Vai al contenuto


Foto
* * * * - 4 Voti

[Pietra Miliare] Blondie - Parallel Lines (1978)


  • Please log in to reply
96 replies to this topic

#1 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 22 giugno 2015 - 19:52

*
POPOLARE

2ntixww.jpg

 

 

http://www.ondarock....rallellines.htm

 

Nell'anno del 70esimo (!) compleanno di Debbie Harry, ecco la meritata pietra miliare per i Blondie, a lungo attesa (almeno da me ?_?).

Complimenti all'autore!  ;D  :shifty:


  • 15
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#2 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 20:59

e subito gli errori clamorosi, non ha venduto 20 milioni di copie (se li sogna proprio), fammi andare a correggere va... dannata Wikipedia con le sue fonti a caso.


  • 1

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#3 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:14

Bellissima recensione, era ora che i Blondie ricevessero questo riconoscimento. Ma il redattore Alberto Farinone sei tu, Kerzakhov? ;) ?

Mi permetto solo di sottolineare un' imprecisione. "Heart of glass" non fu n.8 in Italia, ma n.3 secondo i dati Doxa della Hitparade della Rai, che allora era la classifica maggiormente riconosciuta come ufficiale. Quel n.8 credo che sia stato estrapolato da quel maledettissimo sito di classifiche farlocche inventate di sana pianta che è hitparadeitalia, che non cita infatti nessuna fonte semplicemente perché non le ha. Sono state compilate secondo un personalissimo criterio soggettivo del suo redattore. E praticamente mette posizioni più basse a tutti gli artisti stranieri. L' ho già detto varie volte di non tenerne conto. Purtroppo persino wikipedia, quando correggo i dati con quelli ufficiali Doxa, poi li cancella citando quelli di hitparadeitalia, solo perché sono disponibili in Internet, mentre la Doxa non li pubblica ne concede il copyright. Quindi, per questo scelta editoriale di Wikipedia, diventano più credibili i dati di un tizio che si è inventato la storia delle classifiche italiane a suo gusto :-X


  • 1

#4 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 22 giugno 2015 - 21:15

e subito gli errori clamorosi, non ha venduto 20 milioni di copie, fammi andare a correggere va... dannata Wikipedia con le sue fonti a caso.

 

Se ti ricordi, ne avevamo già discusso un annetto fa e ti avevo citato una ventina abbondante di fonti ufficiali, da Wikipedia a Billboard, dalla loro biografia al documentario della BBC sul Making of di Parallel Lines dell'anno scorso, fino a SVARIATI articoli presenti sulle riviste più disparate (te li posso citare/far vedere tutti, se non ci credi): da NME a Rolling Stone, da Classic Rock a MOJO, passando per Q, Uncut, etc. Quindi nessun errore clamoroso. A meno che non abbiano TUTTI torto, tranne te. 

 

 

Bellissima recensione, era ora che i Blondie ricevessero questo riconoscimento. Ma il redattore Alberto Farinone sei tu, Kerzakhov?  ;) ?

Mi permetto solo di sottolineare un' imprecisione. "Heart of glass" non fu n.8 in Italia, ma n.3 secondo i dati Doxa della Hitparade della Rai, che allora era la classifica maggiormente riconosciuta come ufficiale. Quel n.8 credo che sia stato estrapolato da quel maledetissimo sito di classifiche farlocche inventate di sana pianta che è hitparadeitalia, che non cita infatti nessuna fonte semplicemente perché non le ha. Sono state compilate secondo un personalissimo criterio soggettivo del suo redattore. E praticamente mette posizioni più basse a tutti gli artisti stranieri. L' ho già detto varie volte di non tenerne conto. Purtroppo persino wikipedia, quando correggo i dati con quelli ufficiali Doxa, poi li cancella citando quelli di hitparadeitalia, solo perché sono disponibili in Internet, mentre la Doxa non li pubblica ne concede il copyright. Quindi per questo scelta editoriale diventano più credibili i dati di un tizio che si è inventato la storia delle classifiche a suo gusto  :-X

 

Ecco, qui invece ho meno certezze, mi sono basato effettivamente sulla sola Wikipedia.

 

 

PS: sì, sono io l'autore della pietra miliare  :D


  • 1
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#5 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:17

 

e subito gli errori clamorosi, non ha venduto 20 milioni di copie, fammi andare a correggere va... dannata Wikipedia con le sue fonti a caso.

 

Se ti ricordi, ne avevamo già discusso un annetto fa e ti avevo citato una ventina abbondante di fonti ufficiali, da Wikipedia a Billboard, dalla loro biografia al documentario della BBC sul Making of di Parallel Lines dell'anno scorso, fino a SVARIATI articoli presenti sulle riviste più disparate (te li posso citare/far vedere tutti, se non ci credi): da NME a Rolling Stone, da Classic Rock a MOJO, passando per Q, Uncut, etc. Quindi nessun errore clamoroso. A meno che non abbiano tutti torto, tranne te. 

 

 

E io ti avevo già smontato tutto un annetto fa citandoti le classifiche e dimostrando che basta che UNA fonte inventi il dato di sana pianta, che tutte le altre subito le vanno dietro.

 

Ti posso trovare almeno cinquanta siti che attestano "Thriller" a 110 milioni di copie, in realtà non è ancora arrivato a 70. E sai da dove è nata la leggenda del 110? Dal suo management. Poi un giornale cita il management, Wikipedia cita quel giornale, e ecco che la cifra ufficiale diventa 110. 

 

Rassegnati, NON PUO' fisiologicamente aver venduto quella cifra, se sapessi come è andato in classifica ne saresti consapevole. 


  • 1

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#6 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:27

Anche il dato dei 20 milioni di vendite purtroppo è sbagliato, come correttamente ha già notato Gozer. E da fan devo dargli ragione a onore della realtà. Come il fatto che abbia venduto 6 milioni di copie negli USA, paventato anche dalla loro monografia su VH1. Da dove salta fuori? Non è possibile perché la RIAA ha riconosciuto a "Parallel lines" un solo disco di platino negli Stati Uniti, che corrisponde a un milione di copie. Da qui si deduce che non possono averne venduto 19 milioni nel resto del mondo! Io credo che 6 milioni sia piuttosto la cifra credibile per il mondo intero. Non bisogna mai affidarsi a Wikipedia. Ma vendite non ai livelli di Michael Jackson nulla tolgono all' importanza dell' album per la storia del pop, e sopratutto per me. :)   Debbie Harry è un' icona come nessuna è stata ne mai potrà essere in futuro ( si, ammetto che è un' esagerazione personale, ma ....  :wub:  ).


  • 0

#7 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:30

E ora smonto questa cagata una volta per tutte. Primo o poi ci scrivo anche un articolo per OR comunque, non solo su Blondie eh, in generale sui dati sballati proprio. 

 

Allora, in Australia arrivò al numero 2. Nessun disco prima della metà degli anni Ottanta ha superato il milione di copie in Australia. Verosimilmente, andando molto bene è intorno al mezzo milione.

 

In Canada numero 2, e con vendite certificate intorno al mezzo milione di copie pure lì.

 

In GB fu tipo il disco più venduto dell'anno, ma all'epoca le vendite in GB non erano esaltanti, per vendere un paio di milioni di copie si doveva rimanere in classifica per tempi infiniti. Parallel Lines con le sue 82 settimane in top 40 ha sicuramente superato il milione, ma non è di certo arrivato ai due (vai a vedere chi ci arrivò quanto tempo rimase in top 40). Facciamo un milione e mezzo perché ti vengo incontro (le certificazioni in questo caso non ci aiutano perché non sono aggiornate).

 

Negli USA parliamo di oltre 100 settimane in classifica. Quindi sicuramente più del milione di copie detto da Kyashan, perché palesemente quella della RIAA è una certificazione non aggiornata (e non esiste che con 100 settimane si venda solo un milione).

Facendo una stima e vedendo quando vendettero gli altri dischi che sul finire dei '70 rimasero in classifica intorno alle 100 settimane (senza toccare posizioni di vertice), si scopre che le certificazioni sono comprese fra i 3 e i 6 milioni di copie. Facciamo una cifra quadrata, abbondante per andare incontro al sogno di Kerzhakov: cinque milioni.

 

Ecco quindi che sommati i quattro principali mercati anglofoni del mondo siamo a 7,5 milioni di copie.

 

Ora Kerzhy tirami fuori gli altri 12,5, sono tutto orecchie. 


  • 3

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#8 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 22 giugno 2015 - 21:31

 

 

e subito gli errori clamorosi, non ha venduto 20 milioni di copie, fammi andare a correggere va... dannata Wikipedia con le sue fonti a caso.

 

Se ti ricordi, ne avevamo già discusso un annetto fa e ti avevo citato una ventina abbondante di fonti ufficiali, da Wikipedia a Billboard, dalla loro biografia al documentario della BBC sul Making of di Parallel Lines dell'anno scorso, fino a SVARIATI articoli presenti sulle riviste più disparate (te li posso citare/far vedere tutti, se non ci credi): da NME a Rolling Stone, da Classic Rock a MOJO, passando per Q, Uncut, etc. Quindi nessun errore clamoroso. A meno che non abbiano tutti torto, tranne te. 

 

 

E io ti avevo già smontato tutto un annetto fa citandoti le classifiche e dimostrando che basta che UNA fonte inventi il dato di sana pianta, che tutte le altre subito le vanno dietro.

 

Ti posso trovare almeno cinquanta siti che attestano "Thriller" a 110 milioni di copie, in realtà non è ancora arrivato a 70. E sai da dove è nata la leggenda del 110? Dal suo management. Poi un giornale cita il management, Wikipedia cita quel giornale, e ecco che la cifra ufficiale diventa 110. 

 

Rassegnati, NON PUO' fisiologicamente aver venduto quella cifra, se sapessi come è andato in classifica ne saresti consapevole. 

 

 

Scusami però, con tutto il rispetto, la vedo dura smontare un'istituzione in materia come Billboard. 

 

E' una tua supposizione, forse giusta, forse sbagliata, nessuno dei due può dirlo con certezza, fatto sta che per miriadi di fonti ufficiali ha venduto quelle cifre lì, di conseguenza non vedo come si possa parlare di "errore clamoroso". E qualora lo fosse, sarebbero in tanti ad averlo compiuto, tutti pezzi grossi nei loro campi eh, non ti ho citato blog o siti minori, ma BBC, NME e compagnia cantante. E Billboard, lo ripeto. 

Detto questo, è un po' svilente che la discussione verte unicamente nella direzione delle copie vendute...


  • 0
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#9 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:38

Ti ho appena riportato i freddi dati, rispondi a quelli e smetti di farti raccontare le favole dai manualini.

 

 

Detto questo, è un po' svilente che la discussione verti unicamente nella direzione delle copie vendute...

 

Ragionere che fa, verti?

 

 

Non è che la discussione vada fatta solo su quello (sul disco non ho molto da dire, ammetto che trovo i Blondie sopravvalutati e non li avrei mai miliarizzati), è che le informazioni vanno date giuste e non vanno avallate le bufale.

  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#10 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:45

Tornando al dato del mercato italiano, se scorri le classifiche settimanali di hitparadeitalia noterai che spesso i dati non corrispondono alle posizioni massime segnalate nella classifica finale annuale. Infatti in quella settimanale "Heart of glass" risulta n.3 nello stesso hitparadeitalia.it.

Seleziona la data 16 Giugno nel link sotto, e lo appurerai tu stesso:

 

http://www.hitparade...eeks/index.html

 

Insomma, questo sito si contraddice anche da solo.... E questa approssimazione rivela quanto i dati siano inaffidabili. Anche se scoccia lasciare la situazione delle vendite italiane nel mistero, è meglio non citarle per niente piuttosto che citarle inventate.... Almeno fin quando la Doxa non si deciderà a pubblicare gli archivi, sempre che da qualche parte qualcuno li conservi.


  • 0

#11 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:52

Hitparade italia lascialo stare proprio, è praticamente un sito creato da un tizio che si dice esperto di classifiche, che ha cercato di fare una media di tutte le classifiche esistenti all'epoca in Italia. Lodevole, peccato solo che non spieghi il criterio, non citi una fonte, e via dicendo.

 

Oltre al fatto che pretende di dare pari importanza a tutte le classifiche, quando in realtà quella più autorevole era nettamente quella di TV Sorrisi e Canzoni (basti pensare che la Rai in alcuni anni addirittura soppresse la classifica degli album, Musica&Dischi aveva una diffusione miserrima, Ciao faceva classifiche del tutto rock oriented puntando probabilmente solo su negozi specializzati, ecc.)

 

Mi fermo perché altrimenti andiamo del tutto off-topic. 

 

Quanto ai Blondie, anche io sapevo che "Heart of Glass" fosse arrivata al numero 3 da noi, mentre l'album non venne filato a dispetto del singolo di impatto.


  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#12 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 22 giugno 2015 - 21:53

 

 

Ti ho appena riportato i freddi dati, rispondi a quelli e smetti di farti raccontare le favole dai manualini.

 

 

 

 

E' molto semplice: da una parte ci sono i dati ufficiali di Billboard & co, dall'altra le tue analisi (non necessariamente sbagliate, per carità). Io sarò ingenuo, ma ritengo che i primi dati - proprio perché riportati da così tante fonti diverse, sia inglesi che americane - siano più affidabili. Mi sbaglio? Può darsi. 

 

Detto questo, come hai scritto tu stesso, le certificazioni in GB non sono aggiornate, così come del resto quella della RIAA, quindi di che stiamo parlando? Ripeto per l'ennesima e ultima volta: le tue sono supposizioni.

 

 

PS: le vendite italiane sono un altro paio di maniche. 

 

 

 

l'album non venne filato a dispetto del singolo di impatto.

 

Numero 13, stando a un vecchio numero di CIAO 2001 che posseggo. E considerando quello che andava in classifica all'epoca in Italia, mi pare un ottimo risultato. 


  • 0
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#13 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:54

Per quanto riguarda l' analisi dei mercati sono sommariamente d' accordo con Gozer.

Sul fatto che i Blondie siano sopravvaluati e che Parallel lines non dovesse essere miliarizzato ASSOLUTAMENTE NO!!!!!

Perchè ??????? :mattarello:


  • 0

#14 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80823 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 21:56

GOZZY

GOZZY

GOZZY

GOZZY

GOZZY

GOZZY!


  • 0

#15 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:04

E' molto semplice: da una parte ci sono i dati ufficiali di Billboard & co, dall'altra le tue analisi (non necessariamente sbagliate, per carità). Io sarò ingenuo, ma ritengo che i primi dati - proprio perché riportati da così tante fonti diverse, sia inglesi che americane - siano più affidabili. Mi sbaglio? Può darsi. 

 

Detto questo, come hai scritto tu stesso, le certificazioni in GB non sono aggiornate, così come del resto quella della RIAA, quindi di che stiamo parlando? Ripeto per l'ennesima e ultima volta: le tue sono supposizioni.

 

Sì, ti sbagli, perché non sono dati ufficiali. Sono cifre riportate e completamente senza fonte. 

 

Le cifre di Billboard sono esatte e ufficiali solo per i dischi successivi l'inizio dell'era Soundscan, ossia gli anni Novanta. Questo viene ben prima, Billboard può ciarlare quanto gli pare.

 

Oltre al piccolo particolare che quei 20 milioni sarebbero la cifra mondiale e Billboard NON HA alcuna ufficialità per le vendite mondiali. Quello che dicono sulle vendite mondiali vale più o meno quanto quello che potrebbe dirne Gene Gnocchi o Richard Benson.

 

Io ti ho riportato dei dati, non delle supposizioni bada bene, dei dati freddissimi e incontestabili.

 

Se in GB alla fine dei Settanta per superare i due milioni di copie dovevi rimanere in top 40 almeno due anni, in alcuni casi anche tre, un disco che ci è rimasto per 82 settimane non li può avere raggiunti. 

 

Se negli USA tutti i dischi (antologie escluse che finivano in una classifica a parte) piazzatisi sotto la top-5 ma con 100 settimane in classifica hanno venduto indicativamente cinque milioni di copie (uno più, uno meno), non si vede perché proprio i tuoi paladini dovrebbero averne venduti dieci. Cinque è la cifra verosimile, come per tutti gli altri.

 

Per il Canada la cifra esatta c'è, e dice mezzo milione. 

 

Per l'Australia siamo sicuramente sotto il milione perché il primo million seller lì è arrivato a fine anni Ottanta. 

 

Puoi rigirarla in qualsiasi modo ti pare ma coi quattro principali mercati anglofoni i dati dicono al mondo non c'è verso di superare gli otto milioni di copie. 

 

Il tuo non volerlo vedere è un puro atto di fede, sei come quelli che nel medioevo nonostante l'evidenza contraria rifiutavano il sistema eliocentrico perché "la sacre scritture". :)


  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#16 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:08

Hitparade italia lascialo stare proprio, è praticamente un sito creato da un tizio che si dice esperto di classifiche, che ha cercato di fare una media di tutte le classifiche esistenti all'epoca in Italia. Lodevole, peccato solo che non spieghi il criterio, non citi una fonte, e via dicendo.

 

Oltre al fatto che pretende di dare pari importanza a tutte le classifiche, quando in realtà quella più autorevole era nettamente quella di TV Sorrisi e Canzoni (basti pensare che la Rai in alcuni anni addirittura soppresse la classifica degli album, Musica&Dischi aveva una diffusione miserrima, Ciao faceva classifiche del tutto rock oriented puntando probabilmente solo su negozi specializzati, ecc.)

 

Mi fermo perché altrimenti andiamo del tutto off-topic. 

 

Quanto ai Blondie, anche io sapevo che "Heart of Glass" fosse arrivata al numero 3 da noi, mentre l'album non venne filato a dispetto del singolo di impatto.

 

Scusa se continuo l' off topic, Gozer, ma che cosa dici? Come puoi dire che quella di TV sorrisi fosse quella più autorevole? Credo che tu sia un po' piccolo d' età per pensare questo, altrimenti ti ricorderesti tutte le sigle dei programmi fininvest arrivare in alto, mentre rimanevano basse o assenti nella Doxa e Musica & Dischi. Gli artisti tenevano tutti in conto dei dati della classifica Rai della Doxa, quella trasmessa dalla radiorai e da Discoring in TV: è sempre stata quella storica dai tempi di Luttazzi. IL fatto che abbia dei periodi buchi non vuole dire che sia meno autorevole, anzi.... Per esempio ridusse a 10 posizioni la classifica dei singoli nei primi anni 90, quando ormai i 45 giri non vendevano più nulla, mentre TV sorrisi continuava a pubblicare una Top 50 insostenibile con vendite così basse che io neanche riuscivo più a trovare molti singoli della top 10 nei negozi di dischi della mia città!!!

Però fui contento quando "Kiss me Licia" di Cristina d' Avena arrivò al n.4 di Superclassificashow. Solo là asd


  • 0

#17 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:16

La Rai era talmente affidabile che soppresse per ben tre anni la classifica degli album, oltre ad averla fatta iniziare estremamente in ritardo rispetto a TV Sorrisi & Canzoni (anche qui di ben tre anni). Per me chi inizia prima e la fa sempre è più affidabile, oltre al fatto che non ricordo dati così enormemente contrastanti a differenza di quanto dici tu.

E TV Sorrisi & Canzoni pubblicava la top 50 degli album, quella dei singoli era molto più ristretta, negli anni Novanta l'avevano addirittura ridotta a top-5.

Insomma hai un po' di confusione mi sa, mi ricordi un altro utente tignosissimo sull'argomento, un tale con l'avatar di Homer Simpson. asd

 

Non ti rispondo oltre, non è in topic.


  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#18 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:19

Cmq Kerzakhov, cancella quella parte sui dati di vendite e classifiche così discutibile, così la discussione ritorna sul disco. Stiamo rovinando il thread  :(  : si, ci ho messo di mio, ma per quanto come sai ami i Blondie non potevo tacere dati che so non reali.


  • 0

#19 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4292 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 22 giugno 2015 - 22:21

 

 

 

Puoi rigirarla in qualsiasi modo ti pare ma coi quattro principali mercati anglofoni i dati dicono al mondo non c'è verso di superare gli otto milioni di copie. 

 

 

 

 

Il disco andò bene comunque anche in paesi non anglofoni: penso soprattutto alla Germania, all'Olanda, alla Svezia. In Nuova Zelanda arrivò al numero tre (ok, questo è un paese anglofono asd). E poi ci sarebbe il particolare caso del Giappone, dove i Blondie avevano ottenuto un certo seguito già con il precedente album. Inoltre, devi considerare che è diventato un classico (soprattutto nella tua amata UK), che un tot di copie garantite ce le ha non dico ogni anno ma quasi. Insomma, se sommi tutto credo che ai 10 milioni ci possa arrivare - ammesso e non concesso che gli 8 da te calcolati a spanne e gentilmente concessi siano veri. 

 

Bello il paragone con le sacre scritture, mi hai strappato una risata, ma in questo caso ci azzecca poco. In poche parole, ti ritieni più affidabile di Billboard, della BBC, di NME e di Rolling Stone? Ok, ne prendiamo atto, ma non puoi pretendere che tutti ti diano ragione o che considerino infallibili le tue conclusioni. 


  • 0
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#20 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21440 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:35

Il disco andò bene comunque anche in paesi non anglofoni: penso soprattutto alla Germania, all'Olanda, alla Svezia. In Nuova Zelanda arrivò al numero tre. E poi ci sarebbe il particolare caso del Giappone, dove i Blondie avevano ottenuto un certo seguito già con il precedente album. Inoltre, devi considerare che è diventato un classico (soprattutto nella tua amata UK), che un tot di copie garantite ce le ha non dico ogni anno ma quasi. Insomma, se sommi tutto credo che ai 10 milioni ci possa arrivare - ammesso e non concesso che gli 8 da te calcolati a spanne e gentilmente concessi siano veri. 

 

Bello il paragone con le sacre scritture, mi hai strappato una risata, ma in questo caso ci azzecca poco. In poche parole, ti ritieni più affidabile di Billboard, della BBC, di NME e di Rolling Stone? Ok, ne prendiamo atto, ma non puoi pretendere che tutti ti diano ragione o che considerino infallibili le tue conclusioni. 

 

Sì, mi ritengo più affidabile perché ti ho mostrato come si accumulano i dati, te invece credi alle favole.

 

Ti ho anche fatto l'esempio di Thriller, vendite aumentate di sana pianta per qualcosa come 45 milioni di copie per una dichiarazione del manager di Jackson. Il dato è stato preso per buono da tutti e ora puoi trovare su Billboard anche quello. Beviti tutto mi raccomando.

 

Ora però hai già cambiato versione, è diventato "ai dieci ci si può arrivare": ma va? Se abbiamo visto che rapportando i dati del disco a tutti i suoi contemporanei si raccoglie una cifra che sta fra i 7 e gli 8 contando i quattro mercati anglofoni, è ovvio che con tutto il mondo a dieci ci si arrivi!

 

Ma qui si parlava di venti, che semplicemente sono impossibili.

 

Poi citi Olanda, Nuova Zelanda, Svezia... hai idea di che mercati abbiano queste nazioni? Sono minuscoli. In Germania andò discretamente ma anche lì non è mai risultato ai vertici di alcuna classifica. 

In Giappone non risulta nella top 50 annuale del 1978, né in quella del 1979. Gli bastavano 83mila e 99mila copie rispettivamente per rientrarci.

 

Non ci arrivi a venti manco se fai un triplo carpiato mentre balli il tip tap con una tigre siberiana truccata da Ziggy Stardust.

Verosimilmente ha venduto una decina di milioni di copie, che sono comunque uno sproposito eh... 


  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq