Vai al contenuto


Foto
- - - - -

La Casa Dei Vostri Sogni...


  • Please log in to reply
199 replies to this topic

#21 Smog.

Smog.

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1816 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 14:52

Ho sempre pensato di voler vivere in una grande città, in una casa piccola, ma disegnata completamente (da me of course), con grandi cambi di quota e in maggioranza arredata architettonicamente (senza mobili, inutili). Per tutti questi motivi vado assolutamente matto per le vertical (o tower) houses in giappone. In tema domestico i nipponici sono imbattibili (anche per cose più estreme come la Nakagin Tower che è comunque in continuità con la loro storia) e penso che disegnatori come Waro Kishi, Sou Fujimoto, Hiroshi Nakamura o Atelier Bow-wow diano un ottima risposta alla densità tutta orizzontale di città come Tokyo (soprattutto gli ultimi).

una per tutte (Tower Machiya); avere una casa così in Italia è assolutamente impossibile.

Immagine inserita
Immagine inserita
  • 2
Nicola.

#22 gigiriva

gigiriva

    ï͂͑̉͆ͧͮͩ̓ͧ̒͒̉̎̂̊͆͑͐̊̓̊̅ͭ͗̐̄̏̾̄͊

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17609 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 14:58

se è una presa per il culo, potresti essere più esplicito. Grazie
E comunque se vi dà fastidio elimino il topic immediatamente....


:facepalm:
  • 0

rym |


#23 starmelt

starmelt

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4547 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 14:59

in maggioranza arredata architettonicamente (senza mobili, inutili)


Cosa si intende? Che ad esempio al posto di un armadio in camera crei un incasso nel muro e ci metti una porta scorrevole?
  • 0

#24 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11977 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:02

Ho sempre pensato di voler vivere in una grande città, in una casa piccola, ma disegnata completamente (da me of course), con grandi cambi di quota e in maggioranza arredata architettonicamente (senza mobili, inutili). Per tutti questi motivi vado assolutamente matto per le vertical (o tower) houses in giappone. In tema domestico i nipponici sono imbattibili (anche per cose più estreme come la Nakagin Tower che è comunque in continuità con la loro storia) e penso che disegnatori come Waro Kishi, Sou Fujimoto, Hiroshi Nakamura o Atelier Bow-wow diano un ottima risposta alla densità tutta orizzontale di città come Tokyo (soprattutto gli ultimi).

una per tutte (Tower Machiya)

Immagine inserita
Immagine inserita



aiuto soffoco solo a vederla :P
e poi è chiaramente abitata da qualche troia fantasma tipo ju-on
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#25 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:09


se è una presa per il culo, potresti essere più esplicito. Grazie
E comunque se vi dà fastidio elimino il topic immediatamente....


:facepalm:

che c'è? Mi potevano girare i coglioni, o devo chiedere permesso.
  • 0

#26 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:11

http://www.flickr.co...han/3637665001/
non ho trovato immagini delle case di Tadao Ando, ma il minimalismo zen dei suoi interni mi è sempre piaciuto.
  • 0

#27 Smog.

Smog.

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1816 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:11


in maggioranza arredata architettonicamente (senza mobili, inutili)


Cosa si intende? Che ad esempio al posto di un armadio in camera crei un incasso nel muro e ci metti una porta scorrevole?


esatto, l'esempio è calzante, ma le possibiltà e i vantaggi sono infiniti, soprattutto in direzione della riduzione degli spazi. sono estremamente interessato al tema dell'existenz minimum, ma soprattutto all'euritmia in cui ogni elemento ha una duplice o triplice funzione. questo non vuole necessariamente dire vivere come sardine arrivando a questo (che comunque è uno degli edifici più interessanti, di uno dei movimenti più interessanti del '900)
Immagine inserita


http://www.flickr.co...han/3637665001/
non ho trovato immagini delle case di Tadao Ando, ma il minimalismo zen dei suoi interni mi è sempre piaciuto.


di Ando rientra nel mio discorso, anche se è mosca bianca nella sua carriera, la 4x4, affascinante ma estremamente fighetta.

Immagine inserita
  • 1
Nicola.

#28 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11977 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:15



in maggioranza arredata architettonicamente (senza mobili, inutili)


Cosa si intende? Che ad esempio al posto di un armadio in camera crei un incasso nel muro e ci metti una porta scorrevole?


esatto, l'esempio è calzante, ma le possibiltà e i vantaggi sono infiniti, soprattutto in direzione della riduzione degli spazi. sono estremamente interessato al tema dell'existenz minimum, ma soprattutto all'euritmia in cui ogni elemento ha una duplice o triplice funzione. questo non vuole necessariamente dire vivere come sardine arrivando a questo (che comunque è uno degli edifici più interessanti, di uno dei movimenti più interessanti del '900)
Immagine inserita


secondo me è l'orrore vero, è roba disuamana e ultraclaustrofobica, lì dentro si vive come polli in batteria, cioè va oltre il concetto del lager. Senza offesa eh Smog ovviamente, ma non ti sentiresti un filo strettino?
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#29 Ladyshave

Ladyshave

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1507 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:19

Se non la conoscete vi consiglio questa rivista Architectural Digest (magari è sputtanata e non lo so eh), mostrano sempre case spettacolari http://www.architect...ideshow#slide=1
  • 0
The girl with the patent leather face
Sits in a darkened bedsit gloom
She chains her door, squats on the floor
Lets no one into her room
I'm alone and she's alone
And we should get together
I'll never ask you to remove
Your mask of shiny patent leather

"le 3 cose che preferisco sono le malattie sintetiche, il dramma dilatato e la rabbia sempliciotta&istintiva"

#30 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11977 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:21

altra bellezza italiana, casa malaparte

Immagine inserita
Immagine inserita
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#31 Number 6

Number 6

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12107 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:23

Le case troppo "spartane" architettonicamente sono belle a vedersi ma non ci abiterei. La freddezza eccessiva con troppi spigoli non fa per me.
  • 0
I'm not a number! I'm a free man!

#32 Smog.

Smog.

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1816 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:24

secondo me è l'orrore vero, è roba disuamana e ultraclaustrofobica, lì dentro si vive come polli in batteria, cioè va oltre il concetto del lager. Senza offesa eh Smog ovviamente, ma non ti sentiresti un filo strettino?


La Nakugin Tower è un edificio estremo, basato sugli studi per le cellule spaziali, sui sistemi prefabbricati e creato in un periodo storico preciso del Giappone, che passava in una generazione dal dominio di un continente e dall'utopia Manchuriana, alla deriva post-atomica e alla ricostruzione feroce. Un edificio del genere è innanzitutto un simbolo, un cluster verticale che ovviamente poteva esistere solo in giappone dove è tuttora diffusissimo il modello di hotel a cuccia super accessoriata (dove appunto entra solo il corpo) e dove è così diffusa la categoria sociale del salaryman. Si parla di capsule da 33 metri quadri è ovvio che si sta stretti. Altri Metabolisti hanno proposto di peggio in tal senso. ovvio che è impossibile paragonarlo ad Adalberto Libera.
  • 0
Nicola.

#33 stalker

stalker

    93

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3351 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:33

altra bellezza italiana, casa malaparte

Immagine inserita
Immagine inserita


se non sbaglio godard ci ha girato "le mépris"
  • 1

#34 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11977 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:35


secondo me è l'orrore vero, è roba disuamana e ultraclaustrofobica, lì dentro si vive come polli in batteria, cioè va oltre il concetto del lager. Senza offesa eh Smog ovviamente, ma non ti sentiresti un filo strettino?


La Nakugin Tower è un edificio estremo, basato sugli studi per le cellule spaziali e creato in un periodo storico preciso del Giappone, che passava in una generazione dal dominio di un continente e dall'utopia Manchuriana, alla deriva post-atomica e alla ricostruzione feroce. Un edificio del genere è innanzitutto un simbolo, un cluster verticale che ovviamente poteva esistere solo in giappone dove è tuttora diffusissimo il modello di hotel a cuccia super accessoriata (dove appunto entra solo il corpo). Si parla di capsule da 33 metri quadri è ovvio che si sta stretti. Altri Metabolisti hanno proposto di peggio in tal senso.


si non lo metto in dubbio, si è parlato anche nell'altro topic di certe derive novecentesche, mi fa strano che tu vedi come abitazione ideale posti estremamente angusti e grigi, anonimi come la prima e lontani dal verde, poi ok i gusti eccetera eccetera, però mi piacerebbe capire perchè davvero fatico a pensare che qualcuno possa (pieno di soldi e potendo scegliere) davvero voler vivere in una fredda scatoletta schiacciata tra i palazzi che tolgono la luce o in un loculo di cemento con oblò.

se non sbaglio godard ci ha girato "le mépris"


si, l'avevo scoperta così infatti
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#35 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:40

che poi casa Malaparte è solo firmata da Libera, ma il vero progetto pare fosse proprio di Malaparte, ed è ovvio che a Libera girassero parecchio le balle.
Rivista AD tutto il male possibile, per esperienza personale, ricordo con orrore alcuni clienti con lotti di terreno minuscoli, che ci portavano ad esempio per la loro casa le villazze (ogni tanto se ne trovano di belle) dei miliardari che avevano ad minchiam scelto da AD.
  • 0

#36 Number 6

Number 6

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12107 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:42

Vabbé ma se quegli arricchiti avevano cattivo gusto o un concetto tutto loro di "metro quadrato" mica è colpa di AD.
  • 0
I'm not a number! I'm a free man!

#37 Ladyshave

Ladyshave

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1507 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:46

che poi casa Malaparte è solo firmata da Libera, ma il vero progetto pare fosse proprio di Malaparte, ed è ovvio che a Libera girassero parecchio le balle.
Rivista AD tutto il male possibile, per esperienza personale, ricordo con orrore alcuni clienti con lotti di terreno minuscoli, che ci portavano ad esempio per la loro casa le villazze (ogni tanto se ne trovano di belle) dei miliardari che avevano ad minchiam scelto da AD.


Bene non me ne intendo, ci facevo solo voyeurismo a costo zero (me la forniscono gratis), consigliamene una buona Alfie.
  • 0
The girl with the patent leather face
Sits in a darkened bedsit gloom
She chains her door, squats on the floor
Lets no one into her room
I'm alone and she's alone
And we should get together
I'll never ask you to remove
Your mask of shiny patent leather

"le 3 cose che preferisco sono le malattie sintetiche, il dramma dilatato e la rabbia sempliciotta&istintiva"

#38 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:46

dai, lo dico meglio, AD non è una rivista per architetti (almeno questo è il mio parere).
  • 0

#39 Smog.

Smog.

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1816 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:49

si non lo metto in dubbio, si è parlato anche nell'altro topic di certe derive novecentesche, mi fa strano che tu vedi come abitazione ideale posti estremamente angusti e grigi, anonimi come la prima e lontani dal verde, poi ok i gusti eccetera eccetera, però mi piacerebbe capire perchè davvero fatico a pensare che qualcuno possa (pieno di soldi e potendo scegliere) davvero voler vivere in una fredda scatoletta schiacciata tra i palazzi che tolgono la luce o in un loculo di cemento con oblò.


Aspetta, non ho detto vorrei viverci. La Nakagin Tower mi interessa da architetto, gli studi che ci sono dietro, il movimento teorico, la continuità con la loro tradizione, l'immaginario cibernetico. Mi interessa anche quel corpo di soluzioni formali che sono patrimonio del giappone.

case come la primaa che ho postato sono tuttaltro che invivibili, sono semplicemente case inserite in un contesto urbano denso e saturo (appunto caratteristica di una grande città in cui vorrei vivere). mi sembra un ottimo compromesso tra gli spazi irrimediabilmente esigui che esige avere una villa unifamiliare in pieno centro e un senso di vivibilità. la luce soprattutto è inaspettatamente abbondante, è caratteristica dello studio atelier bow wow gestire le superfici illuminanti con soluzioni sapienti per cercare il sole dove possibile. e avrai notato anche l'uso di materiali estremamente caldi e abbondanti in quei luoghi (ciliegio soprattutto). si inseriscono poi nel profilo urbano in maniera sensibilissima, senza interruzioni.
altra tower house molto interessante è questa Mount Fuji - Near House sempre verso quel discorso di euritmia di cui parlavo (nella foto le travi esilissime di un solaio di non più di 16-18 cm si fanno libreria e pilastro; la struttura è più solida, ma leggerissima anche in direzione di prevenzione del problema sismico e allo stesso tempo la continuità visiva risulta aggraziatissima)

Immagine inserita

Immagine inserita
  • 4
Nicola.

#40 aldous

aldous

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1096 Messaggi:

Inviato 04 gennaio 2012 - 15:50

beh, io ai miei tempi ero abbonato a Casabella, Lotus e compravo a volte Domus e Abitare. Ma intendiamoci, non sono riviste (o forse sì) per non addetti ai lavori.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq