Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Ondalibri: Commenti Alla Classifica 2017


  • Please log in to reply
72 replies to this topic

#21 häxan

häxan

    ▣║█║░██░

  • Moderators
  • 973 Messaggi:

Inviato 12 dicembre 2017 - 16:40

"Differenza e ripetizione" abbandonato a malincuore quando le 'circostanze della vita' hanno annullato completamente il tempo dedicabile alla lettura. Mettetelo al secondo posto se vi fidate dell'impressione parziale.

 

se non ricordo male da qualche parte avevi scritto che eri un analitico di ferro, cosa ti ha spinto alla lettura? sarei davvero interessato a sapere cosa ne pensi, anche se la tua è stata una lettura solo parziale.


  • 0

Quando ero giovane e leggevo Deleuze pendendo dalle sue labbra come una puttanella

 

Non la buttiamo sempre sulla campagna e sulle colline per favore.


#22 Reynard

Reynard

    django reinhardt the fox

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9588 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 12 dicembre 2017 - 16:47

 

"Differenza e ripetizione" abbandonato a malincuore quando le 'circostanze della vita' hanno annullato completamente il tempo dedicabile alla lettura. Mettetelo al secondo posto se vi fidate dell'impressione parziale.

 

se non ricordo male da qualche parte avevi scritto che eri un analitico di ferro, cosa ti ha spinto alla lettura? sarei davvero interessato a sapere cosa ne pensi, anche se la tua è stata una lettura solo parziale.

 

"Analitico di ferro" no, esco spesso e volentieri dal seminato. Ed in realtà in Deleuze ho trovato parecchie argomentazioni e parecchie aree di interesse che un analitico capirebbe e seguirebbe (ed uno venuto su a pane e Peirce come me ancora di più). Tra i francesi postmoderni Deleuze mi è parso quello più intriso di filosofia nel senso classico del termine, muovendosi tra Aristotele, Cartesio, Spinoza, Kant ecc. con molta più aderenza alle intenzioni di questi autori di quel che potrebbe sembrare, tanto che chi è stato cresciuto in un ambiente filosofico 'tradizionale' si trova più a suo agio qui che in, per dire, Derrida. Quel che farebbe rimanere male un analitico di ferro sono certi salti di regione ontologica, dal concetto all'inconscio freudiano nell'arco di una pagina. Ma io son vaccinato da anni di esposizione a Simon qui sul forum, Deleuze mi fa una pippa.


  • 4
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#23 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20017 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 12 dicembre 2017 - 17:07

Volpe, metti deleuze e posta la top5 nell'apposito 3d (15topd, polinomio completo)
  • 0

#24 Reynard

Reynard

    django reinhardt the fox

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9588 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 12 dicembre 2017 - 17:16

Fatto, ma a me polinomio non me lo dice nessuno!


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#25 piersa

piersa

    Megalo-Man

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20017 Messaggi:
  • Location14-16 Fabrizi Nicola e Aldo

Inviato 12 dicembre 2017 - 17:19

Ok ;)

Metti due o più righe di commento alla bováry? Dai, su
  • 0

#26 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11509 Messaggi:

Inviato 12 dicembre 2017 - 17:31

Devo commentarla anche io, dai Rey.
  • 0

#27 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7457 Messaggi:

Inviato 12 dicembre 2017 - 17:52

@Joseph

I racconti di Dahl li sto leggendo pure io, patrimonio del 2018. Non molto entusiasta di quelli aviatorii, sto leggendo a random, molto belli i, per ora, due del sedicente zio (Cagna e la lebbrosa). Alcuni li ho visti in film (il cosciotto è l'unico Alfred Hitchcock presenta che ho visto in tutto).
Poi la frase finale -Signore mio dio aiutaci a far morire di fame i nostri figli- meravigliosa.

 

Quelli aviatori fanno parte in effetti del 20% che anche a me ha preso meno. Ma gli altri sono memorabili, quello dell'apicultore, quello che inventa la macchina che percepisce le "voci" delle piante, quello che vessa la moglie con il terrore del ritardo, quell'altro del marito-testa, la macchina scrittrice automatica... Capolavori. E rarissimamente allungo questa parola...

 

P.s. non ricordo i titoli. Il libro l'ho prestato, speriamo ritorni ché troppo spesso la ggente se li tiene, soprattutto se son belli...


  • 1

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#28 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20216 Messaggi:

Inviato 12 dicembre 2017 - 18:24

Il libro l'ho prestato

 

:fear:  :fear:  :fear:


  • 2

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#29 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6693 Messaggi:

Inviato 12 dicembre 2017 - 19:16


fuori categoria
Ingmar Bergman - Scene di vita coniugale, L'immagine allo specchio, Il posto delle fragole
(su questo mi dilungo nei commenti)
 
Allora, queste dovrebbero essere sceneggiature ma sono romanzi brevi. E bellissimi, come i corrispondenti film. Averli già visti (tra l'altro due su tre qualcosa come dieci anni fa) non ha influito minimante sulla lettura.
Insisto sul fatto che siano romanzi, perché funzionano perfettamente anche da soli, con anche invenzioni letterarie, descrizioni che in sceneggiatura non si sono mai viste (odori, pensieri, riflessioni), addirittura Il posto delle fragole è scritto tutto in prima persona.
Se prima ammiravo Bergman come regista, ora lo osanno anche (ancora di più, forse) come scrittore.
(in realtà nel suo caso ci stava già il discorso, ok, ma rimane che sono sorpreso dalla potenza della narrazione che si libera delle immagini e funziona perfettamente a sé stante - anche in una sceneggiatura nata come tale)

  • 2

#30 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11509 Messaggi:

Inviato 12 dicembre 2017 - 19:20

Mi è piaciuto un brano di Primo Levi, forse nella sua antologia personale, in cui diceva che da giovane leggeva molto e anche i suoi fratelli (cugini?), e così capitava che si rubassero i libri a vicenda, un po' per bonaria sfida e burla. E per lui era giusto e giustificabile, perché i libri devono essere letti da più persone possibili.
Comunque li presto con sospetto asd

Talvolta inizio campagne di recupero dei libri fuori casa, tipo le biblioteche: "Ciao Gianni, hai Lagioia da un anno, me lo riporti? Grazie"
  • 0

#31 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7457 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2017 - 08:21

 

Il libro l'ho prestato

 

:fear:  :fear:  :fear:

 

Purtroppo se mi piacciono l'entusiasmo mi porta a spacciarli e così non sono più tornati Il commesso (2 copie!) e L'uomo di Kiev di Malamud, Furore di Steinbeck, La versione di Barney e chissà quanti altri... Poi vabbè pirla io che spesso non ricordo a chi li ho dati...


  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#32 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6693 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2017 - 08:32

Aggiungo al mio discorso di sopra che mi sono accorto come alcuni fra i miei registi preferiti siano o si considerino scrittori prima ancora che registi: oltre a Bergman, cito Herzog, Cronenberg, vabbé Tarkovsky non so se l'ha mai detto ma vale lo stesso. Lynch invece non so, ha scritto solo robe sulla meditazione o mi consigliate qualcosa?


  • 0

#33 Stephen

Stephen

    Gatto disidratato

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3287 Messaggi:
  • LocationAmong these dark Satanic Mills

Inviato 13 dicembre 2017 - 11:22

No, sinceramente di Lynch non ti consiglio nulla: probabilmente ossessionato dal fatto che i suoi film debbano bastare a se stessi, tra interviste e libri risulta una delle persone meno interessanti del mondo. O semplicemente l'uomo è meno interessante dell'arte. Io comunque ho il suo libro di interviste uscito per il Saggiatore: al massimo: comunque una specie di guida alla sua filmografia perché ben strutturato e a tratti Lynch finge di essere stupido in modo talmente palese da scoprire paradossalmente il gioco.

Carino il libro di cinema di Ghezzi, quello della classifica di William: usato per anni la filmografia minima al termine del volume!
  • 0

"Proprio luiii... Piątek, il pistoleeerooo!!!"

Uno show crossover con Montalbano e Don Matteo.


#34 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6693 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2017 - 12:04

Comunque non è che quelli sopra amassero parlare dei propri film.

Herzog (proprio come Lynch) non commenta in alcun modo le sue opere, se non indirettamente.

Ciò non toglie che sia un pensatore interessante e si consideri uno scrittore prima che un regista.


  • 0

#35 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2074 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2017 - 12:11

 

 

Il libro l'ho prestato

 

:fear:  :fear:  :fear:

 

Purtroppo se mi piacciono l'entusiasmo mi porta a spacciarli e così non sono più tornati Il commesso (2 copie!) e L'uomo di Kiev di Malamud, Furore di Steinbeck, La versione di Barney e chissà quanti altri... Poi vabbè pirla io che spesso non ricordo a chi li ho dati...

 

 

Non so più chi (forse Umberto Eco) era solito dire: avevo una bellissima biblioteca. Mi sono rimasti soltanto i libri che ho avuto in prestito... asd


  • 0

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista


#36 dUST

dUST

    dolente o nolente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 27317 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 13 dicembre 2017 - 12:11

Messo qualche plus random - a Reynard per il pippone su GF (se legge pure L'Educazione siamo fottuti) e un altro per Crumley che mai avrei sperato di vedere in una classifica di Ondarock. 


  • 0

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 

 

Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 

 

 

Io non rispondo a fondo perchè non voglio farmi bannare, però una cosa voglio dirla: voi grillini siete il punto più basso mai raggiunto dal genere umano. Di stupidi ne abbiamo avuti, non siete i primi. Di criminali anche. Voi siete la più bassa sintesi tra violenza e stupidità. Dovete semplicemente cessare di esistere, come partito (e qui non ci si metterà molto) e come topi di fogna (e qui sarà un po' più lunga, ma cristo se la pagherete cara).

 

 


#37 Reynard

Reynard

    django reinhardt the fox

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9588 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 13 dicembre 2017 - 12:37

(se legge pure L'Educazione siamo fottuti) 

 

Fammi recuperare una parvenza di tempo libero e mi ci metto.

 

Intanto ho piùato Bandit, per Vonnegut e Babel.


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#38 Greed

Greed

    passive attack

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11509 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2017 - 12:52

È ancora meglio, ma non essendoci un personaggio come Emma, praticamente l'unico su cui Gustavo non si permette il sarcasmo, ha un tono abbastanza diverso.
Il tuo ottimo commento mi mette in difficoltà nello scrivere il mio.

Intanto riporto un passo di una lettera che era nell'appendice della mia edizione.
"A Napoli ci sono ragazze affascinanti. E neppure care."
asd
  • 1

#39 joseph K.

joseph K.

    Tout est pardonné

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7457 Messaggi:

Inviato 13 dicembre 2017 - 12:54

No, sinceramente di Lynch non ti consiglio nulla: probabilmente ossessionato dal fatto che i suoi film debbano bstare a se stessi, tra interviste e libri risulta una delle persone meno interessanti del mondo. O semplicemente l'uomo è meno interessante dell'arte. Io comunque ho il suo libro di interviste uscito per il Saggiatore: al massimo: comunque una specie di guida alla sua filmografia perché ben strutturato e a tratti Lynch finge di essere stupido in modo talmente palese da scoprire paradossalmente il gioco.

Carino il libro di cinema di Ghezzi, quello della classifica di William: usato per anni la filmografia minima al termine del volume!

 

 

Aggiungo: la mostra che si fece su di lui a Milano qualche anno fa a me onestamente lasciò grossi dubbi.


  • 0

Ora l'inverno del nostro scontento è reso estate gloriosa da questo sole di York, e tutte le nuvole che incombevano minacciose sulla nostra casa sono sepolte nel petto profondo dell'oceano.


#40 LurkerFakeTroll

LurkerFakeTroll

    Re (Salmone) di aringhe

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10665 Messaggi:
  • Location...riverrun

Inviato 13 dicembre 2017 - 13:02

Intanto ho piùato Bandit, per Vonnegut e Babel.


Io gli chiedo qui delle delusioni Dick, Zamyatin e Chiang
  • 0

Stamani sono stato al fucking gazebo della Lega.

ma secondo te ti credo?


There is a duality between thought and language reminiscent of that which I have described between dreaming and play

Man the sum of his climatic experiences Father said. Man the sum of what have you




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq