Vai al contenuto


Foto
- - - - -

nuovo cinema italiano


  • Please log in to reply
94 replies to this topic

#21 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 19:24

"Il corpo dell'anima" di Salvatore Piscicelli (1999)

Bellissimo (Pablito sporcaccione :asd)
Carino anche A+R anche se non è il massimo....ha ottime trovate.


P.S. la lista Pickpocket non è minimamente paragonabile a quella fatta in precedenza da Jules (secondo me)


Avevo fatto apposta una premessa, se mi fossi trovato a farla io la lista per primo chiaramente nessuno, o forse solo qualcuno, dei titoli di Jules sarebbe mancato.Ma dato che mi sembrava più compilativa la lista c'ho aggiunto qualcosa.

Se si trattasse di gusti, di certo non avrei messo il banale e retorico Caterina Va in Città, il sopravvalutatissimo Buongiorno, Notte e su tutti l'imbarazzante Viva Zapatero.
Ah, a me anche le conseguenze dell'amore non m'ha entusiasmato, sicuramente paragonato all'uomo in più.
Per il resto, La finestra di fronte non è di certo un titolo d'essai, ma è ben fatto e molto consapevole, qualità che nel panorama confuso del cinema italiano sono sicuramente da apprezzare.
  • 0

#22 Malato_del_vinile

Malato_del_vinile

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 734 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 19:36

il sopravvalutatissimo Buongiorno, Notte

No...perchè così sopravvalutato secondo te?
  • 0

#23 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 19:55

il sopravvalutatissimo Buongiorno, Notte

No...perchè così sopravvalutato secondo te?


Non mi entusiasmò, a suo tempo.So che non è abbastanza, ma dovrei rivederlo per poterne dire qualcosa in maniera minimamente approfondita.
  • 0

#24 Kraftwave

Kraftwave

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 913 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 20:28

BALLO A TRE PASSI.(Meraviglioso) di Salvatore Mereu

Stupendo. Il cinema sardo, in una prospettiva medio-lunga, è quello che vedo meglio piazzato: stanno uscendo dei registi davvero interessanti con idee e freschezza da vendere.


D'accordissimo con voi, Ballo a Tre Passi merita davvero attenzione.
Consiglio anche La Lingua Del Santo [di Carlo Mazzacurati, 2000] e Saimir [di Francesco Munzi, 2004]. Non mi è dispiaciuto neanche (mi pare non segnalato) Agata e La Tempesta [di Silvio Soldini, 2003].
Mentre ho sentito parlar bene e vorrei vedere 7 Km Da Gerusalemme e I Nostri Anni.
  • 0

#25 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 20:32

Poi l'apparato citazionistico in Ballo a Tre Passi è impressionante.
  • 0

#26 DottorDark

DottorDark

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 55 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 21:06



Sul film della Comencini continuo a non capirvi...in che cosa il film è brutto?


ho notato errori grossolani nel montaggio . buchi nella sceneggiatura . insomma mi ha dato l'impressione di essere stato arrangiato in quattro e quattrotto ; tipo film per la tv .

ma il tema è molto interessante e andrebbe ripreso
  • 0

#27 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22342 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 21:44

Vorrei fare qualche aggiunta alla lista, nonostante non siano film che mi hanno entusiasmato possono prendere parte pienamente a quell'elenco, dato che, almeno credo, anche da parte dell'utente precedente, non fosse una questione di mero gusto personale.Perciò diciamo che anche questi meritano, a buon diritto, di essere salvati.

La Bestia nel cuore. di Cristina Comencini
Quo vadis, baby? di Gabriele Salvadores
Non ti muovere. di Sergio Castellitto
A+R. di Marco Ponti
Musikanten. di Franco Battiato
Perduto Amor. di Franco Battiato
BALLO A TRE PASSI.(Meraviglioso) di Salvatore Mereu
The dreamers. di Bernardo Bertolucci
Il posto dell'anima. di Riccardo Milani
Prendimi l'anima. di Roberto Faenza
La finestra di fronte. di Ferzan Ozpetek
La meglio gioventù. di Marco Tullio Giordana
Amnesia. di Gabriele Salvadores
L'ora di religione. di Marco Bellocchio


Scusami Pick ma La bestia nel cuore, Non ti muovere, A+R, Musikanten, La finestra di fronte, Amnesia...cosa ci fanno nella lista dei film da salvare?

Da salvare? io direi senza tante esitazioni da buttare nel water e tirare lo sciaquone il prima possibile!
  • 0

#28 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 23:21


Vorrei fare qualche aggiunta alla lista, nonostante non siano film che mi hanno entusiasmato possono prendere parte pienamente a quell'elenco, dato che, almeno credo, anche da parte dell'utente precedente, non fosse una questione di mero gusto personale.Perciò diciamo che anche questi meritano, a buon diritto, di essere salvati.

La Bestia nel cuore. di Cristina Comencini
Quo vadis, baby? di Gabriele Salvadores
Non ti muovere. di Sergio Castellitto
A+R. di Marco Ponti
Musikanten. di Franco Battiato
Perduto Amor. di Franco Battiato
BALLO A TRE PASSI.(Meraviglioso) di Salvatore Mereu
The dreamers. di Bernardo Bertolucci
Il posto dell'anima. di Riccardo Milani
Prendimi l'anima. di Roberto Faenza
La finestra di fronte. di Ferzan Ozpetek
La meglio gioventù. di Marco Tullio Giordana
Amnesia. di Gabriele Salvadores
L'ora di religione. di Marco Bellocchio


Scusami Pick ma La bestia nel cuore, Non ti muovere, A+R, Musikanten, La finestra di fronte, Amnesia...cosa ci fanno nella lista dei film da salvare?

Da salvare? io direi senza tante esitazioni da buttare nel water e tirare lo sciaquone il prima possibile!


A+R è un film delizioso, nel suo genere, e questo basta per essere salvato.
Non ti muuovere lo trovo un film straordinario e non capisco come si possa sostenere il contrario, non è un film d'autore ma è indubbiamente ben confezionato, è una pellicola molto vasta e sicura, che rivela una padronanza del mezzo filmico eccezionale.Non si possono salvare solo film di carattere territoriale o comunque autoriali, esiste un cinema dello "spettacolo" che non possiamo mica eliminare del tutto, e nel nostro panorama italiano, Non Ti Muovere brilla come una stella da questo punto di vista.
La finestra di fronte e La bestia nel cuore a me non sono piaciuti ma per la stessa ragione di prima, anche se in maniera minore, li salverei.
Amnesia, a suo tempo, mi piacque, trovai l'intreccio delle diverse vicende ben condotto, poi non è un capolavoro, ma di capolavori, sia nella mia lista che nella tua, ce ne sono ben pochi.
Musikanten è un film sperimentale ma è parte di un percorso che Battiato sta facendo, tu salveresti Paura e Desiderio di Kubrick?E' questione di opinioni, io salvo Musikanten perchè credo che fra 8 anni potrò vederlo in una luce diversa, dopo la visione del 7° lungometraggio di Battiato.Però è una opinione assolutamente personale.
  • 0

#29 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2006 - 23:22

Poi se mi dici che si salva in Caterina va in città te ne sarei grato.
  • 0

#30 Guest_Pablito_*

Guest_Pablito_*
  • Guests

Inviato 29 agosto 2006 - 00:29

"Il corpo dell'anima" di Salvatore Piscicelli (1999)

Bellissimo (Pablito sporcaccione :asd)

Sporcaccione? io sono anche iscritto al fan-club di Raffaella Ponzo!
:P

#31 Malato_del_vinile

Malato_del_vinile

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 734 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2006 - 10:45


"Il corpo dell'anima" di Salvatore Piscicelli (1999)

Bellissimo (Pablito sporcaccione :asd)

Sporcaccione? io sono anche iscritto al fan-club di Raffaella Ponzo!
:P

Grande! :asd
  • 0

#32 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22342 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2006 - 11:17



Vorrei fare qualche aggiunta alla lista, nonostante non siano film che mi hanno entusiasmato possono prendere parte pienamente a quell'elenco, dato che, almeno credo, anche da parte dell'utente precedente, non fosse una questione di mero gusto personale.Perciò diciamo che anche questi meritano, a buon diritto, di essere salvati.

La Bestia nel cuore. di Cristina Comencini
Quo vadis, baby? di Gabriele Salvadores
Non ti muovere. di Sergio Castellitto
A+R. di Marco Ponti
Musikanten. di Franco Battiato
Perduto Amor. di Franco Battiato
BALLO A TRE PASSI.(Meraviglioso) di Salvatore Mereu
The dreamers. di Bernardo Bertolucci
Il posto dell'anima. di Riccardo Milani
Prendimi l'anima. di Roberto Faenza
La finestra di fronte. di Ferzan Ozpetek
La meglio gioventù. di Marco Tullio Giordana
Amnesia. di Gabriele Salvadores
L'ora di religione. di Marco Bellocchio


Scusami Pick ma La bestia nel cuore, Non ti muovere, A+R, Musikanten, La finestra di fronte, Amnesia...cosa ci fanno nella lista dei film da salvare?

Da salvare? io direi senza tante esitazioni da buttare nel water e tirare lo sciaquone il prima possibile!


A+R è un film delizioso, nel suo genere, e questo basta per essere salvato.
Non ti muuovere lo trovo un film straordinario e non capisco come si possa sostenere il contrario, non è un film d'autore ma è indubbiamente ben confezionato, è una pellicola molto vasta e sicura, che rivela una padronanza del mezzo filmico eccezionale.Non si possono salvare solo film di carattere territoriale o comunque autoriali, esiste un cinema dello "spettacolo" che non possiamo mica eliminare del tutto, e nel nostro panorama italiano, Non Ti Muovere brilla come una stella da questo punto di vista.
La finestra di fronte e La bestia nel cuore a me non sono piaciuti ma per la stessa ragione di prima, anche se in maniera minore, li salverei.
Amnesia, a suo tempo, mi piacque, trovai l'intreccio delle diverse vicende ben condotto, poi non è un capolavoro, ma di capolavori, sia nella mia lista che nella tua, ce ne sono ben pochi.
Musikanten è un film sperimentale ma è parte di un percorso che Battiato sta facendo, tu salveresti Paura e Desiderio di Kubrick?E' questione di opinioni, io salvo Musikanten perchè credo che fra 8 anni potrò vederlo in una luce diversa, dopo la visione del 7° lungometraggio di Battiato.Però è una opinione assolutamente personale.


Vorrei precisare una cosa...per me non esiste la distinzione fra parere soggettivo e dato oggettivo, nel cinema...credo che se uno ha un minimo di autostima e ritiene di avere un buon occhio critico deve ritenere che le due cose vadano parallele...i film che ho citato sono nella mia lista perchè mi sono piaciuti e, di conseguenza, li ritengo oggettivamente meritevoli di essere salvati e conservati...

Andando ai punti in cui sono in disaccordo con te, vorrei limitare le puntualizzazioni a 3 film in particolare, che mi sembrano alcuni tra i casi più oggettivi del malore che affligge gran parte della nostra industria cinematografica...

La bestia nel cuore

Sono sempre stato convinto che Cristina Comencini sia insufficiente sia come autrice che come regista delle sue stesse sceneggiature...i suoi film risultano sempre così inutilmente didascalici e retorici e il film presentato a Venezia l'anno scorso non è un'eccezione: un tema delicato ed alquanto scabroso trattato con i vezzi di una bozza da romanzo Harmony...per non parlare della recitazione continuamente sopra le righe della Mezzogiorno...sai cosa mi infastidisce di più ripensando a questo film? non tanto che ci può essere gente che lo ha incomprensibilmente apprezzato, bensì che è stato il primo film ad essere candidato all'Oscar dopo un pò di anni...come se gli americani ci riconoscono ormai per un certo standard di cinema melenso (gratuitamente) e fintamente intimista...

La finestra di fronte

Qui invece siamo di fronte ad un malinteso colossale...come si fa ad affibbiare al povero Ozpetek il duro incarico di risollevare il cinema italiano? come si fa a non perdere tutte le sperazne di fronte ad uno dei film più disimpegnati e leggeri che si siano fatti negli ultimi anni? ma è veramente sufficiente la sovrapposizione di un banalissimo triangolo sentimentale da soap con la memoria dell'Olocausto per elevare il regista turco al di sopra del tanto bistrattato Muccino? per me valgono tutti e due lo stesso: poco più di niente...

Musikanten

Ma quale film sperimentale? la sperimentazione, pick, alloggia altrove, credimi...Musikanten è solo un presuntuoso pasticcio incompiuto...non capisco perchè Battiato faccia cinema quando è palese in un'opera del genere il suo odio profondo per questa arte (per lo meno questo è quello che traspare)..
  • 0

#33 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2006 - 15:38




Vorrei fare qualche aggiunta alla lista, nonostante non siano film che mi hanno entusiasmato possono prendere parte pienamente a quell'elenco, dato che, almeno credo, anche da parte dell'utente precedente, non fosse una questione di mero gusto personale.Perciò diciamo che anche questi meritano, a buon diritto, di essere salvati.

La Bestia nel cuore. di Cristina Comencini
Quo vadis, baby? di Gabriele Salvadores
Non ti muovere. di Sergio Castellitto
A+R. di Marco Ponti
Musikanten. di Franco Battiato
Perduto Amor. di Franco Battiato
BALLO A TRE PASSI.(Meraviglioso) di Salvatore Mereu
The dreamers. di Bernardo Bertolucci
Il posto dell'anima. di Riccardo Milani
Prendimi l'anima. di Roberto Faenza
La finestra di fronte. di Ferzan Ozpetek
La meglio gioventù. di Marco Tullio Giordana
Amnesia. di Gabriele Salvadores
L'ora di religione. di Marco Bellocchio


Scusami Pick ma La bestia nel cuore, Non ti muovere, A+R, Musikanten, La finestra di fronte, Amnesia...cosa ci fanno nella lista dei film da salvare?

Da salvare? io direi senza tante esitazioni da buttare nel water e tirare lo sciaquone il prima possibile!


A+R è un film delizioso, nel suo genere, e questo basta per essere salvato.
Non ti muuovere lo trovo un film straordinario e non capisco come si possa sostenere il contrario, non è un film d'autore ma è indubbiamente ben confezionato, è una pellicola molto vasta e sicura, che rivela una padronanza del mezzo filmico eccezionale.Non si possono salvare solo film di carattere territoriale o comunque autoriali, esiste un cinema dello "spettacolo" che non possiamo mica eliminare del tutto, e nel nostro panorama italiano, Non Ti Muovere brilla come una stella da questo punto di vista.
La finestra di fronte e La bestia nel cuore a me non sono piaciuti ma per la stessa ragione di prima, anche se in maniera minore, li salverei.
Amnesia, a suo tempo, mi piacque, trovai l'intreccio delle diverse vicende ben condotto, poi non è un capolavoro, ma di capolavori, sia nella mia lista che nella tua, ce ne sono ben pochi.
Musikanten è un film sperimentale ma è parte di un percorso che Battiato sta facendo, tu salveresti Paura e Desiderio di Kubrick?E' questione di opinioni, io salvo Musikanten perchè credo che fra 8 anni potrò vederlo in una luce diversa, dopo la visione del 7° lungometraggio di Battiato.Però è una opinione assolutamente personale.


Vorrei precisare una cosa...per me non esiste la distinzione fra parere soggettivo e dato oggettivo, nel cinema...credo che se uno ha un minimo di autostima e ritiene di avere un buon occhio critico deve ritenere che le due cose vadano parallele...i film che ho citato sono nella mia lista perchè mi sono piaciuti e, di conseguenza, li ritengo oggettivamente meritevoli di essere salvati e conservati...

Andando ai punti in cui sono in disaccordo con te, vorrei limitare le puntualizzazioni a 3 film in particolare, che mi sembrano alcuni tra i casi più oggettivi del malore che affligge gran parte della nostra industria cinematografica...

La bestia nel cuore

Sono sempre stato convinto che Cristina Comencini sia insufficiente sia come autrice che come regista delle sue stesse sceneggiature...i suoi film risultano sempre così inutilmente didascalici e retorici e il film presentato a Venezia l'anno scorso non è un'eccezione: un tema delicato ed alquanto scabroso trattato con i vezzi di una bozza da romanzo Harmony...per non parlare della recitazione continuamente sopra le righe della Mezzogiorno...sai cosa mi infastidisce di più ripensando a questo film? non tanto che ci può essere gente che lo ha incomprensibilmente apprezzato, bensì che è stato il primo film ad essere candidato all'Oscar dopo un pò di anni...come se gli americani ci riconoscono ormai per un certo standard di cinema melenso (gratuitamente) e fintamente intimista...

La finestra di fronte

Qui invece siamo di fronte ad un malinteso colossale...come si fa ad affibbiare al povero Ozpetek il duro incarico di risollevare il cinema italiano? come si fa a non perdere tutte le sperazne di fronte ad uno dei film più disimpegnati e leggeri che si siano fatti negli ultimi anni? ma è veramente sufficiente la sovrapposizione di un banalissimo triangolo sentimentale da soap con la memoria dell'Olocausto per elevare il regista turco al di sopra del tanto bistrattato Muccino? per me valgono tutti e due lo stesso: poco più di niente...

Musikanten

Ma quale film sperimentale? la sperimentazione, pick, alloggia altrove, credimi...Musikanten è solo un presuntuoso pasticcio incompiuto...non capisco perchè Battiato faccia cinema quando è palese in un'opera del genere il suo odio profondo per questa arte (per lo meno questo è quello che traspare)..


La sperimentazione non è un valore assoluto, ogni regista sperimenta nella direzione in cui il suo sguardo lo porta, e, ti ripeto, io credo che fra 8 anni dovrai ricrederti, ma per oggi, ovviamente, se si esclude un discorso sul futuro, Musikanten è un film pessimo, come lo è, sempre riferendomi a Kubrick, Paura e Delirio.Quindi vale ciò che ho detto prima.

Sulle altre due analisi mi troverei anche d'accordo con te, ma sulla premessa, come tu giustamente avrai intuito, non concordo assolutamente.Una cosa è il gusto personale, ed un'altra è l'importanza di una pellicola in un panorama minore come quello italiano, e non si può eliminare interamente una parte così grande del cinema che è quella dell'enterteiment.

Comunque l'equivoco nasce dall'utilizzo del verbo salvare che, mi consentirai, è molto più vicina al concetto di "accettabile" che a quello di "eccezionale".E non esiste non ritenere per lo meno accettabile un film ben fatto e avanzato come Non ti Muovere.
  • 0

#34 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22342 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2006 - 22:14

In che cosa è avanzato Non ti muovere?

Comunque non me la sento di arrotarmi su questo discorso...tanto più che il film di Castellitto anche se non lo salverei io personalmente, potrei non scandalizzarmi a vederlo considerato accettato da altri...

Diverso il discorso sui film di cui ho scritto prima, per i quali non mi sembra che accettabile sia la parola giusta..
  • 0

#35 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2006 - 22:40

In che cosa è avanzato Non ti muovere?

Comunque non me la sento di arrotarmi su questo discorso...tanto più che il film di Castellitto anche se non lo salverei io personalmente, potrei non scandalizzarmi a vederlo considerato accettato da altri...

Diverso il discorso sui film di cui ho scritto prima, per i quali non mi sembra che accettabile sia la parola giusta..


Comunque è stata una buona discussione, è sempre bello poter dialogare apertamente ma con la verve che si conviene ad un dibattito.Ora, però, mi toglierai lo sfizio di dirmi in cosa Caterina va in città può definirsi se non un capolavoro per lo meno un bel film.
  • 0

#36 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22342 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2006 - 23:14

Ma infatti Caterina va in città non è un capolavoro! e nemmeno un grande film!
Solo che il quesito all'inizio del thread chiedeva quali fossero i film salvabili degli ultimi anni e il mio elenco comprendeva tutti quelli che io reputo da una sufficienza piena in su...

Il film di Virzì non è certo tra i migliori e, forse, non è manco tra i migliori dell'autore toscano...però non mi si possono paragonare i caratteri dei film virziniani con quelli mucciniani o ozpetekiani...per quanto possano essere palusibili tutte le perplessità su alcuni eccessi satirici che sfiorano il ridicolo ed il retorico, è impossibile non notare che i personaggi, almeno qui, un minimo di dimensione la acquistano...

Ps: tu pick sei di Roma? no perchè, credimi, visto qui a Roma Caterina va in città è in alcune scene realmente irresistibile, mi capita raramente di ritrovare dentro a un film proprio quello che noto in strada..
  • 0

#37 Pickpocket

Pickpocket

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 29 agosto 2006 - 23:28

Ma infatti Caterina va in città non è un capolavoro! e nemmeno un grande film!
Solo che il quesito all'inizio del thread chiedeva quali fossero i film salvabili degli ultimi anni e il mio elenco comprendeva tutti quelli che io reputo da una sufficienza piena in su...

Il film di Virzì non è certo tra i migliori e, forse, non è manco tra i migliori dell'autore toscano...però non mi si possono paragonare i caratteri dei film virziniani con quelli mucciniani o ozpetekiani...per quanto possano essere palusibili tutte le perplessità su alcuni eccessi satirici che sfiorano il ridicolo ed il retorico, è impossibile non notare che i personaggi, almeno qui, un minimo di dimensione la acquistano...

Ps: tu pick sei di Roma? no perchè, credimi, visto qui a Roma Caterina va in città è in alcune scene realmente irresistibile, mi capita raramente di ritrovare dentro a un film proprio quello che noto in strada..


No, sono di Napoli. Ad ogni modo, e credo qui si chiuda la questione, io non posso che dissentire nella misura in cui fra due film che non mi piacciono (dal punto di vista tematico-narrativo) tendo a preferire sempre e comunque un film fatto meglio, diretto meglio, che non posso mai escludere dai film salvabili, per questa sola ragione. E i film di Ozpetek lo sono, decisamente.La passione di Cristo, che è quanto di peggio io abbia visto negli ultimi anni, non lo escluderei mai dalla lista dei film salvabili. Per il resto io ho trovato meraviglioso Non Ti Muovere, straordinario sotto tutti i punti di vista.E sinceramente credo che anche tu, almeno su questa pellicola, non dovresti tirarti indietro da una critica per lo meno sufficiente, su un film così ben confezionato, a fronte di titoli, come Paz, che nonostante parli di quel meraviglioso personaggio di Pazienza, è di una mediocrità tecnica e scenica incredibile.La messa in scena di Non Ti Muovere, fra quei film, ce l'avranno sì e no 8 pellicole.
  • 0

#38 Ejzenstejn

Ejzenstejn

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 98 Messaggi:

Inviato 30 agosto 2006 - 07:53


Sul film della Comencini continuo a non capirvi...in che cosa il film è brutto? forse non mette inscena a sufficienza una storia plausibile ed al tempo stesso emozionante? non mi sembra neppure che ci sia un eccesso di retorica come da molti le è stato rimproverato e la Braschi riesce a recitare in grazia di Dio, finalmente liberata da quel dittatore del marito che la costringe nei ruoli più improbabili e tragicomici..


Beh, il cinema è qualcosa d'altro e di più del raccontare una storia, come dice giustamente pickpocket.
La Braschi recita male, con o senza marito, come tanti altri attori italiani che sono arrivati a fare cinema senza studiare. Se devo andare a vedere un film italiano contemporaneo preferisco guardarmi una telenovela, a volte sono più intriganti.
Comunque uno dei film che salverei è "Nemmeno il destino"
  • 0

#39 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 30 agosto 2006 - 08:17

Buongiorno, notte  (M. Bellocchio)
Il Caimano  (N. Moretti)
Cantando dietro i paraventi  (E. Olmi)
Caterina va in città  (P. Virzì)
Le chiavi di casa  (G. Amelio)
Io non ho paura  (G. Salvatores)
Il mestiere delle armi  (E. Olmi)
Mi piace lavorare - Mobbing  (F. Comencini)
L'ora di religione  (M. Bellocchio)
Quando sei nato non puoi più nasconderti  (M.T. Giordana)
Il regista di matrimoni  (M. Bellocchio)
La rivincita di Natale  (P. Avati)
Romanzo criminale  (M. Placido)


pur trovando alcuni di questi titoli davero belli, non credo essi possano essere considerati rappresentativi del "nuovo cinema italiano".
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#40 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 30 agosto 2006 - 08:52

Quando sei nato non puoi nasconderti cosa ci fa fra i film da salvare? E' un film di una bruttezza inverosimile, la sceneggiatura tutta sembra scritta proprio da un bambino anche più piccolo del protagonista, non c'è nulla di credibile nella storia, nessuno spunto su cui riflettere, personaggi senza spessore, davvero uno spreco di soldi, sia andarlo a vedere che averlo prodotto.
  • 0
Better Call Saul!




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq