 febbraio 2016 - 20:17

quello è giustamente passato inosservato  asd 


  • 1

#14 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2165 Messaggi:

Inviato 29 febbraio 2016 - 23:24

Ah ok, volevo appunto chiedere di che si trattasse e se merita una visione, ma a quanto pare no :)


  • 0

#15 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15186 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 03 marzo 2016 - 14:47

Visto ieri, confermo. Gran film. Ce ne fossero di cattivi cosi, e non parlo solo del cinema italiano.

In questo tipo di film, questa figura è capace da sola di reggere tutto il film. In questo caso, è cosi, anzi di più.

Perchè il personaggio dello Zingaro è cattivo davvero, ma anche pazzo davvero (un joker de borgata) oltre

terribilmente divertente e poetico. Il suo è un desiderio di spaccare, andare oltre, che lo porta a fare di tutto

"se piamo er calcio italiano!", dal cantante in discoteca alle rapine, ai pluriomicidi. Tutto pur di uscire dalla

merda. Bene anche la figura del super eroe scoglionato e indeciso, che segue un'evoluzione vera (e non affrettata

come nei film americani) anche se la storia dei budini è un pò forzata. Ecco, queste piccole forzature diventano

grandissime nel personaggio femminile, forse uno dei peggiori nella storia del cinema. Molto fa la prova

indecente (da cagna vera) dell'attricetta rifattona di turno. In "non essere cattivo" la "lei" era bravissima, misurata,

credibile. Qui purtroppo rischia davvero di rovinare il film, non azzecca una sillaba. Non si capisce che cazzo dice.

Andava oscurata e doppiata, oppure potevano far recitare un barboncino. Ma non lei.


  • 1

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#16 StuntmanMike

StuntmanMike

    Membro Premium

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4900 Messaggi:

Inviato 03 marzo 2016 - 17:27

Se vivessimo in un mondo giusto dovrebbe nascere un filone spaghetti-supereroe italiano un po' come per il western negli anni 70.

 

Se vivessimo in un mondo giusto non sarebbe sesto nel weekend dietro quella merdina marvel di Deadpool e Fabio De Luigi. Com'è che diceva Nanni? Pubblico demmerda.


  • 0
Quello che se ne fotte dei punti sulla patente.

#17 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15186 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 03 marzo 2016 - 18:01

sta andando male??


  • 0

https://www.facebook...sychomusicband/

 

Mettere su un gruppo psichedelico a 40 anni.


#18 StuntmanMike

StuntmanMike

    Membro Premium

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4900 Messaggi:

Inviato 03 marzo 2016 - 18:52

796mila € nei primi tre giorni, ben al di sotto delle aspettative e della [sacrosanta] promozione Lucky Red. Sarà già molto se va oltre la soglia dei 2,5 milioni: una vergogna per quello che è uno dei migliori film italici degli ultimi anni. Ripeto, pubblico demmerda.


  • 0
Quello che se ne fotte dei punti sulla patente.

#19 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12710 Messaggi:

Inviato 03 marzo 2016 - 20:14

Non sarò certo io a difendere i gusti del pubblico italiano, ma bisognerebbe anche chiedersi che domanda c'è di film di supereroi italiani. Declinati poi in chiave borgatara e inseriti (mi sembra) in un sottofilone "realista" e revisionista già ampiamente sfruttato: Super, Kick-Ass, Deadpool, ma in un certo senso pure Watchmen e The Green Hornet. Anche fosse un film migliore di questi, arriva comunque ultimo...

Aggiungiamoci un titolo cervellotico e fuorviante, poster e locandine da dtv, trailer fin troppo "americani".

Non basta fare un bel film, bisogna anche saperlo vendere.

 

L'evocato fenomeno dei western spaghetti degli anni 60 non esplose dal nulla. In quel momento il cinema americano non produceva più western di richiamo, ma il pubblico europeo era affamato di western nuovi, infatti prima degli italiani già ne producevano con grande successo tedeschi e spagnoli. C'era una domanda enorme, Sergio Leone arrivò con l'offerta adeguata.


  • 3

#20 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36195 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 03 marzo 2016 - 21:13

 

Aggiungiamoci un titolo cervellotico e fuorviante

 

 

no dai il titolo è bello (il film pure)col richiamo/citazione a Lo chiamavano Trinità e la riproposizione di un genere tipicamente americano in salsa italiana


  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq