Vai al contenuto


- - - - -

Grizzly Bear - Shields (Warp, 2012)


  • Please log in to reply
123 replies to this topic

#41 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 13 settembre 2012 - 11:40

No problem, figurati io le recensioni non le leggo praticamente mai. Mi aveva solo incuriosito il vostro piccolo diverbio. Comunque Sun In Your Eyes pezzone.
  • 1
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).

#42 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 13 settembre 2012 - 13:48

Avete notato che sul ritornello in 4/4 di Sun In Your Eyes la sezione ritmica suona un pattern di 7/8 + 4/4 + 9/8 + 4/4? Ecco una di quelle cose dei Grizzly Bear che mi fanno impazzire di gioia! Nonché - sia detto per inciso - una di quelle cose che mi piacerebbe trovare in una buona recensione, in primo luogo perché è sempre cosa buona e giusta che chi fa critica abbia (e dimostri di avere) un bagaglio minimo di conoscenze tecniche, in secondo luogo perché è un dettaglio che, se l'avessi trovato citato in una recensione, sarei subito andato ad ascoltare con attenzione. Ovviamente è un parere personale, anzi personalissimo.
  • 2
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).

#43 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 13 settembre 2012 - 14:06

Avete notato che sul ritornello in 4/4 di Sun In Your Eyes la sezione ritmica suona un pattern di 7/8 + 4/4 + 9/8 + 4/4? Ecco una di quelle cose dei Grizzly Bear che mi fanno impazzire di gioia! Nonché - sia detto per inciso - una di quelle cose che mi piacerebbe trovare in una buona recensione, in primo luogo perché è sempre buona cosa che chi fa critica abbia (e dimostri di avere) un bagaglio minimo di conoscenze tecniche, in secondo luogo perché è un dettaglio che, se l'avessi trovato citato in una recensione, sarei subito andato ad ascoltare con attenzione. Ovviamente è un parere personale, anzi personalissimo.

E' quanto intendevo con il ritornello che anticipa se stesso (quei "7/8" su cui si rincorre a passi lunghi per tornare nei 4/4, delizia), senza essere troppo tecnico, ma appunto anche queste cose andrebbero notate e fatte notare (io comunque dividevo le 8 battute del ciclo in 7+5+3+5+3+5+4/8! sviato dalla voce?): una recensione non deve essere un'analisi formale e tecnica dell'opera, ma chiaramente avere una conoscenza di base permette un'analisi più approfondita e anche una valutazione diversa. Non è che se dimostri eccellenza tecnica meriti automaticamente due punti in più, ma sono meriti e vanno riconosciuti col loro peso. La loro tecnica per me non è capziosa, immagino che tanti loro fan per cui magari sono "indie-pop" non la colgano, non la colgo tutta nemmeno io eh, ma funzionale alle emozioni che suscitano. Dalla recensione si evinceva che non erano emozionanti e per troppa ambizione, magari (visto l'apprezzamento per i Fleet Foxes) qui il fraintendimento o l'avversione è tecnica e si capisce l'auspicio per una vena cantautoriale
  • 1

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#44 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 13 settembre 2012 - 14:37

No no, hai ragione, semplicemente io raggruppravo i 5+3 in un 4/4 e contavo basso e batteria insieme. Però ora mi fai notare che basso e batteria non vanno perfettamente insieme! Dunque, secondo me le tastiere e la voce vanno in 4/4, il basso conta 7/8 + 4/4 + 9/8 + 4/4 (perché dei due colpi che dà tra la terza e la quarta battuta considero più forte il secondo, che torna sulla voce) mentre la batteria va chiaramente in 7/8 + 4/4 + 4/4 + 9/8 (se ci fai caso la batteria mette un crash dove il basso suona l'appoggio per ritornare sul 4 insieme alla voce; la batteria a me sembra ripetere una frase sincopata in 7, quindi se dovessi scomporla in più gruppi conterei 7+(1+7)+(1+7)+(1+8)). Comunque contare le battute di per sé non è utile in questo caso, perché ognuno va per cazzi suoi! Secondo me il groove è in 7, ma invece di prendersi un ottavo di ritardo ad ogni battuta se lo prende solo sulla prima, ne aggiunge uno di pausa sulle altre per poi "restituire" quel primo ottavo avanzato dalla prima battuta alla fine dell'ultima (mentre il basso sembra "restituirlo" alla fine della terza). Non è un dettaglio "capzioso" perché l'effetto complessivo è quello di una ritmica che, mantenendo più o meno lo stesso groove, si "sbaglia" e si "ri-corregge" volta per volta: è molto dinamico e assolutamente non gratuito come effetto. Infatti il ritornello nel complesso è perfettamente godibile anche senza contare le battute delle varie parti.
  • 2
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).

#45 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 13 settembre 2012 - 15:08

Nel complesso è appunto godibile, da parte mia amo anche che una band, una volta che la cosa sia bella, mi ci faccia anche riflettere volendo: pur senza ambizioni ho studicchiato (poco e male, mea culpa, il maestro era forte) e scribacchiato musica e interpretare la visione di un progetto anche dall'altra parte della musica, dal punto di vista di chi la fa, mi stimola davvero, quando è possibile. Non c'è niente da fare, più li ascolto e più penso che siano una band coi controcazzi
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#46 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 13 settembre 2012 - 15:15

Sì sì, sono d'accordissimo. Ora non ricordo dove, ma una volta mi avevano linkato un blog di produzione musicale o cose del genere in cui analizzavano alcuni brani dei Grizzly Bear appunto dal punto di vista della produzione e uscivano fuori dettagli davvero interessanti. L'unico che mi viene in mente ora come ora è che, ad esempio, il tom in Ready, Able è accordato esattamente sulla quarta aumentata della tonica, cosa piuttosto inusuale e sicuramente voluta. L'ascoltatore non se ne accorge chiaramente, ma il tom accordato in questo modo introduce immediatamente nell'atmosfera "modale" del pezzo.

http://www.youtube.com/watch?v=LrGVa4lBEEA
  • 0
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).

#47 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 13 settembre 2012 - 22:07

L'articolo l'ho letto proprio oggi, interessante! Poi trovai un'intervista in cui Chris Taylor consigliava ai giovani che fanno musica di non leggere le recensioni di Pitchfork! Per ora sono sulla buona strada ;) Questa cosa del blog è interessantissima. Ecco, se suonando voglio fare un esempio al mio batterista senza suonare il pezzo mi siedo con la tonalità in mente e all'improvviso mi ritrovo pressoché nell'atonalità del set spaesato, questi sono proprio su un altro livello, lo stesso Bear è tutt'altro che un pentolaio, suona xilofoni, glockenspiel, canta e scrive: non lasciano nulla al caso, ma senza essere artificiali, prendono e lo sanno. Spero continuino, poi se dopo uno scioglimento Rossen riprendesse la via di Silent Hour/Golden Mile e Droste si sviluppasse o tornasse con Robin Pecknold, per dire, godrei ancora... Ma il mio caro Chris Taylor non mi faccia un altro CANT ché quello che ho sentito m'aveva deluso :/ lo voglio sentire in qualcosa di simil-jazz, basso/batteria e qualche sassofono e clarinetto dei suoi!
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#48 Psychonaut

Psychonaut

    Psiconauta

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 334 Messaggi:
  • LocationPapua Nuova Guinea

Inviato 14 settembre 2012 - 01:20

Sì sì, sono d'accordissimo. Ora non ricordo dove, ma una volta mi avevano linkato un blog di produzione musicale o cose del genere in cui analizzavano alcuni brani dei Grizzly Bear appunto dal punto di vista della produzione e uscivano fuori dettagli davvero interessanti. L'unico che mi viene in mente ora come ora è che, ad esempio, il tom in Ready, Able è accordato esattamente sulla quarta aumentata della tonica, cosa piuttosto inusuale e sicuramente voluta. L'ascoltatore non se ne accorge chiaramente, ma il tom accordato in questo modo introduce immediatamente nell'atmosfera "modale" del pezzo.

http://www.youtube.com/watch?v=LrGVa4lBEEA


apprezzabilissimo, anche e soprattutto perchè moltissime batterie di gruppi di questo genere non 'suonano' per niente, quasi quasi non si nota neanche l'accordatura, e i tom stoppatissimi o mollatissimi si confondono fra loro..ho visto di batterie accordate col tom più acuto del rullante per esempio, secondo me sono cose fantastiche!
e comunque, il fatto che dicevate prima è bellissimo: queste scomposizioni in queste canzoni che comunque sono molto orecchiabili ci stanno benissimo; anche il tempo in cui si sviluppa laprima traccia mi piace molto, soprattutto nel passaggio alla linea vocale..il disco mi sta piacendo molto in alcuni episodi, altri invece mi convincono meno ora come ora :)
  • 0

#49 strawberry wine

strawberry wine

    Dunphies

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1153 Messaggi:

Inviato 14 settembre 2012 - 07:33

TITOLO DELL' ANNO, forse lo ascolto
  • 0

#50 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 14 settembre 2012 - 12:01

Sì sì, sono d'accordissimo. Ora non ricordo dove, ma una volta mi avevano linkato un blog di produzione musicale o cose del genere in cui analizzavano alcuni brani dei Grizzly Bear


Qui? http://blog.fixyourm...ional-analysis/
  • 1

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#51 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 14 settembre 2012 - 14:49


Sì sì, sono d'accordissimo. Ora non ricordo dove, ma una volta mi avevano linkato un blog di produzione musicale o cose del genere in cui analizzavano alcuni brani dei Grizzly Bear


Qui? http://blog.fixyourm...ional-analysis/


Bravissimo! :) Il passaggio che mi ricordavo è questo: There’s a drum tuned to F#, which would be the tritone of the C major. In the absence of a natural F, I’m prepared to say that we’re not in the relative major at all, we’re in C Lydian. Molti pezzi dei Grizzly Bear sono scritti in un ambiente armonico modale, il che li rende più "misteriosi" e interessanti della maggior parte delle musiche indie (un tipico esempio di musica modale è la roba di Wyatt, per intenderci). Inoltre ho notato che Rossen usa molto spesso accordi con rivolti, altro trucchetto che rende meno "già sentiti" vari passaggi armonici forti.
  • 1
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).

#52 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 14 settembre 2012 - 15:14

Letto tutto, interessante! Beh, se proprio dobbiamo intenderci un tipico esempio di musica modale è Kind of Blue ;) Ecco, di Wyatt ho solo Rock Bottom, bello tra l'altro... Rossen si autodefinì ex adolescente "jazz-nerd", mi pare, comunque alla faccia dei rivolti ogni tanto accorda proprio a modo suo ed è bravissimo a creare una "progressione" basata tutta su una tonica e le varie note a ronzarci attorno. Non c'è niente da fare, sanno il fatto loro, tra l'altro in modo personale, immagino che molte cose di questo genere vanno sviluppate proprio prendendosi il tempo di sperimentare (Rossen, come Joni Mitchell ad esempio) e beati questi talenti che trovano anche l'occasione! Io finché riesco ascolto, anche nell'antipatica sezione di A Simple Answer, lì non so bene che succede, l'accordo cambia leggermente ma non come vorrebbero le mie orecchie, quando canta "forever gone..." e non capisco se si aggiunge la settima dominante in basso o che...
Il piano mi dice: F# | % | G#m | % | F# | % | G#m | % |
forever gone
G# | % | G#7 | % | C# | C#7 | e dal F#. Rivolti, certo, ma mi dà un po' la noia saltellare 6 battute con G# per tonica nonostante cambino terze e le settime siano messe "sotto", e qui magari a occhio questi # a nascondere i classici F, G, C sono capziosi ;)
E' il pezzo che mi piace meno del disco, ma non da skipparlo
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#53 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 14 settembre 2012 - 15:19

Il piano mi dice: F# | % | G#m | % | F# | % | G#m | % |
forever gone
G# | % | G#7 | % | C# | C#7 |

Le ultime due battute sono nei giri dopo e anche diverse, ma vabbè
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#54 Paz

Paz

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 869 Messaggi:
  • LocationBologna

Inviato 14 settembre 2012 - 15:29

se proprio dobbiamo intenderci un tipico esempio di musica modale è Kind of Blue ;)


Disco al quale Wyatt si è ispirato parecchio, infatti... Citavo il caro Bob perché lui è molto bravo a scrivere canzoni (più o meno) "pop" sui modi, e molti suoi pezzi hanno atmosfere modali sognanti simili in alcuni punti ai GB (ascoltati Dondestan, disco sottovalutatissimo e unico nel suo genere).
  • 1
« Ohne Musik wäre das Leben ein Irrtum » (F. Nietzsche, Götzen-Dämmerung, 1888, cap. I, af. 33).

#55 interface

interface

    Matteo Meda

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4364 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 16 settembre 2012 - 11:06

lo streaming di oggi, il leak di qualche tempo fa


Uh, che parole sacrosante! :nod:
Anche se ad Or non si può certo imputare di sgambettare pur di arrivare prima, non credo sia mai stato interesse di questa redazione (anche visto come andavano le cose quand'ero ancora solo lettore).
  • 0
OndaRock | Facebook | Twitter | RYM

comunque 'sta gente che guarda i voti fa un po' ridere. ma leggerla una recensione, no?
tanto difficile da capire che qualcosa che entusiasma qualcuno può annoiare qualcun'altro?


#56 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 16 settembre 2012 - 15:24

Mi sfugge qualcosa, nessuno ha imputato qualcosa a OR e la discussione era riuscita a spostarsi su binari molto interessanti (almeno per me).

Al momento Youtube a parte non avrò tempo di approfondire Wyatt in particolare, ma parlando di modalità mi trastullo con Joni Mitchell e Tim Buckley. Consigli su artisti assimilabili ai Grizzly Bear di Veckatimest e Knife, invece?
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#57 Psychonaut

Psychonaut

    Psiconauta

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 334 Messaggi:
  • LocationPapua Nuova Guinea

Inviato 16 settembre 2012 - 15:51

se parli di modalità e non citi a love supreme però sei in errore!
  • 1

#58 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10618 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 16 settembre 2012 - 16:02

Non riesco proprio a sentire l'ultima fase di Coltrane, evidentemente non ci capisco abbastanza (Ascension a volte mi prende, altre no, Meditation non mi entra proprio), invece proprio A Love Supreme ovviamente è nel mio lettore e da lì non si schioda, mentre "sull'altra riva" dei sassofonisti di Davis devo risentire attentamente Shorter, possiedo Night dreamer, Juju, Speak no evil, Adam's apple (ancora vergine questo)
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you

#59 Guest_Tyvek_*

Guest_Tyvek_*
  • Guests

Inviato 17 settembre 2012 - 10:08

Vendetta, tremenda vendetta ]:) . E ci si mette anche Pitchfork :firuli: .

#60 Psychonaut

Psychonaut

    Psiconauta

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 334 Messaggi:
  • LocationPapua Nuova Guinea

Inviato 17 settembre 2012 - 12:33

Non riesco proprio a sentire l'ultima fase di Coltrane, evidentemente non ci capisco abbastanza (Ascension a volte mi prende, altre no, Meditation non mi entra proprio), invece proprio A Love Supreme ovviamente è nel mio lettore e da lì non si schioda, mentre "sull'altra riva" dei sassofonisti di Davis devo risentire attentamente Shorter, possiedo Night dreamer, Juju, Speak no evil, Adam's apple (ancora vergine questo)



beh, se ti riferisci a interstellar space, condivido totalmente con te :D non mi piace molto, o è troppo avanti lui o semplicemente mi annoia da morire
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq