Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Libri di storia


  • Please log in to reply
136 replies to this topic

#1 R I E N

R I E N

    El reaccionario auténtico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2463 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 15:17

Volevo riprendere in mano un po' di storia e mi piacerebbe farlo con dei libri scorrevoli e gradevoli da leggere, quindi roba non troppo "manualistica". Insomma, cerco libri che diano una visione ampia e completa su determinati periodi storici senza approfondire troppo; magari in un secondo momento mi butterò anche su testi più specializzati.
In particolar modo sono interessato alla storia d'Italia e d'Europa e sono piuttosto sospettoso sugli studi compiuti dagli americani, mi sto concentrando sugli scrittori nostrani.
Ho cercato un po' in giro e mi sembrano molto interessanti due libri di Indro Montanelli: Storia di Roma e Storia dei greci, che trattano uno dei periodi che m'interessano maggiormente.
Voi che ne dite? Avete mai letto questi libri? Ed in generale, ci sono libri di storia che vi hanno colpito particolarmente?
  • 0

#2 chronochromie

chronochromie

    Laurea presso Facoltà di Non Rispondere

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 369 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 15:19

Ti consiglio i testi di Jacques Le Goff.
  • 0
Prima ch'io mi profilassi...

#3 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 21 giugno 2010 - 15:24

Beh, quelli di Montanelli sarebbero stati interessanti se li avesse intitolati "La storia secondo la mia fantasia" e avesse indicato "nessun riferimento a fatti realmente accaduti".
  • 1

#4 R I E N

R I E N

    El reaccionario auténtico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2463 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 15:50

Beh, quelli di Montanelli sarebbero stati interessanti se li avesse intitolati "La storia secondo la mia fantasia" e avesse indicato "nessun riferimento a fatti realmente accaduti".


Uhm, è quello che temevo riguardo i libri troppo "romanzati".
Qualche suggerimento su testi meglio documentati?
  • 0

#5 Billie

Billie

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 753 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 15:58


Beh, quelli di Montanelli sarebbero stati interessanti se li avesse intitolati "La storia secondo la mia fantasia" e avesse indicato "nessun riferimento a fatti realmente accaduti".


Uhm, è quello che temevo riguardo i libri troppo "romanzati".
Qualche suggerimento su testi meglio documentati?


Sulla storia romana un libro di Carcopino Jérôme: La vita quotidiana a Roma all'apogeo dell'impero.
Le Goff riguarda il periodo medievale, ma si legge benissimo. Diede origine inoltre ad una serie per la Laterza su vari periodi storici. Iniziò lui con l'uomo medievale, poi seguito dall'uomo del rinascimento di Garin poi altri sulle varie epoche.

http://www.ibs.it/co...-medievale.html


  • 0

#6 maelstrom

maelstrom

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2106 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 16:00

A suo tempo mi è stato consigliato questo:

- Paul Ginsborg, L??Italia dal dopoguerra ad oggi, 2 vol., Torino, Einaudi, 1989

Veramente ottimo, l'autore è inglese e non americano. Se vuoi capire perché l'italia oggi è così è un'ottimo strumento.
  • 0

#7 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6343 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 16:14

http://www.libreriau...o/9788804499220

Un bel libro di storia dell'impero bizantino, scritto in uno stile fin troppo basso e colloquiale - dunque leggibilissssssssimo.

  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#8 Billie

Billie

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 753 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 16:18

http://www.libreriau...o/9788804499220

Un bel libro di storia dell'impero bizantino, scritto in uno stile fin troppo basso e colloquiale - dunque leggibilissssssssimo.

In casa ho uno di quelli citati nella tessa pagina: Bisanzio e la sua civiltà. Ne ho letto metà l'anno scorso ma l'ho trovato poco approfondito.
  • 0

#9 oblomov

oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 17836 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 16:27

quello di ginsborg è molto buono, idem le goff, ancora abbastanza valido, se vuoi andare un pò indietro leggiti anche maometto e carlomagno di pirenne, che fu il testo che di fatto ruppe la visione tradizionale del tardoantico come un periodo di ineluttabile dacadimento politico ed artistico.

A me non era dispiaciuto leggere, se la materia ti interessa, storia militare della seconda guerra mondiale di john keegan.
Passando a quello che dici ti interressi maggiormente, cioè l'antichità classica: Carcopino è scorrevole ma molto datato, puoi provare anche Roma il primo giorno, di carandini, archeologo di fama, ben leggibile, anche se tra gli addetti ai lavori ci si scanna parecchio su alcune sue tesi controverse (a mio parere alcune sono abbastanza puttanate). In verità, se posso permettermi, per leggere alcuni testi bisognerebbe comunque possedere una base manualistica buona (mazzarino impero romano, i manuali carrocci per la storia greca, su argomenti specicifici la storia einaudi dei greci e dei romani, che qualche anno fa davano, mi pare, con il sole 24 ore, sono basi sufficienti), comunque sia, assumendo che questo sia superfluo, prova con augusto e il potere delle immagini di paul zanker, è illuminante.
Montanelli storico dell'antichità lo lascerei perdere, se cerchi l'aneddotica vai sulle biografie storiche, ce n`e a fiumi, fatte più o meno bene
  • 0
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#10 Billie

Billie

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 753 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 16:35

quello di ginsborg è molto buono, idem le goff, ancora abbastanza valido, se vuoi andare un pò indietro leggiti anche maometto e carlomagno di pirenne, che fu il testo che di fatto ruppe la visione tradizionale del tardoantico come un periodo di ineluttabile dacadimento politico ed artistico.

A me non era dispiaciuto leggere, se la materia ti interessa, storia militare della seconda guerra mondiale di john keegan.
Passando a quello che dici ti interressi maggiormente, cioè l'antichità classica: Carcopino è scorrevole ma molto datato, puoi provare anche Roma il primo giorno, di carandini, archeologo di fama, ben leggibile, anche se tra gli addetti ai lavori ci si scanna parecchio su alcune sue tesi controverse (a mio parere alcune sono abbastanza puttanate). In verità, se posso permettermi, per leggere alcuni testi bisognerebbe comunque possedere una base manualistica buona (mazzarino impero romano, i manuali carrocci per la storia greca, su argomenti specicifici la storia einaudi dei greci e dei romani, che qualche anno fa davano, mi pare, con il sole 24 ore, sono basi sufficienti), comunque sia, assumendo che questo sia superfluo, prova con augusto e il potere delle immagini di paul zanker, è illuminante.
Montanelli storico dell'antichità lo lascerei perdere, se cerchi l'aneddotica vai sulle biografie storiche, c'è ne a fiumi, fatte più o meno bene

Di Carandini anni fa ho letto "storie di terra", sullo scavo stratigrafico. Su Bisanzio e L'islam qualcuno ha altri titoli da suggerire?? Ho finito da poco Europa e Islam di Cardini ma non mi ha convinto del tutto.
  • 0

#11 oblomov

oblomov

    Mommy? Can I go out and kill tonight?

  • Moderators
  • 17836 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 16:44

storie della terra io l'ho sempre trovato molto mediocre come manuale di scavo, non ha nè lo slancio utopico dell'archeologia come potrebbe essere del manuale di renfrew-bahn (http://www.unilibro....di_pratica_.htm) nè il freddo tecnicismo dell'harris (http://www.libreriau...o/9788843010301).
Il mondo bizantino e l'islam esulano un bel pò dai miei ambiti di studio comunque ricordo come un buon manuale quello della ronchey (http://www.ibs.it/co...-bizantino.html), sugli arabi, più che sull'islam tout court, forse puoi provare con il testo gli arabi nella storia di bernard lewis (http://www.unilibro....lla_storia_.htm)
Se vuoi qualcosa di sfizioso sui bizantini prova a leggere le storie segrete di procopio di cesarea, un concentrato di malignità e apocalittismi su giustiniano e teodora, dei quali procopio stesso era, di facciata, uno degli storici ufficiali, suoi le guerre gotiche e il testo sulle realizzazioni edilizie giustinianee
  • 0
Soltanto chi non ha approfondito nulla può avere delle convinzioni.

#12 Billie

Billie

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 753 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 16:49

storie della terra io l'ho sempre trovato molto mediocre come manuale di scavo, non ha nè lo slancio utopico dell'archeologia come potrebbe essere del manuale di renfrew-bahn (http://www.unilibro....di_pratica_.htm) nè il freddo tecnicismo dell'harris (http://www.libreriau...o/9788843010301).
Il mondo bizantino e l'islam esulano un bel pò dai miei ambiti di studio comunque ricordo come un buon manuale quello della ronchey (http://www.ibs.it/co...-bizantino.html), sugli arabi, più che sull'islam tout court, forse puoi provare con il testo gli arabi nella storia di bernard lewis (http://www.unilibro....lla_storia_.htm)
Se vuoi qualcosa di sfizioso sui bizantini prova a leggere le storie segrete di procopio di cesarea, un concentrato di malignità e apocalittismi su giustiniano e teodora, dei quali procopio stesso era, di facciata, uno degli storici ufficiali, suoi le guerre gotiche e il testo sulle realizzazioni edilizie giustinianee


Grazie, proverò a leggere la Ronchey e Bernard Lewis!! (quest'ultimo l'avevo già visto in libreria in effetti).


  • 0

#13 Reynard

Reynard

    poligraf poligrafovic pallinov

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9534 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 21 giugno 2010 - 17:04

Volevo riprendere in mano un po' di storia e mi piacerebbe farlo con dei libri scorrevoli e gradevoli da leggere, quindi roba non troppo "manualistica". Insomma, cerco libri che diano una visione ampia e completa su determinati periodi storici senza approfondire troppo; magari in un secondo momento mi butterò anche su testi più specializzati.
In particolar modo sono interessato alla storia d'Italia e d'Europa e sono piuttosto sospettoso sugli studi compiuti dagli americani, mi sto concentrando sugli scrittori nostrani.

Domanda molto mirata,eh? asd

Ce ne sono a frotte che potrei consigliarti.
Cominciamo. Storia d'Italia, oltre all'ottimo Ginsborg c'e' quello di Mack Smith, che copre tutto il periodo dall'Unita' in poi. La vecchia "Storia d'Italia dal 1871 al 1915" val sempre la pena leggerla, (1) perche' e' ottimamente scritta, e (2) perche' da una interpretazione della storia d'Italia personale e di parte ma interessante oltremodo.
Per una panoramica generale, i due piu' famosi (anche se un po' invecchiati) sono "Profilo della storia d'Italia" di Salvatorelli e "Storia degli italiani" di Carocci. Tutti e due molto scorrevoli.
Se no c'e' la mostruosa (come mole) "Storia d'Italia" Einaudi (ma almeno di questa ti consiglio di leggere il saggio di Braudel sull'Italia fuori d'Italia, ti innamorerai di questo storico e ti metterai a leggere le sue ciclopiche opere maggiori).
Sempre multivolume c'e' "Storia d'Italia moderna" di Giorgio Candeloro.
Storia d'Europa: una buona introduzione generale la da' "Storia dell'eta' moderna" di Giorgio Spini. (copre il periodo 1515-1763) Dopo ci sono i classici di Hobsbwam (se l'ho scritto giusto asd): "Le rivoluzioni borghesi", "Il trionfo della borghesia", "L'eta' degli imperi" e "Il secolo breve".
Per il medioevo, Le Goff, Aries e Duby, da innestare sulla lettura di Pirenne e di Marc Bloch. La "Storia dell'Italia medievali" di Capitani e' un buon libro ma, ti avverto, di lettura faticosa (scrive da cani).Se ti interessa la storia culturale ho trovato molto buona "La cultura del Medioevo" di nonmiricordopiu'chi (edizione Il Mulino), servono buone conoscenze di base di filosofia. Poi un ottimo classico e' "La rinascita del XII secolo" di Charles Haskins.
Se ti intrippano gli argomenti di storia della mentalita' alla Le Goff, a me ha colpito molto "Medioevo simbolico" di Pastorieau (sempre se l'ho scritto giusto): spiega in maniera piana argomenti curiosi e interessanti (e di solito trattati in modo oscuramente accademico e pretenzioso), come il simbolismo dei colori, il ruolo del gioco nella societa' medievale ecc.
Rinascimento: il migliore che abbia letto e' "L'eta' del Rinascimento e della Riforma" di Hauser e Renaudet, che comunque e' vecchiotto. Ultimamente e' uscito di tutto, l'immagine del Rinascimento si rivoluziona di decennio in decennio. Un buon libro e' "Il rinascimento europeo" di Peter Burke (fa parte di una serie di libri, editi da Laterza e coordinati da Le Goff, sulla storia d'Europa: di qualita' altalenante, ma alcuni consigliatissimi).
In ogni caso non si puo' non leggere "La civilta' del Rinascimento in Italia" di Burkhardt e "L'autunno del Medioevo" di Huizinga. Due classici, un po' superati, ma fantastici da leggere.
(E al loro fianco ci metto "La crisi della coscienza europea" di Hazard, che tratta le origini dell'Illuminismo)
Il mio libro storico preferito e' "Civilta' e imperi del Mediterraneo nell'eta' di Filippo II" di Braudel, che tanto facile non e'. Per introdursi agli argomenti che tratta consiglio di leggere prima "Storia economica dell'eta' pre-industriale" di Cipolla (nonostante il tema potenzialmente arido, e' un libro scorrevolissimo che fa entrare nei modi di vita e nella realta' economica e materiale dei secoli passati: cosa indispensabile per capire la Storia "ufficiale", quella politico-sociale, che spesso sembra calata in una atmosfera rarefatta. Se non si capisce come campavano e quanto male campavano i nostri antenati, non ha senso studiarsi gli eventi, per dire, della Rivoluzione Francese)
A proposito. Rivoluzione francese. Lefebvre, vai sul sicuro.
Biografie: il mio autore preferito e' Franz Herre. Evita la Corolly Erikson (scritto giusto?), e' novella 2000 trasposta al passato.
Attualmente sto leggendo "Storia  di Venezia" di Frederic Lane, mi sta piacendo (anche se l'autore e' americano asd)
Se mi viene in mente altro, o se hai qualche richiesta particolare, aggiungo.
  • 2
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#14 Billie

Billie

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 753 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 17:11


Volevo riprendere in mano un po' di storia e mi piacerebbe farlo con dei libri scorrevoli e gradevoli da leggere, quindi roba non troppo "manualistica". Insomma, cerco libri che diano una visione ampia e completa su determinati periodi storici senza approfondire troppo; magari in un secondo momento mi butterò anche su testi più specializzati.
In particolar modo sono interessato alla storia d'Italia e d'Europa e sono piuttosto sospettoso sugli studi compiuti dagli americani, mi sto concentrando sugli scrittori nostrani.

Domanda molto mirata,eh? asd

Ce ne sono a frotte che potrei consigliarti.
Cominciamo. Storia d'Italia, oltre all'ottimo Ginsborg c'e' quello di Mack Smith, che copre tutto il periodo dall'Unita' in poi. La vecchia "Storia d'Italia dal 1871 al 1915" val sempre la pena leggerla, (1) perche' e' ottimamente scritta, e (2) perche' da una interpretazione della storia d'Italia personale e di parte ma interessante oltremodo.
Per una panoramica generale, i due piu' famosi (anche se un po' invecchiati) sono "Profilo della storia d'Italia" di Salvatorelli e "Storia degli italiani" di Carocci. Tutti e due molto scorrevoli.
Se no c'e' la mostruosa (come mole) "Storia d'Italia" Einaudi (ma almeno di questa ti consiglio di leggere il saggio di Braudel sull'Italia fuori d'Italia, ti innamorerai di questo storico e ti metterai a leggere le sue ciclopiche opere maggiori).
Sempre multivolume c'e' "Storia d'Italia moderna" di Giorgio Candeloro.
Storia d'Europa: una buona introduzione generale la da' "Storia dell'eta' moderna" di Giorgio Spini. (copre il periodo 1515-1763) Dopo ci sono i classici di Hobsbwam (se l'ho scritto giusto asd): "Le rivoluzioni borghesi", "Il trionfo della borghesia", "L'eta' degli imperi" e "Il secolo breve".
Per il medioevo, Le Goff, Aries e Duby, da innestare sulla lettura di Pirenne e di Marc Bloch. La "Storia dell'Italia medievali" di Capitani e' un buon libro ma, ti avverto, di lettura faticosa (scrive da cani).Se ti interessa la storia culturale ho trovato molto buona "La cultura del Medioevo" di nonmiricordopiu'chi (edizione Il Mulino), servono buone conoscenze di base di filosofia. Poi un ottimo classico e' "La rinascita del XII secolo" di Charles Haskins.
Se ti intrippano gli argomenti di storia della mentalita' alla Le Goff, a me ha colpito molto "Medioevo simbolico" di Pastorieau (sempre se l'ho scritto giusto): spiega in maniera piana argomenti curiosi e interessanti (e di solito trattati in modo oscuramente accademico e pretenzioso), come il simbolismo dei colori, il ruolo del gioco nella societa' medievale ecc.
Rinascimento: il migliore che abbia letto e' "L'eta' del Rinascimento e della Riforma" di Hauser e Renaudet, che comunque e' vecchiotto. Ultimamente e' uscito di tutto, l'immagine del Rinascimento si rivoluziona di decennio in decennio. Un buon libro e' "Il rinascimento europeo" di Peter Burke (fa parte di una serie di libri, editi da Laterza e coordinati da Le Goff, sulla storia d'Europa: di qualita' altalenante, ma alcuni consigliatissimi).
In ogni caso non si puo' non leggere "La civilta' del Rinascimento in Italia" di Burkhardt e "L'autunno del Medioevo" di Huizinga. Due classici, un po' superati, ma fantastici da leggere.
(E al loro fianco ci metto "La crisi della coscienza europea" di Hazard, che tratta le origini dell'Illuminismo)
Il mio libro storico preferito e' "Civilta' e imperi del Mediterraneo nell'eta' di Filippo II" di Braudel, che tanto facile non e'. Per introdursi agli argomenti che tratta consiglio di leggere prima "Storia economica dell'eta' pre-industriale" di Cipolla (nonostante il tema potenzialmente arido, e' un libro scorrevolissimo che fa entrare nei modi di vita e nella realta' economica e materiale dei secoli passati: cosa indispensabile per capire la Storia "ufficiale", quella politico-sociale, che spesso sembra calata in una atmosfera rarefatta. Se non si capisce come campavano e quanto male campavano i nostri antenati, non ha senso studiarsi gli eventi, per dire, della Rivoluzione Francese)
A proposito. Rivoluzione francese. Lefebvre, vai sul sicuro.
Biografie: il mio autore preferito e' Franz Herre. Evita la Corolly Erikson (scritto giusto?), e' novella 2000 trasposta al passato.
Attualmente sto leggendo "Storia  di Venezia" di Frederic Lane, mi sta piacendo (anche se l'autore e' americano asd)
Se mi viene in mente altro, o se hai qualche richiesta particolare, aggiungo.

:-* :-*
:-* :-*
  • 0

#15 chronochromie

chronochromie

    Laurea presso Facoltà di Non Rispondere

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 369 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2010 - 17:13

Mi è venuto anche in mente Francois Furet per il periodo della Rivoluzione francese e la storia del comunismo.
  • 0
Prima ch'io mi profilassi...

#16 beignet

beignet

    Been there, done that

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1790 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 21 giugno 2010 - 17:36

Mi aggiungo anch'io al coro plaudente per Le Goff, Paul Ginsborg e la monumentalissima Storia d'Italia Einaudi.

A me piace Alessandro Barbero, che se ben ricordo fa anche l'esperto per Ulisse/Superquark e ha scritto vari libri prevalentemente, ma non solo, sul periodo tardo-romano. Buona divulgazione, piacevole da leggere ma non banale.

  • 0
When you've read a hundred books, you write like a hundred books. When you've read a thousand books, you write like yourself
Questo cerca protezione, quello ha torto e vuol ragione, chi vorrebbe un impieguccio, chi una cattedra ed è un ciuccio...
When the legend becomes fact, print the legend

#17 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6343 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2010 - 08:21


http://www.libreriau...o/9788804499220

Un bel libro di storia dell'impero bizantino, scritto in uno stile fin troppo basso e colloquiale - dunque leggibilissssssssimo.

In casa ho uno di quelli citati nella tessa pagina: Bisanzio e la sua civiltà. Ne ho letto metà l'anno scorso ma l'ho trovato poco approfondito.


Non so, io semplicemente avevo comprato questo libro diversi anni fa perché la storia è sempre stata una delle mie materie preferite e di storia bizantina non sapevo quasi niente.
Devo dire che è stato un acquisto felice, non è particolarmente approfondito (come penso nessun libro che tratti di 1000 anni di storia in 350 pagine) ma è scritto con uno stile talmente colloquiale che lo potrebbe capire anche mia nonna (talmente colloquiale che mentre lo leggevo mi veniva quasi da reimpostare le frasi in maniera un po' più seria).

Per il resto, durante la prima adolescenza mi appassionai alla storia militare (compatitemi, please, anche perché sono tutto fuorché un militarista).
Non so quanto l'argomento possa interessare a RIEN, ma in tal senso posso consigliare come introduzione generica questo meraviglioso libro (che nella mia ottica ha il solo difetto di essere piuttosto polemico con Clausewitz - per certi versi a ragione):

http://www.unilibro....lla_guerra_.htm

Nello specifico mi appassionai soprattutto alle due guerre mondiali.

Sulla prima consiglio questo:

http://www.ibs.it/co...-mondiale.html

ha il pregio di prestarsi a differenti livelli di approfondimento, dato che affianca ad ognuno dei canonici capitoli sui singoli anni di guerra una serie di capitoli monografici sulle principali battaglie di ogni anno.
Il principale difetto del libro è quello canonico di ogni libro su tale argomento: dedica particolare spazio alle vicende dell'esercito della nazione dello scrittore (nella fattispecie quello inglese), anche se senza gli eccessi di altri libri che ho letto.

Sulla seconda consiglio questo, che ha il pregio di essere molto ben fatto, approfondito e omnicomprensivo, pur nella sua relativa sinteticità (sulle 700 pagine, che per un argomento come la seconda guerra mondiale sono relativamente poche):

http://www.ibs.it/co...a-mondiale.html


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#18 R I E N

R I E N

    El reaccionario auténtico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2463 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2010 - 10:16

Domanda molto mirata,eh? asd


Non sono stato molto preciso, lo ammetto, volevo più che altro stimolare una discussione sui libri di storia non manualistici che mancava nel forum.
Comunque ora vedo di approfondire rispondendo al tuo post.

Cominciamo. Storia d'Italia, oltre all'ottimo Ginsborg c'e' quello di Mack Smith, che copre tutto il periodo dall'Unita' in poi. La vecchia "Storia d'Italia dal 1871 al 1915" val sempre la pena leggerla, (1) perche' e' ottimamente scritta, e (2) perche' da una interpretazione della storia d'Italia personale e di parte ma interessante oltremodo.
Per una panoramica generale, i due piu' famosi (anche se un po' invecchiati) sono "Profilo della storia d'Italia" di Salvatorelli e "Storia degli italiani" di Carocci. Tutti e due molto scorrevoli.
Se no c'e' la mostruosa (come mole) "Storia d'Italia" Einaudi (ma almeno di questa ti consiglio di leggere il saggio di Braudel sull'Italia fuori d'Italia, ti innamorerai di questo storico e ti metterai a leggere le sue ciclopiche opere maggiori).
Sempre multivolume c'e' "Storia d'Italia moderna" di Giorgio Candeloro.


La Storia d'Italia dell'Einaudi occupa un cospicuo spazio della libreria dei miei nel mio paese d'origine, solo che non ho mai il tempo di leggerla.
Ho dato un'occhiata agli autori che tu e gli altri avete segnalato: per lo più si concentrano sul periodo dall'Unità in poi. Anche questo periodo m'interessa molto, ma mi piacerebbe leggere qualcosa che trattasse dell'Unità in sè, ovvero il processo storico per cui vi ci si arriva, magari che approfondisca i legami dei movimenti risorgimentali con i governi delle altre nazioni e con la massoneria.

Se ti intrippano gli argomenti di storia della mentalita' alla Le Goff, a me ha colpito molto "Medioevo simbolico" di Pastorieau (sempre se l'ho scritto giusto): spiega in maniera piana argomenti curiosi e interessanti (e di solito trattati in modo oscuramente accademico e pretenzioso), come il simbolismo dei colori, il ruolo del gioco nella societa' medievale ecc.


Sì, m'interessano molto studi di questo tipo, anche se faccio per lo più riferimento a studiosi di stampo Tradizione (Guenon, Evola, Eliade ecc.). Vedo di dargli un'occhiata comunque.

Il mio libro storico preferito e' "Civilta' e imperi del Mediterraneo nell'eta' di Filippo II" di Braudel, che tanto facile non e'. Per introdursi agli argomenti che tratta consiglio di leggere prima "Storia economica dell'eta' pre-industriale" di Cipolla (nonostante il tema potenzialmente arido, e' un libro scorrevolissimo che fa entrare nei modi di vita e nella realta' economica e materiale dei secoli passati: cosa indispensabile per capire la Storia "ufficiale", quella politico-sociale, che spesso sembra calata in una atmosfera rarefatta. Se non si capisce come campavano e quanto male campavano i nostri antenati, non ha senso studiarsi gli eventi, per dire, della Rivoluzione Francese)


Ecco, un libro che approfondisca un periodo storico dal punto di vista del popolo (usi e costumi, vita quotidiana ecc.) mi interesserebbe molto. Quello che citi parla solo dell'età pre-industriale o fa anche un paragone con l'età industriale vera e propria?
  • 0

#19 Billie

Billie

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 753 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2010 - 10:42


Domanda molto mirata,eh? asd


Non sono stato molto preciso, lo ammetto, volevo più che altro stimolare una discussione sui libri di storia non manualistici che mancava nel forum.
Comunque ora vedo di approfondire rispondendo al tuo post.

Cominciamo. Storia d'Italia, oltre all'ottimo Ginsborg c'e' quello di Mack Smith, che copre tutto il periodo dall'Unita' in poi. La vecchia "Storia d'Italia dal 1871 al 1915" val sempre la pena leggerla, (1) perche' e' ottimamente scritta, e (2) perche' da una interpretazione della storia d'Italia personale e di parte ma interessante oltremodo.
Per una panoramica generale, i due piu' famosi (anche se un po' invecchiati) sono "Profilo della storia d'Italia" di Salvatorelli e "Storia degli italiani" di Carocci. Tutti e due molto scorrevoli.
Se no c'e' la mostruosa (come mole) "Storia d'Italia" Einaudi (ma almeno di questa ti consiglio di leggere il saggio di Braudel sull'Italia fuori d'Italia, ti innamorerai di questo storico e ti metterai a leggere le sue ciclopiche opere maggiori).
Sempre multivolume c'e' "Storia d'Italia moderna" di Giorgio Candeloro.


La Storia d'Italia dell'Einaudi occupa un cospicuo spazio della libreria dei miei nel mio paese d'origine, solo che non ho mai il tempo di leggerla.
Ho dato un'occhiata agli autori che tu e gli altri avete segnalato: per lo più si concentrano sul periodo dall'Unità in poi. Anche questo periodo m'interessa molto, ma mi piacerebbe leggere qualcosa che trattasse dell'Unità in sè, ovvero il processo storico per cui vi ci si arriva, magari che approfondisca i legami dei movimenti risorgimentali con i governi delle altre nazioni e con la massoneria.

Se ti intrippano gli argomenti di storia della mentalita' alla Le Goff, a me ha colpito molto "Medioevo simbolico" di Pastorieau (sempre se l'ho scritto giusto): spiega in maniera piana argomenti curiosi e interessanti (e di solito trattati in modo oscuramente accademico e pretenzioso), come il simbolismo dei colori, il ruolo del gioco nella societa' medievale ecc.


Sì, m'interessano molto studi di questo tipo, anche se faccio per lo più riferimento a studiosi di stampo Tradizione (Guenon, Evola, Eliade ecc.). Vedo di dargli un'occhiata comunque.

Il mio libro storico preferito e' "Civilta' e imperi del Mediterraneo nell'eta' di Filippo II" di Braudel, che tanto facile non e'. Per introdursi agli argomenti che tratta consiglio di leggere prima "Storia economica dell'eta' pre-industriale" di Cipolla (nonostante il tema potenzialmente arido, e' un libro scorrevolissimo che fa entrare nei modi di vita e nella realta' economica e materiale dei secoli passati: cosa indispensabile per capire la Storia "ufficiale", quella politico-sociale, che spesso sembra calata in una atmosfera rarefatta. Se non si capisce come campavano e quanto male campavano i nostri antenati, non ha senso studiarsi gli eventi, per dire, della Rivoluzione Francese)


Ecco, un libro che approfondisca un periodo storico dal punto di vista del popolo (usi e costumi, vita quotidiana ecc.) mi interesserebbe molto. Quello che citi parla solo dell'età pre-industriale o fa anche un paragone con l'età industriale vera e propria?


Se ti interessa l'età industriale di Bruadel puoi leggere Civiltà materiale, economia e capitalismo. Io personalmente non l'ho letto però, conosco solo il testo di Cipolla e il libro su Filippo II, bellissimi entrambi quello di Cipolla tra l'altro molto, molto chiaro.

http://www.ibs.it/co...economia-e.html

Sul risorgimento ho letto Pensiero e azione del Risorgimento Di Luigi Salvadorelli, ma penso si possano trovare testi più recenti..
  • 0

#20 Reynard

Reynard

    poligraf poligrafovic pallinov

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9534 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 22 giugno 2010 - 12:44


Sulla prima consiglio questo:

http://www.ibs.it/co...-mondiale.html

ha il pregio di prestarsi a differenti livelli di approfondimento, dato che affianca ad ognuno dei canonici capitoli sui singoli anni di guerra una serie di capitoli monografici sulle principali battaglie di ogni anno.
Il principale difetto del libro è quello canonico di ogni libro su tale argomento: dedica particolare spazio alle vicende dell'esercito della nazione dello scrittore (nella fattispecie quello inglese), anche se senza gli eccessi di altri libri che ho letto.

Di Lidell Hart ho letto la storia della Seconda Guerra Mondiale, niente affatto male (e fra l'altro ci sono un paio di sue reminiscenze personali, niente di invasivo giusto un paio di episodi, come quando prima del '39 ha criticato i militari polacchi che ancora mantenevano una forza di cavalleria da usare in battaglia, e il presidente della Polonia ha inoltrato una protesta ufficiale al governo britannico per questa critica alla loro capacita' di giudizio asd)

Andando indietro consiglio "La rivoluzione militare" di Geoffrey Parker, che tratta la struttura, modi di combattimento, armi, problemi logistico-economici, estrazione sociale e vita quotidiana degli eserciti dell'eta' moderna ('500-'700). Non so se esistono opere paragonabili per i periodi successivi, ma mi piacerebbe trovarle.
  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq