Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Philip Glass


  • Please log in to reply
78 replies to this topic

#21 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22750 Messaggi:

Inviato 09 luglio 2009 - 09:47

Faccio presente tra l'altro che questa domenica 12 luglio Glass sarà in piazza Maggiore a Bologna, concerto aggratis. Fate vobis.. IO CI SONO!
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#22 Julien Davenne

Julien Davenne

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 18 Messaggi:

Inviato 29 dicembre 2009 - 19:25

Le score di "The secret agent" e "The Hours" tolgono il fiato.  :-*
  • 0

#23 Perfect

Perfect

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2708 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2010 - 12:34

costui riesce a seppellire tutti i neo-classicisti moderni ed io non ne avevo mai sentito parlare prima

cribbio  ::)
  • 0

#24 Norman Bombardini

Norman Bombardini

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7159 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2010 - 14:17

costui riesce a seppellire tutti i neo-classicisti moderni ed io non ne avevo mai sentito parlare prima

cribbio  ::)


'stiqatsi!  asd

  • 0

#25 Perfect

Perfect

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2708 Messaggi:

Inviato 07 gennaio 2010 - 14:36


costui riesce a seppellire tutti i neo-classicisti moderni ed io non ne avevo mai sentito parlare prima

cribbio  ::)


'stiqatsi!  asd

c'è poco da ridere ...questo è un vero e proprio dramma  :(
mi è capitato di cogliere le sue composizioni nelle colonne sonore dei film e mi sono sempre chiesto chi fosse, ripromettendomi di riuscire a scaricare l'opera omnia ...invece fino ad oggi ho sempre accantonato .
::) ::)
 
  • 0

#26 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33267 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 22 maggio 2010 - 07:56

Visto ieri per la prima volta dal vivo, all'Auditorium, qualcuno di voi per caso c'era?
Grande concerto in cui ha eseguito alcuni dei suoi classici, per l'esattezza:

Dance Piece No 9
(In the Upper Room, 1986)

Parts 1 and 2
(Music in 12 Parts, 1971-74)

The Grid
(Koyaanisqatsi, 1982)

Intermission
(Music in Similar Motion, 1969)

Facades
(Glassworks, 1983)

Building
(Einstein on the Beach, 1976)

Act III
(The Photographer, 1983)

Spaziale performance anche da parte della soprano Lisa Bielawa.
  • 0

#27 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33267 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 28 maggio 2010 - 10:56

Niente? Tutti a Vicenza sono andati a vederlo? Mh, forse perché era gratis...  ;D

Comunque, è stata l'occasione anche per riascoltare un po' di suoi dischi, e devo dire che "Glassworks" ed "Einstein On The Beach" restano due capolavori astrali.
Delle ultime produzioni per film non mi è dispiaciuta affatto la colonna sonora di "Diario di uno scandalo" (sicuramente valeva più del film).
  • 0

#28 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22750 Messaggi:

Inviato 28 maggio 2010 - 11:09

Sì, "Einstein on the beach" è un mattone bello grosso, ma in fin dei conti credo che sia la sua opera più compiuta (almeno, tra quelle che conosco). Mi dà l'impressione che ci sia dentro tutto il Glass autentico, spalmato in un tour de force di 3 ore e mezzo.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#29 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22750 Messaggi:

Inviato 01 giugno 2010 - 16:38

Ho deciso di proseguire nell'ascolto della "portrait trilogy" di Glass, iniziata con Einstein on the beach e seguita da Satyagraha e Akhnaten.

Satyagraha [termine che indica la forma di non-violenza promossa da Gandhi] è appunto un'opera in tre atti dedicata al Mahatma. L'ensemble è costituita dai tipici elementi orchestrali sfruttati da Glass nelle sue opere più celebri (Einstein come la trilogia qatsi): orchestra d'archi e di fiati, coro e varie voci soliste. Queste ultime hanno un ruolo molto più preminente rispetto ad Einstein, essendo attribuite a personaggi; perciò l'elemento vocale va diversamente in parallelo rispetto alla musica, mentre nell'opera precedente aveva un legame più simbiotico con essa, quasi di scansione temporale.
La mia esperienza anche in questo caso è limitata al versante "acustico" - ma probabilmente in futuro reperirò anche un dvd per godermi l'opera in toto; ma credo che le cose da dire non siano poi tanti. Ovvero, il discorso si può ridurre ad alcune "regole" valide per quasi tutto il Glass orchestrale.

a) Il linguaggio compositivo del suddetto è oggettivamente "limitato", cioè si serve di elementi ricorrenti e forme armoniche/melodiche perlopiù costanti. E credo sia uno dei motivi per cui buona parte della critica si è sempre contrapposta all'opera di Philip Glass, giudicandola essenzialmente noiosa. Indi per cui,
b) Difficilmente si possono avere delle vie di mezzo nell'apprezzamento della sua musica. Se un'opera irrita l'ascoltatore, difficilmente la successiva lo convincerà, soprattutto quando arriviamo a parlare di materiale compreso tra le 2 e le 4 ore di durata; Se l'accelerazione/decelerazione dei numerosi fiati (cosa che personalmente percepisco pari ai moti cosmici) lo nausea in un solo brano, figurarsi in queste colossali performance.
c) Se quindi vi sono piaciute le opere sopracitate, rimarrete senz'altro affascinati anche da Satyagraha, un'altra celestiale ipnosi post-minimale. Un genere di musica che troppo spesso viene mescolato e confuso con il contemporaneo Steve Reich, che di similare però ha giusto l'approccio "estetico" alla materia musicale. Glass è unico, e Reich anche.

7,5
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#30 Navah

Navah

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 488 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 15:45

Sono stata a vederlo a Vicenza il 23 maggio, sebbene fosse un concerto in piazza è stato molto intimo, un solo piano di un'intensità impensabile se si ricorda il contesto un po' grezzo (gente al bar, cani che abbaiavano ecc - tutto passato in ultimissimo piano)
Se devo essere onesta, però, su disco dopo un po' è soffocante. Concettualmente è da lacrime, però
  • 0

#31 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10743 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 15:58

sei di vicenza?
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#32 Navah

Navah

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 488 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 15:59

sei di vicenza?


No, Treviso (ogni volta mi vergogno a dirlo..)
  • 0

#33 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10743 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 16:03


sei di vicenza?


No, Treviso (ogni volta mi vergogno a dirlo..)


perché?, dai non è così tragica la cosa :-(
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#34 Navah

Navah

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 488 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 16:04



sei di vicenza?


No, Treviso (ogni volta mi vergogno a dirlo..)


perché?, dai non è così tragica la cosa :-(


Lieta del tuo ottimismo! : )
  • 0

#35 strafanich

strafanich

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3452 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 16:05

VisoVisoViso
  • 0

#36 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10743 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 16:06




sei di vicenza?


No, Treviso (ogni volta mi vergogno a dirlo..)


perché?, dai non è così tragica la cosa :-(


Lieta del tuo ottimismo! : )


dai, al prossimo concerto ci troviamo, così mi dici cosa ti turba della trevigianità :-)
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#37 Navah

Navah

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 488 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 16:08





sei di vicenza?


No, Treviso (ogni volta mi vergogno a dirlo..)


perché?, dai non è così tragica la cosa :-(


Lieta del tuo ottimismo! : )


dai, al prossimo concerto ci troviamo, così mi dici cosa ti turba della trevigianità :-)


Probabilmente ci conosciamo pure per vie traverse, ma tu non lo sai (e nemmeno io)
  • 0

#38 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10743 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 16:10






sei di vicenza?


No, Treviso (ogni volta mi vergogno a dirlo..)


perché?, dai non è così tragica la cosa :-(


Lieta del tuo ottimismo! : )


dai, al prossimo concerto ci troviamo, così mi dici cosa ti turba della trevigianità :-)


Probabilmente ci conosciamo pure per vie traverse, ma tu non lo sai (e nemmeno io)


mmh, non mi pare di conoscere trevigiane e neanche di conoscere persone che conoscano trevigiane, quindi mi sembra una buona occasione.
  • 0

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#39 Navah

Navah

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 488 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2010 - 16:13

VisoVisoViso

Mio caro, due cose:
1) ci ho messo un pezzo a capirlo, e ora sto seriamente male
2) sto ancora più male
  • 0

#40 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22750 Messaggi:

Inviato 02 settembre 2011 - 13:50

Immagine inserita

Finito ora di vedere e ascoltare lo score/sonorizzazione de "La Belle et la Bête" di Jean Cocteau, registrato per la prima volta nel 1995 sotto Nonesuch (ma già eseguito in première nel 1994).
Ho voluto fortemente fare le cose per bene, sincronizzando la colonna sonora con una versione del film (che ovviamente ho zittito), ma purtroppo credo che l'esecuzione del cd non segua pedissequamente i tempi del film - anche se di pochi secondi, essendo una trasposizione operistica dello script originale di Cocteau. E temo anche che non esista un dvd con lo score glassiano già presente nelle opzioni audio.
Posso comunque decretarla un'operazione ben riuscita, il linguaggio di Glass si adatta piuttosto bene alla favola gotica (anche se come sappiamo, l'accostamento di qualsiasi musica alle immagini produce un effetto suggestivo nella nostra mente, che provvede a creare dei legami tra i due sensi); come sono certo che chi si cimenta in simili imprese deve amare particolarmente i film su cui lavora, e per i quali magari vuole dare una affettuosa interpretazione musicale.

Penso che aprirò un thread sulle sonorizzazioni, se non c'è già.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq