Vai al contenuto


Foto
* * * * - 2 Voti

Sergio Leone


  • Please log in to reply
119 replies to this topic

#1 fernando wood

fernando wood

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 614 Messaggi:

Inviato 22 aprile 2011 - 21:31

Il 30 aprile è il giorno della commemorazione di uno dei più grandi registi italiani e mondiali, Sergio Leone. Scomparso nel 1989, ha lasciato in eredità al cinema globale una breve quanto potente lista di titoli.
Tutte queste pellicole, né più né meno, sono state considerate a posteriori dei simboli, dei cult, delle fonti inesauribili d??ispirazioni per i cineasti moderni.

Poteva mancare una sua monografia su Ondacinema?

Abbiamo pensato che la risposta fosse "no". Ecco qua, allora:


http://ondacinema.it...rgio_leone.html

  • 1

"...a mentire alle mani, al cuore, ai reni..."

Le traiettorie dei neon

Superheroes meaning


#2 Pierrotelaluna

Pierrotelaluna

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5349 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 06:26



Poteva mancare una sua monografia su Ondacinema?

Abbiamo pensato che la risposta fosse "no". Ecco qua, allora:


http://ondacinema.it...rgio_leone.html


Certo che non poteva mancare, anzi.

Uno dei registi che amo di più. Tra i grandi di sempre.
Mentre gli spaghetti western degli altri sembravano, anzi, molti lo erano, film di serie B, Leone girava opere che hanno cambiato un genere vecchio quanto il cinema, il western.
Lento, silenzioso e verboso, ironico, è il cinema che da bambino mi ha colpito prima di ogni altro.
  • 0
Ti ritiri tu? Tiritirità?
Tannen, io ti maledico.

#3 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 23 aprile 2011 - 08:21

Il più Grande di tutti e di sempre
  • 1

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#4 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 23 aprile 2011 - 08:35

Fate i seri però: non si può dare meno di 10 ai film della trilogia del dollaro eh, non ci siamo
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#5 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6825 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 08:38

Devo ancora leggerla, ma già col titolo della monografia e dando il voto più alto a c'era una volta in america siete partiti col piede giusto.
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#6 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 23 aprile 2011 - 08:45

Non fate gli indie su, il meglio di Leone sono QUEI 3 film lì. Bella la descrizione di "C'era una volta il West"
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#7 Pierrotelaluna

Pierrotelaluna

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5349 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 10:59

Non fate gli indie su, il meglio di Leone sono QUEI 3 film lì. Bella la descrizione di "C'era una volta il West"


Vero.
Probabilmente i due "C'era una volta..." possono essere considerati capolavori nel senso tradizionale del termine.
Ma il meglio rimangono le tre opere della trilogia del dollaro, sono quelli che hanno dato uno scossone al genere western e al cinema mondiale in genere.
Violenza e ironia, velocissimi primi piani e primissimi piani per arrivare al momento clou, il duello o il triello finale, quello che era atteso dall'inizio del film. La colonna sonora del maestro Morricone che amplificava l'emozione della sparatoria imminente.
Il massimo.


  • 0
Ti ritiri tu? Tiritirità?
Tannen, io ti maledico.

#8 gigiriva

gigiriva

    ï͂͑̉͆ͧͮͩ̓ͧ̒͒̉̎̂̊͆͑͐̊̓̊̅ͭ͗̐̄̏̾̄͊

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17588 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 11:25

Devo ancora leggerla, ma già col titolo della monografia e dando il voto più alto a c'era una volta in america siete partiti col piede giusto.


infatti, mi hanno fatto risparmiare il tempo perso a leggerla
  • 0

rym |


#9 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12901 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 11:31

Mentre gli spaghetti western degli altri sembravano, anzi, molti lo erano, film di serie B


Anch'io pensavo così fino a pochi anni fa e ovviamente c'è moltissima spazzatura, ma gli spaghetti western sono un genere molto più vario e complesso di quello che in genere si crede, con un numero incredibile di registi e film incredibilmente interessanti che andrebbero riscoperti seriamente (quindi al di fuori delle facili e in fondo svilenti rivalutazioni legate all'estetica "trash").
  • 0

#10 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 23 aprile 2011 - 11:34


Non fate gli indie su, il meglio di Leone sono QUEI 3 film lì. Bella la descrizione di "C'era una volta il West"


Vero.
Probabilmente i due "C'era una volta..." possono essere considerati capolavori nel senso tradizionale del termine.
Ma il meglio rimangono le tre opere della trilogia del dollaro, sono quelli che hanno dato uno scossone al genere western e al cinema mondiale in genere.
Violenza e ironia, velocissimi primi piani e primissimi piani per arrivare al momento clou, il duello o il triello finale, quello che era atteso dall'inizio del film. La colonna sonora del maestro Morricone che amplificava l'emozione della sparatoria imminente.
Il massimo.




Intrattenimento allo stato puro. Leone trasporta il western fuori dalle sabbie mobili hollywoodiane e dalle logiche dell'epopea/eroe etc. e, del resto, cosa avrebbe potuto importargliene? Spesso si ha, anzi, l'impressione che l'ambientazione (pure fondamentale) sia un mero pretesto per la messa in scena di una (dis)umanità disincantata, spietata e/o (tanto) disperata (quanto) fatalista a seconda che ci si collochi dalla parte delle vittime o dei carnefici di turno. Il tutto in un mondo dominato dalla mafia (per un pugno di dollari) dal rancore e dalla vendetta (per qualche dollaro in più) e dalla guerra (il buono, il brutto, il cattivo) e sovrastato dall'avidità che schiaccia tutto e tutti. Se nei primi due film affiora in qualche modo un sentire comunque """nobile""" (joe che salva la famigliola nel primo film anche se resta il dubbio che lo faccia per il suo sporco doppio gioco, e forse è tutte e due le cose, e la figura del colonnello Mortimer nel secondo) nel terzo, come giustamente descritto, cade qualsiasi forma di pietà. Ne resta soltanto la parvenza nel biondo che commenta l'assalto al ponte o copre col cappotto il soldato morente dopo avergli regalato l'ultima boccata di sigaro.

Il resto l'ha detto Pierrot: inquadrature, musica, battute poche e fulminanti. Incommensurabili e irraggiungibili.
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#11 Guest_ale_*

Guest_ale_*
  • Guests

Inviato 23 aprile 2011 - 11:34

per me i suoi 3 capolavori sono: Il buono, il brutto e il cattivo; C'era una volta il west; C'era una volta in America.
il primo riassume quello che Leone aveva fatto con i precedenti due western, in più porta all'esasperazione tutto il campionario di battute memorabili, personaggi straordinari, duelli immortali, colonne sonore mozzafiato, insomma tutto quello che aveva fatto grande il Leone-style.
il secondo apre una nuova stagione: è ancora un western, ma è già qualcos'altro, è funereo e mortifero, mitico/mitologico (mentre l'altro era picaresco), imponente.
l'ultimo è la sintesi di un'intera carriera: prolisso, soffre di gigantismo, tedio, egocentrismo, irrita, è sfilacciato in molti punti, pieno di buchi, è senza soluzioni, fluttua nel Tempo senza una storia, senza un presente. è un film unico che riempe una vita.

#12 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6825 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 11:45

l'ultimo è la sintesi di un'intera carriera: prolisso, soffre di gigantismo, tedio, egocentrismo, irrita, è sfilacciato in molti punti, pieno di buchi, è senza soluzioni, fluttua nel Tempo senza una storia, senza un presente. è un film unico che riempe una vita.


Esatto.
La trilogia del dollaro è bellissima, ma c'era una volta in America è proprio oltre, e tutti i difetti che c'ha non fanno altro che renderlo ancora più bello.
  • 0

Statisticamente parlando, non lo so.


#13 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20043 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 23 aprile 2011 - 11:51

Per me the best è Giù la testa, mi viene sempre un groppo in gola quando lo rivedo, quella sequenza di lui su quel ridicolo motorino con la bandiera dell'Irlanda piegata in 4 e i suoi ricordi di quando aveva la fidanzata. Mi commuove solo a scriverla  :-[ :cool:
  • 0

#14 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 18:58

io non sono mai riuscito ad amare veramente Leone, pur apprezzandone in toto il suo lavoro e riconoscendogli (e non vedo come non si potrebbe) un ruolo di primissimo ordine nella storia del cinema.
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#15 Ɲ●†

Ɲ●†

    Haunted

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11636 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 19:14

Il Buono, il Brutto e il Cattivo meriterebbe di entrare nella Storia anche solo per i titoli di testa. Visto due anni fa sull'enorme schermo di Piazza Maggiore a Bologna mi è rimasto indelebilmente impresso nella memoria... Bellissimi anche gli altri 2 della Trilogia e pure Giù la Testa. C'era una volta il West me lo dovrei rivedere,perchè ero giù di tono quella sera ed è un film che va seguito con molta attenzione - non certo una passeggiata - mentre dovrei proprio vedere C'era una volta in America , che ho sciaguratamente perso, ma mi rifarò quanto prima...

Una delle cose che più mi fanno amare i western di Leone (a me che non sono certo un patito del genere) è che sembrano sospesi in un'assenza temporale, non sono circostanziati storicamente, a loro modo sono anche astratti, non rimandano ad un'epoca precisa. Il Fuori non esiste. Questo permette all'azione, ai dialoghi e alle trovate registiche (mozzafiato) di risultare ancora più incisive, archetipiche, eterne,accentuando al massimo anche il puro godimento...
  • 0
A chemistry of commotion and style

#16 Number 6

Number 6

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12107 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 19:56

Il più Grande di tutti e di sempre


Mi tocca darti ragione. Siamo al top delle mie preferenze. Kubrick, Hitchcock, De Sica, Monicelli e pochi altri possono vantare uno standard così alto per così tanti film.
  • 0
I'm not a number! I'm a free man!

#17 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20043 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 23 aprile 2011 - 20:26


Il più Grande di tutti e di sempre


Mi tocca darti ragione. Siamo al top delle mie preferenze. Kubrick, Hitchcock, De Sica, Monicelli e pochi altri possono vantare uno standard così alto per così tanti film.


Eh ma Leone di film ne ha fatti pochini...
  • 0

#18 Number 6

Number 6

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12107 Messaggi:

Inviato 23 aprile 2011 - 20:47

Per me i registi che hanno retto sette film di fila tutti capolavori si contano sulle dita di una mano.
  • 0
I'm not a number! I'm a free man!

#19 Limenitis

Limenitis

    sputasentenze

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25804 Messaggi:
  • LocationArcore (ex URSS)

Inviato 23 aprile 2011 - 22:14


Una delle cose che più mi fanno amare i western di Leone (a me che non sono certo un patito del genere) è che sembrano sospesi in un'assenza temporale, non sono circostanziati storicamente, a loro modo sono anche astratti, non rimandano ad un'epoca precisa. Il Fuori non esiste. Questo permette all'azione, ai dialoghi e alle trovate registiche (mozzafiato) di risultare ancora più incisive, archetipiche, eterne,accentuando al massimo anche il puro godimento...



Verità. E' Cinema allo stato puro, oltre il contesto.
  • 0

Stefano

 

 

Sono stato ad un loro concerto in prima fila, impiedi. Ubriaco fracico ed erano convinte fossi un fan sfegatato, mi dedicavano le canzoni mentre io per quasi due ore urlavo: troieee!

 


#20 Number 6

Number 6

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12107 Messaggi:

Inviato 24 aprile 2011 - 19:32

A me quello che piace di quei western è la de-epicizzazione, l'essere brutti, sporchi e cattivi di tutte, proprio tutte, le figure e dello stesso contesto. Non ci sono eroi, non c'è gloria, è tutto una merda.
Ogni tanto c'è un lampo di umanità, vagamente intesa, ma mai esentata da un sentore di interesse personale.
Esemplare in questo senso la celeberrima scena del ponte ne "Il buono, il brutto e il cattivo".
Tutto ciò è troppo particolare nella filmografia mondiale. Ed è troppo bello.
  • 0
I'm not a number! I'm a free man!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq