Vai al contenuto


* * * - - 1 Voti

Ennio Morricone


  • Please log in to reply
98 replies to this topic

#21 lucabanana

lucabanana

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 99 Messaggi:

Inviato 02 luglio 2007 - 11:23

intervista a Morricone (da www.lavocedifiore.org)

Sta per uscire con la Sony lâ??album "Everybody Loves Ennio Morricone", un tributo alla sua musica di artisti come Metallica e Bruce Springsteen. Qual è lâ??interpretazione che lâ??ha più sorpresa?

"Lâ??idea di questo disco mi sembrava folle e utopistica. Sconsigliai perfino di produrlo, perché è impossibile mettere insieme tante voci di artisti con poetiche diverse. Ma il produttore, Luigi Caiola, è un testardo ed è andato avanti lo stesso col progetto. La discontinuità stilistica e la sua disomogeneità adesso mi sembra un pregio. In questo caso non vorrei esprimere preferenze, anche se in cuor mio ce lâ??ho. Diciamo che Celine Dion ha cantato un mio brano con grande commozione e intensità. "

In che misura lei vi ha partecipato?

"Ho scritto dei collegamenti tra la fine di un pezzo e lâ??inizio di quello successivo per creare 70 minuti di musica senza soluzione di continuità, per ammorbidire quella qualità non omogenea del disco. Il gruppo dei Metallica fa eccezione nel disco, per via del suo stile e di una personalità molto accentuata"

.. non saprei .. io tra le righe non leggo tutto questo entusiasmo verso il progetto (dice ad esempio che la disomogeneità del tutto è un suo pregio, ma poi dichiara di aver creato momenti di raccordo tra i pezzi proprio per ammorbidire tale dismogeneità) .. ma questa è solo una mia impressione. A parte tutto, queste "operazioni" raramente danno interesse, rispetto ai citati lavori di Zorn e Mike Patton che hanno sullo sfondo tutt'altre idee e finalità .. più candidamente "musicali" e meno meramente (e, per me, quasi disgustosamente) commerciali .. ma purtroppo fanno parte di una sorta di obbligato strascico che tutti i GRANDI (della musica) devono (?) portarsi dietro .. basti pensare a Pink Floyd ecc..
  • 0

#22 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2411 Messaggi:

Inviato 20 giugno 2009 - 00:15

Non sono un esperto di raccolte di colonne sonore morriconiane, conosco la solita "Crime and dissonance" e questa
http://www.allmusic....10:39fexquhldke

che contiene 45 brani in due cd. Sono d' accordo con allmusic, il secondo disco ha qualche brano meno bello, preso dagli anni 80/90, ma nel primo sono tutti capolavori. Credo che una volta presi questo e crime and dissonance a livello di raccolte puoi dirti apposto e passare alle colonne sonore singole.
Conoscendo i tuoi gusti ti consiglierei di partire da "una lucertola con la pelle di donna" "le foto proibite di una signora per bene" e "4 mosche di velluto grigio", non mi ricordo in quale di queste suona col Gruppo di Improvvisazione Nuova Consonanza, ho fatto una ricerca veloce sul web ma non ho trovato informazioni dettagliate, eppure ai tempi c'era un sito abbastanza approfondito su questi album di Morricone.
  • 0

#23 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2411 Messaggi:

Inviato 20 giugno 2009 - 11:05

IO scaricata forse dovrei avere anche Mondo Morricone tutti e tre i volumi, ma come ti dicevo secondo una volta possedute un paio di raccolte è meglio avventurarsi nei singoli film. Prova a vedere se la tracklist delle tre "Mondo Morricone" ti soddisfa, non ricordo come erano suddivisi, se per anni o per tipo di film. Blow up segnalava fra i suoi 600 una raccolta dedicata ai western, mi sembrava un cd con una ventina di brani presi da 5 o 6 film. A mio avviso non mi sembrava molto adatta come raccolta da inserire nei 600 dischi.
  • 0

#24 Stephen

Stephen

    Wannabe the Night Meister

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3513 Messaggi:
  • LocationLa Callaretta della Colla

Inviato 27 giugno 2009 - 10:42

Di Morrione ho una doppia raccolta con le sue composizione per film western. Cosa mi consigliate, che non sia una colonna sonora?

Ciao ;)
  • 0

E un passo di quella danza era costituito dal tocco più leggero che si potesse immaginare sull'interruttore, quel tanto che bastava a cambiare...

... adesso

e la sua voce il grido di un uccello

sconosciuto,

3Jane che rispondeva con una canzone, tre

note, alte e pure.

Un vero nome.


#25 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7297 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 08:04

Vabbè, lo scrivo qui visto che non lo scrive nessuno, anche se fa un po' strano/male dopo la richiesta inascoltata di Stephen di ben 11 anni fa.

 

Se n'è andato anche il maestro.


  • 1

#26 solaris

solaris

    Simmetriade.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6653 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 08:15

*
POPOLARE

Vedo molti coccocrilli che tirano fuori il "macro", il più grande, l'Oscar... qui rischio il patetico, ma il modo in cui era capace di cogliere un'emozione sfuggente o privatissima e restituirla in musica e immaginario è qualcosa di davvero speciale.

 

Addio, e grazie :(

 


  • 13

#27 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7592 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 08:25

C'era una Volta in America credo sia il suo vertice assoluto, il punto più alto e puro che la sua arte abbia raggiunto, il film non sarebbe veramente stato lo stesso senza quella musica, il suono del ricordo e della nostalgia entra con immane potenza nelle immagini, non si limita ad accompagnarle.

 

Per me uno dei più grandi compositori del '900, tra gli italiani metto ai vertici lui e Respighi. 

 

Dal punto di vista umano incredibile la sua tenacia nel voler rimanere aggrappato alla sua professione e all'ispirazione fino alla fine, un po' meno apprezzai la sua concezione della musica pop e rock come di qualcosa che è arte solo in potenza, retaggio della sua formazione accademica.


  • 2

Statisticamente parlando, non lo so.


#28 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7592 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 08:43

Ascoltate questa, brano di contorno certo, eppure immensa, con le trombe militari che man mano incalzano e inquinano e perturbano la bellissima melodia centrale:

 

 

Non so nemmeno in quante gioie e dolori della vita la sua musica mi abbia accompagnato, prima degli esami anche negli anni più bui dell'uni mettevo lui, sempre, mi ha aiutato a vivere.


  • 9

Statisticamente parlando, non lo so.


#29 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 35943 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 luglio 2020 - 08:45

Immenso, amo ogni piccola parte della sua sterminata produzione, lascia un patrimonio di musiche che è una delle massime ricchezze italiane.


  • 0

#30 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11545 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 08:48

Lasciando da parte i grandi classici, colonna sonora di The Hateful Eight pazzesca (anche se mi pare di ricordare che il materiale fossa roba di inizio anni '80, addirittura scarti dalla colonna sonora di The Thing se non sbaglio).

L'atmosfera cupa e di tensione costante è strepitosa, e quel tema sinistro ricorrente è perfetto e perfettamente inserito nel mood di sospetto e angoscia montante del film.

 


  • 4

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#31 LaBanda

LaBanda

    Minus Habens con Viso da Pirata Marcio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9151 Messaggi:
  • LocationOklahoma City

Inviato 06 luglio 2020 - 10:58

*
POPOLARE

Ho sempre trovato l’insinuarsi di “Mia Cara Nonnina” nel bel mezzo del grottesco qualcosa che donasse (di contrasto) sacralità e tenerezza alla scena conclusiva dove Teresa (Sora Lella) muore in cabina elettorale. Non ha la maestosità di altre grandi e più memorabili melodie scritte da Morricone, anzi sembra proprio una vocina inascoltata e dolcissima sovrastata dall’indifferenza (praticamente la scena del film in musica). Sicuramente non sarà mai annoverata tra i vertici della sua produzione eppure appena appresa la triste notizia ho avvertito il desiderio di riascoltarmela.

Se dovessi definire Ennio Morricone con un aggettivo, non avrei dubbi: evocativo.

 


  • 10

Cristo creò le case e li palazzi
p'er prencipe, er marchese e 'r cavajjere,
e la terra pe nnoi facce da cazzi

 

https://www.youtube....h?v=oU_O-2Howa8


#32 *alessandro*

*alessandro*

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2610 Messaggi:
  • LocationRome

Inviato 06 luglio 2020 - 11:15

... morto per una caduta :facepalm:

 

Io lo voglio ricordare con questo brano che tutti conoscono perchè utilizzato da Tarantino, senza magari conoscere il capolavoro di film per cui era stato scritto.

 


  • 1
ex "victor"

#33 Central Perk

Central Perk

    Il fu Chanandler Bong

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 963 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 luglio 2020 - 12:36

L'apice del Maestro è stato certamente C'era una volta in America (con Giù la testa e BB&C a seguire), ma il pezzo più epico e maestoso che abbia mai scritto è l'arena per il film "Il Mercenario" di un altro grande regista come Sergio Corbucci (ripreso come al solito da Tarantino in Kill Bill). La scena è semplicemente perfetta e il volto sconfitto e beffardo di Jack Palance sembra quasi essere composto anch'esso da Morricone nella partitura. Ennio Morricone va messo nella categoria degli Shubert, dei Debussy o dei Bach per quanto mi riguarda. 

 

 


  • 3

#34 Roy Earle

Roy Earle

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 619 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:29

 

Una perdita incalcolabile.


  • 1

Запрещено разговаривать с незнакомцами


#35 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14441 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:31

Una volta da ragazzo ero a casa da solo e misi su la musicasetta della OST dell"Uccello dalle piume di cristallo. Credo sia l'unica volta in vita mia che ho spento una musica perche' mi stava mettendo strizza.

 


  • 3

#36 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2411 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 13:47

Copio-incollo un post che ho appena scritto su facebook, l'aneddoto in questione è preso da superonda di Mattioli.

 

Aneddoti morriconiani poco noti.
Morricone da sempre nutriva ambizioni colte e ai tempi, la musica per il cinema, veniva considerata come una musica che non aveva una dignità propria se separata dalle immagini per le quali era stata composta. Per non parlare della musica pop e rock che lui stesso considerava di "serie b", non a caso sminuiva sempre i suoi successi in ambito pop e raccontava spesso di aver composto "Se Telefonando" di Mina mentre era in fila alle poste. Da sempre un po' amareggiato per questa cosa sfogò le sue ambizioni prima col progetto sperimentale Gruppo di Improvvisazione Nuova Consonanza e poi forte di quest'ultima esperienza nelle colonne sonore, partendo da "Diabolik" di Bava e "Un tranquillo posto di campagna" di Petri, fino a perfezionare quello stile compositivo coi primi lavori di Dario Argento. Di li in poi sarebbe stato un susseguirsi di partiture cupe, dissonanti e ossessive che andarono ad accompagnare una serie di spaghetti-thriller dei meno noti Fulci, Lado, Castellari etc. Più infimo era il film e più la musica si faceva sperimentale, avendo carta bianca visti i budget alquanto risicati dei suddetti film. Lo stesso Argento terminò la sua collaborazione col maestro perchè la sua musica era diventata troppo difficile e paranoica. Morricone andò avanti così fino a metà anni 70, quando i dirigenti della casa discografica RCA gli dissero più o meno "ah Morricò hai rotto er cazzo, o la smetti co sta musica complicata o smettiamo noi di farti lavorare".
Ebbe così fine il periodo meno noto ai più di Morricone, il buon Mike Patton ha pubblicato un'ottima raccolta col meglio di questa roba dal titolo abbastanza esplicativo "Crime & Dissonance".

https://www.youtube.com/watch?v=gX_LtREkxRA


  • 3

#37 Eugene

Eugene

    Sporco Lennoniano Fanatico [(C) BillyBud]

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4506 Messaggi:
  • LocationSassari, 08/09/1980

Inviato 06 luglio 2020 - 13:58

Roy, ti ho messo meno per sbaglio, sorry.
  • 0
Immaginate che abbia messo in firma qualcosa di interessante

#38 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12611 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 14:16

Lo stesso Argento terminò la sua collaborazione col maestro perchè la sua musica era diventata troppo difficile e paranoica. 

 

però è difficile conciliare questa motivazione con le musiche successive dei Goblin per Suspiria e Profondo rosso 


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#39 Matthew30

Matthew30

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3936 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 14:50

Il tema "freddo" di The Thing non sembra neanche suo (nel senso che segue abbastanza la variante minimalista/elettronica di Carpenter), però è decisamente suggestivo.

 

 

Io ho sempre amato molto anche alcune canzoni de Novecento, come questa:

 

 

Comunque il mio tema preferito è quello del carillon nel finale di Per qualche dollaro in più. Oltre che, a mio avviso, una delle composizioni meglio riuscite degli ultimi 60 anni di cinema italiano.


  • 1

#40 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2411 Messaggi:

Inviato 06 luglio 2020 - 15:25

 

Lo stesso Argento terminò la sua collaborazione col maestro perchè la sua musica era diventata troppo difficile e paranoica. 

 

però è difficile conciliare questa motivazione con le musiche successive dei Goblin per Suspiria e Profondo rosso 

 

Questo non credo di averlo letto su super onda, cioè forse è riportato pure li ma sentito dire proprio da Argento in una qualche intervista anni 80-90.
Comunque la musica dei Goblin creava suspance ed era a cupa ma era effettivamente più semplice e potabile per il grande pubblico, aveva dei temi "canticchiabili" a differenza della roba di Morricone presente sulla raccolta "crime and dissonance" pubblicata da Patton a quanto pare non autorizzata da Morricone


  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq