Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Sul Giallo


  • Please log in to reply
162 replies to this topic

#1 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4703 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 22 dicembre 2015 - 12:15

A quanto pare non esisteva un topic sul genere "giallo", se non riferito a qualche specifica corrente. 

 

Qui mi piacerebbe soprattutto trovare suggerimenti e commenti su autori e libri, dal momento che è un filone che amo leggere e scoprire continuamente. E ciò indipendentemente dal fatto che si tratti di libri del passato o contemporanei, sono certo di avere moltissime lacune in entrambi i casi.

 

Tralasciando le letture giovanili (penso di aver letto buona parte della bibliografia di Agatha Christie  asd ), e lasciando un attimo da parte Simenon con il suo Maigret che forse tutti conosciamo, negli ultimi anni mi sono avvicinato ai seguenti scrittori:

 

- Manuel Vazquez Montalban, che forse con Pepe Carvalho ha inventato una nuova figura di detective nella letteratura europea, alla stregua dei "modelli" americani da Chandler in poi. Stupendo.

- Andrea Camilleri, scoperto in realtà troppo tardi perché frenato dalla sua scrittura "dialettale". In realtà per me è uno dei più grandi in assoluto, il mondo in cui scrive, il modo in cui congegna le storie e ti ci butta dentro, l'ambientazione, la caratterizzazione dei personaggi, e mai una parola fuori posto. Immenso.

- Alicia Giménez Bartlett. Ho letto mi pare 3 libri suoi, e per quanto si avvicini un po' troppo al noir per i miei gusti, trovo che le sue storie siano molto affascinanti (anche se talvolta un tantino spinte verso l'inverosimile). E' quasi una prosecuzione del ciclo barcellonese di Montalban, in una città meno solare e più spietata direi. Discreta.

- Petros Markaris. Di suo ho letto un solo libro, "Ultime della notte", e mi è piaciuto. C'è tutta la decadenza dell'odierna Grecia, un bel personaggio come Kostas Charitos, tutto fila bene. Da riprendere.

- Leonardo Padura Fuentes. Lo intervistai anni fa dopo aver letto un suo libro ambientato nella Finca Vigia. Una bella rappresentazione della Cuba contemporanea, ma la trama gialla dei suoi libri (ho letto anche "La nebbia del passato") mi ha lasciato un po' così. Comunque valido.

- Marco Malvaldi. Finora ho letto solo "Il telefono senza fili". Scrive in toscano (livornese?), ha un buon umorismo e la storia dei vecchietti del BarLume è geniale. Però boh, il libro non mi è piaciuto fino in fondo né come stile né come trama. Anche il personaggio principale, il barista scettico... insomma, mi pare un po' una versione annacquata di altri poliziotti della letteratura, a cominciare da Montalbano. Ne ho preso un altro, sulla fiducia.

- Antonio Manzini. Una enorme delusione. Sarà che quando vedo le copertine di Sellerio mi fido ciecamente, sarà che la quarta di copertina mi aveva illuso, ma proprio zero. Personaggio principale disagiato e terribilmente squallido sotto ogni aspetto (mi pare sia vicequestore), trama di una semplicità disarmante, dialoghi pessimi, personaggi secondari poco curati, assassino sgamato a pagina 20. Mai più.

- Altra cocente delusione: Fred Vargas. Mi pare si chiamasse "La cavalcata dei morti". Bah.

- Giorgio Scerbanenco. Letto solo "I milanesi ammazzano al sabato", grande libro. Altri suggerimenti?

- Ho iniziato "Casino Totale" di Jean-Claude Izzo e finalmente ci trovo una scrittura interessante e una trama seria. Poi dirò di più.

- Sto per iniziare un libro di Colin Dexter, "Al momento della scomparsa la ragazza indossava". Speriamo bene.

 

 

Ne aggiungerò altri, questo intanto era per iniziare.   :P  A voi!


  • 3

#2 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20473 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2015 - 12:20

- Giorgio Scerbanenco. Letto solo "I milanesi ammazzano al sabato", grande libro. Altri suggerimenti?

 

I racconti di Milano calibro 9 sono (e contengono asd ) quasi tutte delle bombe. Ho letto anche Traditori di tutti, molto buono ma più classico, e l'altra raccolta, Racconti neri, che però mi hanno convinto meno. Devo proseguire pure io, comunque.


  • 2

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#3 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20099 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 dicembre 2015 - 12:37

Segnalo Enrico Pandiani con la serie de Les Italiens, editi da Instar e poi Rizzoli.
Sono sbirri parigini di origine italiana.
La serie è piaciuta a Refn che ne farà una serie tv nel 2016.
Il 3d lo intendiamo in senso ampio? Gialli, noir, polar, crime, pilizieschi, hard boiled...

Segnalerei Manchette ma sulla fiducia, non ho letto nulla.
  • 1

#4 Siberia

Siberia

    Radical Schick

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7178 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2015 - 12:57

 

- Giorgio Scerbanenco. Letto solo "I milanesi ammazzano al sabato", grande libro. Altri suggerimenti?

 

I racconti di Milano calibro 9 sono (e contengono asd ) quasi tutte delle bombe. Ho letto anche Traditori di tutti, molto buono ma più classico, e l'altra raccolta, Racconti neri, che però mi hanno convinto meno. Devo proseguire pure io, comunque.

 

 

Per i racconti, come ha detto già Luca, suggerisco anche io Milano Calibro 9. Sul fronte romanzo, invece, dico I ragazzi del massacro con protagonista il controverso Duca Lamberti.


  • 0

#5 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20099 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 dicembre 2015 - 12:59

di entrambi i due ottimi film di Leo Di Leo
  • 0

#6 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:00

il senso ampio è d'obbligo, ché giallo non definisce nulla, di certo non un genere.

9788807814419_quarta.jpg
  • 0

#7 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4703 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:02

Si certo, ampio raggio (ho infatti evitato di parlare di semplice "poliziesco" nel titolo).
  • 1

#8 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20099 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:05

Il giallo è un genere, mr simpatia.
  • 0

#9 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:08

Il giallo è un genere, mr simpatia.


è un colore di copertina, mi risulta.
  • 0

#10 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4703 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:16

Secondo me avete ragione entrambi eh.

Comunque il discorso è: libri con gente che indaga su vicende criminali o misteriose in generale. Che poi sia poliziesco, thriller, noir, non importa. OK?
  • 0

#11 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20099 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:22

Le investigazioni di non addetti ai lavori/ufficiali senza divisa nè armi, di metodo deduttivo e intreccio/movente psicologico con colpo già tirato e/o che non sarà replicato o non andrà a segno (spesso è la trappola che incastra il colpevole, cilecca a causa di una deduzione troppo debole), tutto questo è il giallo.

Chi conosce benino Chesterton?
  • 0

#12 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11601 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:28

Frà Roberto


  • 0

#13 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:34

Io so' frocio per Crumley, non so se è giallo, nero o rosso, ma merita (tanto/troppo)


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#14 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4703 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:36

Le investigazioni di non addetti ai lavori/ufficiali senza divisa nè armi, di metodo deduttivo e intreccio/movente psicologico con colpo già tirato e/o che non sarà replicato o non andrà a segno (spesso è la trappola che incastra il colpevole, cilecca a causa di una deduzione troppo debole), tutto questo è il giallo.

Chi conosce benino Chesterton?

ok, forse questo è il significato primigenio, ma poi nel tempo si è allargato - o così a me pare. 

Wikipedia - che non è la Bibbia, però insomma - dice: 

 

L'oggetto principale della letteratura gialla è la descrizione di un crimine e dei personaggi coinvolti, siano essi criminali o vittime. Si parla in modo più specifico di poliziesco quando, assieme a questi elementi, ha un ruolo centrale la narrazione delle indagini che portano alla luce tutti gli elementi della vicenda criminale. Poiché il suo oggetto è molto vasto, spesso il genere giallo si sovrappone con altri generi letterari, come la fantascienza[1] ed il romanzo storico.

Il genere giallo è diviso tradizionalmente in diversi sottogeneri, anche se i confini spesso non sono ben definiti: il poliziesco (in particolare il giallo classico), la letteratura di spionaggio, il noir, il thriller, quest'ultimo a sua volta suddiviso in più filoni fra cui il thriller legale ed il thriller medico.

 

Si usa questa accezione solamente nella lingua italiana e ciò si deve alla collana Il Giallo Mondadori, ideata da Lorenzo Montano e pubblicata in Italia da Arnoldo Mondadori a partire dal 1929: il termine giallo, dal colore della copertina, ha sostituito in Italiaquello di poliziesco, rimasto peraltro nei paesi francofoni (roman policier e polar).

 

 

 

Detto questo,

avevo dimenticato nell'elenco Pierre Magnan, di cui ho letto solo un libro ("La tomba di Helios") che mi ha un po' deluso sul piano della trama poliziesca ma guadagna in ambientazione (la Provenza  ;D ). Ne proverò un secondo.


  • 0

#15 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4703 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 22 dicembre 2015 - 13:38

 

 

- Giorgio Scerbanenco. Letto solo "I milanesi ammazzano al sabato", grande libro. Altri suggerimenti?

 

I racconti di Milano calibro 9 sono (e contengono asd ) quasi tutte delle bombe. Ho letto anche Traditori di tutti, molto buono ma più classico, e l'altra raccolta, Racconti neri, che però mi hanno convinto meno. Devo proseguire pure io, comunque.

 

 

Per i racconti, come ha detto già Luca, suggerisco anche io Milano Calibro 9. Sul fronte romanzo, invece, dico I ragazzi del massacro con protagonista il controverso Duca Lamberti.

 

Duca Lamberti c'è anche in "I milanesi ammazzano al sabato", quindi immagino sia proprio il protagonista di tutti o della maggior parte dei libri  :)


  • 0

#16 Franzy

Franzy

    heart of gold

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2057 Messaggi:
  • LocationTristan de Cunha

Inviato 22 dicembre 2015 - 14:03

se va bene anche il noir , io dico :

Il mio nome era Dora Suarez di Derek Raymond , disturbante , intenso , oscuro.


  • 0
Beneath the bebop moon
I want to croon with you
Beneath the Mambo Sun
I got to be the one with you

#17 atlas

atlas

    perinde ac cadaver

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7426 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2015 - 14:10

caro piersa, il fatto che in italia i delitti in biblioteca, la scuola dei duri e il roman noir siano usciti per la stessa collana non significa né che condividano sufficienti elementi da essere trattati in gruppo (woolrich e il noir non rientrano minimamente nella tua descrizione, eppure...) né che il mero contenitore possa e debba essere trattato come fosse qualcosa di più, addirittura un genere. contenitore peraltro che era visto più come un cestino, volto a contenere la letteratura bassa, d'intrattenimento etc. non giova alla discussione né all'intelligenza e ai testi.
  • 0

#18 guast

guast

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4703 Messaggi:
  • LocationMantova

Inviato 22 dicembre 2015 - 14:13

Io so' frocio per Crumley, non so se è giallo, nero o rosso, ma merita (tanto/troppo)

non conosco, spiega un po'  :)


  • 0

#19 Dudley

Dudley

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1797 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2015 - 14:22

Per rimanere in Italia:

Attilio Veraldi, "La mazzetta" (1976), roba per intenditori.

Ottimo anche il primo dell'antipatico Giuseppe Genna, "Catrame", del 1999 se non sbaglio.


  • 1

#20 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27564 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 22 dicembre 2015 - 14:43

 

Io so' frocio per Crumley, non so se è giallo, nero o rosso, ma merita (tanto/troppo)

non conosco, spiega un po'  :)

 

https://it.wikipedia...i/James_Crumley

 

In realtà i confini di genere gli stanno un po' stretti - come sempre in queste situazioni - ma devi immaginare, per inquadrare il protagonista e le sue vicende (ne usa due, principalemente) come un Philip Marlowe perennemente in acido perfettamente a suo agio in un mondo di disperati - drogati, stupratori, alcolizzati, assassini, puttane, malfattori in doppiopetto - e sorretto da un disincanto nichilista. Le vicende sono talmente intricate che a un certo momento perdi il punto nave e vai alla deriva, quando ormai non te ne fotte più niente, in una scrittura che modula tutti i toni - dall'ironia feroce, al grottesco, al palpitante inanellare scene di tensione altissima una via l'altra - come forse mai nessuno prima e dopo. Cfr, Chandler, Hammet, Ellroy, Lou Reed, Hopper (sia Denis che Edward)


  • 1

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq