Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Tff- Torin Film Fest


  • Please log in to reply
144 replies to this topic

#1 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5330 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 16:40

Non so se è il caso di aprire una discussione, ma la cosa a me (quasi torinese) ha dato molto fastidio. Per quale motivo a Roma si son comportati in quel modo? Io non ho capito bene, voi che idea vi siete fatti?
Vero che sono due festival diversissimi, ma porca miseria, l'anno è lungo e sarebbe bene dare respiro ai due eventi. Torino poi va avanti con pochi soldi, punta sulla qualità (non sempre ci è riuscita al massimo, ma sempre mi son sembrati in buona fede e non ruffiani). Oltretutto sono un fan di Amelio, non solo come regista, ma anche come direttore di festival, serio, preparatissimo e soprattutto antimondano. Come piace a me.
Ora i giochi son fatti. Roma brucerà alcune anteprime probabilmente, e catalizzerà l'attenzione. Torino (che festeggia i 30 anni di festival) come si difenderà?
  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#2 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5330 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 16:46

E infatti è uscito il comunicato stizzito (e scritto maluccio) del TFF:

La vexata quaestio (in cinese, zhengzhi weijue de wenti) si è chiusa: il festival del cinema di Roma si sposterà dalle tradizionali date di ottobre a novembre (apertura il 9, chiusura il 17), a soli sei giorni dall’inizio del Torino Film Festival (dal 23 novembre al 1 dicembre).
Quando Roma a febbraio aveva ventilato lo slittamento in avanti delle date, il Torino Film Festival si era allarmato, i sindaci delle rispettive città si erano parlati e avevano convenuto di mantenere, almeno per il 2012, “le bocce ferme”. E qui, al Torino Film Festival, abbiamo ufficializzato le date, aperto le iscrizioni, diramato gli inviti. Adesso, dopo due mesi di battibecchi e scontri tutti romani, di artata disponibilità e sotterranea noncuranza, si torna dritti indietro, al punto di partenza.
Dire che ci sentiamo presi in giro è un eufemismo, come dire che andremo alla guerra (con un budget di meno di 2 milioni di euro contro uno di circa 12 milioni di euro?). Diciamo solo che andiamo avanti, convinti che quello di Torino sia un festival per il quale vale la pena di lavorare, di scavare e di lottare, un festival che nel 2012 compie trent’anni e che, nel tempo, ha conservato un’identità unica nel panorama nazionale, con le sue scoperte, i suoi giovani, le sue retrospettive, i suoi autori eccentrici, le sue anteprime nazionali, europee, internazionali e, spesso, persino mondiali. Andiamo avanti, nelle date da tempo stabilite, perché sentiamo e abbiamo sempre sentito il calore del pubblico, degli autori e dei personaggi che si sono avvicendati in questa città e in questo festival. Se continuerete a farci sentire questo calore, sul web, sui giornali, sul nostro sito, nelle nostre sale quando sarà il momento, quello del 2012 sarà un bellissimo festival.
  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#3 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12120 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 16:50

Io mi sono fatto l'idea che molti si siano lasciati sedurre da alcune buone intuizioni di Marco Muller, non capendo che dietro certe polemiche con la stampa il torto poteva averlo lui. Difficile, poi, dimenticare alcune rassegne della mostra di Venezia degli ultimi anni (il primo anno: tesori del cinema italiano con delizie come "W la foca"). Perchè all'epoca nessuno si lamentò? Da un po' ho dei dubbi su Muller e in questa zozzeria fatta al Festival di Torino ha delle colpe più che ovvie.

Edit. Poi magari a discussione ultimata lo unisco al topic generale del Festival di Roma.
  • 0

#4 Fitzcarraldo

Fitzcarraldo

    Conquistatore delle cose inutili

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4144 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 17:11

Difficile, poi, dimenticare alcune rassegne della mostra di Venezia degli ultimi anni (il primo anno: tesori del cinema italiano con delizie come "W la foca").


L'apoteosi fu lo scorso anno quando il film di pre-apertura della mostra era "Box Office 3D" il che significa l'affidare la copertina e l'ideale spirito del festival al film di Greggio :facepalm: allora o ha raggiunto un livello di meta-umorismo che ci è difficile da cogliere o è un buffone che si affida a scelte sensazionalistiche negli ambiti festivalieri per attrarre un'attenzione che non sa costruire diversamente. Stavolta però ha proprio fatto una vera porcata.
  • 0

I'm too old for this shit


#5 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15576 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 18:12


Difficile, poi, dimenticare alcune rassegne della mostra di Venezia degli ultimi anni (il primo anno: tesori del cinema italiano con delizie come "W la foca").


L'apoteosi fu lo scorso anno quando il film di pre-apertura della mostra era "Box Office 3D" il che significa l'affidare la copertina e l'ideale spirito del festival al film di Greggio :facepalm: .


per me la vera porcata dell'era Muller rimane questa.
la rassegna delle commedie sexy la curò Marco Giusti...il direttore si occupa della selezione ufficiale, mica delle retrospettive. poi di direttore così stimati e autorevoli a livello internazionale ce ne sono pochissimi.
mi spiace per questo scontro Torino vs. Roma, ma non credo che ci sia la volontà di affossare Torino (a che pro?) che, al contrario del Roma film festival, ha una sua identità ben definita. boh, se ha vinto davvero la linea di Muller (ancora non ha firmato il contratto) significa che potremmo finalmente vedere un festival di un certo interesse anche a Roma, non un monstrum diretto dal consiglio di amministrazione com'era fino ieri.
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#6 selva

selva

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1099 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 18:50

il 10-17 novembre parte anche il 53° Festival dei popoli, pur essendo un festival piccolo e dedicato esclusivamente al documentario rimane molto interessante.
Qui una risposta pacata http://www.festivald...he-funzioni/236

”Non credo ci fosse bisogno dell’incontro con il Ministero. Esistono tante situazioni in cui due festival possono tranquillamente convivere. La più eclatante? Montreal finisce il 3 settembre e Toronto inizia il 6”. ”Sulle date è chiaro che si è deciso così da un lato per la disponibilità delle sale dell’Auditorium e dall’altro per l’impossibilità di sovrapporci completamente all’American Film Market. Sono due ragioni forti. Ai primi di febbraio ho cercato sia Emanuela Martini che Gianni Amelio perchè ci sono imperativi che ci fanno presenti i produttori, i venditori e i distributori internazionali. Ho cercato fin da subito di segnalare che ci sarebbe stato bisogno di armonizzazione, e non ho fatto mai dichiarazioni contro il Festival di Torino. Anzi ho sempre pensato che se i Festival si mettono insieme si può valorizzare il sistema cinema”. ”Se Roma si consoliderà e sarà più forte allora avremo contribuito a consolidare un sistema cinema, che è molto di più di un semplice sistema dei festival. Inoltre se avessimo confermato le date di ottobre, saremmo andati contro il Festival di Pordenone, che è il secondo festival italiano e lo dimostra la sua rassegna stampa internazionale, assolutamente straordinaria. La cultura cinematografica del mondo sarebbe più povera se si ignorasse il lavoro straordinario che sta facendo Pordenone”. (Marco Muller)

“La prima sensazione spiacevole era che noi andavamo a chiedere un favore a loro, cioè ai nostri invasori. Abbiamo chiesto se potevano anticipare almeno di una settimana, fare il festival dal 3 al 10 novembre. Hanno accolto la proposta con serenità e buon senso, hanno detto che era ottima e che non avrebbe causato nessun danno. Poi hanno aggiunto che bisognava sentire l’Auditorium, capire le disponibilità. A quel punto è stato tutto chiaro: avrebbero detto che il cattivissimo Auditorium non gli permetteva di spostare le date. Mi sono sentito preso per i fondelli. Siamo stati presi in giro senza meritarlo. Avrebbero potuto dire prima al Ministero che le loro decisioni erano quelle. Non mi pento di essere stato gentile ed educato, ma sono davvero desolato per l’arroganza e la mancanza assoluta di voglia di ragionare”.(Gianni Amelio)

http://www.cineblog....o-gianni-amelio
  • 0

#7 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5330 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 20:09



Difficile, poi, dimenticare alcune rassegne della mostra di Venezia degli ultimi anni (il primo anno: tesori del cinema italiano con delizie come "W la foca").


L'apoteosi fu lo scorso anno quando il film di pre-apertura della mostra era "Box Office 3D" il che significa l'affidare la copertina e l'ideale spirito del festival al film di Greggio :facepalm: .


per me la vera porcata dell'era Muller rimane questa.
la rassegna delle commedie sexy la curò Marco Giusti...il direttore si occupa della selezione ufficiale, mica delle retrospettive. poi di direttore così stimati e autorevoli a livello internazionale ce ne sono pochissimi.
mi spiace per questo scontro Torino vs. Roma, ma non credo che ci sia la volontà di affossare Torino (a che pro?) che, al contrario del Roma film festival, ha una sua identità ben definita. boh, se ha vinto davvero la linea di Muller (ancora non ha firmato il contratto) significa che potremmo finalmente vedere un festival di un certo interesse anche a Roma, non un monstrum diretto dal consiglio di amministrazione com'era fino ieri.


Infatti, ti do ragione, a che pro?
Ed è proprio per questo che non capisco un tale comportamento. Io non è che ne capisca granché di organizzazione di festival nazionali, ma leggere dichiarazioni come quelle di Amelio mi fa pensare. Evidentemente è uno sgarbo. Io spero che Gianni e il suo gruppo riescano a tirar fuori il miglior festival di sempre.
Tra l'altro quello di Roma non mi è mai sembrato granché interessante. Almeno per quel che piace a me. (Già solo la questione red carpet la dice lunga sulle intenzioni dei due festival)
  • 1

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#8 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15576 Messaggi:

Inviato 10 maggio 2012 - 21:37




Difficile, poi, dimenticare alcune rassegne della mostra di Venezia degli ultimi anni (il primo anno: tesori del cinema italiano con delizie come "W la foca").


L'apoteosi fu lo scorso anno quando il film di pre-apertura della mostra era "Box Office 3D" il che significa l'affidare la copertina e l'ideale spirito del festival al film di Greggio :facepalm: .


per me la vera porcata dell'era Muller rimane questa.
la rassegna delle commedie sexy la curò Marco Giusti...il direttore si occupa della selezione ufficiale, mica delle retrospettive. poi di direttore così stimati e autorevoli a livello internazionale ce ne sono pochissimi.
mi spiace per questo scontro Torino vs. Roma, ma non credo che ci sia la volontà di affossare Torino (a che pro?) che, al contrario del Roma film festival, ha una sua identità ben definita. boh, se ha vinto davvero la linea di Muller (ancora non ha firmato il contratto) significa che potremmo finalmente vedere un festival di un certo interesse anche a Roma, non un monstrum diretto dal consiglio di amministrazione com'era fino ieri.


Infatti, ti do ragione, a che pro?
Ed è proprio per questo che non capisco un tale comportamento. Io non è che ne capisca granché di organizzazione di festival nazionali, ma leggere dichiarazioni come quelle di Amelio mi fa pensare. Evidentemente è uno sgarbo. Io spero che Gianni e il suo gruppo riescano a tirar fuori il miglior festival di sempre.
Tra l'altro quello di Roma non mi è mai sembrato granché interessante. Almeno per quel che piace a me. (Già solo la questione red carpet la dice lunga sulle intenzioni dei due festival)


guarda Roma è stato sempre un festival strano. era nato come "Festa del cinema" quindi come un festival di chiaro stampo popolare, ma passata la sbornia veltroniana (e una volta prese le redini dalla tremenda coppia Detassis-Rondi), se prima si poteva dire che questa Festa stesse cercando di formarsi un'identità, dopo non ha avuto più senso. un Giano bifronte che voleva essere popolare, ma non avendone i mezzi puntava su esordi, autori indipendenti etc. troppo poco forte per fare da Venezia-2, troppo poco intelligenti e "sul pezzo" per fare concorrenza a Torino sul cinema indipendente e "giovane". insomma un mezzo disastro!
secondo me un motivo forte può essere, al di là della disponibilità dell'Auditorium, dove non so quanta percentuale di balla ci sia, la vera motivazione l'ha data Muller stesso:

per l’impossibilità di sovrapporci completamente all’American Film Market


Muller ha già accordi con alcuni registi per portare i loro film a Roma, quindi è probabile che non voglia "scontentarli" (tanto più se si tratta di accordi in amicizia, che salterebbero se Muller non firmasse il contratto).
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#9 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36432 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 11 maggio 2012 - 03:01

Rondi


E' ora che va a guardare gli scavi. Ha 116 anni ed è ancora presente ovunque.
  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#10 Fitzcarraldo

Fitzcarraldo

    Conquistatore delle cose inutili

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4144 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2012 - 19:10

Il capitolo Roma è appena stato chiuso e subito arriva la notizia che Loach boicotta Torino non andando a ritirare il premio alla carriera
http://www.ondacinem...ival_di_torino/
  • 0

I'm too old for this shit


#11 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20162 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 21 novembre 2012 - 19:31

E vabbè ma qui non è più questione di Roma o Torino: è la guerra civile.
  • 0

#12 Fitzcarraldo

Fitzcarraldo

    Conquistatore delle cose inutili

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4144 Messaggi:

Inviato 21 novembre 2012 - 19:39

non c'era una discussione dedicata a torino allora ho smarmellato qui
  • 0

I'm too old for this shit


#13 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5330 Messaggi:

Inviato 24 novembre 2013 - 13:42

Utilizziamo questo thread per parlare del TFF del 2013?
Qualcuno a qualcosa da segnalare degno di nota?
  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#14 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4185 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2013 - 07:59

Visto 2 Autunni 3 inverni di Betbeder, in concorso. Piacevole, una commedia generazionale che usa la struttura a capitoli, le voci off e i protagonisti che guardano in camera parlando, ma è accattivante, delicato e comunque capace di fotografare i trentenni che sono in balia di umori ondivaghi, vogliono e non possono, affrontano il mondo e le età della vita in ritardo, con superficialità, ma con sincerità profonda, vuoti e indefiniti, ma che ce la fanno, ci provano e lottano piccolissime battaglie o grandi accadimenti tutti dentro individualità confuse.
LFO, film svedese distopico. Pochissimi soldi, ottima l'idea, carente, molto, la realizzazione, orrenda la colonna sonora, invadente, antipatica.
Last Vegas, film dell'inagurazione, 5 mostri sacri a discettare dell'età. Film divertente per quanto ovvio, perchè è, incredibile, scritto abbastanza bene e le battute funzionano. C'è una moralina sull'accettazione dell'età e della vecchiaia, ma tant'è, i 5 si prendono in giro e divertono.
La cosa buffa è che, mi sembra, quasi tutti i settantenni che recitano abbiano mogli con minimo 25/30 anni di meno, il che è incoerente no? :P



Come al solito i film, tutti, vanno esauriti in pochissime ore, code a non finire, bello
  • 0

#15 bar shoma

bar shoma

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 894 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2013 - 09:32

A me di LFO è piaciuta solo la colonna sonora praticamente (ho cercato fino alla fine nei titoli di coda chi fosse l'autore per poi scoprire che era lo stesso regista).
Ma io amo i synth e l'ossessività elettronica, quindi non faccio testo.
(Ah sì mi è piaciuta anche la battuta sui Kraftwerk alla fine :-D)

Comunque regista e produttori giovani, con soli 15mila euro hanno tirato giù una buona idea e l'hanno sviluppata per quel che il budget permetteva.
  • 0

#16 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4185 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2013 - 09:49

un'ora e mezza di ossessività è troppo davvero :)
  • 0

#17 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5330 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2013 - 10:30

Per ora:
Boxcar Bertha, Scorsese 1968. Mi mancava, bello anche se un pochino risente del tempo passato (colonna sonora a volumi assurdi in scene in cui siamo abituati ad un accompagnamento). La Hershey totale.

Frances Ha, Baumbach, 2013. Parte benissimo, un incrocio fra Woody Allen e Kevin Smith (degli esordi), poi un pochino si perde. Divertente e recitato benissimo. Lei è semplicemente splendida.

Story of my death, Serra, 2013. Lento, lentissimo. Di quei film che se non ci entri non puoi che annoiarti. Io son stato a metà. Alcune cose incredibilmente belle. Altre troppo studiate e cerebrali. Solo inquadrature fisse, che non durano meno di 5 minuti. Tra le altre cose è pure lungo. Classico film che si ama o si odia. Io gli ho voluto bene.

The Stuart Hall Project, Akomfrah, 2013. Raccontare Stuart Hall non è semplice, troppo importante la sua figura per i cultural studies. Il regista allora confezione un prodotto molto televisivo che sarebbe stato perfetto per la BBC. Riuscendoci alla grande. Il cinema però è da un'altra parte. Da vedere soprattutto per ascoltare la voce di Hall, così lungimirante.

Au nom du fils, Lannoo, 2013. Mischiare preti pedofili, sberleffi alla Chiesa cattolica, revenge movie, farsa, film grottesco, violenza sadica e commedia. Il risultato è totalmente amorale. Un pasticcio che però sul momento mi è piaciuto, soprattutto perché ho pensato che un film del genere in Italia non lo faremo manco fra cento anni.

Chroniques Equivoques, Ammar-Khodja, 2013. Un giovane regista, su commissione, racconta i 50 anni della liberazione dell'Algeria. Lo fa a modo suo, in totale libertà, con una macchinetta minidv (credo, o comunque con pochi soldi) e ottime intenzioni. Un microritratto a tratti desolante, a tratti romantico. Immagini sporche e effettivi visivi di quart'ordine danno al prodotto un valore aggiunto.
  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#18 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6818 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2013 - 11:26

Story of my death, Serra, 2013. Lento, lentissimo. Di quei film che se non ci entri non puoi che annoiarti. Io son stato a metà. Alcune cose incredibilmente belle. Altre troppo studiate e cerebrali. Solo inquadrature fisse, che non durano meno di 5 minuti. Tra le altre cose è pure lungo. Classico film che si ama o si odia. Io gli ho voluto bene.


Lo vidi e ne parlai da qualche parte, effettivamente anch'io gli ho voluto bene diciamo. A me è sembrato di assistere a degli splendidi quadri in leggero movimento. E mi è piaciuto.
Volevo chiederti se anche a te è sembrato ingranare (molto fra virgolette) un po' di più dall'arrivo di Dracula (anche lui fra virgolette)? Sarà che le atmosfere andavano facendosi più oscure e che paresse emergere una specie di vaghissima trama, ma di lì in poi bellissimo. Fondamentalmente ciò che mi ha impedito di apprezzarlo al 100% sono le risate di Casanova nella prima parte.
  • 0

#19 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5330 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2013 - 19:18


Story of my death, Serra, 2013. Lento, lentissimo. Di quei film che se non ci entri non puoi che annoiarti. Io son stato a metà. Alcune cose incredibilmente belle. Altre troppo studiate e cerebrali. Solo inquadrature fisse, che non durano meno di 5 minuti. Tra le altre cose è pure lungo. Classico film che si ama o si odia. Io gli ho voluto bene.


Lo vidi e ne parlai da qualche parte, effettivamente anch'io gli ho voluto bene diciamo. A me è sembrato di assistere a degli splendidi quadri in leggero movimento. E mi è piaciuto.
Volevo chiederti se anche a te è sembrato ingranare (molto fra virgolette) un po' di più dall'arrivo di Dracula (anche lui fra virgolette)? Sarà che le atmosfere andavano facendosi più oscure e che paresse emergere una specie di vaghissima trama, ma di lì in poi bellissimo. Fondamentalmente ciò che mi ha impedito di apprezzarlo al 100% sono le risate di Casanova nella prima parte.


Io non lo sentita quella svolta (adotto le tue virgolette, e chi l'ha visto capisce il perché) però tanti amici che l'han visto in 'sti giorni dicono la stessa cosa. Quindi ci sta. Anche perché è da quel punto che iniziano a succedere (arridai di virgolette) delle cose. C'è un minimo di sviluppo, ci son dei personaggi in più.
Io ho trovata davvero grandiosa la scena di apertura, quell'abbraccio con toccamenti vari a lume di candela. Costruzione meravigliosa e molto emotiva. Poi l'ho visto un po' come il cercare la bellezza di quella inquadratura.

Secondo me ha peccato un po' nella ricerca di un'iconizzazione costante. Che per quanto mi riguarda mi ha allontanato un pochino dal risultato finale.
  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#20 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5330 Messaggi:

Inviato 25 novembre 2013 - 19:24

Oggi:

Il lago, Ebisuno, 2013. Difficile dare un giudizio se di mezzo ci sono degli amici. Quindi mi astengo. Fatto sta che il protagonista del documentario è assolutamente eccezionale.

The uprising, Snowdon, 2013. Finora il gioiello del festival per me. Snowdon monta i video raccolti da youtube sulla primavera araba e tira fuori un documentario che è un pugno nello stomaco. Ovviamente. Ma meno scontata è la forma narrativa che esce fuori. Con un semplicissimo inghippo (il conto alla rovescia) crea una tensione narrativa che non ha una vera esplosione (per chi l'ha visto: il tornado è una metafora semplicissima ma che ha notevole spessore) ma che secondo me centra in pieno la questione.

Stasera l'Image manquante. Vi dirò...
  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq