Vai al contenuto


Foto
- - - - -

La nuova Hollywood


  • Please log in to reply
133 replies to this topic

#41 corey

corey

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1732 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2007 - 19:24

mi pare la sezione giusta per segnalare il film "Il Calamaro e la Balena" di Noah Baumbach (amico e sceneggiatore dei film di Wes Anderson).

Ho rivisto per la seconda volta questo film pochi giorni fa e mi sono trovato ad apprezzarlo ancora di più. Senza dubbio una delle opere più toccanti e delicate della scorsa annata.

Speriamo continui così questo Baumbach.


un piccolo, lucentissimo gioiello. quoto.
  • 0
i periti hanno dimostrato che non vi è alcuna certezza.

#42 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22300 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2007 - 22:47

Filmografia dei nuovi "indipendenti"

Michael Almereyda  Twister  Another girl another planet  Nadja  Trance  Hamlet 2000  Happy Here and now  William Eggleston in the real world  Tonight at Noon

Regista piuttosto modesto...anche lui non ha resistito al fascino della sperimentazione ardita e si è cimentato nell'unico film degno di nota, quella rivisitazione dell'Amleto ai giorni d'oggi, in cui i personaggi teenagers dialogano fra gli scaffali del blockbuster o facendo la fila alla mensa...


Paul T. Anderson  Sydney  Boogie Nights  Magnolia  Ubriaco d'amore

Questo lo conoscono tutti...altro grande enigma irrisolto, per me...in "Magnolia" c'è tutta la sua saccenza autoriale, tutta la presunzione di questi giovani autori che si mettono alle corde da soli con intrecci che, col passare dei minuti, si fanno sempre più improbabili...certo, il talento c'è, l'avrei voluta scrivere io a 24 anni la sceneggiatura di "Boogie Nights"!


Wes Anderson  Un colpo da dilettanti  Rushmore  I Tenenbaum  Le avventure acquatiche di Steve Zissou

Ecco, questo è il caso di uno che non si fa riconoscere per i soliti tic forzatamente indipendentisti...se ne frega della mania altmaniana che è propria di tutti i suoi colleghi, va avanti nel raccontare sentimenti con la sua vena ironica del tutto surreale...


Darren Aronofsky  Il teorema del delirio  Requiem for a dream  L'albero della vita

Sopravvalutatissimo! O meglio se si fosse affermato all'esordio avrebbe conteso al nipponico Tsukamoto lo scettro del Lynch del nuovo secolo...dopo s'è creduto un genio e, sarò tonto io, dei suoi film non si capisce un cazzo...


Roger Avary  Killing Zoe  Mr. Stich  Le regole dell'attrazione

Qui massimo rispetto...non solo è il creatore del soggetto di Pulp Fiction, ma quasi non dovrebbe manco far parte di questa lista...si è sempre tenuto a distanza dai film d'insieme, dagli spaccati di provincia, dai soliti temi cari a questa nuova generazione...in compenso, sottovoce, ha riscritto le regole del noir e del teen movie...


Noah Baumbach  Kicking and Screaming  Mr. Jealousy  Il calamaro e la balena

L'ultimo dei tre è molto bello...qui, a differenza di Avary, ci sono tutti gli stereotipi del cinema da Sundance, ma almeno non c'è il solito ammantare vezzi e virtuosismi fino all'esasperazione...


Edward Burns  I fratelli McMullan  Il senso dell'amore  No Looking Back  I marciapiedi di New York

Noto come attore, Burns è più bravo come regista...potrebbe diventare un grande autore di nuovi e moderni melò...


Steve Buscemi  Mosche da bar  Animal Factory  Lonesome Jim

Idem come sopra...a parte il terzo che fa pietà...

Sofia Coppola  Il giardino delle vergini suicide  Lost in translation  Marie Antoinette

So che anche in questo forum ci sono degli spietati critici di Sofia, ma un tris d'assi come il suo, raccomandazioni paterne a parte, se lo sognano in tanti...


Tom DiCillo  Johnny Suede  Si gira a Manhattan  Box of Moonlight  Bionda naturale  Double Wammy

Non vedo il primo dei suoi film da quando ero ragazzino, per il resto non mi pare una cima...il metacinema divertentissimo e consigliatissimo di "Si gira a Manhattan" mi pare sia rimasto un caso isolato...


Morgan J. Freeman  Desert Blue  American Psycho 2

Che schifo...


Vincent Gallo  Buffalo 66  The brown bunny

Uomo dall'ego spropositato, anzi un uomo di merda...


Michel Gondry  Human Nature  Se mi lasci ti cancello  L'arte del sogno

Sicuramente uno dei più interessanti...non foss'altro per il fatto che al pari di Wes pure lui si disinteressa dei soliti temi iper-abusati e prosegue nella sua personale esaltazione dell'arte di sognare...personalmente, ritengo che liberandosi dall'insopportabile egocentrismo di Kaufman può diventare anche più bravo...


Ethan Hawke  Chelsea Walls  L'amore giovane

Due soli film e sembra già un regista vecchissimo...queste storie d'amore fatte per i cinefili sono noiosissime, si facesse dare ripetizioni dal suo amico...


Todd Haynes  Poison  Safe  Velvet Goldmine  Lontano dal paradiso

GENIO...non fermatevi all'ultimo osannatissimo (e meritatamente direi)...bisogna recuperare "Safe", uno dei film più sconvolgenti di sempre...Julianne Moore è la nuova Ingrid Bergman e anche la nuova Marlene Dietrich...


Jared Hess  Napoleon Dynamite  Super Nacho

Mah...aspettiamo...


Spike Jonze  Essere John Malkovich  Il ladro di orchidee

Se vedete gli extra del dvd del suo primo, strepitoso film noterete di quanto sia esaltato e presuntuoso...e difatti il secondo lavoro è un raro esempio di pippa mentale prolungata...


Lodge Kerrigan  Clean, Shaven  Claire Dolan  Keane

In America è idolatrato, mi riservo di rivederli almeno sottotitolati...anzi se qualcuno li ha visti faccia un fischio...


Harmony Korine  Gummo  Julien Donkey-Boy

Altro esempio di cinema sensazionalista a tutti i costi...


Neil LaBute  Nella società degli uomini  Amici & vicini  Betty Love  Possession  The Shape of Things  Il Prescelto

Tipo stranissimo...fissato con il cinema d'impianto teatrale, tutto minimalismo e fasi dialogate, dirige Cage in uno scialbissimo remake...mah...


Marc Levin  Slam  The Blues

Un pò poco per giudicare...anche perchè ha girato altri mockumentary ma qui non sono mai arrivati...


Richard Linklater  Slacker  La vita è un sogno  Prima dell'alba  Suburbia  The Newton Boys  Tape  Waking Life  Schoole of Rock  Before Sunset  Bad New Bears  Fast Food Nation  A scanner darkly

Vabbè, passo...


Jim McKay  Ragazze di città  Our song  Angel

Uno come tanti...


John Cameron Mitchell  Hedwig  Shortbus

Il primo titolo non lo conosco...in compenso il secondo è una delle cose più interessanti ed autenticamente originali che si siano viste l'anno scorso...


Chris Smith  American Movie  The Yes Men

Altro documentarista...non ci ho trovato niente sinceramente...


Kevin Smith  Clerks  Generazione X  In cerca di Amy  Dogma  Jay & Silent Bob...fermate Hollywood!  Jersey Girl  Clerks II

Ha girato uno dei miei personali cult...ma è stata più l'ispirazione del momento che un reale talento, dopo non c'è nulla che valga la pena di menzionare...paradossalmente salvo proprio il secondo clerks...


Todd Solondz  Fear, Anxiety & Depression  Fufa dalla scuola media  Happiness  Storytelling  Palindromes

Qui sarò linciato, perchè pare impossibile non stimare Solondz...a me pare che da happiness in poi abbia giocato alla finta satira, alla ricerca del colpo ad effetto ad ogni costo, esercizi di sterile inetellettualismo e chi più ne ha più ne metta...


Jill Sprecher  Clockwatchers  Tredici variazioni sul tema

Bravissima...consiglio a tutti entrambi i film...


Rose Troche  Go Fish  Camere e corridoi  La sicurezza degli oggetti

Dimenticavo...anche gli amori lesbici fanno tanto Sundance Festival...per me, da buttare nel cesso...


John Turturro  Mac  Illuminata  Romance & Cigarettes

Lo preferisco come attore...


Wayne Wang  Slamdance  Mangia una tazza di te  Il circolo della fortuna e della felicità  Smoke  Blue in the face  Chinese Box  La mia adorabile nemica  The center of the world  Un amore a 5 stelle  Il mio amico a 4 zampe  L'ultima vacanza

Mamma mia che brutta cosa la vecchiaia...


Terry Zwigoff  Crumb  Ghost World  Babbo Bastardo

Dovrebbe essere bravo, aspettiamolo al varco in futuro comunque..
  • 0

#43 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12548 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2007 - 22:53

Sai Jules, quando scrivi che Wilder e Renoir non rientrerebbero in una top 100 di registi ti prenderei a sberle (lo dico scherzosamente, eh!), ma quando compili queste liste ti meriti un "bravo!". ;)

Purtroppo in questo periodo non ho tempo per commentare...
  • 0

#44 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22300 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2007 - 08:14

Ma Wilder l'ho messo...è una mia forma di ribellione all'incomprensibile dimenticatoio nel quale è caduto il povero Mankiewicz, altrimenti non sono così rincoglionito..

Come sta Annie? Come sta Annie? Come sta Annie?
  • 0

#45 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 10 luglio 2007 - 08:57

ottima lista Jules, a cui aggiungerei

Mike Mills (Thumbsucker, temi già sentiti, ma interessante)

Marc Forster (Monster's Ball, Neverland, Vero come la Finzione...possiede un buon talento visivo, sa raccontare una storia e spaziare da un genere all'altro senza problemi)

Zach Braff (il suo "La mia vita a Garden State" è uno degli esordi più folgoranti degli ultimi anni...vediamo che combinerà)

Alexander Payne ("Election, "A proposito di Schmidt", "Sideways"...ottimo sceneggiatore, bravissimo nel descrivere la provincia USA ma forse troppo innamorato dei suoi personaggi)

#46 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22300 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2007 - 09:57

Roger Avary
Mah. Visto "Killing Zoe" mi era sembrato di aver avvistato il nuovo Aldrich.
Poi... mah, mi puzza di promessa con un grande futuro alle spaslle. Spero di sbagliarmi.

Todd Haynes
Un artista ambiguo, chissà quanto veramente autore o quanto lontano dal vuoto eclettismo di un Alan Parker.
L'imminente film su Bob Dylan interpretato da cinque o sei attori diversi potrebbe essere la prova del fuoco, o è un capolavoro o è la cagata che gli affossa la carriera.


Ma l'hai visto le regole dell'attrazione? E lontano dal paradiso?
  • 0

#47 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 10 luglio 2007 - 10:27


Roger Avary
Mah. Visto "Killing Zoe" mi era sembrato di aver avvistato il nuovo Aldrich.
Poi... mah, mi puzza di promessa con un grande futuro alle spaslle. Spero di sbagliarmi.

Todd Haynes
Un artista ambiguo, chissà quanto veramente autore o quanto lontano dal vuoto eclettismo di un Alan Parker.
L'imminente film su Bob Dylan interpretato da cinque o sei attori diversi potrebbe essere la prova del fuoco, o è un capolavoro o è la cagata che gli affossa la carriera.


Ma l'hai visto le regole dell'attrazione? E lontano dal paradiso?


perchè "Velvet Goldmine"?

due grandissimi entrambi.

#48 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22300 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2007 - 10:43

Comunque ho deciso che Haynes diventerà adesso il mio nuovo tormentone, così lascio perdere le altre mie fisse con cui ho riempito il povero forum..
  • 0

#49 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 10 luglio 2007 - 20:10

Michel Gondry  Human Nature  Se mi lasci ti cancello  L'arte del sogno

Sicuramente uno dei più interessanti...non foss'altro per il fatto che al pari di Wes pure lui si disinteressa dei soliti temi iper-abusati e prosegue nella sua personale esaltazione dell'arte di sognare...personalmente, ritengo che liberandosi dall'insopportabile egocentrismo di Kaufman può diventare anche più bravo...


Sarà, ma Se mi lasci ti cancello è per me uno dei film più belli degli ultimi anni, mentre L'arte del sogno (opera interamente di Gondry) è riuscito solo a metà...un autore però da tenere sicuramente d'occhio.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#50 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12548 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2007 - 21:04

Ma Wilder l'ho messo...è una mia forma di ribellione all'incomprensibile dimenticatoio nel quale è caduto il povero Mankiewicz, altrimenti non sono così rincoglionito..

Come sta Annie? Come sta Annie? Come sta Annie?


Io mica metto in dubbio la grandezza di Mankiewicz...

E comunque: quella su Annie è una battuta da "Kill Bill", vero? Più che Kill Bill, però, io amo Uma. Amo Tutto di Uma.


David Gordon Green:
avevo visto "George Washington" e mie era piaciuto moltissimo. Poi nessun suo altro film è arrivato sui nostri schermi (nemmeno in tv), ahimè...
  • 0

#51 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22300 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2007 - 21:18

Kill Bill? No no...sei fuori strada...scusate ma è la battuta che più mi tormenterà per tutta la vita..
  • 0

#52 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12548 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2007 - 21:33

Kill Bill? No no...sei fuori strada...scusate ma è la battuta che più mi tormenterà per tutta la vita..


A questo punto dimmi da dove è tratta, no? :)
  • 0

#53 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22300 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2007 - 22:05

"Oltre la vita e la morte", 1992, David Lynch..
  • 0

#54 Guest_Benner_*

Guest_Benner_*
  • Guests

Inviato 11 luglio 2007 - 15:05


Se vedete gli extra del dvd del suo primo, strepitoso film noterete di quanto sia esaltato e presuntuoso...e difatti il secondo lavoro è un raro esempio di pippa mentale prolungata...



davvero una macro supersega di dimensioni ciclopiche....

#55 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 24 ottobre 2007 - 14:38

Riapro questo topic perchè ho appena avuto modo di vedere Il calamaro e la balena, restandone però a differenza di quanto letto e sentito, un pò deluso. Per quanto siano bravi gli attori (Baldwin a parte), è un film che mi sa di già visto, già sentito tante, troppe volte ed a tratti stereotipato.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#56 reitz

reitz

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 90 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 15:43

bel topic:

Paul T. Anderson   straordinario "Boogie Nights" è il suo best

Wes Anderson  geniale ma secondo me tende a ripetersi. cmq "I Tenenbaum" bellissimo

Darren Aronofsky  ho molti dubbi se sia un grande regista, forse gioca un po' troppo con le sorprese

Roger Avary   "Killing Zoe" che però ha più di 10 anni..."le regole" l'ho perso perchè ho dei dubbi su Ellis al cinema

Steve Buscemi  sopravvalutato

Sofia Coppola  3 grandi film!

Tom DiCillo   nulla da segnalare

Vincent Gallo  buhhhh

Michel Gondry  è sopra ad ogni classificazione! non è nuovo indipendenete, è un genio assoluto

Ethan Hawke  mah

Todd Haynes   STREPITOSO! un gradino sotto a gondry

Spike Jonze   geniale ma la voglia di sorprendere mi mette dei dubbi in testa

Neil LaBute  N"ella società degli uomini" è un capolavoro!

Richard Linklater   boh si vede mah...

John Cameron Mitchell    Shortbus è una delle cose più deprimenti e assurde che il cinema abbia mai prodotto

Kevin Smith  Clerks  e stop

Todd Solondz  Happiness è fenomenale, aspettiamo l'ultimo per metterlo sul podio....

John Turturro attore e stop...

Wayne Wang  Smoke  il resto è noia.......


  • 0

#57 reitz

reitz

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 90 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 17:42

il grande Robert, soggetto e oggetto della mia tesi anni addietro, non va nominato in una discussione su registi giovani o meno giovani che hanno fatto massimo 3 o 4 film decenti...

"Un matrimonio" hai ragione grande film
  • 0

#58 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 25 ottobre 2007 - 18:03

il grande Robert, soggetto e oggetto della mia tesi anni addietro,


ah grande, spero tu abbia rivalutato il popeye di altman.

il lungo addio è grandioso

#59 reitz

reitz

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 90 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 18:04

tesi in storia degli USA, gli anni di nixon attraverso il cinema di altman... bei tempi
  • 0

#60 reitz

reitz

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 90 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2007 - 18:10

lungo addio è meraviglioso... quando penso a eliott gould che si trascina senza senso per los angeles provo brividi...
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq