Vai al contenuto


Foto
- - - - -

1861-2011 l'Unità d'Italia vista da OndaRock


  • Please log in to reply
174 replies to this topic

#41 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 25 aprile 2011 - 13:23

Immagine inserita
[img width=150]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/thumb/b/bd/Giorgio_Amendola.jpg/200px-Giorgio_Amendola.jpg[/img][img width=150]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/0/00/Pertini_ritratto.jpg/225px-Pertini_ritratto.jpg[/img][img width=150]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/f/f4/Riccardo_Bauer.jpg[/img][img width=150]http://upload.wikimedia.org/wikipedia/it/3/39/Giuseppe_Spataro.jpg[/img][img width=150]http://www.nato.int/pictures/cv/secgen/brosio.jpg[/img]

GRAZIE


  • 1
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#42 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 28 marzo 2012 - 13:39

Attenzione: dentro ci siamo tutti, è il potere che offende

http://www.youtube.com/watch?v=iqnpYAUY-sM

auguri, vecchia e splendida puttana
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#43 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3184 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2012 - 22:28

La mia visione sulla storia dell'unità d'Italia è che purtroppo fanno studiare a scuola una storia falsata e faziosa, in quanto completamente sbilanciata in favore del Centro-Nord. Insomma, il Regno delle Due Sicilie dei Borbone viene liquidato come arretrato e oscurantista, senza analizzare in alcun modo gli ammirevoli tentativi di riforma industriale e infrastrutturale compiuti dai sovrani borbonici. Inoltre si glissa completamente sulle razzie e sugli eccidi compiuti dai Savoia nel Sud Italia, e sul fatto che interi comuni del Meridione vennero rasi al suolo, come Pontelandolfo e Casalduni, situati nel beneventano. Per non parlare del fatto che i "Mille" di Garibaldi non erano affatto eroi animati da nobili ideali di unificare il paese, ma delinquenti, mafiosi e avanzi di galera. Inoltre è davvero incredibile constatare che numerose strade sono state dedicate ad assassini e delinquenti come Garibaldi, Enrico Cialdini e Nino Bixio, o a imbroglioni come Cavour e Vittorio Emanuele, o ancora a un sedicente medico razzista come Cesare Lombroso.
Infine, la cosa che più trovo ingiusta è che i tanti meridionali che hanno difeso la loro patria dall'invasione sabauda, alla fine sono passati alla storia come "briganti" e "delinquenti", e non come eroi difensori della patria (com'era giusto che fosse) al pari dei partigiani.

In parole povere l'unità d'Italia così come la fanno studiare a scuola è una vera boiata. Ritengo che il Risorgimento andrebbe completamente rivisto e che Napolitano dovrebbe solo andarsene affanculo quando sbandiera la sua retorica pro-unità.
  • 3

 


#44 gulliver

gulliver

    Classic Rocker

  • Banned
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5070 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2012 - 22:32

grande tankian che tira la volata al ritorno di notker!
  • 1

#45 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3184 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2012 - 22:35

Ma perché voi del sud siete così patriottici?
http://www.youtube.c...ne risorgimento


Perché la nostra storia è stata completamente denigrata, considerata di poco conto. Quindi credo che sia giunta l'ora che tutti sappiano cosa c'è dietro la retorica dei "fratelli d'Italia".
  • 1

 


#46 Guybrush Threepwood

Guybrush Threepwood

    avvocato delle cause perse

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3769 Messaggi:
  • Locationromagnolo in teutonia

Inviato 09 luglio 2012 - 22:50

La mia visione sulla storia dell'unità d'Italia è che purtroppo fanno studiare a scuola una storia falsata e faziosa, in quanto completamente sbilanciata in favore del Centro-Nord. Insomma, il Regno delle Due Sicilie dei Borbone viene liquidato come arretrato e oscurantista, senza analizzare in alcun modo gli ammirevoli tentativi di riforma industriale e infrastrutturale compiuti dai sovrani borbonici. Inoltre si glissa completamente sulle razzie e sugli eccidi compiuti dai Savoia nel Sud Italia, e sul fatto che interi comuni del Meridione vennero rasi al suolo, come Pontelandolfo e Casalduni, situati nel beneventano. Per non parlare del fatto che i "Mille" di Garibaldi non erano affatto eroi animati da nobili ideali di unificare il paese, ma delinquenti, mafiosi e avanzi di galera. Inoltre è davvero incredibile constatare che numerose strade sono state dedicate ad assassini e delinquenti come Garibaldi, Enrico Cialdini e Nino Bixio, o a imbroglioni come Cavour e Vittorio Emanuele, o ancora a un sedicente medico razzista come Cesare Lombroso.
Infine, la cosa che più trovo ingiusta è che i tanti meridionali che hanno difeso la loro patria dall'invasione sabauda, alla fine sono passati alla storia come "briganti" e "delinquenti", e non come eroi difensori della patria (com'era giusto che fosse) al pari dei partigiani.

In parole povere l'unità d'Italia così come la fanno studiare a scuola è una vera boiata. Ritengo che il Risorgimento andrebbe completamente rivisto e che Napolitano dovrebbe solo andarsene affanculo quando sbandiera la sua retorica pro-unità.


beh che la storia venga scritta dai vincitori e che non sia priva di misticizzazioni e falsature è risaputo, ma per quanto il tuo post contenga sicuramente degli elementi veritieri mi sembra a sua volta molto sbilanciato nella direzione opposta.
inanzitutto gli elementi che citi sono applicabili a tutti gli eventi, dalla rivoluzione francese, ai romani, alla seconda guerra mondiale etc...

però in generale non mi sembra che la storia del sud sia particolarmente denigrata, anzi napoli viene indicata come una delle città più avanzate e produttive del paese fino a poco prima dell unificazione per dirne una. ma è anche innegabile che in certi aspetti il meridione era davvero "arretrato" rispetto al nord e che la dominazione borbonica/spagnola aveva lasciato un segno per certi versi negativo.

che poi l unità sia stata imposta e che lo sia stata con la forza non lo nego assolutamente, ma lo stesso è successo con le regioni nord-orientali; o in tutti gli altri paesi. e altrettanto logico è che il nuovo paese cerchi di favorire una visione positiva dell unificazione, per creare un senso di unità e quant altro in quanto in suo interesse, ma questo può avere nel lungo periodo anche degli effetti benefici, sennò non si sarebbe formata una nazione a dirne una e saremmo ancora tutti ad ammazzarci a vicenda per torti del passato
  • 1

#47 Garga Charrua

Garga Charrua

    La Cura.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9285 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2012 - 22:53

Per me le violenze dei piemontesi lasciano il tempo che trovano. Il regno di Napoli fu sconfitto innanzitutto dalla storia, e qua ci si può far poco. Bisogna rifiutare la retorica dolciastra alla Benigni del tutto bello, tutti bravi, tutti eroi, ma visto che il passo verso l'incensare quel regno di peones che erano le Due Sicilie è breve, mi tengo tranquillamente quella merda di Garibaldi senza alcun rimorso.
  • 1

"Sei stati, cinque nazioni, quattro lingue, tre religioni, due alfabeti e un solo Gargamella."


#48 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 36968 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 09 luglio 2012 - 23:47

Per me le violenze dei piemontesi lasciano il tempo che trovano.


"Etica ed estetica: la violenza nell'unità d'italia"
  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#49 Farzan

Farzan

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4897 Messaggi:
  • LocationPr

Inviato 10 luglio 2012 - 00:02

rivoglio Torino capitale
  • 1

#50 MilleLire

MilleLire

    IL MORALIZZATORE

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3876 Messaggi:
  • LocationFirenze

Inviato 10 luglio 2012 - 08:12


Quanto hai scritto risponde in massima parte al vero, ma anche la tua è una critica filtrata dalle tue idee, come è giusto che sia.
Tutta la storia dell'umanità è stata scritta con il sangue.
Tutti i condottieri che vengono chiamati eroi sono stati in realtà "assassini": da Napoleone ad Alessandro Magno.
Estremizzando, la critica storica distingue in effetti in maniera troppo netta tra "buoni e cattivi" in ragione del fatto che abbiano combattuto battaglie per ideali ritenuti a posteriori giusti o sbagliati, teoria espressa 500 anni fa anche da Machiavelli.
Garibaldi è ritenuto un personaggio "buono", degno di essere chiamato "eroe dei due mondi" perchè ha combattuto per l'Unità d'Italia e per l'Uruguay contro il dominio Argentino.
Finalità che riteniamo, a posteriori, giuste.
  • 1
Immagine inserita

#51 dEST

dEST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 28012 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 10 luglio 2012 - 08:26

Finalità che riteniamo, a posteriori, giuste.

Il famoso senno di poi?

Le osservazioni di Tankian sono giuste; la miseria c'era anche al nord, ora qua sembra che prima dell'unità d'italia il sud fosse una specie di enorme lazzaretto e il nord una svizzera pacificata e tecnologica. Non è così, ma la storia si fa a posteriori e tutti contenti
  • 1

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#52 MilleLire

MilleLire

    IL MORALIZZATORE

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3876 Messaggi:
  • LocationFirenze

Inviato 10 luglio 2012 - 08:32

Le osservazioni di Tankian sono giuste; la miseria c'era anche al nord, ora qua sembra che prima dell'unità d'italia il sud fosse una specie di enorme lazzaretto e il nord una svizzera pacificata e tecnologica.


No questo lo sostengono solo Calderoli e Bossi.

Quasi tutta la critica storica è unanime a ritenere indispensabile l'unificazione anche dal punto di vista economico.

Se l'Unità d'Italia la ritenessimo a posteriori un evento negativo avremmo lapidato Garibaldi come un assassino qualunque. Invece ha incarnato e incarna tuttora (spero) un sentimento patriottico comune a molti ergo è stato un eroe secondo la critica storica
  • 0
Immagine inserita

#53 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3184 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 14:58

beh che la storia venga scritta dai vincitori e che non sia priva di misticizzazioni e falsature è risaputo, ma per quanto il tuo post contenga sicuramente degli elementi veritieri mi sembra a sua volta molto sbilanciato nella direzione opposta.
inanzitutto gli elementi che citi sono applicabili a tutti gli eventi, dalla rivoluzione francese, ai romani, alla seconda guerra mondiale etc...


Non credo che il mio post sia fazioso, semplicemente rispecchia quella che è la verità taciuta sull'unita d'Italia. Invece i libri di storia scolastici che esaltano la cultura industriale del Nord e che bollano come retrogrado e oscurantista il Regno Borbonico, sì che sono bilanciati e imparziali.
E' vero che gli elementi che cito sono applicabili a tutti gli eventi, ma differenza degli altri episodi da te citati il Mezzogiorno paga ancora per i danni subiti a causa dell'unità d'Italia, poiché la "nobile" unità non è stata altro che un allargamento del regno di Piemonte a danno di tutti gli altri stati pre-unitari, soprattutto al Sud, il quale ha subito una mera operazione di colonialismo. La condizione di minorità imposta al Sud si vede tutt'ora. Per farla breve, i soldati piemontesi fecero ai Meridionali ciò che i conquistadores fecero agli indios.

però in generale non mi sembra che la storia del sud sia particolarmente denigrata, anzi napoli viene indicata come una delle città più avanzate e produttive del paese fino a poco prima dell unificazione per dirne una. ma è anche innegabile che in certi aspetti il meridione era davvero "arretrato" rispetto al nord e che la dominazione borbonica/spagnola aveva lasciato un segno per certi versi negativo.


E' vero, non tutta la storia del Sud viene denigrata, ma quella borbonica (lo ripeto ancora una volta) è stata ingiustamente accusata di essere retrograda e di essere la causa principale del sottosviluppo del Mezzogiorno. Quello del Sud arretrato e latifondista e del Nord borghese e industrializzato prima dell'unità è solo una panzana, anzi, a differenza del Regno delle Due Sicilie, il Regno di Savoia aveva un debito pubblico spaventoso causato dalle speculazioni finanziarie di Cavour, che si estende tutt'ora all'Italia unita. La verità è che il Regno Borbonico non solo non era messo peggio degli altri stati pre-unitari, ma era addirittura il terzo stato più ricco d'Europa, dietro solo a Inghilterra e Francia, che già all'epoca erano grandi stati consolidati, contro i quali era difficilissimo competere.

che poi l unità sia stata imposta e che lo sia stata con la forza non lo nego assolutamente, ma lo stesso è successo con le regioni nord-orientali; o in tutti gli altri paesi. e altrettanto logico è che il nuovo paese cerchi di favorire una visione positiva dell unificazione, per creare un senso di unità e quant altro in quanto in suo interesse, ma questo può avere nel lungo periodo anche degli effetti benefici, sennò non si sarebbe formata una nazione a dirne una e saremmo ancora tutti ad ammazzarci a vicenda per torti del passato


E' vero che l'unità non è stata imposta solo al Sud, così come è altrettanto vero che non solo il Sud ha subito. Infatti anche i Ducati di Parma e di Modena hanno subito ruberie non da poco, così come la burocrazia Lombardo-Veneta è stata soppiantata da quella piemontese, la quale non teneva minimamente conto delle competenze e delle abitudini di quelle persone. Non a caso, il milanese Carlo Cattaneo era un convinto sostenitore del federalismo ed era contrario alla vergogna della "piemontesizzazione" e consigliò vivamente gli abitanti del Regno di Napoli di non sostenere i Savoia.
Mi spieghi quali sono stati gli effetti benefici dell'unità ? E per chi soprattutto ? A beneficiare dell'unità sono stati solo politici corrotti e massoni, il cui simbolo purtroppo è diventato il "nostro tricolore". Di certo non ne hanno beneficiato operai e contadini, tanto del Nord e del Centro, quanto del Sud. Tuttavia, a distanza di 150 anni possiamo dire senza ombra di dubbio che per il Sud Italia l'unità è stato un bidone colossale. Insomma, dietro il paravento dell'unità e della lotta al brigantaggio si sono giustificate le azioni più ignobili e meschine, come l'emanazione della legge Pica del 1863 con la quale si autorizzava l'arresto e la fucilazione di qualunque meridionale accusato di brigantaggio, anche senza avere in mano uno straccio di prove. Molti di quei "terroni" arrestati vennero deportati nel carcere lager di Fenestrelle, situato in Piemonte, nella Val Chisone, e lì persero la vita a causa delle sevizie e delle torture che gli vennero inferte. Parliamo di svariate migliaia di persone (purtroppo non si conoscono i numeri esatti, visto che molti detenuti non venivano registrati, per non parlare del fatto che venivano squagliati nella calce viva), roba che non ha nulla da invidiare ad Auschwitz.
Inoltre, visto che ritieni così benefica l'unità, spiegami come mai gli abitanti del Sud Italia sono emigrati a milioni (verso USA, Germania, Australia, Nord Italia, etc.) solo dopo l'unità e non prima, all'epoca dei "tanto oppressori" Borbonici. Ti dice niente il fatto che sono state smantellate numerose industrie del Mezzogiorno, come le acciaierie di Pietrarsa e di Mongiana ? E che dire del fatto che i porti di Napoli e di Gaeta sono stati del tutto declassati in favore del porto di Genova ? Oppure del fatto che oggi giorno le Ferrovie dello Stato investono solo da Roma in su ? Tutt'al più arrivano anche a Napoli e a Salerno, ma il resto del Mezzogiorno è completamente tagliato fuori dagli investimenti infrastrutturali e le tante tratte ferroviarie non elettrificate ne sono la scandalosa prova.
La verità è una: il Sud Italia è una colonia del Centro-Nord, vittima delle sciagurate politiche settentrionaliste perpetrate dai vari governi che si succedono (Monti non fa eccezione). La peculiarità è data dal fatto che siamo una colonia interna. Già, "interna", ma pur sempre una colonia.
  • 0

 


#54 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17766 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 15:07

Sei in una dimensione parallela.
  • 0

#55 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3184 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 15:08

Sei in una dimensione parallela.


Mi aspettavo questa critica.... :rolleyes:
  • 0

 


#56 Garga Charrua

Garga Charrua

    La Cura.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9285 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 15:11

Tankian, in genere le unificazioni statali sono una parte che annette l'altra. E' accaduto in Germania con Prussia vs 1342 staterelli, è accaduto in Russia, è accaduto anche in Italia. La questione meridionale nasce ben prima dell'unità, direi che già alla fine del medioevo c'erano tutti gli aspetti tipici: mancanza di un borghesia forte, baronaggio e latifondo radicati, difficoltà naturali, asservimento dell'economia locale a quelle straniere. Poi mettiamoci la dabbenaggine di chi ha governato il Regno di Napoli (quel fesso di Franceschiello è solo il culmine di un'idiozia plurisecolare), ed ecco che la riunificazione (sottolineo il "ri") è cosa fatta.
  • 2

"Sei stati, cinque nazioni, quattro lingue, tre religioni, due alfabeti e un solo Gargamella."


#57 ignatius

ignatius

    mainstream Star

  • Banned
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1012 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 15:14

un'istantanea dalla napoli portici nella seconda metà dell'800, da cui si evince lo sviluppo superiore rispetto al resto d'italia

Immagine inserita
  • 3

OKC - Miami 4-0
MVP: Durant
Sesto uomo: OKC Lebron James per evidenti meriti cestistici nel quarto quarto.


#58 astrodomini

astrodomini

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9181 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 15:18

Invece i libri di storia scolastici che esaltano la cultura industriale del Nord e che bollano come retrogrado e oscurantista il Regno Borbonico, sì che sono bilanciati e imparziali.


Il nord era già ai tempi molto più industrializzato del sud dove le uniche aree con un discreto tasso di industrializzazione erano la zona di Napoli e parte della Sicilia, nel resto del regno il tasso era praticamente nullo. Idem per i trasporti: le linee ferroviare erano molto più estese nel settentrione rispetto al meridione (60 contro 2000 chilometri di rotaia). La ricchezza poi si esprimeva nella tesaurizzazione delle monete preziose, pratica in uso nelle epoche buie dell'umanità e non certo in quelle floride (dove il capitale viene investito). Il resto era tutto imperniato sull'agricoltura di stampo latifondista.
Io capisco che questa specie di leghismo al contrario (gli argomenti, compresi i massoni, sono identici a quelli dei verdi più intransigenti o della Liga Veneta) voglia far credere che il regno borbonico sarebbe diventato meglio della Germania ma non è proprio così.
Su Trenitalia etc. non credo che i politici siano tutti del nord o facciano parte di una lobby padana. Dovreste chiedere a chi votate perché a fronte di una democrazia che rappresenta territorialmente tutto il paese non riescano a far investire al sud.
  • 4

the music that forced the world into future


#59 mr_tankian

mr_tankian

    Prossimamente nuovo avatar

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3184 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 15:34

La disinformazione sull'unità d'Italia e sulla questione meridionale è fortissima e questo forum purtroppo non fa eccezione.
  • 0

 


#60 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17766 Messaggi:

Inviato 10 luglio 2012 - 15:38

Tankian hai sbagliato forum, è nel loro che devi postare queste cose: http://www.nexusedizioni.it/
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq