Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Vampire Weekend - Contra (o anche classifica miglior album 2010)


  • Please log in to reply
140 replies to this topic

#21 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7349 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2010 - 15:29

Cavoli però, un bel po' superficiale come accostamento, eh.
I Vampire hanno una scrittura pop limpida e classica nel senso di una musica che si imprime velocemente e punta sull'orechiabilità (poi che le fonti siano spurie è un altro discorso), i Dierty Projectors a questa particolarissima forma di pop ci sono arrivati in anni di sperimentazioni e, fatta salva la discreta immediatezza di una "Stillness is the move", hanno caratteristiche strutturali molto diverse.
Qualche elemento superficiale ("vanesio" è anche un aggettivo calzante se vogliamo, capisco bene cosa intendi) può anche essere simile, ma siamo davvero all'imballo, nemmeno alla crosta...
  • 0

#22 Maedhros

Maedhros

    Classic Rocker

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3973 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2010 - 15:49

si si assolutamente superficiale, è però un rimando che m'è venuto subito.. sicuramente hai ragione, specie perchè i Dirty Projectors li conosco appunto solo per bitte orca
  • 0

#23 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10878 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2010 - 17:35

per ora, holiday :-*
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#24 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18499 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 06 gennaio 2010 - 18:29

solo a me ricorda un po' l'album di Dirty Projectors dello scorso anno? saranno le vocette rose&fiori e certe deviazioni strumentali, però me lo ricorda, certo questo lo trovo molto meno esibizionista e vanesio di Bitte Orca, e dunque generalmente più spontaneo e piacevole, ora vedremo se subirà lo stesso destino del primo album di cui oggi non ricordo manco una virgola  asd


Hai ragione! Le differenze ci sono e molto sostanziali, ma qualcosa della stramberia "incompiuta" e simil-raffinata di Bitte Orca c'e' anche qui. Comunque dopo altri due ascolti confermo: a livello di suono e idea generale, e' una bomba. I pezzi forti non mancano ("Run" capolavorissimo) ma per il momento non mi e' ancora andato a fuoco del tutto. Se ieri ero perplesso, oggi sono gia' sul soddisfatto andante.
  • 0

#25 vamos

vamos

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 586 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2010 - 16:35

http://pitchfork.com...mpire-weekend/5
  • 0

#26 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2010 - 17:33

http://pitchfork.com...mpire-weekend/5


il cantante sembra che abbia 15 anni...bella anche White Sky, gli urletti dell'inciso son deliziosi
  • 0

#27 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18499 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 07 gennaio 2010 - 17:36

Sono la cosa che mi irrita di piu' del disco, purtroppo :(
Il resto della canzone e' splendido, sembra Paul Simon suonato all'oratorio.
  • 0

#28 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2010 - 17:41

Sono la cosa che mi irrita di piu' del disco, purtroppo :(


:D
  • 0

#29 steinbeck

steinbeck

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 419 Messaggi:

Inviato 12 gennaio 2010 - 21:54

molto interessante la recensione di wago
http://ondarock.it/r...pireweekend.htm

  • 0
Get real black people get real
Do it for a cause
Cause we're not all gathering together and fighting for a cause
We're running down Foot Locker and teefin shoes
http://www.youtube.c...player_embedded

#30 Barto

Barto

    Fissato con le melodie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3607 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 13 gennaio 2010 - 11:56

Mi fa pèiacere che nella rece venga dato ampio spazio a Run, la mia preferita.
  • 0
"Io l'ho sempre detto che quelli che scrivono per Ondarock devono avere una vita di merda come pochi"

#31 dexys

dexys

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 455 Messaggi:

Inviato 13 gennaio 2010 - 12:00

Sull'accostamento con i Dirty Projectors, giova comunque ricordare che Ezra Koenig ne ha in passato fatto parte.

ciao  ;)
  • 0

#32 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7349 Messaggi:

Inviato 13 gennaio 2010 - 13:00

molto interessante la recensione di wago
http://ondarock.it/r...pireweekend.htm


Sì molto bella, specie l'inizio (peccato però per l'avventatissima chiosa sul decennio). Ben scritta e limpida l'analisi sull'indie attuale (un'analisi più di costume che di storia), però non sono così sicuro che Contra abbia tutte queste novità, specie rispetto al predecessore, che già portava nello zaino Paul Simon e compagnia. Peraltro lo "zouk", come genere millantato su myspace, è diffusissimo (appunto su myspace) da almeno un paio d'anni. Vero è che ad oggi la musica dei Vampire Weekend in fondo la fanno solo i Vampire Weekend e personalmente mi auguro anch'io, come wago, che la cosa faccia proseliti. Speriamo, insomma, che l'azzardo vada a buon fine.
  • 0

#33 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18499 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 13 gennaio 2010 - 13:16

Grazie dei complimenti, comunque la contestualizzazione dell'"ideologia" indie non e' farina del mio sacco ma di qualcuno di ben piu' lungimirante di me (aveva scritto queste cose venticinque anni fa, sono ancora vere).

Ovviamente l'azzardo e' tale, mi andava di "rischiare" (tanto cosa ci smeno?) perche' confido nella forza di questo disco. Lo trovo un album meno bello ma piu' avveniristico (passatemi il termine) del precedente, tenta un equilibrio del tutto nuovo sebbene prosegua sulle intuizioni dell'esordio. Arricchisce la formula ma senza giustapporre o affastellare elementi a quel che gia' c'era prima: per ogni nuova trovata che inserisce, "leva" qualcosa dal canone precedentemente affermato.
Per cui si', Paul Simon si sente ancora, ma se il disco precedente mi pareva un eccellente esercizio di stile ("cosa succederebbe se facessimo Graceland in stile college-pop?") questo mi sembra a tutti gli effetti un nuovo inizio per qualcosa di piu' grosso. Staremo a vedere.

ps. "Zouk" impazza da tempo su myspace circa come "pop coreano", la differenza con "Contra" e' che qua lo si sente davvero!
  • 0

#34 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 13 gennaio 2010 - 13:54

anch'io non sono così sicuro che Contra abbia tutte 'ste novità rispetto al precedente, tutto sommato è quello che mi aspettavo, è meno grezzo ma la sostanza è quella.
la rece però è venuta bene, interessante!
  • 0

#35 Guest_telegram_*

Guest_telegram_*
  • Guests

Inviato 13 gennaio 2010 - 17:09

anch'io non sono così sicuro che Contra abbia tutte 'ste novità rispetto al precedente

Io sì invece, tant'è vero che questo purtroppo mi sta piacendo, e ci sono rimasto malissimo, ero già convinto di aver trovato il nuovo "Merriweather Post Pavilion" da sfottere sino alla fine dell'anno, invece no. :( Le chitarre sono diminuite assai rispetto al primo, e assai sono aumentati i synth: in questo hanno seguito l'evoluzione di molte altre band indie-rock in questi anni, passate da musica guitar-driven a sfondi elettronici. Poi se lo fanno Editors e Franz Ferdinand sono sporchi modaioli, se lo fanno loro sono avventurosi geniacci, ma sì sa, nascere dalla parte giusta dell'Atlantico a qualcosa deve pur servire. </diavoletto mode>
Detto ciò, il primo disco dei Vampire Weekend a me non piaceva e continua a non piacere per nulla (una cover band dei Talking Heads con un certo coefficiente di sfigaggine indie, poco più). Il nuovo fosse solo per i due brani evidenziati da wago, "I Think UR A Contra" e "Run", avrebbe motivo di esistere. Concordo col recensore sul fatto che abbia elementi avveniristici, a livello di trovate ritmiche (alcune delle quali veri rompicapo), approccio, arrangiamenti.
"Cousins" è un pezzo davvero brutto, non a caso l'unico in linea col disco vecchio, e essendo stato messo fuori in anteprima qualche mese fa, mi aveva dato l'illusione di una band rimasta immobile. Per fortuna non è stato così.

#36 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18499 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 13 gennaio 2010 - 17:58

Buuu che delusione!  asd

Una delle cose che trovo interessanti di questa "svolta synth" e' che anziche' puntare al sound nitido e scintillante concesso dalle tecnologie attuali, sfoderano tutta una serie di suoni da due lire, roba da tastierina Bontempi. Niente di nuovo sotto il sole si dira', i piopio giocattolosi sono stati l'ABC dei noughties... E invece qua la tavolozza e' diversa, piu' che come un giocattolo questa elettronica suona come un grosso "vorrei ma non posso".
Che e' un po' il tema ricorrente di tante scelte: vorrei l'arrangiamento barocco ma non c'ho le palle e allora ne metto solo qualche briciola, vorrei il synthazzo ma (inventare un motivo plausibile: quello fittizio e' "non posso permettermelo") e allora mi affido a sti gingilli retro' che manco le synth-pop band piu' provinciali.
Ecco, se c'e' un nuovo parallelismo "world" da fare per questo disco e' con le produzioni ultraeconomiche ultrakitsch dei paesi del terzo mondo, quegli arrangiamenti zeppi di ritmini equalizzati male, suoni non sgrezzati, tecnologie "occidentali" buttate dentro alla bell'e meglio. In modo discreto, "timido" in qualche senso, i Vampire Weekend ci costruiscono sopra un'intera estetica. Senza suonare avant- o in qualsiasi maniera velleitari: il disco, in ogni canzone, e' puro pop.
  • 0

#37 demon

demon

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1819 Messaggi:

Inviato 13 gennaio 2010 - 20:27

un buon album, molto divertente tra l'altro. L'uso del synth me li rende più digeribili e in vari momenti mi ricordano sin fang bous più poppettaro ma anche qualxosa dei delays. Simpatico comunque
  • 0

#38 theCENOBYTE

theCENOBYTE

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 969 Messaggi:

Inviato 13 gennaio 2010 - 23:21

Da un paio di settimane mi "sforzo" di trovarci qualcosa (salverei la perla ??White Sky? e le carucce ??Diplomat??s Son? ?? ??I Think Ur A Contra? - poi basta!); più lo ascolto e più mi rendo conto di preferire senza alcun dubbio l??esordio, questo, nemmeno di struscio lo raggiunge. Mi dispiace un casino perché era un bel gruppetto indie-pop ed io, <cazzo> se ci contavo (lo ammetto -tra i miei ascolti abituali il pop non riveste un ruolo predominante, quindi vedi un po???); e dire che ho passato diverse giornate in compagnia dello scazzo rapito nelle atmosfere indigene del debut, mi piaceva il suo smalto, nel suo ingenuo proporsi a più riprese sottoforme di brani ammiccanti ma assai spontanei (tavolta senza rinunciare ad una forma pop particolareggiata), secondo me tutto questo ora è venuto meno e la band è sprofondata nell??anonimato tallonata da una buona dose di manierismo. Ci tengo a precisare che non volevo un ??VampireWeekend? pt.II ma qualcosa che potesse stuzzicare nuovamente il mio palato, invece, quanto realizzato mi sembra poco e soprattutto mancano dei pezzoni che abbondavano nel pilot. Non trovate strano che tutti ??sti gruppetti indie-pop fanno il botto con l??esordio e poi ammorbano le platee con l'uso spropositato dei synth? laddove vi è forse una scarsa personalità si ripiega coscientemente nel disco  del "...tuttosommato...", cioè quello che +o- accontenta trasversalmente un po?? tutti.
  • 0

#39 Guest_telegram_*

Guest_telegram_*
  • Guests

Inviato 14 gennaio 2010 - 00:16

Non trovate strano che tutti ??sti gruppetti indie-pop fanno il botto con l??esordio e poi ammorbano le platee con l'uso spropositato dei synth?

No, lo trovo salutare piuttosto, visto che quando arriva il synth in automatico aumenta esponenzialmente la qualità.

#40 theCENOBYTE

theCENOBYTE

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 969 Messaggi:

Inviato 14 gennaio 2010 - 01:54

forse mi sono espresso male, il mio non è un attacco all??uso del synth in quanto tale (ben vengano gruppi come i ruffiani Cut Copy, li trovo splendidi!), piuttosto una constatazione superficiale (lapalissiana) sul ??metodo? applicato da certe bands indie-pop contemporane.

ovviamente, è un mio parere, quindi del tutto personale: dopo un disco acclamato lasciano da parte la probalità-rischio o quel minimo di imprevidibilità insita negli esordi ed affogano in un oceano di synth.
 
non mi soddisfa, o meglio, non vado d??accordo con gente che ne fa una condizione ad uso e consumo dettata dalle circostanze e dal mainstream o per mancanza di genio creativo, investe tutto in quella direzione dimostrando (ai miei occhi) poca personalità, allora, una serie di comandi: ??metti il synth che tanto un po?? d??atmosfera piace a tutti?-?togli le chitarre, quel riff potrebbe essere una caduta di stile?-??abbonda con gli arrangiamenti negli spazi vuoti? etc?cioè se penso ad Editors e company mi prende la voglia di trovare un lanciafiamme. Ma è un discorso che riguarda gruppi con tratti differenti. Per dire i Bloc Party, anche loro venivano da un esordio (per me) bellissimo, poi? tonnellate di synth e potremmo continuare per ore. I Rapture??.vi ricordate da dove erano partiti i Rapture? Ed ??Echoes? (io adoro quell??album, come vedi non ne faccio una questione di gusto); poi gli Islands, non si può far finta di niente, terzo disco ?? un mezzo scempio ingrassato da stupidissimi synth. E potrei continuare per ore, l??orbita "indie-pop" attualmente verte sull??uso sconsiderato del synth?

sALUT

  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq