Vai al contenuto


Foto
- - - - -

E Morrissey?


  • Please log in to reply
193 replies to this topic

#21 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16385 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2006 - 14:12

Beh forse col tempo la voce di Morrissey è diventata un pò più profonda, a tratti manieristica e meno "leggera"...ma insomma direi che è normale che la voce vada a modificarsi col tempo, ed è quasi un miracolo che quella di Morrissey sia ancora così bella ed emozionante.
Certo ultimamente ci sta marciando un po' e spesso tende a "gigioneggiare"...però il suo fascino risiede anche in quello, è davvero uno dei più grandi interpreti della musica contemporanea, quando ascolto ad esempio un brano semplice come To Me You Are A Work Of Heart dall'ultimo album rimango sempre incantato da come in ogni strofa ripeta le stesse parole dando loro una cadenza diversa, accentuandole, enfatizzandole di volta in volta, rende viva e bellissima una canzone che in bocca a qualcun altro forse suonerebbe piuttosto piatta. Che si scriva o meno le canzoni, come le interpreta lui in pochi ci riescono!
  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#22 Guest_BlueValentine_*

Guest_BlueValentine_*
  • Guests

Inviato 31 ottobre 2006 - 14:25

Le sue attuali interpretazioni sembrano tendenzialmente roba di mestiere, perfettamente calibrate, controllate e con otto chilometri di vibrato, spesso pesanti e prive di vitalità (con eccezioni), e la voce ha perso discreta parte della chiarezza, l'umorismo e l'umanità (anche in senso drammatico) empatica dei tempi di The Queen Is Dead -  e anche le interpretazioni "gotiche" dei tempi erano preferibili, inverosimilmente vibranti - o forse in buona parte lo erano per la maggior qualità dei brani, dato che è difficile scindere del tutto le due cose.

Più che ai falsetti mi riferisco a certi yodel, o a certi vocalizzi spassosi o incredibilmente comunicativi che infilava qua e là, per esempio alla fine di Barbarism Begins At Home o quel "bumbly domp" (o quel che è) che infila spassosamente in mezzo all'appassionato romanticismo di There Is A Light That Never Goes Out, i gorgheggi singhiozzanti di Bigmouth Strikes Again.
E per rimanere in There Is A Light quel semplicemente incredibile "I don't care I don't care I don't care...") e il fervore nella ripetuta frase finale.
No, non c'è davvero paragone.
Ma anche alle melodie di per sè (giacchè ritengo siano sue) - le quali erano più nervosamente vitali, più vive, più vivide.
"And I'm a living sign...". La percepisco come una voce che, allora, aveva davvero qualcosa da esprimere, ovvero di qualcuno che sembrava non potesse fare a meno di cantare per esistere, mentre ora si limita a farlo per vivere.

Male gli ultimi tre album (a partire da Maladjusted).

Da ascoltare Vauxhall, Your Arsenal, Viva Hate.

#23 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2006 - 14:47


Trespass,le canzoni socio-politiche di Moz sono in stragrande minoranza...


Si'..ci mancherebbe! ;)
Era solo un mio parere! ;)

Pero' per me come testi e' inimitabile!
  • 0

#24 Guest_wowiezowie_*

Guest_wowiezowie_*
  • Guests

Inviato 31 ottobre 2006 - 14:58

Se non sbaglio ai tempi degli Smiths aveva dichiarato la sua incapacità a scrivere belle canzoni senza il supporto di Marr...dalle poche canzoni soliste che ho ascoltato penso avesse ragione.
Comunque The queen is dead è uno degli album più belli degli anni ottanta, l'unico disco pop che ascolto sempre con piacere

#25 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 31 ottobre 2006 - 15:34

Blue Valentine,in parte sono d'accordo con alcune tue critiche ma si dovrebbero prendere in considerazione diverse fasi della carriera e non soltanto l'abusato clichè del Moz prima e dopo Smiths.
Vocalizzi e yodel si trovano spesso anche nei dischi da solista nonchè in tutte le sue tournè.
Non mi pare poi che abbia perso chiarezza nella voce...dal vivo tiene benissimo(ascoltare il recente live at earls court o meglio andare a un concerto) e a livello discografico pure perchè non potrebbe uscire meglio dagli ultimi due album.
You are the quarry per me è un buon album che contiene alcune canzoni splendide mentre Ringleader of the tormentors,a parte Life is a pigsty non mi ha entusiasmato particolarmente per le canzoni e soprattutto per la musica,questa sì troppo monocorde e "calibrata".


Da ascoltare Vauxhall, Your Arsenal, Viva Hate.

Benissimo ma aggiungo Bona Drag,la raccolta di singoli del tormentato periodo post-Viva Hate che rende bene l'idea del primo Moz solista(dopo ovviamente lo strepitoso DVD Live in Dallas) come lo erano tuttavia Hatful of hollow e The world won't listen nella discografia Smiths per sintetizzare al meglio 4 anni di pura magia.
  • 0

#26 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 31 ottobre 2006 - 15:37

Se non sbaglio ai tempi degli Smiths aveva dichiarato la sua incapacità a scrivere belle canzoni senza il supporto di Marr...


Ma guarda un po'...la storia pare dica l'esatto contrario.  ::)
  • 0

#27 Guest_BlueValentine_*

Guest_BlueValentine_*
  • Guests

Inviato 31 ottobre 2006 - 16:46

Vocalizzi e yodel si trovano spesso anche nei dischi da solista nonchè in tutte le sue tournè.


Eh. I suoi dischi li conosco tutti, e non trovo sia così. Sono andati decisamente in calando.
In Hairdresser On Fire c'è qualcosa ma non vale l' "originale".
Non ci sono nemmeno in Vauxhall, in realtà, ma lì il canto è comunque caldo e umile - alquanto apprezzabile.
Intollerabile trovo più che altro quest'ultima sua fase.
Un vocalizzo che apprezzo recente che apprezzo - per quanto non regga la canzone - è quello alla fine di The First Of The Gang To Die, che ricorda un po' i tempi d'oro.

Non mi pare poi che abbia perso chiarezza nella voce...dal vivo tiene benissimo(ascoltare il recente live at earls court o meglio andare a un concerto) e a livello discografico pure perchè non potrebbe uscire meglio dagli ultimi due album.


Non intendevo chiarezza in quel senso.
Allo stesso tempo al momento non mi vengono in soccorso aggettivi chiarificatori (a proposito di chiarezza).


Da ascoltare Vauxhall, Your Arsenal, Viva Hate.

Benissimo ma aggiungo Bona Drag,la raccolta di singoli del tormentato periodo post-Viva Hate che rende bene l'idea del primo Moz solista(dopo ovviamente lo strepitoso DVD Live in Dallas) come lo erano tuttavia Hatful of hollow e The world won't listen nella discografia Smiths per sintetizzare al meglio 4 anni di pura magia.


Di certo è migliore degli ultimi!

Poi tra i pezzi sparsi mi piace sempre ricordare Boxers.

#28 Litrigol

Litrigol

    Fondatore della Compagnia dell'Indie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 330 Messaggi:
  • LocationCatania

Inviato 31 ottobre 2006 - 16:48

Litrigol,ti sembra che da Viva Hate in poi (eccetto qualche singolo suonato con gli ex Smiths Rourke e Joyce) Morrissey volesse insistere sul percorso già tracciato?


Credo che neanche gli Smiths siano sempre stati uguali a sè stessi, ma abbiano comunque sempre adottato certe sonorità, mantenendo un loro stile e rimanendo nei territori pop-rock. Trovo normale che senza Marr lo stile sia cambiato, ma Morrissey è rimasto in quel genere, mentre a parte Boomslang i dischi di Marr sono totalmente di altra pasta, si percepisce che volesse fare qualcosa di molto diverso mentre Morrissey no. Io la vedo così, poi, ovviamente, son punti di vista.
  • 0

#29 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 31 ottobre 2006 - 19:18

Morrissey è rimasto in quel genere, mentre a parte Boomslang i dischi di Marr sono totalmente di altra pasta, si percepisce che volesse fare qualcosa di molto diverso mentre Morrissey no. Io la vedo così, poi, ovviamente, son punti di vista.


Certo Litrigol,però dubito fortemente che Marr volesse fare qualcosa di molto diverso INSIEME agli Smiths.
Mossa tra l'altro molto improbabile per una band che aveva appena firmato un contratto milionario e che era all'apice della popolarità.
Insomma,escludo che lo scioglimento abbia a che fare con questo aspetto più o meno fondato.
Poi Marr non è che si sia messo a fare cose innovative o all'avanguardia anzi,ha fatto il mestierante per Matt Johnson e messo su un gruppetto già vecchio di 10 anni prima ancora di concepirlo e per di più nel peggior momento possibile.
Un disastro.
Imperdonabile.
  • 0

#30 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2006 - 23:50

mentre Ringleader of the tormentors,a parte Life is a pigsty non mi ha entusiasmato particolarmente per le canzoni e soprattutto per la musica,questa sì troppo monocorde e "calibrata".


Oddio...."I Will See You In Far-Off Places" secondo me e' un capolavoro!
E non esagero cacchio!
Potenza e gusto in un'unica canzone!!!
Influenze orientaleggianti..basso pazzesco e una grande interpretazione (con un bel testo..)!

Secondo me quella canzone e', semplicemente, un capolavoro assoluto!
Poi il resto dell'album e' abbastanza fiacco..e sicuramente non paragonabile a "You Are The Quarry" che, non capisco perche' lo snobbate..quando a mio avviso e' davvero ottimo in tutto (interpretazione..idee, ecc..)!
Forse e' ottimo perche' c'ha messo tanti anni per farlo..bho! ;)
  • 0

#31 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16385 Messaggi:

Inviato 02 novembre 2006 - 09:01

Anche secondo me You Are The Quarry è migliore dell'ultimo, sebbene gli ultimi due pezzi li abbia sempre trovati inutili e in generale sia un pò rovinato da una produzione non all'altezza ed eccessivamente frivola, un pò di plastica (alcuni pezzi a mio parere come America Is Not The World e The World Is Full...sono arrangiati in maniera pessima). La produzione però è anche il difetto principale di Ringleaders Of The tormentors, che già soffre di per sè di una certa omogeneità nella scrittura dei pezzi ma che è resa ancora più "monolitica" da un sound troppo pieno, "vecchio"...Visconti secondo me è proprio bollito, è rimasto davvero a venti anni fa (spero che Bowie la prossima volta ce lo mandi...).
Si insomma...se i due album in questione "si fossero scambiati le produzioni" forse sarebbero stati migliori
  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#32 Guest_materasso-divino_*

Guest_materasso-divino_*
  • Guests

Inviato 02 novembre 2006 - 11:49

l'ho visto a giugno all'heineken.
conoscevo solo due canzoni. You have killed me e Irish blood.
Sebbene l'abbia trovato fuori contesto, nonostrante tutto le canzoni non conoscendole per nulla si sono lasciate ascoltare con piacere. Un pop-rock molto raffinato, ma capace anche di grintose accelerazioni.
Purtroppo, ripeto, non sono riuscito ad apprezzarlo pienamente, anche se la sua fama lo precede e mi rendo conto dei meriti artistici di Morrissey.
Più che altro, mi ha colpito positivamente il personaggio, l'intrattenitore.
L'ho trovato una persona molto ricca d spirito, energia, ma soprattutto ha una grande autoironia. Ed è un pregio che personalmente apprezzo molto.
Scherzava col pubblico, ma specialmente si rendeva conto del suo essere fuori posto. Una battuta a caso..."questo é il nuovo singolo. In Italia é arrivato al 25° posto, ma poi é uscito subito fuori dalle classifiche. Nessuna novità. Anzi..."
Grande personaggio. Ditemi se mi sbaglio :)

#33 Guest_BlueValentine_*

Guest_BlueValentine_*
  • Guests

Inviato 02 novembre 2006 - 12:02

Anche secondo me You Are The Quarry è migliore dell'ultimo, sebbene gli ultimi due pezzi li abbia sempre trovati inutili e in generale sia un pò rovinato da una produzione non all'altezza ed eccessivamente frivola, un pò di plastica (alcuni pezzi a mio parere come America Is Not The World e The World Is Full...sono arrangiati in maniera pessima). La produzione però è anche il difetto principale di Ringleaders Of The tormentors, che già soffre di per sè di una certa omogeneità nella scrittura dei pezzi ma che è resa ancora più "monolitica" da un sound troppo pieno, "vecchio"...Visconti secondo me è proprio bollito, è rimasto davvero a venti anni fa (spero che Bowie la prossima volta ce lo mandi...).
Si insomma...se i due album in questione "si fossero scambiati le produzioni" forse sarebbero stati migliori


Sono d'accordo che entrambe le produzioni siano state rovinose.


#34 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 02 novembre 2006 - 12:19

l'ho visto a giugno all'heineken.
conoscevo solo due canzoni. You have killed me e Irish blood.
Sebbene l'abbia trovato fuori contesto, nonostrante tutto le canzoni non conoscendole per nulla si sono lasciate ascoltare con piacere. Un pop-rock molto raffinato, ma capace anche di grintose accelerazioni.
Purtroppo, ripeto, non sono riuscito ad apprezzarlo pienamente, anche se la sua fama lo precede e mi rendo conto dei meriti artistici di Morrissey.
Più che altro, mi ha colpito positivamente il personaggio, l'intrattenitore.
L'ho trovato una persona molto ricca d spirito, energia, ma soprattutto ha una grande autoironia. Ed è un pregio che personalmente apprezzo molto.
Scherzava col pubblico, ma specialmente si rendeva conto del suo essere fuori posto. Una battuta a caso..."questo é il nuovo singolo. In Italia é arrivato al 25° posto, ma poi é uscito subito fuori dalle classifiche. Nessuna novità. Anzi..."
Grande personaggio. Ditemi se mi sbaglio :)


Eheheh..hai ragione..e' sicuramente auto-ironico e grande show-man sul palco! ;)
  • 0

#35 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 18 dicembre 2006 - 09:05

Si è da poco concluso un poll della BBC per eleggere l'icona vivente della Gran Bretagna.
Qui si trovano i risultati e Morrissey si è piazzato al secondo posto dietro al naturalista David Attenborough,ma DAVANTI a Sir Paul McCartney e David Bowie!
Un ulteriore attestato di riconoscenza dell'importanza e dell'influenza di questo personaggio che non è un semplice rigulgito degli anni '80 come ancora qualcuno pensa.
Qui trovate anche uno spezzone che ritrae alcuni momenti inscenati del ballottaggio a tre,compresa una breve intervista.
  • 0

#36 Guest_floriano_*

Guest_floriano_*
  • Guests

Inviato 18 dicembre 2006 - 11:00

Un buon menestrello ha bisogno di un buon accompagnamento..., guarda caso le sue produzioni migliori sono quelle in cui accanto aveva fior di chitarristi come appunto marr negli smiths e viva hate col grande ( non solo poeta ma anche ottimo chitarrista ) Vini reilly 

#37 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 18 dicembre 2006 - 13:22

Si è da poco concluso un poll della BBC per eleggere l'icona vivente della Gran Bretagna.
Qui si trovano i risultati e Morrissey si è piazzato al secondo posto dietro al naturalista David Attenborough,ma DAVANTI a Sir Paul McCartney e David Bowie!
Un ulteriore attestato di riconoscenza dell'importanza e dell'influenza di questo personaggio che non è un semplice rigulgito degli anni '80 come ancora qualcuno pensa.
Qui trovate anche uno spezzone che ritrae alcuni momenti inscenati del ballottaggio a tre,compresa una breve intervista.


In UK il MOZ e' ancora quasi piu' importante della regina stessa..
  • 0

#38 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2006 - 01:23

Ma "You Have Killed Me" per caso parla degli stupri?
Non vorrei farmi mille seghe mentali io con ermetismi vari..pero'..andando piu' a fondo nelle parole..mi sembra parli di stupro..!
  • 0

#39 Meat is Murder

Meat is Murder

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 91 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2006 - 13:17

Ma "You Have Killed Me" per caso parla degli stupri?
Non vorrei farmi mille seghe mentali io con ermetismi vari..pero'..andando piu' a fondo nelle parole..mi sembra parli di stupro..!


A me sembra che si parli addosso e basta ;D
  • 0

#40 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16492 Messaggi:

Inviato 22 dicembre 2006 - 16:04

Premesso che ultimamente MORRISSEY ce l'ha contro tutti e tutto nei suoi testi..e a volte risulta pure noioso.. ;)

Pero' bho..mi pare che una chiave di letture di YOU HAVE KILLED ME..sia parlare dello stupro..
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq