Vai al contenuto


Foto
* * * - - 2 Voti

Nel Momento Peggiore: "alina E Le Altre" Panoramica Sul Basket Femminile Europeo


  • Please log in to reply
12 replies to this topic

#1 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2020 - 14:58

*
POPOLARE

Ho scritto e riscritto un testo di introduzione a questa magnifica disciplina sportiva, poi cancellavo tutto.

 

Non è un topic difficile da svolgersi tra mille virgolette, ma non riesco a decidermi la scaletta. 

 

Avrei voluto fare una piccola storia del basket femminile europeo (specialmente quello russo-spagnolo-francese) ma sarei stato giudicato pretenzioso storicista vuoto di significati altamente tecnici.

 

Mi limiterò a descrivere le giocatrici migliori (non so come si postano le foto, ebbene ho dimenticato la funzione dialogica), spero sia una promozione di uno sport affascinante e quadratissimo ma non ratio.

 

 

Justė Jocytė

 

Lituana, quattordici anni, gioca con la Nazionale del suo Paese da circa un anno (!) e su Instagram si fa chiamare Baby Face Assassin. Come gioca questa ragazza biondiccia, sinuosa e longilinea, con inquietanti occhi neri? Come l'urano Doncic, il fenomeno sloveno della NBA.

Tony Parker è il presidente della formidabile squadra del Lione di Marine Johannes (a seguire) e dopo estenuanti trattative con i postini lituani, si è cuccato le prestazioni dell'elfo lituano. Tiro spiazzante, mancinanza, senso del gioco che appartiene solo ai Sacri Europei del Novecento, molto probabilmente la prossima stagione farà il salto, non smetterà di crescere e diventerà un secondo Toni Kukoc.

 

 

Cecilia Zandalasini

 

 

La paperina dei Minnesota gioca anche in Turchia ed ormai è considerata come la giocatrice più saggia del campionato. Responsabilità nel realizzare tutti i canestri più ostici, ha messo su mezza dozzina di kg e il suo sguardo mare grigio perla romantico è un poco cangiato in un ice business da rimanerne allibiti. Segna da tre con uno stile scultoreo e le sue innumerevoli prodezza la porteranno a diventare la numero tre (ala) più forte del nuovo secolo.

 

 

Marine Johannès

 

 

Godard avrebbe giocato così. Questo è uno dei tanti slogan appiccicati al collo della venticinquenne francese, sicuramente il talento più puro e iconoclasta mai apparso su un campo di basket. Fattasi nel Bourges quest'anno gioca con il Lione. Step back ad imitare il nerboruto sloveno, penetrazioni centrali (difficilissime nella vulgata femminea) elastiche che dialogano ad armi pari con Tiziano e Michelangelo, occhi azzurri estatici e una leggera insofferenza per gli schemi. Senza dubbio la più grande show girl dello sport francese.

 

 

Marija Vadeeva

 

 

Russa occipitale. 193 cm per 88 kg di peso. Ruolo: Ala forte-Pivot. Gioca nella squadra più forte del mondo, l'Ekaterinburg ma non ha mai perso quella granitica umiltà, sua dai tempi dello Spartak Mosca (ricordiamo che questa giocatrice ha solo 21 anni). Per alcuni è la reincarnazione non solo gestuale di Larry Bird... Mancinanza, rimbalzi difesa, gancetto in post basso, tiri da tre, assist aleatori, è una bambinona che ha trovato il suo giocattolo preferito. In certe partite risulta immarcabile, in altre assolutamente immarcabile: Capitana della Nuova Russia che molto probabilmente porterà a qualche vittoria di prestigio, specie continentale.

 

 

Alina Jahupova

 

 

Alina è ucraina e NON ha niente di femminile (chi se ne frega?: Fisico palestrato tipo Rambo, coda primi anni novanta, gestualità anni zero generazione crime.). Ha due occhi che hanno capito come va il mondo, due occhi verdi che tradiscono sempre una ironia superiore. Fidanzata con una sua compagna di nazionale davvero affascinante, Alina che gioca in Turchia con Cecilia è il basket offensivo, la mentalità degli oratori trasportata sul campo di battaglia del professionismo. Tiro da tre tecnicamente perfetto e dunque dalle parti analogiche di Detlef Schrempf quando aveva i baffetti (cercate il filmato su i vari you tube della Rete) ma forse più istintivo, può giocare da play aggiunto, assist istintuali e sensuali e il suo punto forte: QUALSIASI tipo di penetrazione, soprattutto quelli partendo dalla linea di fondo; o subisce fallo o distrugge il cesto. Vorrei vederla schiacciare (186 cm per una massa muscolare non da felipe) ma non succederà mai.

 

 

Liz Cambage

 

 

Australiana, 2.05 per 110 kg è il centro più dominante degli ultimi anni. Se le ragazze che ho descritto precedentemente si possono sintetizzare umanamente come BUONE, Liz invece oltre ad essere posh è pure molto stronza, ma sa il fatto suo.

Non si riesce a spostare, ci vorrebbero duecento bodyguard o Sabonis (che è la stessa cosa). Tecnica non perfetta, ma letteralmente devastante a livello fisico, indomabile creatura che schiaccia in penetrazione e stoppa come un alano asimoviano. A tratti sembra ballare la samba o la batucada e un vortex di puro orgasmo sportivo la alimenta fino a trasformarla in un industria del canestro vincente. Gioca nella NBA femminile e per prepararsi alla stagione, nello scadentissimo campionato giapponese. 

 

 

 

Sevara NURITDINOVA

 

 

Questa 21 enne russa, play di 1,65 è il cervello pensante per antonomasia del basket europeo. Conosce sette lingue, il coach non ha bisogno di dirle niente e lo stile è quello classico-erotico di John Stockton. Mostra al massimo quindici anni, un viso angelico ma allo stesso tempo fortemente pragmatico, per chi scrive è il Mistero Svelato della Vergine. Iconologia e assist, filosofia e tiri da tre. Gioca nello Spartak Mosca, squadra un tempo fenomenale (quattro coppe dei campioni consecutive) ora decaduta a comparsa, ma lei è come Alice Coltrane o Pamela Villoresi ovvero quando l'interiorità apollinea "deve mostrarsi, deve somatizzarsi, deve venire fuori".

 

 

 


  • 11

#2 veryc

veryc

    E i ramo' ?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1416 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2020 - 15:32

Simon meno male che ci sei tu in questi momenti bui

 

 

 

Cecilia Zandalasini

 

 

Segna da tre con uno stile scultoreo e le sue innumerevoli prodezza la porteranno a diventare la numero tre (ala) più forte del nuovo secolo.

Qui manca qualche aggettivo. Italiana? Europea?


  • 1

Ha già fatto tutto Black Mirror

 


#3 treeCyclo

treeCyclo

    Stroncatore di capolavori (con nonchalance)

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 846 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2020 - 15:40

Bravissimo Simon.

 

Solo un dubbio; Zanda la vedo fin troppo irrobustita, mi pare che abbia perso parecchio in leggerezza/leggiadria.


  • 1

#4 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2020 - 16:43

Bravissimo Simon.

 

Solo un dubbio; Zanda la vedo fin troppo irrobustita, mi pare che abbia perso parecchio in leggerezza/leggiadria.

 

Bravissimo Simon.

 

Solo un dubbio; Zanda la vedo fin troppo irrobustita, mi pare che abbia perso parecchio in leggerezza/leggiadria.

 

Cecilia si è irrobustita senza alcun dubbio, ma non gioca spalle a canestro. Rimane sempre quella straordinaria amazzone fanciullesca che riesce a volare nonostante la stazza immaginifica.


Simon meno male che ci sei tu in questi momenti bui

 

 

 

Cecilia Zandalasini

 

 

Segna da tre con uno stile scultoreo e le sue innumerevoli prodezza la porteranno a diventare la numero tre (ala) più forte del nuovo secolo.

Qui manca qualche aggettivo. Italiana? Europea?

 

 

Italianissima, come la Loren. 


  • 0

#5 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2020 - 14:06

Hanno sospeso tutte le competizioni fino alla fine della stagione, porto una sfiga assurda.


  • 1

#6 treeCyclo

treeCyclo

    Stroncatore di capolavori (con nonchalance)

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 846 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2020 - 15:19

Simon, puoi riguardarti tutta la messe di materiale presente sul canale YT della Fiba (anche se i promo con Kobe protagonista danno una leggera fitta sotto lo sterno).

Consiglio mio di oggi, semifinale e finale degli Europei Under 20 del 2019.

 

http://www.fiba.bask...aly#|tab=roster

 

 


  • 2

#7 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2020 - 16:31

Simon, puoi riguardarti tutta la messe di materiale presente sul canale YT della Fiba (anche se i promo con Kobe protagonista danno una leggera fitta sotto lo sterno).

Consiglio mio di oggi, semifinale e finale degli Europei Under 20 del 2019.

 

http://www.fiba.bask...aly#|tab=roster

 

 

 

 

Guardo tutte le partite ormai da mesi... mi manca solo l'Under 19 del Mozambico.


  • 1

#8 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 13:00

"Scoperta" di recente. Trattasi di filiforme marxista con una certa propensione per mettere il pallone nel cesto con grazia estatica.

 

Guardarla giocare non è come vedere Platini nel 1984 (soprattutto le serate plateali acrobatico geometriche assai) ma è un buon rimedio contro il tedio post sbornia isolazionista.

 

 

In quest'altro filmato si documenta la bambina prodigio lituana di cui (molto) sopra. Non si può amarla in quanto è troppo giovane (quando arriveranno i sedici diciassette anni?) ma la stima è infinita, come un Maurizio Costanzo che decide di lasciarsi crescere i capelli turchesi e raccoglierli dopo agili controversi shampoo con un elastico per trasformare il ciuffo a testa in giù, in codino.

 


  • 1

#9 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 25 maggio 2020 - 13:16

La migliore della brigata femminile. Tutte le acrobazie mitologiche plastiche di una divina panzer ucraina post sovietico amore.

 

 

 

In coda tutto il sesso mai sudato, geometricamente stabile, euclideo fino alle stelle dipinte da Schifano, intuito genio voglia di giocare insomma. La Francia che si addenta il panettone del basket, un morbido volersi bene e lustrasi gli occhi umidi di pianto.

 

 

Lei rimane totalmente riservata, quasi poeticamente tenacemente timida, non vuole rivelarsi al mondo quotidiano come persona, ma come artista fumigante.


  • 2

#10 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 27 maggio 2020 - 13:49

Cecilia! Cecilia! Cecilia! Santa Cecilia.

 

Sicuramente a livello mondiale, l'Italia non doma i più grandi avversari ma... ma è arrivata da alcuni anni (Broni) una super eroina capace di distruggere qualsiasi rivale. Non si è mai visto una testa così pulita e movenze così euclidee. Pittrice classica, ancora ritrattista, pitagorica, ultimamente ha portato il suo peso forma in palestra ed è diventato un nuovo peso forma pieno di muscoli e vertigini. 

 

 

Un turbine, una costiera amalfitana trasportata in Turchia, miriadi di lucine essenziali, vibrati e note tenute a lungo. Bang. Bang. Bang Bang. 


  • 1

#11 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 02 giugno 2020 - 13:50

La Repubblica Ceca, con le sue atlete virtuose, le crudeltà subite nel corso dei decenni del secolo scorso, profumi di avanguardie non solo letterarie, fulmini e saette che si elevano al loro Dio.

 

Il basket femminile ceco attualmente non primeggia, ma stanco morto si siede nelle panchine per chiedere aiuto. Ma... Arrivano da un altro pianeta le gemelle Elhotova, Karolina 28 anni e la più esperta Katerina 30 anni. 

 

Ali come quelle di un tempo, magre forse magrissime hanno nel tiro in sospensione e nella difesa aspra ma tecnicamente corretta le doti migliori. Non sono ragazze facili, nel senso che escono dalla palestra praghese con il primo che capita, ma pure sportive del basket allenate da una donna di una certa età, leggenda delle leggende del basket europeo orientaleggiante. 

 

 

 

puro amore aforistico per l'altra gemella che suona anche il basso funk in una ben nota azienda agricola di Liberec. 

 

 


  • 1

#12 Ortodosso

Ortodosso

    baby even the losers

  • Administrators
  • 9345 Messaggi:
  • LocationPortola Valley, CA

Inviato 04 giugno 2020 - 18:13

Paolo ci arrestano tutti se continui così


  • 7

Battibecco dovete domandare a Sarri, che è un razzista; e gli uomini come lui non possono stare nel mondo del calcio.


#13 simon

simon

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11575 Messaggi:

Inviato 08 giugno 2020 - 13:34

Ieri pomeriggio avevo preparato una buona tazza di cioccolata calda (visti i tempi ambigui, non solo atmosferici) e volevo squarciare la tela virtuale del post con una serie di due video sbarazzini sulle nostre lupe.

 

Oggi è lunedì ovvero la giornata dedicata alla nostalgia, al ricordo, al venticello che inaliamo come se fossimo dei kantiani con la voglia di danzare. Forse il filmato sportivo più bello di sempre? Arte Immortale contro (?) la Corruzione della Carne, Vita e Morte, Gioventù muliebre e Vecchiaia Scalciante (Immota). Fate voi e commuovetevi se avete un senso civico (so, so che lo avete).

 


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq