Vai al contenuto


Foto
* * * * - 26 Voti

cosa state leggendo


  • Please log in to reply
19926 replies to this topic

#1 rubbish

    Not living, just killing time

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 335 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2006 - 17:36

a me aprire questo topic! che emozione! ;)

sto per finire i dolori del giovane Werther, come dissi nel vecchio forum.

una rilettura che ha meritato al 100%, la prima volta ero DAVVERO troppo giovane per apprezzarlo (avrò avuto si e no 15 anni)
  • 0

#2 MissWisteria

    fottuta di malinconia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1235 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 14 giugno 2006 - 18:52

non ho dubitato nemmeno per un secondo che sarebbe stato rob a riaprire questo topic  ;)

Bene ragazzi allo stato attuale sto leggendo un altro meravigliosissimo libro di racconti: Richard Yates "Eleven Kinds of Loneliness". Qualcuno lo ha definito "la versione newyorkese di Gente di Dublino", beh, che dire... è proprio così. Mi mancano un paio di racconti ancora per poterne parlare a fondo... anche se in realtà so già che sarà una lode unica.

L'altro che sto leggendon è "Disco Inferno" di Carlo Antonelli e Fabio DeLuca... prestatomi da un Homo Supiriiiooorrrrr.... interessante excursus sulla dance italiana dalle balere ai rave parties....
  • 0
People I see just remind me of mooing like a cow on the grass,and that’s not to say that there’s anything wrong with being a cow anyway, but people are people with the added advantage of the spoken word. We’re getting on fine but I feel more of a man when I get with the herd.

#3 mrs.hurt

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 7 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2006 - 19:04

non ho dubitato nemmeno per un secondo che sarebbe stato rob a riaprire questo topic  :)

Bene ragazzi allo stato attuale sto leggendo un altro meravigliosissimo libro di racconti: Richard Yates "Eleven Kinds of Loneliness".


speriamo esca al più presto una edizione italiana nuova  ;)
  • 0

#4 MissWisteria

    fottuta di malinconia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1235 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 14 giugno 2006 - 19:25

speriamo esca al più presto una edizione italiana nuova  :P


Io lo sto leggendo nell'edizione Minimum Fax 2006 finito di stampare a maggio , prezzo 10 Euro  :P
  • 0
People I see just remind me of mooing like a cow on the grass,and that’s not to say that there’s anything wrong with being a cow anyway, but people are people with the added advantage of the spoken word. We’re getting on fine but I feel more of a man when I get with the herd.

#5 mrs.hurt

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 7 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2006 - 20:54




speriamo esca al più presto una edizione italiana nuova  :(


Io lo sto leggendo nell'edizione Minimum Fax 2006 finito di stampare a maggio , prezzo 10 Euro  :(


grazie dell'informazione! ho guardato lo scaffale della minimum, qualche giorno fa, in libreria, ma non l'ho visto
cercherò!
grazie ancora
  • 0

#6 100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7568 Messaggi:

Inviato 14 giugno 2006 - 22:25

io sarò il solito ignorantazzo che legge romanzetti...ma ciò che sto leggendo adesso (a dire il vero per la seconda volta) è il ciclo dei robot di asimov...
sono 4 romanzi piuttosto brevi che si leggono bene e che non mi ricordavo tanto....così....
  • 0

#7 Guest_Eugenetic Axe_*

  • Guests

Inviato 14 giugno 2006 - 22:44

io sarò il solito ignorantazzo che legge romanzetti...ma ciò che sto leggendo adesso (a dire il vero per la seconda volta) è il ciclo dei robot di asimov...
sono 4 romanzi piuttosto brevi che si leggono bene e che non mi ricordavo tanto....così....


Ignorantazzo perché? Asimov ha fatto la storia della letteratura!
  • 0

#8 Plozzer

    Haddaway

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5394 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 06:54

Io sto fnalmente leggendo l'autobiografia di John Lydon, "Rotten: No Irish, No Blacks, No Dogs". Sono all'inizio ma mi pare spassosa e tagliente, coerente con il personaggio pubblico di Lydon.
  • 0

Whatever you do, don't


#9 Guest_Eugenetic Axe_*

  • Guests

Inviato 15 giugno 2006 - 10:06

Io sto fnalmente leggendo l'autobiografia di John Lydon, "Rotten: No Irish, No Blacks, No Dogs". Sono all'inizio ma mi pare spassosa e tagliente, coerente con il personaggio pubblico di Lydon.


E' in vendita nelle librerie solo sul web? Ccioè, è stata tradotta?
  • 0

#10 stregaccia

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 928 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 10:33

Ho finito di leggere " Cargo" di Simenon. Che dire, che ho fatto fatica ad arrivare alla fine..Molto lento e l'atmosfera ti uccide mentalmente..si rischia di cadere in depressione..!
Ma continuo ad amarlo, mi piace la figura femminile in tutti i suoi romanzi, gli ambienti dove vengono narrati i suoi romanzi..
Ora avrei bisogno di un libro leggero e invece.. sto finendo di leggere "Lo strappacuore" . Altro romanzo.. da incubo
  • 0

#11 Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 11:13

Ho finito di leggere " Cargo" di Simenon. Che dire, che ho fatto fatica ad arrivare alla fine..Molto lento e l'atmosfera ti uccide mentalmente..si rischia di cadere in depressione..!
Ma continuo ad amarlo, mi piace la figura femminile in tutti i suoi romanzi, gli ambienti dove vengono narrati i suoi romanzi..
Ora avrei bisogno di un libro leggero e invece.. sto finendo di leggere "Lo strappacuore" . Altro romanzo.. da incubo


Di Simenon mi è piaciuto molto "Tre camere a Manhattan", anche la figura femminile di quel romanzo è molto bella... riesce ad essere al tempo stesso patetica e irresistibile, bambina e donna vissuta.

Adesso, finito di leggere "La versione di Barney" di Mordecai Richler non me la sento ancora di iniziare un nuovo romanzo, e mi leggo il saggio "Perversione e perversioni" di Arnold Goldberg.
  • 0
Better Call Saul!

#12 Rocker503

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 5 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 11:18

sto leggendo "cent'anni di solitudine" di garcìa marquez
  • 0

#13 mr.paradise

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 808 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 11:35

sto leggendo due libri, uno serio e l'altro frivolo.
dunque, ed mcbain "anagram" e edward bunker "animal factory". fate voi gli accostamenti.
con l'arrivo dell'estate la mia fame di lettura aumenta sproporzionatamente.
  • 0
soldato witt: lei non si sente mai solo?
sergente welsh: solo in mezzo alla gente

mi sono innamorato di un'attrice hard

Non morite come me

#14 Pasubio

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1011 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 13:03

Ho appena iniziato  "Bilico" di Paola Barbato, che mi incuriosisce non poco.
  • 0
"[...] Si, questa è la verità, la scomoda verità che viene a distruggere il piacevole rapporto del dialogo: Giordano Bruno gridò quando fu bruciato. Il dizionario dice solamente che egli fu bruciato, non dice che gridò. Allora, che dizionario è questo che non informa? Perché dovrei volere una biografia di Giordano Bruno che non parla delle grida che lanciò lì, a Roma, in una piazza o in un cortile, con gente tutt'intorno, alcuni che attizzavano il fuoco, altri che assistevano, altri che serenamente stilavano l'atto di esecuzione? Dimentichiamo troppo spesso che gli uomini sono fatti di carne facilmente rassegnata. E' dall'infanzia che i maestri ci parlano di martiri, che diedero esempi di civiltà e di morale a loro spese, ma non ci dicono quanto doloroso fu il martirio, la tortura. Tutto rimane in astratto, filtrato come se guardassimo, a Roma, la scena attraverso spesse pareti di vetro che ammortizzano i suoni, e le immagini perdessero la violenza del gesto per opera, grazia e potere di rifrazione. E allora possiamo dirci tranquillamente l'un l'altro che Giordano Bruno fu bruciato. Se gridò, non lo sentiamo. E se non lo sentiamo, dove sta il dolore? Ma gridò, amici miei.
E continua a gridare."

(José Saramago,"Le grida di Giordano Bruno")

#15 100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7568 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 13:45


io sarò il solito ignorantazzo che legge romanzetti...ma ciò che sto leggendo adesso (a dire il vero per la seconda volta) è il ciclo dei robot di asimov...
sono 4 romanzi piuttosto brevi che si leggono bene e che non mi ricordavo tanto....così....


Ignorantazzo perché? Asimov ha fatto la storia della letteratura!

no vabbè, è che tutti citano dei gran libroni...invece dopotutto asimov è abbastanza leggero e, fino a che non arriva ai capolavori della fondazione, non mi sembra neanche troppo pretenzioso...con ciò non voglio dire che non lo stimo, anzi!, però è una lettura facile-facile  :(
  • 0

#16 musicista contabile

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1095 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 14:59

sto leggendo "cent'anni di solitudine" di garcìa marquez



Dato che la faccina che fa wub non c'è...

;D
Capolavoro assoluto comunque.
  • 0

#17 rubbish

    Not living, just killing time

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 335 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 17:13

non ho dubitato nemmeno per un secondo che sarebbe stato rob a riaprire questo topic  asd

io immaginavo che saresti stata una delle prime a rispondere...  :lol:

tornando alle letture "de voartri", mi sapete dire più dell'Edward Bunker scrittore? mi incuriosisce, lo confesso, soprattutto dopo averlo collegato al mitico mr. blue
  • 0

#18 Gong

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 218 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 17:42

Ho appena finito di leggere... Malombra di Antonio Fogazzaro. Non proprio per mia scelta ( sto facendo la tesi) ma cmq devo dire che è un buon libro.

A proposito di lett. fantascientifica consiglio a gli interessati ( coloro che hanno letto o che stanno leggendo Asimov), anche Ray Bradbury. Per me quella non è lett. da sminuire perchè di consumo, anzi in alcuni casi tocca, magari in modo simbolico, grandi temi importanti.
  • 0

#19 mr.paradise

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 808 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 17:57


non ho dubitato nemmeno per un secondo che sarebbe stato rob a riaprire questo topic  ;D

io immaginavo che saresti stata una delle prime a rispondere...  ;)

tornando alle letture "de voartri", mi sapete dire più dell'Edward Bunker scrittore? mi incuriosisce, lo confesso, soprattutto dopo averlo collegato al mitico mr. blue


l' edward bunker scrittore lascia il segno. lo conobbi leggendo "cane contro cane" e davvero era come tenere fra le mani un romanzo di elmore leonard, solo più grezzo e crudele.
un suo tema ricorrente è la prigione, anche perchè lui di anni in gattabuia ne ha passati parecchi. ed allora sfilano tutti i personaggi al di là delle sbarre, tutta gente anomala e schizzata, tossici di quint'ordine, infanzie complicate, relazioni d'amore a base di sesso ed apatia reciproca, desiderio sfrenato di redenzione, obbiettivi prettamente "americani" come mettere da parte un gruzzolo e poi fanculo il resto, mogli che strillano e bambini che non capiscono ma che continuano a nascere.
devo dire la verità, a prima vista uno si chiede se non si tratti di una sceneggiatura di un film di tarantino, ovvero materiale easy e divertente. invece vengono a galla aspetti molto seri della società di appena vent'anni fa, e la lettura può anche creare alcuni attimi di smarrimento.
  • 0
soldato witt: lei non si sente mai solo?
sergente welsh: solo in mezzo alla gente

mi sono innamorato di un'attrice hard

Non morite come me

#20 MissWisteria

    fottuta di malinconia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1235 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 15 giugno 2006 - 18:27

sto leggendo due libri, uno serio e l'altro frivolo.
dunque, ed mcbain "anagram" e edward bunker "animal factory". fate voi gli accostamenti.
con l'arrivo dell'estate la mia fame di lettura aumenta sproporzionatamente.
l' edward bunker scrittore lascia il segno (...) vengono a galla aspetti molto seri della società di appena vent'anni fa, e la lettura può anche creare alcuni attimi di smarrimento.



I temi sembrano molto interessanti, si accostano in parte al libro di Yates di cui parlavo qualche intervento fa e che ho appena terminato da leggere... Se dovessi consigliare tra i libri di Bunker che hai letto?
  • 0
People I see just remind me of mooing like a cow on the grass,and that’s not to say that there’s anything wrong with being a cow anyway, but people are people with the added advantage of the spoken word. We’re getting on fine but I feel more of a man when I get with the herd.

#21 mr.paradise

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 808 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 20:20

consiglierei per svago "cane contro cane", per riflessione "animal factory" e per intrattenimento in bilico fra momento triste e momento neutro "little boy blue".
altri libri di bunker non ne ho letti.
ma un consiglio su tutti è "mr.paradise" di elmore leonard.
  • 0
soldato witt: lei non si sente mai solo?
sergente welsh: solo in mezzo alla gente

mi sono innamorato di un'attrice hard

Non morite come me

#22 BlackiceLORDofSILENCE

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3036 Messaggi:

Inviato 15 giugno 2006 - 20:54


Ho finito di leggere " Cargo" di Simenon. Che dire, che ho fatto fatica ad arrivare alla fine..Molto lento e l'atmosfera ti uccide mentalmente..si rischia di cadere in depressione..!
Ma continuo ad amarlo, mi piace la figura femminile in tutti i suoi romanzi, gli ambienti dove vengono narrati i suoi romanzi..
Ora avrei bisogno di un libro leggero e invece.. sto finendo di leggere "Lo strappacuore" . Altro romanzo.. da incubo


Di Simenon mi è piaciuto molto "Tre camere a Manhattan", anche la figura femminile di quel romanzo è molto bella... riesce ad essere al tempo stesso patetica e irresistibile, bambina e donna vissuta.

Adesso, finito di leggere "La versione di Barney" di Mordecai Richler non me la sento ancora di iniziare un nuovo romanzo, e mi leggo il saggio "Perversione e perversioni" di Arnold Goldberg.

grandissimo Simenon, ho letto La Camera Azzurra e In Caso di Disgrazia e sono tutti e due bellissimi, la camera azzurra spicca veramente. Tre camere a Manhattan lo prenderò fra un paio di giorni, mi hanno detto che questo assieme proprio alla Camera Azzurra siano i suoi migliori.
La mattina sto leggendo Kokkoka - I segreti dell'amore
il pomeriggio sto leggendo un Adelphino che è un mezzo gioiello, l'ho trovato in libreria a Bologna e credo che sia nei magazzini dal 1974 visto che è segnata come data di ultima stampa. si chiama Per Chi Suona la Cloche di Angus Wilson, ed è anche illustrato moltissimo.
la sera leggo il meglio dei racconti di Pirandello.
  • 0
<a href="http://rateyourmusic...ofSILENCE"><img border=0 src="http://rateyourmusic...DofSILENCE.png" width=250 height=72></a>

http://rateyourmusic...ceLORDofSILENCE
http://www.anobii.com/people/moro/
http://www.lastfm.it...r/BlackiceLORD/

la mamma dei sottogeneri del metal è sempre incinta

Che poi Hitler è un personaggio così black metal... esteticamente impossibile non restarne colpiti. Stalin è più death-grindcore. Mussolini garage-punk, Mao invece è doom.


#23 ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 15 giugno 2006 - 22:36

Io peroro la causa dei testi inutili, vetusti e irritanti, quindi proprongo a tutti la lettura di "Contra Mathematicos" di Sesto Empirico, in cui il nostro amabile scettico si scaglia contro gli astrrologi a Roma con una furia declamatoria ineguagliabile. Un mito.
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...


#24 botty

    ask me about intersectionality

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5636 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 02:22

"Contra Mathematicos" di Sesto Empirico, in cui il nostro amabile scettico si scaglia contro gli astrrologi

E contro la grammatica, la geometria, la retorica, l'aritmetica, la musica...
(che poi il titolo Adversus mathematicos è artificiale e comprende sia i libri contro le scienze sia quelli contro i filosofi dogmatici, ma vabbè...)
  • 0

I aim to misbehave


#25 stregaccia

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 928 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 07:09

Di Simenon mi è piaciuto molto "Tre camere a Manhattan", anche la figura femminile di quel romanzo è molto bella... riesce ad essere al tempo stesso patetica e irresistibile, bambina e donna vissuta.


Ormai di Simenon li ho  letti tutti o quasi..e non saprei neppure io quale sia il migliore perchè hanno sempre qualcosa di particolare ognuno di loro. Penso di averne letti 50. E in ogni libro la figura femminile risalta nel bene o nel male (diciamo quasi sempre nel male) e mi sono chiesta era un amore o Simonen era misogino!?
  • 0

#26 100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7568 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 07:11

A proposito di lett. fantascientifica consiglio a gli interessati ( coloro che hanno letto o che stanno leggendo Asimov), anche Ray Bradbury. Per me quella non è lett. da sminuire perchè di consumo, anzi in alcuni casi tocca, magari in modo simbolico, grandi temi importanti.

grazie del consiglio: mi procurerò qualcosa...e, intanto che si parlava di letture varie, volevo chiedere se qualcuno mi sapeva dire qualcosa di Lovecraft...
  • 0

#27 ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 16 giugno 2006 - 08:34

"Contra Mathematicos" di Sesto Empirico, in cui il nostro amabile scettico si scaglia contro gli astrrologi

E contro la grammatica, la geometria, la retorica, l'aritmetica, la musica...
(che poi il titolo Adversus mathematicos è artificiale e comprende sia i libri contro le scienze sia quelli contro i filosofi dogmatici, ma vabbè...)

Esattamente, hai fatto bene a specificare, nel caso qualche folle volesse approfondire. :D Effettivamente, essendo un trattato bipartito, ha due diversi titoli, ed il secondo è proprio quello che hai suggerito. Purtroppo la riflessione di Sesto non ebbe seguito e le tracce dello scetticismo antico si esauriscono con lui. Però sto leggendo alcuni interessanti estratti del cinico Enomao di Gadara(l'opera è una polemica contro la divinazione ed dovrebbe tradursi all'incirca "Smascheramento dei ciaralatani") che procedono su una linea simile. Interessante e divertente.
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...


#28 ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 16 giugno 2006 - 08:46


A proposito di lett. fantascientifica consiglio a gli interessati ( coloro che hanno letto o che stanno leggendo Asimov), anche Ray Bradbury. Per me quella non è lett. da sminuire perchè di consumo, anzi in alcuni casi tocca, magari in modo simbolico, grandi temi importanti.

grazie del consiglio: mi procurerò qualcosa...e, intanto che si parlava di letture varie, volevo chiedere se qualcuno mi sapeva dire qualcosa di Lovecraft...

Beh, straordinario, per me superiore anche a Poe sebbene il paragone sia un po' troppo ardito. Una produzione davvero enorme per il nostro Lovecraft, se ti prende non ne esci più, dato che è uno dei più grandi autori di fantascienza deii tempi moderni. Il mio racconto preferito rimane Il Richiamo di Chtulhu, in ogni caso consiglio di prendere l'intera, ampia raccolta dei racconti e, se ti piace, puoi anche puntare sulla raccolta di sonetti "I funghi di Yuggoth", che sono un po' una panoramica su tutta la sua mitologia.
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...


#29 100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7568 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 09:06



A proposito di lett. fantascientifica consiglio a gli interessati ( coloro che hanno letto o che stanno leggendo Asimov), anche Ray Bradbury. Per me quella non è lett. da sminuire perchè di consumo, anzi in alcuni casi tocca, magari in modo simbolico, grandi temi importanti.

grazie del consiglio: mi procurerò qualcosa...e, intanto che si parlava di letture varie, volevo chiedere se qualcuno mi sapeva dire qualcosa di Lovecraft...

Beh, straordinario, per me superiore anche a Poe sebbene il paragone sia un po' troppo ardito. Una produzione davvero enorme per il nostro Lovecraft, se ti prende non ne esci più, dato che è uno dei più grandi autori di fantascienza deii tempi moderni. Il mio racconto preferito rimane Il Richiamo di Chtulhu, in ogni caso consiglio di prendere l'intera, ampia raccolta dei racconti e, se ti piace, puoi anche puntare sulla raccolta di sonetti "I funghi di Yuggoth", che sono un po' una panoramica su tutta la sua mitologia.

thanks...per ora mi sono preso una raccolta intitolata "i migliori racconti" ...speriamo sia vero!!  :D
  • 0

#30 Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22950 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 09:10

Negli ultimi tempi ho deciso di farmi un'immersione nei nuovi autori da best.seller americani...sono sempre stato diffidente e così a un certo punto ho voluto rompere il ghiaccio...dopo due libri di fila di Ken Follett sono arrivato a una conclusione: ma questa non è mica narrativa letteraria! è solo l'inizio di una futura ipotetica sceneggiatura cinematografica...mai avuta un'esperienza così: due libri di 500 pagine l'uno che scivolano via senza suscitare la benchè minima sensazione..
  • 0

#31 ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 16 giugno 2006 - 09:15




A proposito di lett. fantascientifica consiglio a gli interessati ( coloro che hanno letto o che stanno leggendo Asimov), anche Ray Bradbury. Per me quella non è lett. da sminuire perchè di consumo, anzi in alcuni casi tocca, magari in modo simbolico, grandi temi importanti.

grazie del consiglio: mi procurerò qualcosa...e, intanto che si parlava di letture varie, volevo chiedere se qualcuno mi sapeva dire qualcosa di Lovecraft...

Beh, straordinario, per me superiore anche a Poe sebbene il paragone sia un po' troppo ardito. Una produzione davvero enorme per il nostro Lovecraft, se ti prende non ne esci più, dato che è uno dei più grandi autori di fantascienza deii tempi moderni. Il mio racconto preferito rimane Il Richiamo di Chtulhu, in ogni caso consiglio di prendere l'intera, ampia raccolta dei racconti e, se ti piace, puoi anche puntare sulla raccolta di sonetti "I funghi di Yuggoth", che sono un po' una panoramica su tutta la sua mitologia.

thanks...per ora mi sono preso una raccolta intitolata "i migliori racconti" ...speriamo sia vero!!  :D

E bravo !
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...


#32 Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4967 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 16 giugno 2006 - 11:14

Per ora sto leggendo "Diario di un seduttore" di Kierkegaard (grazie Frà!) del quale ho già letto "Aut-Aut". L'ultimo libro letto prima è stato "Cos'è la letteratura?" di Sartre mentre credo che appena finito questo (ci siamo quasi) mi darò a "L'insostenibile leggerezza dell'essere" di Kundera

m.
  • 0

M.

 


#33 mezzobuio

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 22 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 11:17

Per ora sto leggendo "Diario di un seduttore" di Kierkegaard (grazie Frà!) del quale ho già letto "Aut-Aut". L'ultimo libro letto prima è stato "Cos'è la letteratura?" di Sartre mentre credo che appena finito questo (ci siamo quasi) mi darò a "L'insostenibile peso della leggerezza" di Kundera

m.



O_ò
  • 0

#34 Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4967 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 16 giugno 2006 - 11:24


Per ora sto leggendo "Diario di un seduttore" di Kierkegaard (grazie Frà!) del quale ho già letto "Aut-Aut". L'ultimo libro letto prima è stato "Cos'è la letteratura?" di Sartre mentre credo che appena finito questo (ci siamo quasi) mi darò a "L'insostenibile peso della leggerezza" di Kundera

m.



O_ò


Ahahah. Dell'essere, pardon...

m.
  • 0

M.

 


#35 botty

    ask me about intersectionality

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5636 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 12:11

Avessi imbroccato un titolo, Syd! :)

Purtroppo la riflessione di Sesto non ebbe seguito e le tracce dello scetticismo antico si esauriscono con lui.


Bisognerebbe chiedersi perché.  Lo scetticismo è affascinante ma dispersivo e stagnante nelle sue conclusioni. Il rifiuto di qualsiasi dottrina oltre ad essere un atteggiamento dogmatico esso stesso porta alla perdita dell'oggetto dell'indagine. È innegabile che soprattutto Sesto (qualcuno pensa che sia più corretto chiamarlo il padre dello scetticismo a scapito di Pirrone, anche se il suo in fondo era già neoscetticismo) nella foga di confutare la logica (...), il concetto di causa (ari...) e altro non si sia focalizzato sulla dimostrazione della propria filosofia, che è abbastanza carente dal punto di vista della correttezza delle argomentazioni (provare i tropoi di Enesidemo e Agrippa per credere).

Tutto questo perché dal post sembrava che Sesto Empirico fosse un illuminato che 1800 anni prima del tempo già swubbava Branko e Paolo Fox...  :D
  • 0

I aim to misbehave


#36 Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4967 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 16 giugno 2006 - 13:08

Avessi imbroccato un titolo, Syd! :D


Il titolo originale di Sartre è "Qu'est-ce la litterature?", di conseguenza posso anche non mettere il "che" all'inizio. E poi dai, quelli di Kierkegaard li ho "imbroccati" ;D

m.
  • 0

M.

 


#37 ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 16 giugno 2006 - 16:58

Avessi imbroccato un titolo, Syd! :D


Purtroppo la riflessione di Sesto non ebbe seguito e le tracce dello scetticismo antico si esauriscono con lui.


Bisognerebbe chiedersi perché.  Lo scetticismo è affascinante ma dispersivo e stagnante nelle sue conclusioni. Il rifiuto di qualsiasi dottrina oltre ad essere un atteggiamento dogmatico esso stesso porta alla perdita dell'oggetto dell'indagine. ? innegabile che soprattutto Sesto (qualcuno pensa che sia più corretto chiamarlo il padre dello scetticismo a scapito di Pirrone, anche se il suo in fondo era già neoscetticismo) nella foga di confutare la logica (...), il concetto di causa (ari...) e altro non si sia focalizzato sulla dimostrazione della propria filosofia, che è abbastanza carente dal punto di vista della correttezza delle argomentazioni (provare i tropoi di Enesidemo e Agrippa per credere).

Tutto questo perché dal post sembrava che Sesto Empirico fosse un illuminato che 1800 anni prima del tempo già swubbava Branko e Paolo Fox...  ;D

Si però lo scetticismo è alla base della formazione di un filosofo come Agostino(anche se poi ha rinnegato), del concetto di dubbio metodico cartesiano, e non dimentichiamoci l'epochè husserliana ! Insomma per me non è da sottovalutare, anche se i comportamenti di coloro che aderivano a questa scuola spesso scadevano nella follia(ci sono degli aneddoti spassosissimi su Pirrone ! ;D)
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...


#38 Lord Corkscrew

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 279 Messaggi:

Inviato 16 giugno 2006 - 18:29

Luigi Valli
Il Segreto della Croce e dell'Aquila nella Divina Commedia

per fare la mia ehm... tesina  ;D

splendido, comunque - non fa torto a quel grande del pensiero e dell'azione che fu il nostro Alighieri
  • 0

#39 Guest_Polemos_*

  • Guests

Inviato 16 giugno 2006 - 20:05

mentre credo che appena finito questo (ci siamo quasi) mi darò a "L'insostenibile peso della leggerezza" di Kundera

E' l'ultimo grandioso libro che ho letto per quanto riguarda la letteratura "non filosofica". Altrimenti ho qui davanti il "De libero arbitrio" del buon vecchio Agostino per il prossimo esame..

Si però lo scetticismo è alla base della formazione di un filosofo come Agostino(anche se poi ha rinnegato), del concetto di dubbio metodico cartesiano, e non dimentichiamoci l'epochè husserliana !

Lo scetticismo dovrebbe essere un punto di partenza per tutta la filosofia seria. Tutti i filosofi in qualche modo hanno criticato la ragione o l'hanno tentata di condurre verso un suo buon utilizzo.. persino Kant nel fondo del suo pensiero cela una sostanziale contrarietà all'uso della pura ragione e la relega alla conoscenza dei soli fenomeni. Per non parlare poi dell'intera scuola di Francoforte..
  • 0

#40 Nekokuma

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1197 Messaggi:

Inviato 17 giugno 2006 - 07:48

Si però lo scetticismo è alla base della formazione di un filosofo come Agostino(anche se poi ha rinnegato), del concetto di dubbio metodico cartesiano, e non dimentichiamoci l'epochè husserliana ! Insomma per me non è da sottovalutare, anche se i comportamenti di coloro che aderivano a questa scuola spesso scadevano nella follia(ci sono degli aneddoti spassosissimi su Pirrone ! ;D)


che mattacchione quel Pirrone!

a me mi fa sbellicare dal ridere.
  • 0

#41 Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4967 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 17 giugno 2006 - 11:32


Si però lo scetticismo è alla base della formazione di un filosofo come Agostino(anche se poi ha rinnegato), del concetto di dubbio metodico cartesiano, e non dimentichiamoci l'epochè husserliana ! Insomma per me non è da sottovalutare, anche se i comportamenti di coloro che aderivano a questa scuola spesso scadevano nella follia(ci sono degli aneddoti spassosissimi su Pirrone ! ;D)


che mattacchione quel Pirrone!

a me mi fa sbellicare dal ridere.


Qua a Messina Pirrone è un nome parecchio diffuso e la caratteristica di tutti i Pirrone che conosco è di essere tutti quanti simpaticissimi... un caso?

m.
  • 0

M.

 


#42 Agony

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 11 Messaggi:

Inviato 17 giugno 2006 - 11:47

Sto leggendo "Oro rapace" di Yu Miri, giapponese di origini coreane. Vedremo...per ora sembra almeno ben scritto...
  • 0

#43 Gong

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 218 Messaggi:

Inviato 17 giugno 2006 - 23:33


A proposito di lett. fantascientifica consiglio a gli interessati ( coloro che hanno letto o che stanno leggendo Asimov), anche Ray Bradbury. Per me quella non è lett. da sminuire perchè di consumo, anzi in alcuni casi tocca, magari in modo simbolico, grandi temi importanti.

grazie del consiglio: mi procurerò qualcosa...e, intanto che si parlava di letture varie, volevo chiedere se qualcuno mi sapeva dire qualcosa di Lovecraft...

Di Bradbury è stupendo Cronache Marziane, ma anche Farenheit 451 merita( se puoi procurati anche il film di Truffaut).

Di Lovercraft ti ha consigliato bene ReineMetal, vai sul sicuro con i racconti in volumi che ho visto da poco sono stati ripubblicati, ma cmq puoi trovare Lovercraft anche in tantissime edizioni economiche tra cui ti consiglio, per qualità e importanza, quella intitolata I miti di Cthulhu.

Io non lometterei proprio sullo stesso piano di Poe, ma cmq è un autore che ha il suo valore. Ha una vena creativa orrorifico-fantastica notevole, laddove Poe secondo me eccelle in quella orrorifico-psicologica( la sua capacità di affondare lo sguardo nelle paure più recondite dell' animo umano è pressochhè unica).Io preferisco Poe, ha quell' elemento di morbosità che a Lovercraft manca...
  • 0

#44 rubbish

    Not living, just killing time

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 335 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2006 - 00:05

alcune precisazioni:

- si chiama Lovecraft e non LoveRcraft :D

- dal punto di vista, diciamo così, tecnico, non è un grandissimo autore. usa troppi aggettivi, ha periodi a volte contorti... però si deve pur ammettere che l'universo che è riuscito a creare (lasciando stare quali siano state le fonti d'ispirazione) ha un fascino incredibile :D
  • 0

#45 Gong

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 218 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2006 - 00:19

alcune precisazioni:

- si chiama Lovecraft e non LoveRcraft :D

- dal punto di vista, diciamo così, tecnico, non è un grandissimo autore. usa troppi aggettivi, ha periodi a volte contorti... però si deve pur ammettere che l'universo che è riuscito a creare (lasciando stare quali siano state le fonti d'ispirazione) ha un fascino incredibile :)

Si ok, va bene si chiama Lovecraft. :D. Sarà a volte contorto come scrive, ma cmq merita; L' universo che è riuscito a mettere su è indubbiamente pieno di fascino, però se proprio gli vogliamo trovare un difetto, sta nella serialità della sua mitologia personale (se non ricordo male ci sono parecchi racconti lunghi che parlano del Necronomicon, di Cthulhu ecc.), che finisce per disperdere in episodi poco riusciti la sua vena fantastica.
  • 0

#46 Mr telefax

    dendrite

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2433 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2006 - 10:59

Sto leggendo tra le altre cose un libro per me ideale:

Il maiale che vuole essere mangiato e altri 99 esperimenti mentali di Julian Baggini. ? una raccolta di 100 esperimenti mentali appunto, strutturata in questo modo: si parte da una situazione di partenza, per così dire "estrema" quindi ben delineata nella sua particolarità, e poi l'autore prova a ragionarci su, mostrando perlopiù quanto sia complessa o impossibile una soluzione univoca alla questione.
Cito alcuni dei casi esaminati: ? lecito tradire il proprio coniuge, sia pure solo tramite una macchina virtuale che produce illusioni indistinguibili dalla realtà? ? corretto punire qualcuno per un crimine che non ha ancora commesso, ma si sa già per certo che commetterà? Oppure (una di quelle che ricordo a memoria): Se io girando casualmente in una spiaggia vedo Picasso che sta disegnando una bellissima testa di donna nella sabbia, cosa dovrei fare? Se torno a casa per prendere la macchina fotografica per immortalare l'evento, quando sarò tornato la marea sarà quasi certamente salita e avrà dissolto il capolavoro, e poi che opera d'arte sarebbe? Solo una fotografia, ma la fotografia di un'opera d'arte è arte o non lo è? Oppure dovrei restare a vedere quest'opera sino a quando il mare non la coprirà e distruggerà? Oppure ancora (e questo caso mi ha lasciato molta sofferenza dentro): Sono un soldato serbo, e sono in una stanza d'albergo con una ragazza civile. I miei superiori mi hanno ordinato di stuprare e poi uccidere la civile. Io non lo vorrei fare, ma cosa posso fare? Se mi rifiuto loro mi uccideranno e poi ne troveranno un altro che sarà più crudele e spietato con la civile. Se la uccido per non farla soffrire mi uccideranno....
Una lettura che per certi versi si può definire divulgazione della filosofia morale, ma che offre innumerevoli spunti di riflessione a ciascuno, considerando che l'autore cerca di mostrare le contraddizioni di ogni ragionamento, e che il suo scopo è proprio quello di stimolare in ciascun lettore un percorso personale.
  • 0
I personaggi e i fatti narrati sono immaginari, è autentica invece la realtà sociale e ambientale che li produce

#47 Bob Harris

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 13 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2006 - 17:02

Ho finito da poco Ubik e Rapporto di minoranza e altri racconti, entrambi di Philip K. Dick, scoprendo un autore visionario e surreale. Il primo è un riuscito e spiazzante romanzo fantascientifico ambientato in quello che allora (1966) veniva considerato futuro (cioè il 1992!), la seconda è una raccolta di racconti che sono stati scelti per fare da base a una serie di film più o meno riusciti (Minority Report, Atto Di Forza, Screamers per citarne alcuni).Quello che più mi ha colpito è stato il constatare come in ognuno di questi racconti e nel romanzo ci sia una mancanza pressochè totale di punti di riferimento per decifrare la realtà entro la quale si muovono i personaggi: ciò che sembra reale quasi mai lo è davvero, e viceversa. Adesso mi sto approcciando al ciclo di Cthulhu di H. P. Lovecraft attraverso Le storie del ciclo di Cthulhu, Il mito, Tomo I, prima parte di due uscite (c' è anche il tomo II) che comprendono tutti i racconti e i romanzi facenti parte della saga in ordine cronologico; non mancano note che spiegano la filologia dell' opera. Di quest' ultimo libro ho per ora letto l' introduzione (peraltro davvero ben fatta) e alcuni racconti da cui sono rimasto favorevolmente impressionato: inizia pian piano a prendere forma la terribile cosmogonia lovecraftiana, e il prossimo racconto che mi trovo davanti è proprio il famoso Il richiamo di Cthulhu... ;)
  • 0

#48 Gong

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 218 Messaggi:

Inviato 18 giugno 2006 - 18:49

Se è l' introduzione che ho letto anch'io, allora si è fatta davvero bene, ti spiega anche l' origine e i possibili richiami con la società contemporanea all' autore, il carattere fantastico della sua narrativa , che però affonda radici in ciò che non funziona nella realtà ecc ecc. ....
  • 0

#49 ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 18 giugno 2006 - 20:30

alcune precisazioni:

- si chiama Lovecraft e non LoveRcraft :o

- dal punto di vista, diciamo così, tecnico, non è un grandissimo autore. usa troppi aggettivi, ha periodi a volte contorti... però si deve pur ammettere che l'universo che è riuscito a creare (lasciando stare quali siano state le fonti d'ispirazione) ha un fascino incredibile :)

Beh, oddio è uno stile sentenzioso, declamatorio, neo-romantico. Dai contemporanei era considerato alla stregua della para-letteratura, ora è stato pienamente rivalutato, tanto da essere oggetto di ricerche filologiche. Laddove Poe era più conciso lui è più prolisso, ma questo non lo sminuisce affatto a parer mio.
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...


#50 ReineMetal

    non morto nostalgico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2699 Messaggi:
  • LocationTorino

Inviato 18 giugno 2006 - 20:31



Si però lo scetticismo è alla base della formazione di un filosofo come Agostino(anche se poi ha rinnegato), del concetto di dubbio metodico cartesiano, e non dimentichiamoci l'epochè husserliana ! Insomma per me non è da sottovalutare, anche se i comportamenti di coloro che aderivano a questa scuola spesso scadevano nella follia(ci sono degli aneddoti spassosissimi su Pirrone ! :))


che mattacchione quel Pirrone!

a me mi fa sbellicare dal ridere.


Qua a Messina Pirrone è un nome parecchio diffuso e la caratteristica di tutti i Pirrone che conosco è di essere tutti quanti simpaticissimi... un caso?

m.

Davvero è diffuso  :o?
  • 0

Tutto quel che è di moda sarà presto fuori moda. [...] Occupa meglio il tuo tempo.

Robert Schuhmann – Musikalische Haus- und Lebensregeln

 

Youtube : musica = pornografia in rete : amore

 

(quindi gentilmente niente musica su YouTube o attraverso FB: li ho bloccati. Contatto personale e scambio di dati non massificato)

 

In culo al commerciale, in culo ai fighetti. State fuori, state contro.

 

Lemmy è morto, Dio è morto, e nemmeno io mi sento troppo bene...





3 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 2 ospiti, 0 utenti anonimi


    Google (1)