Vai al contenuto


- - - - -

Filosofeggiando!!!


  • Please log in to reply
655 replies to this topic

#1 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 03 September 2008 - 18:25 PM

Mi sa che un topic del genere manca.
Bene discutiamo su quali sono i testi filosofici che più ci son piaciuti e nei quali maggiormente convergono le nostre idee.
Come da tradizione inauguro io:
La filosofia mi ha sempre abbastanza annoiato, sono davvero pochi i testi filosofici che ho letto intergralmente, eppure mi son dilettato anche in una tesi in metologie delle scienze sociali, figuratevi, questo perchè pensare, eppure non lo faccio spesso, mi affascina assai; tuttavia ci sono degli ottimi manuali che possono farci conoscere a grosse linee quelle che sono le correnti filosofiche, poi sicuramente tra gli ondarocker ci sta qualche liceale, ed è proprio grazie a questi manualoni che mi son divertito a scoprire il "magico" mondo del pensiero.
Integralmente vi ripeto ho letto poco, ma voglio consigliare a tutti vivamente un libricino del sedicesimo secolo che si intitola: Elogio della follia.
Chi è "impazzito" come me nel leggerlo?

#2 Greed

Greed

    god's only nose

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10684 Messaggi:

Inviato 03 September 2008 - 18:33 PM

A me piace molto Platone per la struttura dialogica, soprattutto il Simposio.
Comunque devo leggere ancora molte cose, dato che di solito filosofia è una materia che mi piace.
A parte Platone, di cui ho letto 4-5 dialoghi, ho letto un po' della metafisica di Aristotele e Candido di Voltaire.
  • 0

#3 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 03 September 2008 - 18:39 PM

I love Voltaire. :-* :-* :-* :-*
Anche io ho letto il candido, che per l'appunto è un libricino piccino picciò, ma fantastico.

#4 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22385 Messaggi:

Inviato 03 September 2008 - 18:44 PM

Io sono rimasto solo di recente affascinato da un filosofo molto particolare, moderno rispetto ai classiconi:
parlo di Schopenauer, che è riuscito a stupirmi con la scrittura chiara e fluida e la logica ferrea di "L'arte di ottenere ragione".
Illuminante.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#5 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6202 Messaggi:

Inviato 03 September 2008 - 18:47 PM

I love Voltaire. :-* :-* :-* :-*
Anche io ho letto il candido, che per l'appunto è un libricino piccino picciò, ma fantastico.


Il mio libro preferito.


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#6 Greed

Greed

    god's only nose

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10684 Messaggi:

Inviato 03 September 2008 - 19:11 PM

Per quanto riguarda Candido è un bel libretto, molto ironico e a tratti quasi divertente, nonostante tutte le disgrazie che capitano al nostro caro Candido.
Zadig lo avete letto?

Schopenauer


Appena comprato "Il mondo come volontà e rappresentazione", in quella collana che esce in edicola sui più importanti filosofi, e i libri sono meridiani (però verdi).
  • 0

#7 Guest_Silvano_*

Guest_Silvano_*
  • Guests

Inviato 03 September 2008 - 19:25 PM

Dice bene Dark Angel, Platone ed Aristotele sono le miniere a cui attinge la filosofia da più di 2000 anni. Nelle loro opere trovi tutto o quasi ciò che viene dopo. Oltre a loro, i filosofi che mi sembrano abbastanza chiari ed accessibili, nonché interessanti sono cartesio, hume e locke.

Suggestivi anche se un po' più ostici Kant e Nietzsche. Penso che ci sia bisogno di qualche lettura "introduttiva" prima di accostarsi direttamente ai testi.

Più si procede verso il giorno d'oggi e più il lessico filosofico diventa complesso e variegato, per cui non mi sento di consigliare ad un neofita un derrida o un wittgenstein così a cuor leggero.

[sono studente laureando specialistico in filosofia]

#8 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6202 Messaggi:

Inviato 03 September 2008 - 21:38 PM

Zadig lo avete letto?


No, ma lessi Micromega, anch'esso altrettanto spassoso..



Al liceo ero un piccolo metafisico ignorantissimo delle cose di questo mondo. Dopo 5 anni di ingegneria ho oramai rinnegato il mio passato e non riesco più a leggere nulla di veramente filosofico (un annetto fa tentai con L'elogio della Follia e mi fermai dopo 30 pagine...), ma rimane sempre bello ricordare i bei tempi passati.

Il mio grande amore giovanile fu Epicuro, alla mia giovane mente confusa sembrava che avesse capito tutto del mondo...
Allo stesso tempo maturai un forte rispetto per Platone, provavo ammirazione e stupore di fronte ai suoi miti e andavo in giro narrando di caverne e ombre
proiettate.
Facendo un bel salto, Schopenhauer era un ganzo, anche lui aveva capito tante cose della vita e, suo malgrado, delle donne.

Voltaire non l'avevo fatto al liceo e lo scoprii a metà del primo anno di università, quando mi presi due giorni liberi dallo studio per leggermi il Candido. Fu amore a prima vista. (Micromega seguì naturalmente perchè era breve e l'avevo a casa).

Gli altri filosofi non mi hanno mai veramente appassionato.
Qualcuno non mi è dispiaciuto perchè un po' più alternativo e esuberante della media (Giordano Bruno, Nietzsche).
Qualcuno mi ha fatto semplicemente provare pura soggezione di fronte alla sua mente immensa (Aristotele, Tommaso d'Aquino, Leibniz, Kant, Hegel).
Qualcun'altro mi ha fatto tanta compassione (Kierkegaard, Kant di nuovo).
Altri, come Parmenide o Spinoza, li ho riscoperti e rivalorizzati in un breve revival dovuto a un mese senza nulla da fare (appena laureato) e con una caviglia rotta.

That's all.


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#9 DONBRIZIO

DONBRIZIO

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 588 Messaggi:

Inviato 04 September 2008 - 00:02 AM

Mi sa che un topic del genere manca.
Bene discutiamo su quali sono i testi filosofici che più ci son piaciuti e nei quali maggiormente convergono le nostre idee.
Come da tradizione inauguro io:
La filosofia mi ha sempre abbastanza annoiato, sono davvero pochi i testi filosofici che ho letto intergralmente, eppure mi son dilettato anche in una tesi in metologie delle scienze sociali, figuratevi, questo perchè pensare, eppure non lo faccio spesso, mi affascina assai; tuttavia ci sono degli ottimi manuali che possono farci conoscere a grosse linee quelle che sono le correnti filosofiche, poi sicuramente tra gli ondarocker ci sta qualche liceale, ed è proprio grazie a questi manualoni che mi son divertito a scoprire il "magico" mondo del pensiero.
Integralmente vi ripeto ho letto poco, ma voglio consigliare a tutti vivamente un libricino del sedicesimo secolo che si intitola: Elogio della follia.

Chi è "impazzito" come me nel leggerlo?


Io! Erasmo da Rotterdam... Grande libro, considerando soprattutto il periodo in cui è ststo scritto...
Poi "Al di la del bene e del male " di Nietzsche.... E molti altri del medesimo autore, che non rileggo da tanto perchè il Filosofo richiede un'impegno e una concentrazione e un tempo che per ora mi mancano...La "metafisica" di Aristotele, soprattutto il V° libro.....
"Cavalcare la Tigre" di Julius Evola, il filosofo scomodo, quello di cui nessun libro di testo delle superiori parla,  "La morale è una favola" di Paolo Caruso, grandissimo saggio, caposaldo della mia visione del mondo.
  • 0

#10 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 04 September 2008 - 08:15 AM

Per A.Fisher:
Kierkegaard compassione? Perchè?

#11 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6202 Messaggi:

Inviato 04 September 2008 - 08:30 AM

Per A.Fisher:
Kierkegaard compassione? Perchè?


Leggendo la sua vita l'ho trovata in tutto e per tutto dominata dai complessi e dalle seghe mentali...

Poverino.

  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#12 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 04 September 2008 - 08:32 AM

Allora non mi spiego perchè Schopenhauer ti sembri un ganzo, qualcosa in più l'ha capita, ma anche lui era uno sfigato atroce.

#13 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 04 September 2008 - 08:36 AM

Ritornando invece a quelli che ti han fatto sentire una sega li condivido tutti e ne aggiungo uno: CARTESIO.
Il buon Renato è un autentico genio, se non fosse per la storia dello spiritello malefico che lo convinceva del falso  asd asd asd, quante risate che mi feci studiandolo.

#14 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6202 Messaggi:

Inviato 04 September 2008 - 08:50 AM

Allora non mi spiego perchè Schopenhauer ti sembri un ganzo, qualcosa in più l'ha capita, ma anche lui era uno sfigato atroce.


ASSOLUTAMENTE NO!!!!!
Era anzi un discreto trombatore...

http://www.bol.it/li...8886036010.html

Ritornando invece a quelli che ti han fatto sentire una sega li condivido tutti e ne aggiungo uno: CARTESIO.
Il buon Renato è un autentico genio, se non fosse per la storia dello spiritello malefico che lo convinceva del falso  asd asd asd, quante risate che mi feci studiandolo.


Ops, l'avevo dimenticato, ma non l'ho fatto apposta.
Fra l'altro il suo discorso sul metodo lo tengo sempre in bella mostra (oltre a consigliarlo come lettura a qualunque ingegnere e/o scienziato)...

Se invece devo dire uno che mi è sempre stato sul cazzo: Pascal.
A mio modo di vedere molto sopravvalutato (come filosofo, non certo come scienziato). Ero forse l'unico di classe mia a pensarla così, ma poi o scoperto che anche Voltaire mi ha dato ragione...

;D

  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#15 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 04 September 2008 - 09:10 AM

Pascal secondo me è anche gay, però devo ammettere che la storia delle scommesse mi ha fatto ridere più di Ben Stiller in versione zoolander (a proposito mo apriamo un bel 3eed sulla sua cricca che io adoro).

#16 Greed

Greed

    god's only nose

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10684 Messaggi:

Inviato 04 September 2008 - 10:41 AM

Di Epicuro cosa si può leggere? C'è qualcosa di completo o solo frammenti e cose del genere?
  • 0

#17 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18335 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 04 September 2008 - 12:36 PM

Solo frammenti da che io sappia.
Pero' sono gustosi da leggere, anche se sospetto parte del loro fascino sia dato proprio dall'ermetismo che deriva dall'essere, appunto, frammenti.

ps. Figo, ho risposto avendo letto "Eraclito".
Di Epicuro so na sega.
  • 0

#18 ArchieFisher

ArchieFisher

    pacato come il vecchio che ho in avatar da 50 anni

  • Moderators
  • 6202 Messaggi:

Inviato 04 September 2008 - 13:00 PM

Di Epicuro cosa si può leggere? C'è qualcosa di completo o solo frammenti e cose del genere?


Secondo wikipedia:

Di Epicuro ci restano tre epistole dottrinali riportate da Diogene Laerzio e due raccolte di aforismi

http://it.wikipedia.org/wiki/Epicuro

La cui lettura mi ha fatto rivenire in mente un altro filosofo greco, discepolo di Socrate e fondatore della scuola cirenaica, non troppo famoso, ma un autentico Sgarbi ante-litteram): Aristippo.


  • 0
Life was never better than
in nineteen sixty-three

Ogni vita ha peso e dimenticanza calcolabili

"What kind of music do you usually have here?"
"Oh, we got both kinds. We got Country, and Western."

#19 Guest_Silvano_*

Guest_Silvano_*
  • Guests

Inviato 04 September 2008 - 13:29 PM

Solo frammenti, ma molto interessanti, quelli di Epicuro.

Fisher, hai mai provato con wittgenstein? magari il fatto di avere entrambi una mentalità ingegneristica può aiutare. Proverei con le "ricerche filosofiche" prima del "tractatus" ma magari tu hai basi di logica e matematica tali da poterlo affrontare già da subito.

#20 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18335 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 04 September 2008 - 13:43 PM

Wittgenstein credo interesserebbe molto anche a me. Da dove partire? Vorrei evitare l'impatto con un malloppone: mi basterebbe qualcosa di breve, anche molto marginale, ma da cui possa farmi un'idea del suo modo di pensare.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq