Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Gus Van Sant


  • Please log in to reply
141 replies to this topic

#1 Kesson

Kesson

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 138 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2006 - 13:55

Premessa: i Nirvana (come molti ultra-ventenni) hanno avuto un peso fondamentale nella mia adoloscenza, sono cresciuto con Cobain e soci, sono cresciuto con la musica Seattle, con il filone grunge morto e defunto oramai dal '96. Dunque "Last Days" mi é piaciuto. Credo che Van Sant abbia scelto il modo piu' difficile per raccontare, interpretare, i presunti ultimi giorni di vita di Kurt Cobain. Questo non é un film documentario (non é un "The Doors" di Oliver Stone per intenderci), non utilizza nomi veritieri, non annovera, nella pur bellissima soundtrack, alcuna canzone firmata "Nirvana". Il film é uscito anche piuttosto in sordina, quindi presunte accuse di speculazione, i vari "lasciamoloriposareinpace" mi sembrano fuori luogo.

A me é piaciuto, un film da 7 pieno. Pochi i dialoghi? I silenzio fa piu' casino di qualsiasi parola urlata con tutte le proprie forze. La regia é splendida come del resto lo era già stata in "Elephant", stessa cosa per la fotografia.

Oggettivamente sbalorditivo Micheal Pitt, davvero bravo, azzeccati i gregari il resto del cast ( gli "amici" scrocconi per intenderci) e arricchito da un paio di cameo di tutto rispetto Kim Gordon dei Sonic Youth nei panni della madre (?) di Blake, e il grandefuoriditesta Harmony Korine nei panni del nerd incontrato in un locale.

Da brividi le due canzoni suonate live da Micheal Pitt "Fetus" e "Death to Birth".

Insomma, questo film vi da la possiblità di spiare, quasi nascosti, gli ultimi giorni di vita di un poeta, un musicista, rimasto solo con se stesso e la sua musica, alienato, quasi un fantasma, perduto oramai nell'oblio della asocialità, delle dipendenze, dal perenne fuggire da quello che é stato. Ispirato agli ultimi giorni di vita di Cobain? Si. Veritiero? Chi lo sa. Plausibile? Assolutamente. Bel film? Decisamente si, un gran bell'omaggio al caro vecchio Kurt.


Sono curioso di sapere i vostri pareri.
  • 0

#2 Farzan

Farzan

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4834 Messaggi:
  • LocationPr

Inviato 26 giugno 2006 - 19:38

l' ho guardato la prima volt verso le due di notte e mi ha annoiato, l'ho ripreso in mano il giorno dopo e, a mente un pò pù sveglia, l'ho trovato un bel film.
Straordinaria, come hai detto te, l'interpetazione di Pitt. A volte c' è troppa monotonia ma i silenzi sono sempre ben congegnati.

da brivido la parte in cui vi è venus in furs.
  • 0

#3 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 28 giugno 2006 - 19:29

Ho preferito "Elephant", non mi ha colpito molto.

L'ho trovato un po' manieristico, sincero solo a tratti.

Ma voglio rivederlo.

#4 Zarathustra

Zarathustra

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 183 Messaggi:

Inviato 28 giugno 2006 - 19:35

da brivido la parte in cui vi è venus in furs.

Davvero.
Da quando ho visto quella scena ogni mattina di dopo-sbronza metto su Venus in furs.
  • 0

#5 Debord

Debord

    Everyday people

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 243 Messaggi:
  • LocationMarche

Inviato 30 giugno 2006 - 10:53

Molto bello, dopo tutto come tutta la produzione di Van Sant.
Ottima regia e ottimi interpreti, sette pieno anche per me.
  • 0

#6 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 02 luglio 2006 - 13:45

Ho avuto la fortina di vederlo nella sala ideale, quasi immerso nello schermo. Mi è piaciuto molto, ma credo che su piccolo schermo la visione ne risulterebbe irrimediabilmente penalizzata.
  • 0

#7 DottorDark

DottorDark

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 55 Messaggi:

Inviato 13 luglio 2006 - 12:23

l'ho visto al cinema , ma mi ha annoiato e angosciato molto . non lo so. avrei preferito forse una storia ufficiale .

elephant mi è piaciuto molto ma moolto di più
  • 0

#8 Hollywood

Hollywood

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 95 Messaggi:

Inviato 22 luglio 2006 - 17:56

dato ke ci siete mi dite se posso trovarlo nei vari videoshop o emule???? thx anticipati!!!!!!
  • 0

#9 Gika

Gika

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 669 Messaggi:

Inviato 22 luglio 2006 - 19:46

perché non dovresti?
  • 0

#10 SYD80

SYD80

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 231 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2006 - 10:06

ho visto il film narrante gli ultimi giorni di Kurt cobain; avevo letto qualcosa del tipo "scioccante", "intenso", etc etc....
già guardando il cast (a parte Pitt che ha interpretato benissimo kurt e kim gordon che meno male non è una attrice) mi ero fatto una idea (asia argento per me potrebbe darsi all'ippica......) ma non me lo aspettavo per niente cosi SQUALLIDO, LENTO E MOLTO SUPERFICIALE.
ok, mi immagino cosa siano stati gli ultimi giorni di cobain.... ma il regista non è riuscito minimamente a suscitare in me alcuna ansia e neppure alcuna emozione.
insomma se vi capita...... non guardatelo!!!! perdete solo tempo.
(parere strapersonale).

  • 0

#11 Mark Lanegan

Mark Lanegan

    mainstream Star

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1021 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2006 - 11:34

non mi ha detto proprio niente.

personalmente l'ho trovato pretenzioso, onanistico e incomprensibile.


  • 0

#12 SYD80

SYD80

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 231 Messaggi:

Inviato 18 novembre 2006 - 12:12

per non parlare del doppiaggio...... squallido.
  • 0

#13 Guest_Figazzo_*

Guest_Figazzo_*
  • Guests

Inviato 18 novembre 2006 - 12:46

questo film non è un film sull'apatia , è l'apatia. mi è piaciuto quello che voleva esprimere van sant con questo film, cioè  l'apatia.

#14 Guest_Stipe_*

Guest_Stipe_*
  • Guests

Inviato 18 novembre 2006 - 12:49

insomma se vi capita...... non guardatelo!!!! perdete solo tempo.
(parere strapersonale).


Dovevi scriverlo 6-7 mesi fa così evitavo di guardarlo  ;)
Personalmente l'ho trovato di una noia assurda, uno dei peggiori film che abbia mai visto.

#15 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 18 novembre 2006 - 12:54

Rivedendolo una seconda volta mi è  piaciuto.

Certo, assume connotazioni ben diverse se visto dopo "Gerry" e "Elephant", di cui compone la perfetta conclusione di una trilogia sulla "morte".

Certo, è un film che si ama o si odia, senza mezzi termini.

#16 stolen_music

stolen_music

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 56 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2006 - 13:14

Premessa: i Nirvana (come molti ultra-ventenni) hanno avuto un peso fondamentale nella mia adoloscenza, sono cresciuto con Cobain e soci, sono cresciuto con la musica Seattle, con il filone grunge morto e defunto oramai dal '96. Dunque "Last Days" mi é piaciuto. Credo che Van Sant abbia scelto il modo piu' difficile per raccontare, interpretare, i presunti ultimi giorni di vita di Kurt Cobain. Questo non é un film documentario (non é un "The Doors" di Oliver Stone per intenderci), non utilizza nomi veritieri, non annovera, nella pur bellissima soundtrack, alcuna canzone firmata "Nirvana". Il film é uscito anche piuttosto in sordina, quindi presunte accuse di speculazione, i vari "lasciamoloriposareinpace" mi sembrano fuori luogo.

A me é piaciuto, un film da 7 pieno. Pochi i dialoghi? I silenzio fa piu' casino di qualsiasi parola urlata con tutte le proprie forze. La regia é splendida come del resto lo era già stata in "Elephant", stessa cosa per la fotografia.

Oggettivamente sbalorditivo Micheal Pitt, davvero bravo, azzeccati i gregari il resto del cast ( gli "amici" scrocconi per intenderci) e arricchito da un paio di cameo di tutto rispetto Kim Gordon dei Sonic Youth nei panni della madre (?) di Blake, e il grandefuoriditesta Harmony Korine nei panni del nerd incontrato in un locale.

Da brividi le due canzoni suonate live da Micheal Pitt "Fetus" e "Death to Birth".

Insomma, questo film vi da la possiblità di spiare, quasi nascosti, gli ultimi giorni di vita di un poeta, un musicista, rimasto solo con se stesso e la sua musica, alienato, quasi un fantasma, perduto oramai nell'oblio della asocialità, delle dipendenze, dal perenne fuggire da quello che é stato. Ispirato agli ultimi giorni di vita di Cobain? Si. Veritiero? Chi lo sa. Plausibile? Assolutamente. Bel film? Decisamente si, un gran bell'omaggio al caro vecchio Kurt.


Sono curioso di sapere i vostri pareri.




Sono d'accordissimo con te per quanto riguarda la possibilità di spiare "quasi nascosti" gli ultimi giorni di vita di un poeta. E' la stessa sensazione che ha trasmesso a me il film in questione. Spiare e non entrare nella sua mente, vederlo ma non partecipare al tabù della sua psiche ormai rosicata dalle droghe e dall'agonia: agonia che viene indotta nello spettatore minuto dopo minuto, inquadratura dopo inquadratura, noi ci siamo ma non ci siamo, siamo e dobbiamo rimanere estranei ai pensieri di Blake, tranne qualche piccola parentesi che ci include, tra le pagine di ciò che scrive, di quei pensieri psichedelici che a stento completa senza essere ripreso mai in faccia, sempre da lontano, da molto lontano. Scelta ottima che permette al regista di centrare in pieno quello che voleva esprimere, una vita interrotta dalla "vita" stessa, dove nessuno ti viene vicino per chiederti come stai, dove ci sei tu che convivi solo ed esclusivamente con te stesso ed è te stesso che alla fine uccidi, perchè sai che non ci saranno altre vie d'uscita.

  • 0

#17 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 23 novembre 2006 - 17:24

bisogna aggiungere anche che questo film rientra in un percorso estetico che van sant ha intrapreso con gerry ed elephant in cui esplora un tipo di cinema vicino a quello di bela tarr (utilizza anche le stesse musiche di arvo part):
formato 1:1,33 (usato solo da straub, paolo benvenuti e garrel)
lentezza spasmodica,
suono in presa diretta (mentre primausava pasolinianamente il doppiaggio)

la figura di cobain  si allontana dall'originale. è l'unico personaggio del film che non porta il nome vero dell'attore che lo interpreta (sistema usato anche in elephant). non si chiama kurt ma blake (quasi un omaggio al poeta pittore visionario william blake).

poi ci sono i camei:
Kim gordon come la madonna nella pietà di michelangelo (sembra voler mettere le distanze tra quello che è lei veramente e il tossico cobain)
korine,
i velvet underground, etc

#18 Guest_DiamondSeaII_*

Guest_DiamondSeaII_*
  • Guests

Inviato 23 novembre 2006 - 17:53

Ricordo ancora quando lo andai a vedere gli insulti verso lo schermo, gli sbuffi, frotte di persone che andavano via neanche a meta' film. Probabilmente tutti si aspettavano un Colossal ridondante e pseudovisionario stile The Doors, e si sono ritrovato davanti tutto un'altro film. Decisamente piu' bello e intenso nel suo tragico intimismo.

#19 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 23 novembre 2006 - 18:16

aggiungo anche che comunque il film può risultare pretenzioso noioso ripetitivo vuoto e di sicuro non all'altezza del probabile modello (il cinema di bela tarr) e dei precedenti  (il bellissimo elephant e l'ancor migliore gerry)

#20 Andy Hood

Andy Hood

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 347 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2006 - 13:12

la parte con il culo di Asia Argento è la migliore.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq