Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Hubro


  • Please log in to reply
15 replies to this topic

#1 Karhunen

Karhunen

    keeping Portland weird

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 229 Messaggi:
  • LocationVeneto

Inviato 11 settembre 2015 - 10:32

Grazie alla recensione dei Monkey Plot, scopro quest'etichetta.

Inutile dire che quell'attitudine nordica nei confronti di "generi" come l'avant, il drone e, in un certo senso, il jazz (dal momento che molti di questi artisti hanno questa formazione) mi è sempre piaciuta. Anche nei pochi dischi che ho finora ascoltato emerge quello stile all'apparenza disimpegnato, campestre, ma concreto.

 

Già i Monkey Plot propongono una sorta di new weird acustica, per me piacevolissima, giocata su sonorità inconsuete, anche se il risultato appare un po' acerbo. A sorprendermi davvero, finora, è l'american primitivism di Stein Urheim e il denso post-rock dei Finland.

Il fil rouge della casa discografica, che emerge anche dall'aspetto grafico, sembra quello di dare spazio ad artisti che non si prendono troppo sul serio, che hanno un approccio giocoso con la musica, ma che riescono, proprio per questo, a fare incisioni di qualità.

 

Insomma, per certi versi, mi sembra di essere davanti ad una nuova Fonal, senza il folk, però.


  • 1

Minä sain sanan Herralta: laita huoneesi kuntoon sillä pian sinä kuolet


#2 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 11 settembre 2015 - 10:55

Bravo, vale la pena parlare di questa label.

Personalmente ne ho ascoltati pochini finora, e non tutti soddisfacenti:

 

Frode Haltli - Vagabonde Blu

per sola fisarmonica, da tempo registra anche su ECM. Bei pezzi ma ancor più interessanti le circostanze di registrazione, che rendono il suono echeggiante e impalpabile.

 

Huntsville - Pond

Trio "classico" chitarra, basso e batteria, questo proprio non mi ha preso.

 

Davvero interessante ma, appunto, ancora da sviluppare il discorso dei Monkey Plot, molto originali nelle sonorità che ottengono e inusuali nel mantenere il tutto volutamente sottotono, con suoni minimi e un interplay distaccato.

 

Ho da parte il promo del nuovo di Erland Dahlen, percussionista e polistrumentista che si costruisce paesaggi "quasi post-rock" in solitaria.


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#3 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 21 gennaio 2016 - 20:14

Vale la pena di segnalare questa uscita del 2015:

 

The Island Band - Like Swimming

 

 

HUBROCD2553-1024x1024.jpg

 

 

Sinora forse l'uscita più "emotiva" ed emozionale di casa Hubro: un paesaggio fluttuante di strumenti acustici in un mix inedito tra jazz ECM e indie-folk, inframmezzato da canzoni semplicissime e accorate, davvero "incastonate" nel flusso sonoro, che giungono a noi come un miraggio rassicurante. Più che da raccontare, tutto da ascoltare.

 

Spotify


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#4 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7393 Messaggi:

Inviato 22 gennaio 2016 - 13:33

La Hubro fa le migliori copertine sul mercato da qualche anno a questa parte. Ma musicalmente non mi ci sono mai appassionato, mi sa che è perchè non flirto granchè con i nordici.


  • 0

#5 norb

norb

    mainstream Star

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2468 Messaggi:

Inviato 24 gennaio 2016 - 18:52

Hai provato con l'omonimo dei Building Instrument?


  • 1

#6 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7393 Messaggi:

Inviato 24 gennaio 2016 - 18:56

No, infatti si accettano consigli


  • 0

#7 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2016 - 13:14

Kim Myhr & Jenny Hval / Trondheim Jazz Orchestra

In The End His Voice Will Be The Sound Of Paper

2016 (Hubro) | free improvisation, free folk
 
hvalmyhrOR_1459895378.jpg
 
 
Su blowup ho intravisto un (6) di Savini con (7) riservato alla musica. Concordo abbastanza ma mi piazzo volentieri sul 7. L'ensemble è estremamente espressivo per il tipo di cosa che fa. Jenny ha forse fatto di meglio ma qui si è volutamente trattenuta e si adatta bene all'atmosfera d'impermanenza. Disco molto Hubro, qualunque cosa significhi. :)

  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#8 norb

norb

    mainstream Star

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2468 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2016 - 18:04

 Disco molto Hubro

 

 

Hubro! la nuova ECM.

Riconoscibili dall'attitudine e dal suono. bravi bravi questi norvegesi!


  • 0

#9 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 14 aprile 2016 - 08:38

ATTENZIONE: questo venerdì a Bologna ci sono i Monkey Plot.

E sabato sera a Novara Jazz.

 

 

Monkey%20Plot2.jpg

 

°o°

 

Ripassìno :OR:


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#10 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2017 - 14:36

Ah nel frattempo hanno uscito il terzo disco dei Dans les arbres * – i primi due erano su ECM.

 

Phosphorescence :OR:

 

danslesarbres17OR_1488531855.jpg

 

 

*

Xavier Charles – clarinetto

Christian Wallumrød – piano preparato, synth

Ivar Grydeland – chitarra elettrica, sampler

Ingar Zach – grancassa, percussioni


  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#11 bar shoma

bar shoma

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 893 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2017 - 14:51

Ah nel frattempo hanno uscito il terzo disco dei Dans les arbres * – i primi due erano su ECM.

 

Phosphorescence :OR:

 

danslesarbres17OR_1488531855.jpg

 

 

*

Xavier Charles – clarinetto

Christian Wallumrød – piano preparato, synth

Ivar Grydeland – chitarra elettrica, sampler

Ingar Zach – grancassa, percussioni

 

Me lo passi, ti preeeego :°°°°


  • 0

#12 Fast_Forward

Fast_Forward

    >>

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 86 Messaggi:

Inviato 23 novembre 2017 - 17:36

Ottimo, una discussione su questa etichetta mi permetterà di esplorarne meglio i meandri. Ho ascoltato poco, due i dischi che maggiormente mi sono piaciuti (tutti e due recensiti da  :OR:, toh!):

 

http://www.ondarock....innerheart.htm 

 

Allega file  mOster!.jpg   236,62K   0 Numero di downloads

 

http://www.ondarock....pani_hyphen.htm

 

Allega file  s&t - h.jpg   44,05K   0 Numero di downloads


  • 0

#13 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 06 dicembre 2017 - 13:44

Un paio di cose recensite quest'anno.

 

A questa forse avevo accennato in eai, Michael Pisaro interpretato da due norvegesi.

 

pisarohubro17OR_1499176302.jpg

 

Asleep, street, pipes, tones

 

 

 

Il secondo album solista di Kim Myhr, nel solco elettrico del precedente ma per me più convincente e ricco.

 

 

myhr17OR_1512048035.jpg

 

 

You | Me


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#14 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2019 - 15:36

Per chi ancora seguiva codeste vicende, selezione ragionata dall'ultimo anno d'attività.

 

 

Kim Myhr - Pressing Clouds Passing Crowds (2018) :OR: 

 

 

myhr18OR_1543682571.jpg

 

 

 

Hilde Marie Holsen - Lazuli (2018) :OR: 

 

 

holsen18OR_1534768292.jpg

 

 

 

Frode Haltli - Avant Folk (2018) :OR: 

 

 

haltli18OR_1523894220.jpg

 

 

 

Ståle Storløkken - The Haze Of Sleeplessness (2019) :OR: 

 

 

storlokken19OR_1554218679.jpg


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#15 lazlotoz

lazlotoz

    Classic Rocker

  • Moderators
  • 5291 Messaggi:

Inviato 05 giugno 2019 - 15:37

 

 

 

Ståle Storløkken - The Haze Of Sleeplessness (2019) :OR:

 

 

storlokken19OR_1554218679.jpg

 

Pescato per caso ieri sera per dormire, m'ha messo su un'ansia assurda.

Bello, Storløkken è uno che mi piace molto. Non mi sembra un genio, ma è uno che gli piace quel che fa. E secondo me è una roba più preziosa ancora.

Lo vidi live con i Motorpsycho a suo tempo.

 

Ripreso oggi il disco, con il sole e il caldo, rimane un disco scuro. Però bellissimo.


  • 0

lazlotoz, [...]: sei un gigantesco coglione. Ma proprio un cretino senza pari, [...] Sparati, che fai un favore al mondo.


#16 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23207 Messaggi:

Inviato 01 settembre 2019 - 09:57

Nuovo bel disco solista del chitarrista Stein Urheim, che per certi versi non esiterei a definire l'Al Di Meola norvegese.

 

 

HUBROLP3623-1024x1024.jpg

 

 

Bandcamp


  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq