Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Jim Jarmusch


  • Please log in to reply
95 replies to this topic

Sondaggio: Il film che preferite (75 utente(i) votanti)

Voto I visitatori non possono votare

#21 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 16 settembre 2006 - 12:27

DEAD MAN...

...perché sai già che il duello finale non avverrà o mai o come te l'aspetti tu...
...perché è l'utima volta che compare il grande Mitchum...
...per la colonna sonora e per zio Iggy vestito da donna...
...per la fotografia...
...per il rinnovamento del tema della fuga e del 'perdersi'...
...altro...

Saluti,
EA

#22 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12101 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2006 - 16:32

"Ghost Dog": una commistione splendida tra Melville, zen & pop.
  • 0

#23 theydontsee

theydontsee

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 115 Messaggi:

Inviato 16 settembre 2006 - 16:43

Signori, mi avete fatto venire una voglia paurosa di (ri) vedere Dead Man, penso proprio che questa sera lo farò. Trovo comunque Coffee & Cigarettes a dir poco bellissimo.
  • 0

#24 Guest_The Man With a Movie Came_*

Guest_The Man With a Movie Came_*
  • Guests

Inviato 17 settembre 2006 - 11:50

voto Night on erath ossia taxisti di notte:
-perchè non lo vota nessuno , forse (e spero) perchè non lo avete visto?E' un film intelligente ma anche molto divertente, costruito benissimo...per me un piccolo capolavoro, sicuramente una delle vette più alte della filmografia di jarmusch. Di solito non apprezzo molto l' umorismo di Begnini , ma qui mi è piaciuto parecchio, forse perchè ha un'pò la faccia da taxista ;D...lo stesso vale per la Ryder.
Guardatelo, a Venezia ho preso una copia , era da tanto che lo cercavo.
Al secondo posto c'è Dead Man, interessante la critica di Jules, in effetti alcuni punti sono abbastanza vuoti o inutili...sono troppo pigro per criticarlo, a me piace guardarlo e basta...secondo me è troppo surreale per definirlo un western ,quindi criticare jarmusch su questo punto non è giusto

#25 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21627 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2006 - 13:48

voto Night on erath ossia taxisti di notte:
-perchè non lo vota nessuno , forse (e spero) perchè non lo avete visto?E' un film intelligente ma anche molto divertente, costruito benissimo...per me un piccolo capolavoro, sicuramente una delle vette più alte della filmografia di jarmusch. Di solito non apprezzo molto l' umorismo di Begnini , ma qui mi è piaciuto parecchio, forse perchè ha un'pò la faccia da taxista ;D...lo stesso vale per la Ryder.
Guardatelo, a Venezia ho preso una copia , era da tanto che lo cercavo.
Al secondo posto c'è Dead Man, interessante la critica di Jules, in effetti alcuni punti sono abbastanza vuoti o inutili...sono troppo pigro per criticarlo, a me piace guardarlo e basta...secondo me è troppo surreale per definirlo un western ,quindi criticare jarmusch su questo punto non è giusto


E perchè non è giusto? Mica gliel'ho ordinato io di scegliere l'ambientazione western per collocare le sue personali riflessioni sul viaggio verso la morte...una volta che un regista mette in scena anche solo un elemento che mi riporta alla mente un determinato genere cinematografico, mi sento in diritto di commentare come questo genere è stato utilizzato, e continuo a dire che nel caso specifico è stato adattato piuttosto maluccio..
  • 0

#26 Anima

Anima

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 160 Messaggi:
  • LocationBudapest

Inviato 17 settembre 2006 - 14:18

voto Night on erath ossia taxisti di notte:
-perchè non lo vota nessuno , forse (e spero) perchè non lo avete visto?


No, the problem is that we can vote for only one!  ;)
I adore Night on Earth.


Al secondo posto c'è Dead Man, interessante la critica di Jules, in effetti alcuni punti sono abbastanza vuoti o inutili...sono troppo pigro per criticarlo, a me piace guardarlo e basta...secondo me è troppo surreale per definirlo un western ,quindi criticare jarmusch su questo punto non è giusto


I agree on this... I think it's a similar argument as Kill Bill 2: it is impossible to claim the classical attributes of martial arts movies when it was a clear parody at the same time...  Jarmusch' approach to western is the same.
  • 0

#27 raindog1980

raindog1980

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 56 Messaggi:

Inviato 17 settembre 2006 - 15:31

Ho votato "Down by low" per ragioni affettive, ma il capolavoro forse è proprio "taxisti di notte"...
  • 0

#28 tupelo

tupelo

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2744 Messaggi:

Inviato 20 settembre 2006 - 22:41

"Down by low"


"Down By Law"...
...ma meglio ancora "Daunbailò".

Ancora non ho votato, però.
  • 0

#29 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21627 Messaggi:

Inviato 27 febbraio 2007 - 17:17

Ho rivisto Broken flowers...data la mia schizofrenia e il mio voltagabbanismo nel dare un voto ad un film, qui rischiamo che tra un'altra visione lo considererò un capolavoro assoluto...l'interpretazione di Bill Murray, poi, è stratosferica, specie se consideriamo che nel giro di 3 anni egli ci ha regalato altre due performance superlative come quella nei bellissimi film di Coppola e Anderson (wes)..
  • 0

#30 slowmp

slowmp

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 42 Messaggi:

Inviato 28 febbraio 2007 - 08:14

Ho votato "Down by low" per ragioni affettive, ma il capolavoro forse è proprio "taxisti di notte"...


Vado in controtendenza. A me taxisti di notte non sembra del tutto riuscito. L'episodio che mi piace di più è quello ambientato ad Helsinki. Quello di Benigni mi sembra troppo Benigni e poco Jarmusch. Ha momenti alti e bassi come coffee and cigarettes. Li amo molto entrambi, ma preferisco gli altri film.
Jarmusch è un grandissimo.
Se dovessi votare voterei stranger than paradise o daunbailò.
  • 0

#31 Veteran of Disorder

Veteran of Disorder

    Baron Samedi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1354 Messaggi:

Inviato 28 febbraio 2007 - 08:40

Non mi sarei aspettato così pochi voti per "Stranger Than Paradise"..."Ghost Dog" nel frattempo l'ho recuperato (buono) e presto scoccherà l'ora di "Night On Earth"...
  • 0

#32 slowmp

slowmp

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 42 Messaggi:

Inviato 28 febbraio 2007 - 08:58

Scusate l'ignoranza, ma come si fa a votare per i sondaggi?  ;D
  • 0

#33 Guest_Oyuki_*

Guest_Oyuki_*
  • Guests

Inviato 28 febbraio 2007 - 10:18

Per qualche motivo tecnico si erano bloccati i sondaggi. Ora dovrebbe essere tutto a posto.  :)

#34 Guest_Eleanor Rigby_*

Guest_Eleanor Rigby_*
  • Guests

Inviato 28 febbraio 2007 - 10:27

Io di Jim Jarmush ho visto solo Daunbailò e Coffe & Cigarettes.
Ho votato il primo, per la storia e perchè piacevole, anche se la cosa non fa testo data la scarsa conoscenza che ho di questo autore.
In ogni caso Coffe & Cigarettes, seppur di una lentezza secondo me eccessiva soprattutto nell'episodio di Benigni che mi pare doppiato anche malino,  rende bene l'idea di solitudine e "lontananza", e ne adoro la fotografia, soprattutto quelle riprese dall'alto delle tazze di caffè vicino cui si spengono i vari mozziconi.

#35 Staré Mesto

Staré Mesto

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 222 Messaggi:

Inviato 28 febbraio 2007 - 13:08

Ho votato Permanent Vacation e la sua desolazione inserita nella generazione di wave/losers newyorchesi, film inestimabile, vederlo a 0 era piuttosto delittuoso.
  • 0

#36 Guest_The Man With a Movie Came_*

Guest_The Man With a Movie Came_*
  • Guests

Inviato 01 marzo 2007 - 23:05

mi manca solo year of the horse..comunque voto stranger than paradise seguito da mystery train

#37 satyajit

satyajit

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6747 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 02 marzo 2007 - 08:41

Io voto Broken Flowers, che è l'unico suo film che mi ha convinto completamente e dall'inizio alla fine. Dopo averlo visto mi sono convinto a rivedere gli altri suoi film che mi avevano lasciato perplesso, ma non ho avuto ancora occasione di farlo.
Penso comunque che sia un regista abbastanza sopravvalutato. al giorno d'oggi può avere il successo di critica che ha, ma 30-40 anni fa sarebbe stato uno dei tantissimi.

  • 0

#38 mr.Weiss

mr.Weiss

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 50 Messaggi:

Inviato 01 maggio 2007 - 01:17


voto Night on erath ossia taxisti di notte:
-perchè non lo vota nessuno , forse (e spero) perchè non lo avete visto?E' un film intelligente ma anche molto divertente, costruito benissimo...per me un piccolo capolavoro, sicuramente una delle vette più alte della filmografia di jarmusch. Di solito non apprezzo molto l' umorismo di Begnini , ma qui mi è piaciuto parecchio, forse perchè ha un'pò la faccia da taxista ;D...lo stesso vale per la Ryder.
Guardatelo, a Venezia ho preso una copia , era da tanto che lo cercavo.
Al secondo posto c'è Dead Man, interessante la critica di Jules, in effetti alcuni punti sono abbastanza vuoti o inutili...sono troppo pigro per criticarlo, a me piace guardarlo e basta...secondo me è troppo surreale per definirlo un western ,quindi criticare jarmusch su questo punto non è giusto


E perchè non è giusto? Mica gliel'ho ordinato io di scegliere l'ambientazione western per collocare le sue personali riflessioni sul viaggio verso la morte...una volta che un regista mette in scena anche solo un elemento che mi riporta alla mente un determinato genere cinematografico, mi sento in diritto di commentare come questo genere è stato utilizzato, e continuo a dire che nel caso specifico è stato adattato piuttosto maluccio..


scusate se rsipondo con mesi, MESI di ritardo, ma su Jarmusch non ho il controllo delle mie azioni.
Il suo primo film che ho visto è stato proprio Dead Man, e non so spiegare che cosa ha provocato in me la visione di questo film (basta pensare che ho subito comprato la colonna sonora e ho ascoltato il cd più di dieci volte il primo giorno, e il secondo giorno mi sono alzato alle 4 di mattina perchè DOVEVO ascoltarla di nuovo. ero arrivato al punto che ogni rumore -specialmente quelli metallici- mi facevano partire nelle orecchie tutta la melodia).
Jules a quanto ho capito basa la sua critica sul fatto che Jarmusch abbia usato un'ambientazione western venedo meno però a molte dei dictat del genere. Non potrei essere più in disaccordo nel ritenere questo un difetto nel film, anzi.
Dead Man non è un "western", il film è del 95, sono anni che non si parla più di generi se non per guardare al passato. Poi quale sarebbe il genere western? Potter, Ford, Walsh, Hawks, Leone, Peckinpah, Eastwood?..? già dopo la seconda guerra mondiale il (sur)western (chiamato così da Bazin) aveva poco a che fare con i precedenti, per non parlare poi di quanto sia cambiato con Peckinpah e Sergio Leone. Il film di Jarmusch è carico di simbolismi volutamente enfatizzati al limite del paradosso, non racconta la storia di un bandito o di un mandriano, ma è una parabola sul ciclo della vita e della morte, sull??esperienza e l??innocenza.
Si perde moltissimo del film se non si conosce almeno un po?? la poetica di William Blake (che è anche il nome del protagonista nel film), di come in Blake si istauri un rapporto tra simbolismo eretico e metafisica (il termine non è azzeccatissimo in realtà). In Blake ricorre il passaggio dall??innocenza all??esperienza attraverso il dono della visione. Il film è questo passaggio che si concretizza nella ferita che non guarirà mai  e si personifica nell??indiano Nessuno, portatore del dono della visione (uso di droghe, uso di versi di Blake poeta). ? chiaro che il destino del protagonista sarà la morte, ma l??importante è il percorso che egli seguirà per preparasi alla morte.
Anche le minacce dei cacciatori di taglie è minima, sebbene sempre incombente. L??universo esterno si chiude per William Blake al solo rapporto con il suo Virgilio (meno benigno dell??originale in quanto lo porterà alla morte). Alcune delle frasi di Nessuno sono versi dei Proverbi Infernali, contenuti nell??opera blakiana di principale riferimento per il film, e il cui titolo già dà delle indicazioni, ??Il Matrimonio del Cielo e dell??Inferno?.
La stessa storia viene raccontata anche dal successivo film Ghost Dog, ma attraverso una chiave diversa che ha molto in comune con la poetica di William Blake, ossia la ??spiritualità? orientale. Anche qui chi salva inzialmente il protagonista ne è alla fine l??assassino.

Per chiudere, mi sembra assurdo criticare Dead Man perché non risponda a determinati canoni di un genere. Soprattutto considerando che Jarmusch non ha mai fatto film di genere, ma ne ha spesso preso uno per eluderlo, quasi parodiarlo. Stranger than Paradise dovrebbe essere un road movie, ma di New York, Cleveland e Miami non vediamo niente, solo interni (la casa di John, della zia, il bar, un motel?in pratica ci porta in giro per l??america per finta) oltre ai già citati Dead Man e Ghost Dog.
Un??altra critica era rivolta ad alcuni passaggi ritenuti inutili, e mi stupisco. Dovrebbe essere chiaro che questa è la più personale cifra stilistica di Jarmusch (cosa bisognerebbe dire di Stranger than Paradise o Coffee and sigarettes allora?).

Considero Dead Man e Ghost Dog i film più belli di Jarmusch, un gradino sotto tutti gli altri. l??unico film che mi ha deluso della sua filmografia è stato taxista di notte, in particolare nell??episodio di Benigni.

  • 0

#39 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21627 Messaggi:

Inviato 08 ottobre 2008 - 11:11

Ieri cazzeggiavo su questi nuovi canali mediaset e mi sono imbattuto nel finale di questo film clamoroso:

Immagine inserita

Ho pensato subito al buon corey! E non riesco a capire come ancora non abbia provveduto a fare un'equazione facilissima. La faccio io. Foto di cui sopra uguale a

Immagine inserita


  • 0

#40 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15533 Messaggi:

Inviato 09 ottobre 2008 - 21:57


Ho pensato subito al buon corey! E non riesco a capire come ancora non abbia provveduto a fare un'equazione facilissima. La faccio io. Foto di cui sopra uguale a


e mica c'è bisogno di Corey. Jarmush stesso mette Melville nei ringraziamenti ;D
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq