Vai al contenuto


* * * * - 4 Voti

Bob Dylan


  • Please log in to reply
575 replies to this topic

#1 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 11:11

Artista capitale, eppure in questo forum, nelle sue svariate vesti ed edizioni, non se n'è mai parlato a sufficienza*, e ciò è scandaloso.
E' grazie a lui se il rock è diventato musica adulta.
E' grazie a lui se s'è imposto il folk-rock.
Si gioca coi Byrds e Joan Baez la nascita del country rock (NASHVILLE SKYLINE è IMO uno degli LP più wubbosi dei '60).
Ha scritto inni memorabili.
Nei concerti dal vivo (vedi il bootleg alla ROYAL ALBERT HALL) ha anticipato sonorità che nel futuro avrebbero preso corpo sino a trasformarsi in generi (proto-metal comprese).
Ha inventato il camaleontismo (musicale, of course) nel rock.
E' imprescindibile.
Orsù, parlatene.

* A parte il forum phpBB, ho spulciato per bene, in questi mesi, anche quello su Forumcommunity e parte di quello su Network54. Quindi...

#2 Veteran of Disorder

Veteran of Disorder

    Baron Samedi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1354 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2006 - 11:17

"...aprite discussioni che possano stuzzicare il loro interesse invece di togliere la polvere ad argomenti che annoiavano già i nostri padri..."
  • -1

#3 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 11:20

"...aprite discussioni che possano stuzzicare il loro interesse invece di togliere la polvere ad argomenti che annoiavano già i nostri padri..."


Qui su OR non annoieranno mica, visto che Bob Dylan è un argomento quasi (forse nemmeno questo) vergine ;D .

#4 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33793 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 03 settembre 2006 - 11:20

No, dai Dylan è Dylan... E' come se in un sito di cinema non si potesse parlare di Orson Welles!

Già che ci siamo, vi anticipo che arriverà prossimamente una monografia "vera" su di lui, forse addirittura a puntate  :o
  • 0

#5 Guest_BlueValentine_*

Guest_BlueValentine_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 11:23

Una sit-com, insomma.

#6 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 11:24

Eddai, che scrivo la PM di THE TIMES THEY ARE A-CHANGIN'!!!

Una sit-com, insomma.


Vade retro, troll.

#7 kingink

kingink

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1405 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2006 - 11:33

Qualcuno ha già ascoltato la sua ultima fatica: "Modern Times"?
  • 0

#8 meathouse

meathouse

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 48 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2006 - 11:52

Qualcuno ha già ascoltato la sua ultima fatica: "Modern Times"?


Un bel disco, come del resto il precedente Love & Theft, con almeno tre/quattro brani intensissimi e qualche caduta di tono. Il suono, però, è troppo precisino, i musicisti sono bravi ma scolastici. Testi in linea di massima notevoli.
Credo comunque che da Dylan, ormai, non si possano pretendere lavori epocali ma solo buoni/ottimi album. Credo che il suo ultimo miracolo rimarrà Oh Mercy.
  • 0

#9 eXitplanEtdUst

eXitplanEtdUst

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 176 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2006 - 12:45

Il suono, però, è troppo precisino, i musicisti sono bravi ma scolastici.

E' più o meno la stessa cosa che ho pensato in riferimento al concerto che ho visto a fine luglio.
  • 0

#10 Guest_Octopus_*

Guest_Octopus_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 12:45

Su Bob Dylan si potrebbero dire davvero tante cose, rischiando anche di essere banali.
Forse ne parliamo poco perché lo conosciamo troppo bene!

Amo molto Blood on the Track, anche se non credo sia il suo album migliore (questo poco importa in realtà).

E' davvero difficile non riconscersi in almeno una delle sue canzoni...

PS: non ho ancora ascoltato il suo ultimo lavoro :-[

#11 Guest_Stipe_*

Guest_Stipe_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 12:47

Credo che il suo ultimo miracolo rimarrà Oh Mercy.


Io invece ritengo Time out of mind il suo disco migliore da Blood on the tracks, e tra i miei 5-6 preferiti del nostro. L'ultimo lo devo ancora sentire ma sembra che sia molto vicino a Love&Theft disco che apprezzo abbastanza.

#12 Guest_Glory days_*

Guest_Glory days_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 13:37

...per Bob Dylan nutro un amore speciale, The Freewheelin' Bob Dylan è stato uno dei primi album che ho ascoltato (e ancora oggi lo ascolto con piacere) e a partire da lui ho iniziato ad ascoltare musica rock.
...i mie album preferiti sono la coppia speciale Highway 61 revisited e Blonde on blonde due vere e proprie pietre miliari del rock. Naturalmente la sua discografia include alti e bassi ma la sua figura resta una delle protagoniste della musica popolare del secolo scorso.
...capisco che si tratta di un musicista ormai forse superato dalle sonorità moderne e che forse la discussione non attiri gli utenti di vecchia data, e anche che probabilmente quasi tutto è già stato detto, ma credo che un topic dedicato a lui non possa mancare in questa sezione...! (...infatti avevo intenzione di aprire io una discussione in merito...!).

...Oltre ai 2 classici menzionati prima mi piace molto ascoltare anche i suoi primi album, acustici ed essenziali, come The freewheelin' Bob Dylan, The times they are a-changin', Another side of Bob Dylan contenti perle come Girl of the north country, When the ship comes in, With God on our side, To Ramona...
...cosa ne pensate di questi primi album...?
Oltre alla parte musicale grande importanza hanno poi i testi, vivi e ricchi di immagini, similitudini, allegorie surreali, una sorta di fusione tra lingua quotidiana e registro poetico.
Sorprendente come sia riuscito a passare in oltre 40 anni di storia, sopravvivendo ad ogni mutamento e rivoluzione, capace di rinnovarsi e di risorgere dalle ceneri.

#13 Guest_Stipe_*

Guest_Stipe_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 13:41

The freewheelin' Bob Dylan, The times they are a-changin', Another side of Bob Dylan contenti perle come Girl of the north country, When the ship comes in, With God on our side, To Ramona...
...cosa ne pensate di questi primi album...?


Io ritengo soprattutto Another Side un grandissimo disco, seguito a ruota da The times, mentre per Freewheelin apparte le 4-5 grandissime canzoni non vado propriamente pazzo.

#14 Guest_Glory days_*

Guest_Glory days_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 13:54

...dopo aver ascoltato Highway e Blonde on blonde sino all'inverosimile, ultimamente le mie preferenze vanno per i primi dischi, dove c'è spazio solo per la chitarra, la voce e l'armonica. Il quasi timido finger-picking degli esordi e la voce incerta di quei dischi mi conquistano: mi chiedo cosa pensasse Dylan del fatto di essere stato eletto a voce di una generazione, se segretamente era quello che desiderava. Tra le molte canzoni di quel periodo spicca anche quella dedicata al folksinger Woody Guthrie, Song to Woody (una delle poche firmate da lui sul suo album d'esordio, intitolato semplicemente Bob Dylan, quasi tutte cover e adattamenti da altri autori), secondo me una buona interpretazione di Dylan nel rendere omaggio a uno dei suoi ispiratori.

Hey, hey Woody Guthrie, I wrote you a song
'Bout a funny ol' world that's a-comin' along.
Seems sick an' it's hungry, it's tired an' it's torn,
It looks like it's a-dyin' an' it's hardly been born


Here's to Cisco an' Sonny an' Leadbelly too,
An' to all the good people that traveled with you.
Here's to the hearts and the hands of the men
That come with the dust and are gone with the wind.

I'm a-leaving' tomorrow, but I could leave today,
Somewhere down the road someday.
The very last thing that I'd want to do
Is to say I've been hittin' some hard travelin' too.


...negli anni '70 le cose cambiano e, si sa, imperdibili Blood on the tracks e Desire...ma anche molto interessante The basement tapes.

...sono stato al suo concerto il luglio scorso all'Auditorium Parco della musica e la perfomance mi è sembrata abbastanza buona, anche se piuttosto, come dire, ordinaria. La band che lo accompagna è senz'altro di livello molto buono, ma sembra come se fossero degli impiegati e non dei musicisti...non so se mi spiego... :)

#15 meathouse

meathouse

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 48 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2006 - 14:51

Io invece ritengo Time out of mind il suo disco migliore da Blood on the tracks, e tra i miei 5-6 preferiti del nostro.


Non volevo svilire Time Out Of Mind, che avrei considerato un miracolo se non fosse uscito prima Oh Mercy.
Oh Mercy fu epocale anche perché, come giustamente osservi, dopo Blood On The Tracks Dylan non era stato esattamente alle sue altezze abituali. OK, subito dopo Blood On The Tracks c'erano stati The Basement Tapes (ma era materiale vecchio, quindi non conta) e il sempre bellissimo Desire, e poi anni più o meno bui o comunque non luminosissimi. Oh Mercy fu una straordinaria sorpresa, forse lo preferisco per quello al "blues" di Time Out Of Mind.
  • 0

#16 Guest_Eugenetic Axe_*

Guest_Eugenetic Axe_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 16:15

Che ne pensate del suo periodo cristiano? Vabbé, testi e appartenenza ai Born Again Christians a parte. SLOW TRAIN COMIN', SAVED e SHOT OF LOVE sono ben suonati e ben prodotti.

#17 Guest_Glory days_*

Guest_Glory days_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 16:40

...riguardo al suo periodo cristiano credo che il migliore tra Slow train coming, Saved e Shot of love sia il primo (che vede la presenza di Mark Knopfler alla chitarra) e alcuni episodi niente male (Gotta serve somebody, I believe in you). La produzione di questi album mi sembra comunque molto buona e curata, ma la qualità dei pezzi è purtroppo lontana da altri capolavori già citati. (Segnalo però Every grain of sand e The groom's still waiting at the altar da SHOT OF LOVE).
...in questi album il tema religioso diviene quasi un'ossessione e la qualità dei testi si abbassa, sebbene mantenendo una certa padronanza stilistica secondo me mai mancata a Dylan. E' da considerare anche che temi e riferimenti religiosi sono sparsi in tutta l'opera Dylan, anche in altri periodi (quando penso alla meravigliosa Sad-eyed lady of the lowlands ho sempre l'impressione di una estasi quasi divina, eterna apparizione della donna-angelo) o alle visioni mistiche di Jokerman dall'album successivo, Infidels, epurato da certi eccessi dottrinali.

...quello che sottolinerei è l'incessante, instancabile attività live anche in questi anni, sempre nuova ed ogni volta diversa.

#18 kingink

kingink

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1405 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2006 - 17:20

...i mie album preferiti sono la coppia speciale Highway 61 revisited e Blonde on blonde due vere e proprie pietre miliari del rock. Naturalmente la sua discografia include alti e bassi ma la sua figura resta una delle protagoniste della musica popolare del secolo scorso.


Quoto al 200%
  • 0

#19 Guest_BlueValentine_*

Guest_BlueValentine_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 17:33

...riguardo al suo periodo cristiano credo che il migliore tra Slow train coming, Saved e Shot of love sia il primo (che vede la presenza di Mark Knopfler alla chitarra)


Mi pare l'abbia anche prodotto, oltre ad averci suonato, così come Infidels.

#20 Guest_Glory days_*

Guest_Glory days_*
  • Guests

Inviato 03 settembre 2006 - 17:45

...mi sembra che la produzione di STC sia di Jerry Wexler e Barry Beckett (quest'ultimo vi suona anche tastiere e percussioni). Su Infidels la produzione è di Dylan e Knopfler, esatto. (E anche qui Knopfler è accreditato alla chitarra).  :)




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq