Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

È Stata La Mano Di Dio (Sorrentino, 2021)


  • Please log in to reply
78 replies to this topic

#1 MilleLire

MilleLire

    IL MORALIZZATORE

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3967 Messaggi:
  • LocationFirenze

Inviato 06 dicembre 2021 - 14:53

e-stata-mano-di-dio-xl.jpg

 

 

Visto da poco, mi ritrovo abbastanza d'accordo con la recensione, nonostante lodi sperticate che avevo letto provenire dal Festival di Venezia.

 

 

Vero che è il film più sincero di Sorrentino; massimo rispetto per il valore aggiunto dato dall'impronta autobiografica della pellicola.

Però ... però ho avvertito una patina di autocompiacimento verso la sua straordinaria tecnica registica. Senza dubbio le inquadrature, il sonoro, la fotografia della splendida Napoli, i dialoghi surreali della stramba famiglia sono inappuntabili ma conferiscono al lavoro una punta di distacco, laddove il distacco non doveva esserci.

Certo, il grido di battaglia è il cinema come fuga dalla realtà, perché essa è deludente. Ma questo processo di fuga impedisce la totale immedesimazione dello spettatore, le scene più drammatiche arrivano ovattate ed il pathos affievolito dalla forza evocativa della finzione scenica.

Questo il mio pensiero. Che mai come in questo caso Sorrentino avrebbe dovuto sfrondare, mettersi veramente a nudo davanti allo spettatore e limare la componente narcisistica del suo cinema.


  • 4
Immagine inserita

#2 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20927 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 06 dicembre 2021 - 18:22

Confesso di non sopportarlo proprio più proprio per i motivi che citavi. È molto forzato ormai in tutto quello che fa, dovrebbe fare un porno.
  • 3

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#3 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2021 - 19:48

Confesso di non sopportarlo proprio più proprio per i motivi che citavi. È molto forzato ormai in tutto quello che fa, dovrebbe fare un porno.

 

Condivido perfettamente quello che dici. La crisi espressiva di Lars è stata esorcizzata dal suo passaggio dal cinema concettuale, a una sorta di meta porno (prima) e in una sorta di derealizzazione totale dell'ideale di BREAKING THE WAVES nell'ottimo Jack.

 

Lars comunque è un genio, Sorrentino assolutamente no.


  • 1

„Non si può che confermarsi 'stranieri nella propria lingua'. Il plurilinguismo (crogiuolo di idioletti, arcaismi, neologismi di che trabocca il poema) è il contrario d'una accademia di scuola interpreti. È 'Nomadismo': divagazione, digressione, chiosa, plurivalenza, ecc. Il testo intentato è (deve essere) smentito, travolto dall'atto, cioè de-pensato.“

CARMELO BENE
 

 

 


#4 Sandor Krasna

Sandor Krasna

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 630 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 dicembre 2021 - 20:21

A me è piaciuto parecchio, sono tra quelli che lo indicherebbe come suo migliore film (ma non li ho visti tutti). Non ero un grandissimo ammiratore della sua deriva iperbarocca, quindi mi ha fatto piacere questo suo mettersi a nudo senza orpelli e nascondimenti.

Fellini va da sé ma carino anche l'omaggio ad Antonioni (L'avventura).
  • 0

#5 MilleLire

MilleLire

    IL MORALIZZATORE

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3967 Messaggi:
  • LocationFirenze

Inviato 06 dicembre 2021 - 21:56

Scusate dovevo metterlo in film recensiti spostate per favore?
La "deriva barocca" l'ho apprezzata nel suo film più premiato, "La grande bellezza". Ma in quel contesto erano proprio gli orpelli a dare vigore e significato all'opera. Apprezzo la sua mano, i suoi simbolismi nascosti e non, le citazioni, i camei. In questo esperimento artistico unico ed irripetibile penso che avrebbe dovuto puntare più dritto alle emozioni. Perché questo era il film della sua storia personale, della sua famiglia della sua gente.
  • 0
Immagine inserita

#6 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2021 - 22:30

A me è piaciuto parecchio, sono tra quelli che lo indicherebbe come suo migliore film (ma non li ho visti tutti). Non ero un grandissimo ammiratore della sua deriva iperbarocca, quindi mi ha fatto piacere questo suo mettersi a nudo senza orpelli e nascondimenti.

Fellini va da sé ma carino anche l'omaggio ad Antonioni (L'avventura).

 

Ricordiamo che Sorrentino ha vinto l'Oscar grazie a un grande autore del cinema mondiale, chiamato Bernardo Bertolucci che ha cercato di vendere il prodotto al mondo americano attraverso appunto il filtro felliniano. 

 

L'avventura a differenza di questi film, ha segnato l'inizio di un nuovo cinema o quantomeno il distacco definitivo del cinema italiano dal neorealismo. Michelangelo già nel suo primo lungometraggio (studiate il rapporto tra le immagini di una disperazione che anticipa di trent'anni e passa l'immobilismo sacro di BELA TARR e la colonna sonora di Giovanni Fusco, un alto genio sublime) era.. Michelangelo.. questo autore non ha capito che per vincere un premio o per essere veramente credibile come autore, deve dirigere film come MARTYRS. 


  • -2

„Non si può che confermarsi 'stranieri nella propria lingua'. Il plurilinguismo (crogiuolo di idioletti, arcaismi, neologismi di che trabocca il poema) è il contrario d'una accademia di scuola interpreti. È 'Nomadismo': divagazione, digressione, chiosa, plurivalenza, ecc. Il testo intentato è (deve essere) smentito, travolto dall'atto, cioè de-pensato.“

CARMELO BENE
 

 

 


#7 Владимир Гозерин

Владимир Гозерин

    Grande eletto non anglofonista Kadosch

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 25378 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 00:10

Non l'ho ancora visto ma già mi piace tantissimo. Immenso Sorrentino. :wub:


  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#8 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14996 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 08:33

 Senza dubbio le inquadrature, il sonoro, la fotografia della splendida Napoli, i dialoghi surreali della stramba famiglia sono inappuntabili ma conferiscono al lavoro una punta di distacco, laddove il distacco non doveva esserci.

Certo, il grido di battaglia è il cinema come fuga dalla realtà, perché essa è deludente. Ma questo processo di fuga impedisce la totale immedesimazione dello spettatore, le scene più drammatiche arrivano ovattate ed il pathos affievolito dalla forza evocativa della finzione scenica.

 

Ma sai che in un film odierno, soprattutto italiano, non potrei immaginare pregi migliori?

La visceralita' e l'immedesimazione hanno rotto i coglioni. Viva il distacco, perdio.


  • 2

#9 MilleLire

MilleLire

    IL MORALIZZATORE

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3967 Messaggi:
  • LocationFirenze

Inviato 07 dicembre 2021 - 08:51

Sandor a parte state tutti ragionando per schemi preconcetti, senza calarsi nell'opera specifica. Con questo approccio è del tutto inutile qualsiasi tipo di discussione, perdonatemi.


  • 5
Immagine inserita

#10 James Lepo

James Lepo

    Afro Kolektyw

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:
  • LocationIn the chinese restaurant

Inviato 07 dicembre 2021 - 12:55

Visto ieri in sala. Bello ma non lo reputo il suo migliore, come molti critici stanno asserendo. I miei motivi sono però opposti a quelli espressi nei primi post: ci ho visto troppo poco di Sorrentino, sia di quello ‘iperbarocco’ de La grande Bellezza o The Young Pope (che è poi il mio preferito), sia di quello degli esordi, che comunque adoro.
È ad ogni modo un ottimo film, questo, ma non sono al momento estasiato dalla maggiore asciuttezza generale, nè trovo che il buon Paolo si esprima al massimo in un contesto più spoglio. Ci sono comunque sequenze pazzesche: su tutte quella iniziale con Luisa Ranieri e il santo, l’affaire con la baronessa, e il dialogo-scontro con Capuano.
  • 0

#11 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 15:53

state tutti ragionando per schemi preconcetti, senza calarsi nell'opera specifica. Con questo approccio è del tutto inutile qualsiasi tipo di discussione, perdonatemi.

 

Quello che tu definisci come "schemi preconcetti" in realtà è teoresi cinematografica.. in seconda battuta si chiama libertà di opinione.

 

A) Nonostante la semiotica cinematografica di METZ (strutturalismo puro applicato al cinema=fascismo) il cinema in senso lato, ma molto lato potrebbe conoscere una estetica trascendentale non kantiana.

 

B) Consiglio vivamente di studiare il rapporto tra filosofia della mente e cinema, anche se le tesi fenomenologiche pure del professor Paolo Bertetto sono ancora attuali, anzi attualissime.

 

Per coloro che mi hanno menato senza un minimo di motivazione (pura democrazia che accetto quasi a priori) forse non hanno amato MARTYRS (l'estremo della carne e il misticismo è una tesi rivoluzionaria e io sono per le tesi rivoluzionarie rispetto alla conservazione) o forse non hanno apprezzato la squisita interrelazione NON emotiva tra la colonna sonora di Fusco e la genialità più che assoluta di Michelangelo.

 

Fellini nel 1985 doveva girare un film assieme a CASTANEDA ed aveva sessanta anni. Oltre all'immane affetto che mi lega a Federico Fellini mi sembra veramente terribile parlare di "felliniano" nei confronti di questo regista, tranne in un senso molto lato.


  • 0

„Non si può che confermarsi 'stranieri nella propria lingua'. Il plurilinguismo (crogiuolo di idioletti, arcaismi, neologismi di che trabocca il poema) è il contrario d'una accademia di scuola interpreti. È 'Nomadismo': divagazione, digressione, chiosa, plurivalenza, ecc. Il testo intentato è (deve essere) smentito, travolto dall'atto, cioè de-pensato.“

CARMELO BENE
 

 

 


#12 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 15:54

 The Young Pope (che è poi il mio preferito), sia di quello 

 

Il Sorrentino migliore senza alcun dubbio.


  • 0

„Non si può che confermarsi 'stranieri nella propria lingua'. Il plurilinguismo (crogiuolo di idioletti, arcaismi, neologismi di che trabocca il poema) è il contrario d'una accademia di scuola interpreti. È 'Nomadismo': divagazione, digressione, chiosa, plurivalenza, ecc. Il testo intentato è (deve essere) smentito, travolto dall'atto, cioè de-pensato.“

CARMELO BENE
 

 

 


#13 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20927 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 07 dicembre 2021 - 16:08

merita the youn pope? mi ricordo di aver resistito poche (insulse) scene con lui con la sigaretta in bocca dentro casa che si muove al ralenty


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#14 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12822 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 16:24

merita the youn pope? mi ricordo di aver resistito poche (insulse) scene con lui con la sigaretta in bocca dentro casa che si muove al ralenty

 

Grazie al formato della serie, ha potuto dimostrare tutta la sua grandezza estetica. Per me è  *****


  • 0

„Non si può che confermarsi 'stranieri nella propria lingua'. Il plurilinguismo (crogiuolo di idioletti, arcaismi, neologismi di che trabocca il poema) è il contrario d'una accademia di scuola interpreti. È 'Nomadismo': divagazione, digressione, chiosa, plurivalenza, ecc. Il testo intentato è (deve essere) smentito, travolto dall'atto, cioè de-pensato.“

CARMELO BENE
 

 

 


#15 ucca

ucca

    CRM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20927 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 07 dicembre 2021 - 16:26

ok mi fido


  • 0

www.crm-music.com

 

Mettere su un gruppo anarcho wave a 40 anni.


#16 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7451 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 16:59

Visto ieri in sala. Bello ma non lo reputo il suo migliore, come molti critici stanno asserendo. I miei motivi sono però opposti a quelli espressi nei primi post: ci ho visto troppo poco di Sorrentino, sia di quello ‘iperbarocco’ de La grande Bellezza o The Young Pope (che è poi il mio preferito), sia di quello degli esordi, che comunque adoro.
È ad ogni modo un ottimo film, questo, ma non sono al momento estasiato dalla maggiore asciuttezza generale, nè trovo che il buon Paolo si esprima al massimo in un contesto più spoglio. Ci sono comunque sequenze pazzesche: su tutte quella iniziale con Luisa Ranieri e il santo, l’affaire con la baronessa, e il dialogo-scontro con Capuano.

concordo, anche se io sono più legato ai film pre-grande bellezza*, per me è proprio lì e nei suoi barocchismi che dà il meglio, e quindi anche qui riescono meglio le scene iniziali e altre cose simili piuttosto che le parti più "asciutte" da dramma famigliare, che poi però è quasi sempre sopra le righe anche quello, comico e funziona molto. quello che funziona meno per me sono i mille finali e chiusure, in un accumulo che sa molto di tirare tutti i fili più che altro. troppe metafore, quando ne bastava una piazzata bene*.

 

*quel brevissimo sguardo in camera da lontano alla fine delle conseguenze dell'amore mi fa ancora male


  • 0

#17 James Lepo

James Lepo

    Afro Kolektyw

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:
  • LocationIn the chinese restaurant

Inviato 07 dicembre 2021 - 17:06

Top 5 Sorrentino per me (escluso quest’ultimo che devo ancora elaborare bene):

1. La Grande Bellezza
2. Young Pope
3. Il Divo
4. Le conseguenze dell’amore
5. Qui dipende dai momenti, ora dico Youth, a volte L’uomo in più
  • 0

#18 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2785 Messaggi:

Inviato 07 dicembre 2021 - 17:52

Visto ieri in sala. Bello ma non lo reputo il suo migliore, come molti critici stanno asserendo. I miei motivi sono però opposti a quelli espressi nei primi post: ci ho visto troppo poco di Sorrentino, sia di quello ‘iperbarocco’ de La grande Bellezza o The Young Pope (che è poi il mio preferito), sia di quello degli esordi, che comunque adoro.
È ad ogni modo un ottimo film, questo, ma non sono al momento estasiato dalla maggiore asciuttezza generale, nè trovo che il buon Paolo si esprima al massimo in un contesto più spoglio. Ci sono comunque sequenze pazzesche: su tutte quella iniziale con Luisa Ranieri e il santo, l’affaire con la baronessa, e il dialogo-scontro con Capuano.

Si anche a me era sembrato più misurato degli altri, è cambiato direttore della fotografia, c'è una donna di cui non ricordo il nome al posto di BIgazzi. Certo anche il tipo di storia ambientato molto tra le mura di piccole case rende impossibile girare le scene sontuose di altri suoi film.
D'accordo in linea di massima pure col tuo giudizio, mi è piaciuto ma non il suo migliore


  • 0

#19 Piper

Piper

    Life is too short For iTunes

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8854 Messaggi:
  • LocationParadise Garage

Inviato 15 dicembre 2021 - 20:05

visto oggi, su netflix.

non riesco a districarmi e a capire cosa mi ha lasciato.

da una parte è un film poco sorrentiniano, asciutto, senza vere immagini forti e fotografie magniloquenti e per me questo non è un lato del tutto positivo, perché io adoro il sorrentino più immaginifico e psichedelico.

dall'altra riesce ad essere comunque un film intenso, come se fossi rimasto in uno stato di sospensione permanente, intimità e tristezza tutte miscelate insieme. come se il film mi avesse fatto trattenere il respiro per tutto il tempo.

 

non so ancora come collocarlo nella sua filmografia e aspetto che lo decida lui col tempo


  • 0
<< Poi ce la prestiamo... Insomma la patonza deve girare>>

Aurelio De Laurentiis ha lasciato la sede dove si stanno svolgendo i sorteggi dei calendari fermando uno sconosciuto che passava su un motorino dicendogli: "Portami via da questo posto". Ed è andato via come passeggero del motorino di uno sconosciuto

 
 Song 'e Ondarock - web Radio|

#20 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20436 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 17 dicembre 2021 - 09:44

Si ride, e ridere è un atto di coraggio poiché chi si abbandona al riso deve poi arrendersi al pianto, come sanno tutti i protagonisti e come sappiamo noi, che da molto non vediamo più nessuno ridere.
La cartina fisica di Napoli agevola Sorrentino a non perdersi eccessivamente nei suoi vortici, sfilacciature e sequenze inutili. Come regista Sorrentino mi ricorda l'Uomo Gomma dei Fantastici 4, con la cinepresa va su, giù, avanti, indietro, si ficca nelle fessure, si capovolge, qualsiasi cosa pur di sfuggire all'hic, al nunc, alle sorti progressive dell'umanità.

Di Napoli, non si sarà mai froci abbastanza, è un popolo nobile, come evidenziano la sua plebe, e le sue macchiette.
Mi spiace che ai titoli di coda lo sferragliare del treno non sia stato missato col sonoro degli offshore: il suono è identico, ma forse Sorrentino ha preso molte barche ma pochi treni nella sua vita (il suono si manifesta quando due treni si incrociano). Ha optato per Pino Daniele, e poi in coda ha missato gli offshore, ma era troppo tardi.

Maradona-Pelė: Maradona, il pelė post-calcio è decisamente anonimo, grigio, sfido a riportare una sola cosa della sua vita degna di essere ricordata, errori compresi (perché, noi non li facciamo?).

Zinne: 10/10.
  • 4




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq