Vai al contenuto


Foto
* * - - - 3 Voti

Baustelle - Fantasma (Warner, 2013)


  • Please log in to reply
345 replies to this topic

#1 Barto

Barto

    Fissato con le melodie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3631 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 30 gennaio 2013 - 09:21

Ieri è uscito il disco, ho scritto un post dopo un ascolto sul mio blog, lo copincollo qui così diamo il via alle discussioni:


CONTENUTI: con questo disco, probabilmente rischieremo di dimenticarci che i Baustelle finora sono sempre stati un gruppo pop, seppure la costruzione dei dischi è stata sempre più complessa e studiata ogni volta. Qui è il caso di parlare di songwriting orchestrale, quasi di modern classical. Il suono, quindi, è per il 90% quello proprio di un’orchestra e pochissimi sono gli spazi lasciati alle chitarre, al piano, ai synth. Le melodie e il cantato si adeguano: le prime sono meno immediate che mai e danno l’idea di servire solo per dare concretezza alle atmosfere create dal suono e da quanto raccontato nei testi; il secondo si attesta su tonalità basse rispetto a quello a cui la band ci ha abituato. Le canzoni sono ovviamente lunghe, c’è bisogno dei necessari spazi temporali per svilupparle al meglio, e ci sono diversi intermezzi solo strumentali (su 19 tracce, 13 sono canzoni).

PRO: tutto appare ben costruito, i citati elementi (suono, melodie, timbro vocale e testi) si legano insieme in modo davvero perfetto e soprattutto la voce di Rachele non è mai stata così adatta all’impostazione globale come lo è ora. Convince poi la mancanza assoluta di compromessi: la strada è quella, netta e riconoscibile, se piace bene, se no, non ci sono appigli per apprezzare il disco. Davvero, basta non pensare ai brani come a canzoni nel senso canonico del termine, ovvero con la melodia a rappresentare la parte più importante: qui, ogni aspetto ha la propria importanza ma allo stesso tempo non sarebbe nulla senza il legame con tutti gli altri.

CONTRO: il problema dei Baustelle, soprattutto degli ultimi, è sempre stato quello di dare una sensazione di voler cercare troppo volutamente l’alto profilo, dapprima solo nei testi, poi un po’ in tutto l’insieme musicale. Qui, questo effetto collaterale si esprime davvero al massimo e chi odia il gruppo proprio per questo motivo avrà più argomentazioni che mai. E in effetti è davvero forte la sensazione che Bianconi e soci non abbiano davvero la cultura e la raffinatezza nel sangue, ma che se le vadano a cercare volutamente, trovandole anche, per carità, però, più che essere nati signori, sembrano esserlo diventati. Un Jarvis Cocker ha nel sangue queste cose, ma anche rimanendo in Italia, un Alessandro Raina lascia trasparire molta più naturalezza quando mostra un’attitudine come questa.

CONCLUSIONE: questo è un first listen, quindi tutti i giudizi possono cambiare. Vedremo se nel prosieguo prevarranno gli aspetti positivi legati ai pro o quelli negativi legati ai contro. L’impressione è che alla fine il disco mi piacerà e mi farò ancora trasportare dalla musica dei Baustelle.

  • 1
"Io l'ho sempre detto che quelli che scrivono per Ondarock devono avere una vita di merda come pochi"

#2 Moontesquieu

Moontesquieu

    webmaster

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4472 Messaggi:
  • LocationLondra

Inviato 30 gennaio 2013 - 09:48

PRO: tutto appare ben costruito


Ci credo, la partitura per l' orchestra l' ha fatta Gabrielli. Non penso che Bianconi sia capace.


CONTRO: il problema dei Baustelle, soprattutto degli ultimi, è sempre stato quello di dare una sensazione di voler cercare troppo volutamente l’alto profilo, dapprima solo nei testi, poi un po’ in tutto l’insieme musicale. Qui, questo effetto collaterale si esprime davvero al massimo e chi odia il gruppo proprio per questo motivo avrà più argomentazioni che mai. E in effetti è davvero forte la sensazione che Bianconi e soci non abbiano davvero la cultura e la raffinatezza nel sangue, ma che se le vadano a cercare volutamente, trovandole anche, per carità, però, più che essere nati signori, sembrano esserlo diventati.


To lo dici ;D
  • 0

#3 Merlo

Merlo

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3967 Messaggi:
  • LocationItalia

Inviato 30 gennaio 2013 - 09:55

Non vedo l'ora di ascoltarlo, soprattutto dopo la tua descrizione: in effetti mi sembra che il tuo post confermi un po' ciò che dichiarava Bianconi in un'intervista che ho letto la scorsa settimana, ovvero che il loro intento era quello di evitare l'effetto "disco rock sinfonico" e pensavano di esserci riusciti.

Tra l'altro il video del primo singolo è molto bello, secondo me:
http://www.youtube.com/watch?v=o7rpn1I_tis

Ma poi in italia chi altro osa lanciare come singolo apriprista una canzone sulla morte con un video girato in una camera ardente? :nod:
  • 1
"Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace"

Ricette Veg

#4 Barto

Barto

    Fissato con le melodie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3631 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 30 gennaio 2013 - 10:28

Ma poi in italia chi altro osa lanciare come singolo apriprista una canzone sulla morte con un video girato in una camera ardente? :nod:


Il fatto è che il disco è tutto sulla morte e il singolo è di gran lunga la canzone più immediata del disco, secondo me è stata una scelta obbligata.
  • 0
"Io l'ho sempre detto che quelli che scrivono per Ondarock devono avere una vita di merda come pochi"

#5 Barto

Barto

    Fissato con le melodie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3631 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 30 gennaio 2013 - 10:31

Ci credo, la partitura per l' orchestra l' ha fatta Gabrielli. Non penso che Bianconi sia capace.


A dire la verità, a rockit Bianconi dichiara che "Funzionava così: io facevo l'ossatura orchestrale e le melodie principali, gliele facevo sentire, lui le trascriveva, andava a casa e aggiungeva il resto."
  • 0
"Io l'ho sempre detto che quelli che scrivono per Ondarock devono avere una vita di merda come pochi"

#6 Moontesquieu

Moontesquieu

    webmaster

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4472 Messaggi:
  • LocationLondra

Inviato 30 gennaio 2013 - 10:37

Mica ho capito bene che si intende per "ossatura orchestrale". A leggerlo cosi sembra che lui scrivesse le melodie e poi Gabrielli arrangiasse il tutto per l' orchestra. Sbaglio?
  • 0

#7 Barto

Barto

    Fissato con le melodie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3631 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 30 gennaio 2013 - 10:51

Mica ho capito bene che si intende per "ossatura orchestrale". A leggerlo cosi sembra che lui scrivesse le melodie e poi Gabrielli arrangiasse il tutto per l' orchestra. Sbaglio?


Credo che con ossatura orchestrale si intenda quali elementi fanno cosa, poi boh non lo so nemmeno io e in ogni caso con "ben costruito" parlavo più del legame tra melodie, suono voce e testi piuttosto che della costruzione del suono in sé.
  • 0
"Io l'ho sempre detto che quelli che scrivono per Ondarock devono avere una vita di merda come pochi"

#8 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16593 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 14:36

http://bit.ly/baustelle-fantasma
  • 1

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#9 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21885 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 14:44

*
POPOLARE

non cliccate, non è il disco, è solo la sua recensione sul Fatto
  • 10

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#10 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16593 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 14:54

che forse è meglio del disco
  • 2

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#11 vuvu

vuvu

    الرجل المكرسة لقضية المرأة ويقع في

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15887 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 14:59

Il disco mi mette un po' d'ansia.
  • 0

"L'intensità del rumore provoca ostilità, sfinimento, narcisismo, panico e una strana narcosi." (Adam Knieste, cit.)

 

"Deve rimanere solo l'amore per l'arte, questo aprire le gambe e farsi immergere dal soffio celeste dello Spirito." (Simon, cit.)

 

La vita è bella solo a Ibiza (quando non c'è nessuno).


#12 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16593 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 15:02

5.5 e non se ne parli più
  • 0

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#13 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23257 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 15:05

A confronto "I mistici dell'Occidente" era un disco equilibrato. I detrattori farebbero bene a star lontani, è più stucchevole che mai.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#14 khonnor

khonnor

    xy

  • Validating
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16593 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 15:12

tra l'altro -top- a chi chiede a bianconi se gli piace il prog, lui risponde che no, che il prog è eccessivamente virtuoso asd
  • 0

noncuranti della fine, del calore, di poterci sciogliere.

or | mail


#15 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23257 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 15:33

Basta, bocciato. Va bene la complessità, va bene le sottotrame e quel cazzen che vi pare, ma un disco così lungo e pesante non si pubblica. Manco li drimtiater, miseria.
  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#16 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20151 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 30 gennaio 2013 - 18:25

beh mettete un link e non ne parliamo più, anche in PM ;D
  • 0

#17 Tony Cooper

Tony Cooper

    Venerato Maldestro

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2893 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 19:34

Ho capito mettere l'orchestra ma fategli fare qualcosa a quei poveretti.
Le loro facce sono più tristi di quella della bassista dei Baustelle :)


  • 0

#18 Ciscoteque

Ciscoteque

    utente 'patafisico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 547 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 20:00

Io l'ho ascoltato in streaming su Deezer: http://www.deezer.com/it/album/6222110

L'apertura mi ha ricordato De André. Ed ero molto incuriosito poi è arrivata la noia come un macigno monotono senza via di fuga, poi la morte. Il concept è riuscito.
  • 1

#19 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23257 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 20:56

L'apertura mi ha ricordato De André.


Non mi dire. asd
  • 2

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#20 Tony Cooper

Tony Cooper

    Venerato Maldestro

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2893 Messaggi:

Inviato 30 gennaio 2013 - 21:10

E' più bello il disco orchestrale di Vasco Rossi, l'altra metà del cielo.
Non sono ancora arrivato a metà e l'orchestra c'è ma è usata nello stile delle canzoni di San Remo.


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq