Vai al contenuto


Foto
* * * * - 2 Voti

The Cars


  • Please log in to reply
170 replies to this topic

#1 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34107 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 21 novembre 2006 - 17:35

Il Duca mi ha fatto venire la tentazione e non ho resistito.
Mi pare che non abbiamo mai parlato di loro in un thread ad hoc dalle origini del forum, e occorre rimediare.

Ric Ocasek e le sue macchine bostoniane, ovvero l'anello di congiunzione tra la generazione post-punk (dai Blondie ai Talking Heads) e il pop-rock elettronico degli anni 80. Ritmi nevrotici, tastiere esuberanti, ritornelli da ko immediato, chitarre quasi hard-rock e il canto sgraziato di Ocasek a incorniciare le loro raffinatissime canzoncine, così deliziosamente "urbane" e "postmoderne" (saranno termini abusati, ma mi sembrano nell'occasione i più calzanti). Uno stile che ha avuto un'influenza notevolissima sulle generazioni successive, al punto che risulta assurdo l'oblio in cui sono caduti oggi, proprio in pieno revival new wave.
"Heartbeat City" (1984) per conto mio potrebbe essere tranquillamente una pietra miliare, ma anche "Candy-O" (1979).

Tra gli altri meriti di Ocasek, geniale prototipo di "antirockstar di successo", l'aver conquistato le grazie della modella/attrice Paulina Porizkova (conosciuta durante le riprese del video "Drive") e l'aver svolto una meritoria attività di produttore e talent-scout, con artisti come Nick Cave, Suicide, Bad Brains, No Doubt, Guided By Voices, Weezer, Hole, Bad Religion, Jonathan Richman e moltissimi altri.

Ricordiamo anche: la scomparsa del grande bassista, Benjamin Orr (il biondo fatalone che cantava "Drive"), la recente, patetica reunion a nome New Cars (in compagnia di un disperato Todd Rundgren a caccia di dollari) e la carriera solista di Ocasek, che ha avuto forse il suo apice in "This Side Of Paradise" e che prosegue tuttora.
  • 0

#2 Guest_lassigue_bendthaus_*

Guest_lassigue_bendthaus_*
  • Guests

Inviato 21 novembre 2006 - 17:36

"antirockstar di successo",


di successo ok ma perchè antirockstar ?? (magari puoi raccontarmi qualcosa che non so)

#3 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34107 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 21 novembre 2006 - 17:39


"antirockstar di successo",


di successo ok ma perchè antirockstar ?? (magari puoi raccontarmi qualcosa che non so)


Perché per essere "rockstar" devi essere solitamente bello, aggraziato, sensuale, ruffiano, estroverso, animalesco, frontman etc. etc., e lui è sempre stato tutto l'opposto, riuscendo ugualmente a diventarlo.
  • 0

#4 *alessandro*

*alessandro*

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2445 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 21 novembre 2006 - 17:48

Oltre Heartbeat City, mi piaciucchiava Shake It Up disco a suo modo anche abbastanza sperimentale, però pietre miliari, a parere mio, non ne hanno lasciate, nel panorama synth pop erano abbastanza originali, soprattutto per il canto particolare di Ocasek e l'ottimo talento melodico.

D'accordissimo invece sull'attività di produttore di Ocasek, un grande.
  • 0
ex "victor"

#5 80man

80man

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 47 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2006 - 19:54

Ciao a tutti! Vorrei un semplice consiglio riguardo i Cars. Chi li conosce bene?
Ho recentemente ascoltato il loro "Greatest Hits" e devo ammettere che l'ho apprezzato! Tipica musica anni 80, ma davvero coinvolgente...
Chiedo allora: conviene approfondire l'argomento o il Greatest Hits può bastare per inquadrarli in modo esauriente?
Attendo preziosi consigli ed opinioni, grazie!!!

  • 0

#6 camera obscura

camera obscura

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 170 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2006 - 21:35

Ma l'omonimo non piace a nessuno?
  • 0

#7 lux

lux

    Groupie

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStelletta
  • 474 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2006 - 06:54

Piace a me e penso sia di gran lunga il mio preferito.
  • 0

#8 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16287 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2006 - 09:53

Se c'e' un disco che incarna il pop degli anni 80, quello è Heartbeat City. I denigratori troveranno tutto quanto si può detestare di un certo modo di fare musica: produzione raffinatissima, suoni curati al limite della trasfigurazione, chitarre propedeutiche alle tastiere. A mio avviso trattasi di un capolavoro, talmente bello che nemmeno i protagonisti riescono più, in seguito, a smarcarsene. Fino ad allora, infatti, in nostri non avevano sbagliato un colpo, ottenendo nel contempo vendite milionarie. Purtroppo sia Door To Door che i lavori solisti di Ric, naufragano nel tentativo di riproporre l'appeal di Heartbeat City. Quello dei Cars era un modo unico di leggere il pop: la tastierina sincopata, in armonia con virtuosismi chitarristici bonsai, unita alla sconcertante facilità a produrre ritornelli irresistibili, compongono l'unicità del gruppo. Oltre a Heartbeat City, segnalerei Candy-O, che è stato forse il loro acme nonchè disco di passaggio alla vera svolta elettronica avvenuta col successivo Panorama. Mi sento però di dire che imbattendosi nei primi 5 album non si può incorrere in brutte sorprese.  A tal proposito, ban per Fabretti che nella scheda a loro dedicata assegna un mortificante 5/10 al primo disco: si era nel 1978, e quello è tra gli album che tracciano in qualche modo la strada alla pop wave. :P. Grande amico di Alan Vega e Martin Rev, instancabile talent scout, Ric Ocasek annovera anche i Suicide fra le sue produzioni.
  • 1
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#9 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34107 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 22 novembre 2006 - 11:54

ban per Fabretti che nella scheda a loro dedicata assegna un mortificante 5/10 al primo disco: si era nel 1978, e quello è tra gli album che tracciano in qualche modo la strada alla pop wave. :P.


Caspita, hai ragione, ma questa è stata proprio una svista!
Invece, per "Candy-O" ho proprio cambiato idea, in positivo.
Correggo al volo (e prima o poi bisognerà dare anche ritoccare e ampliare la scheda).

Vorrei proporti una pietra miliare di "Heartbeat City" solo per poter leggere "virtuosismi chitarristici bonsai". Ci sarebbero però anche molti altri buoni motivi, che ne dici?  ::)
  • 0

#10 rodolfolavandino

rodolfolavandino

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 35 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2006 - 12:59

A mio avviso i Cars sono dei grandi melodici.Il mio album preferito è l'omonimo che contiene il singolo "just what i needed", una canzone freschissima e ancora attualissima.
Potrebbe essere tranquillamente una canzone eseguita dai Weezer.
Ocasek è davvero l'antirockstar per eccellenza in quanto è brutto come la morte ma è riuscito ugualmente a sposare una delle donne piu belle degli anni 80.
  • 0

#11 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16287 Messaggi:

Inviato 22 novembre 2006 - 14:04


ban per Fabretti che nella scheda a loro dedicata assegna un mortificante 5/10 al primo disco: si era nel 1978, e quello è tra gli album che tracciano in qualche modo la strada alla pop wave. :P.


Caspita, hai ragione, ma questa è stata proprio una svista!
Invece, per "Candy-O" ho proprio cambiato idea, in positivo.
Correggo al volo (e prima o poi bisognerà dare anche ritoccare e ampliare la scheda).

Vorrei proporti una pietra miliare di "Heartbeat City" solo per poter leggere "virtuosismi chitarristici bonsai". Ci sarebbero però anche molti altri buoni motivi, che ne dici?  ::)


Dico che ce stai sempre a provà, maledetto! Fammi finire il mese Foxx e poi ne riparliamo... ;)
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#12 Guest_lassigue_bendthaus_*

Guest_lassigue_bendthaus_*
  • Guests

Inviato 24 novembre 2006 - 01:02

però pietre miliari, a parere mio, non ne hanno lasciate


imbattendosi nei primi 5 album non si può incorrere in brutte sorprese.


la penso come White Duke

quale gruppo rappresenta meglio dei Cars il synth-pop americano anni '80?

diversissimo dallo stile degli Ultravox, degli Human League e dei Depeche Mode, figlio del rock classico che Ocasek ha sempre venerato più che delle danze dei Kraftwerk e degli umori dark


Ocasek è davvero l'antirockstar per eccellenza in quanto è brutto come la morte ma è riuscito ugualmente a sposare una delle donne piu belle degli anni 80.


si vede raramente un musicista di successo con uno scorfano al suo fianco (Il potere femminile VS Il potere dei picci)


#13 Francis

Francis

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3017 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2006 - 01:12

Grandissima band, che amo visceralmente....però a mio avviso non hanno mai realizzato davvero un disco "della madonna", cioè penso che un loro greatest hits ben fatto sazi abbastanza....anche se in un certo senso alcuni loro dischi sono piuttosto sottovalutati, come Shake It Up! ad esempio.
  • 0

#14 Flight

Flight

    cosa rimane dentro noi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1039 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 24 novembre 2006 - 06:22


ban per Fabretti che nella scheda a loro dedicata assegna un mortificante 5/10 al primo disco: si era nel 1978, e quello è tra gli album che tracciano in qualche modo la strada alla pop wave. :P.


Caspita, hai ragione, ma questa è stata proprio una svista!
Invece, per "Candy-O" ho proprio cambiato idea, in positivo.
Correggo al volo (e prima o poi bisognerà dare anche ritoccare e ampliare la scheda).

Vorrei proporti una pietra miliare di "Heartbeat City" solo per poter leggere "virtuosismi chitarristici bonsai". Ci sarebbero però anche molti altri buoni motivi, che ne dici?  ::)



Ave Claudio per la correzione, a ciascuno le proprie sviste 8 )
Jokes apart, per me primo e secondo nell'ordine, due monumenti al power-pop fine anni '70

Cars (1978) e Candy-O (1979) furono (e restano) un duetto formidabile , due album infarciti di canzoni entusiasmanti (e copertine mozzafiato) che mettono a sedere tanti gruppi pop-rock /powerpop coevi

Tutt'oggi i Cars sono un gruppo cult, idolatrati e citati ad ogni nuova uscita da un'infinità di gruppi e siti web, uno su tutti Notlame.com

Per me la pietra a Heartbeat City può anche starci ma il sound originario si era in qualche modo alterato, concedeva parecchio al ruffiano e Okasek aveva dato meglio prima.


ps- edit Duca, lavùra!!!!  ;D
  • 0
fabio

#15 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16287 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2006 - 10:43

Cars (1978) e Candy-O (1979) furono (e restano) un duetto formidabile , due album infarciti di canzoni entusiasmanti (e copertine mozzafiato) che mettono a sedere tanti gruppi pop-rock /powerpop coevi

Tutt'oggi i Cars sono un gruppo cult, idolatrati e citati ad ogni nuova uscita da un'infinità di gruppi e siti web, uno su tutti Notlame.com

Per me la pietra a Heartbeat City può anche starci ma il sound originario si era in qualche modo alterato, concedeva parecchio al ruffiano e Okasek aveva dato meglio prima.


ps- edit Duca, lavùra!!!!  ;D


Sul tuo p.s. pesa come un macigno il fatto che ti ho lasciato inopinatamente a piedi colla scheda di Hall&Oates :-\ Riguardo alle altre considerazioni, anche io trovo che i primi due album dei Cars siano dotati di maggior peso specifico, purtuttavia Heatbeat City è la quintessenza di un  pop talmente dentro al suo tempo da diventarne in bignami. Comunque grandissimi, perchè capaci di mantenersi su livelli mozzafiato per 7 lunghi anni e per 5 dischi, cosa tutt'altro che comune (altro che non han fatto dischi memorabili: ne han fatti sin troppi, semmai!)
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#16 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34107 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 24 novembre 2006 - 12:13

Infatti "Heartbeat City" per me vale soprattutto come summa ideale di quello stile, un compendio perfetto del suono che ha marchiato un decennio e che, come nota giustamente lassigue, introduceva una variante tutta americana al pop elettronico della Perfida Albione. E con canzoni ottime, peraltro.
  • 0

#17 blackwater

blackwater

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12964 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2006 - 12:36

Il cuore della città, il battito metropolitano deve però molto alla produzione di Mutt Lange, il tizio che divenne famoso di fronte al mixer degli Ac-Dc per poi imporre un suono hard edulcorato con i Def Leppard. Il quale "Pyromania" (1982-83) servirà da trampolino di lancio per "Heartbeat City" il quale, a sua volta, troverà la perfetta prosecuzione in "Hysteria", il più grosso best seller rock degli anni 80 dei capelloni di Sheffield. Una riverniciatura del materiale synth che non rinnega le chitarre sixties delle stagioni precedenti ma le robotizza. Arrivando a concepire tormentoni assurdi com "You Might Think" o "Magic" e ballate languidamente anni 50 come "Drive". Per arrivare all'affresco definitivo della title track, ballad spaziale concepita come se si fosse sotto l'influsso dell'eroina, un ritmo cadenzato e ballabile ma rallentato, sospirato, imbambolato, con la melodia, dolce e sinistra, che ne esce addirittura rinforzata. Lasciata per ultima in scaletta decreta, in definitiva, la conclusione dell'avventura. Nel senso che di canzoni così sognanti i Cars non ne seppero tirare più fuori.
  • 0

... sei solo chiacchiere e Baraghini 

 


#18 White Duke

White Duke

    facente parte dell'élite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16287 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2006 - 14:18

Il cuore della città, il battito metropolitano deve però molto alla produzione di Mutt Lange, il tizio che divenne famoso di fronte al mixer degli Ac-Dc per poi imporre un suono hard edulcorato con i Def Leppard. Il quale "Pyromania" (1982-83) servirà da trampolino di lancio per "Heartbeat City" il quale, a sua volta, troverà la perfetta prosecuzione in "Hysteria", il più grosso best seller rock degli anni 80 dei capelloni di Sheffield. Una riverniciatura del materiale synth che non rinnega le chitarre sixties delle stagioni precedenti ma le robotizza. Arrivando a concepire tormentoni assurdi com "You Might Think" o "Magic" e ballate languidamente anni 50 come "Drive". Per arrivare all'affresco definitivo della title track, ballad spaziale concepita come se si fosse sotto l'influsso dell'eroina, un ritmo cadenzato e ballabile ma rallentato, sospirato, imbambolato, con la melodia, dolce e sinistra, che ne esce addirittura rinforzata. Lasciata per ultima in scaletta decreta, in definitiva, la conclusione dell'avventura. Nel senso che di canzoni così sognanti i Cars non ne seppero tirare più fuori.


La title track, col battito d'ali elettronico a incipit, lascia senza fiato. Uno di quei brani prodighi di brividi postumi ed eterni: anche oggi fa centro, e sempre lo farà, insomma.

E toh! In un colpo solo abbiamo trovato e colui in grado di bersi la pietra migliare e colui in grado di completare H&O con gli anni 80 :o
  • 0
"No matter how high are one's estimates of human stupidity, one is repeatedly and recurrently startled by the fact that: a) people whom one had once judged rational and intelligent turn out to be unashamedly stupid b) day after day, with unceasing monotony, one is harassed in one's activities by stupid individuals who appear suddenly and unespectedly in the most inconvenient places and at the most improbable moments" (Carlo M. Cipolla)

#19 blackwater

blackwater

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12964 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2006 - 14:24

... E toh! In un colpo solo abbiamo trovato e colui in grado di bersi la pietra migliare e colui in grado di completare H&O con gli anni 80 :o


Diuc, devo prima completare la biografia su Spillo Altobelli...
  • 0

... sei solo chiacchiere e Baraghini 

 


#20 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 34107 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 24 novembre 2006 - 14:31


... E toh! In un colpo solo abbiamo trovato e colui in grado di bersi la pietra migliare e colui in grado di completare H&O con gli anni 80 :o


Diuc, devo prima completare la biografia su Spillo Altobelli...


Piuttosto, perché ogni tanto voi due non provate a scrivere (questa e altre cose) insieme? Magari tra una discussione calcistica e l'altra. Penso che ne verrebbero fuori delle belle...
"Heartbeat City" potrebbe segnare la nascita di questi Poppolones alla meneghina!
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq