Vai al contenuto


Foto
* * * * - 4 Voti

[Pietra Miliare] Blondie - Parallel Lines (1978)


  • Please log in to reply
96 replies to this topic

#21 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33797 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 22 giugno 2015 - 22:41

Sì, ma tutta questa filippica infernale per arrivare a un "verosimilmente avrà venduto"? Non esiste una fonte ufficiale a cui attingere, magari specificando "secondo X"?


  • 0

#22 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:42

La Rai era talmente affidabile che soppresse per ben tre anni la classifica degli album, oltre ad averla fatta iniziare estremamente in ritardo rispetto a TV Sorrisi & Canzoni (anche qui di ben tre anni). Per me chi inizia prima e la fa sempre è più affidabile, oltre al fatto che non ricordo dati così enormemente contrastanti a differenza di quanto dici tu.

E TV Sorrisi & Canzoni pubblicava la top 50 degli album, quella dei singoli era molto più ristretta, negli anni Novanta l'avevano addirittura ridotta a top-5.

Insomma hai un po' di confusione mi sa, mi ricordi un altro utente tignosissimo sull'argomento, un tale con l'avatar di Homer Simpson. asd

 

Non ti rispondo oltre, non è in topic.

 Va bene Gozer, possiamo finirla qua. Ma prima di finirla lasciami dire che io, contrariamente a te, quegli anni che tu citi (primi 90)  li ho vissuti non da infante quale eri tu, ma da 18-24enne, e conservo proprio le classifiche cartacee di Tv sorrisi e Radiocorriere TV. Quindi non vernirmi a fare il superiore su questo tema, perché in quel periodo avevo la fissa con le classifiche, a tal punto da ricordarmi tutte le posizioni a memoria del periodo 86-92, per cui so cosa dico. So benissimo della progressiva riduzione delle posizioni della classifica Rai nei primi 90 e l' ho citato sopra, ma così doveva essere visto che non si può fare una top 50 credibile quando il 45 giri al n.1 non arriva a vendere 1000 copie a settimana, quando i singoli in Italia ormai li compravano solo i DJ's. E infatti poco dopo fu la stessa Sorrisi a copiare, riducendo le posizioni a 10, mentre la Doxa smise del tutto la pubblicazione. Mi meraviglio di te dopo l' analisi sulle presunte vendite del disco nei mercati anglossassoni che hai fatto sopra. La confusione direi che ce l' hai tu, non puoi essere così presuntuosamente superiore di conoscenze a tutti in ogni piccolo aspetto per il fatto di esserlo in generale, cosa che ti riconosciamo tutti.


  • 0

#23 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15469 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:43

. Facciamo un milione e mezzo perché ti vengo incontro


Ahahahah sembri il macellaio: "sono 2 etti signò, che faccio..lascio?"
  • 0

#24 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21439 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:46

Sì, ma tutta questa filippica infernale per arrivare a un "verosimilmente avrà venduto"? Non esiste una fonte ufficiale a cui attingere, magari specificando "secondo X"?

 

Claudio, verosimilmente significa "circa". Nove, undici, lì intorno insomma. Fidati, è una stima accurata e penso di averlo dimostrato: ho fatto i confronti fra tutti i piazzamenti in classifica possibili e le certificazioni aggiornate.

 

Diamine non ti sono bastati anni in cui ho anticipato gli ingressi in classifica di qualsiasi disco possibile, ancora mi metti in discussione sull'argomento?

 

Semplicemente è un dato totalmente sballato e se vuoi fare buon giornalismo va tolto. Vuoi citare un dato impressionante riguardo al disco? Te l'ho già detto, si mette "Con oltre due anni di permanenza nella classifica americana", così "Parallel Lines" ci fa comunque un figurone e tu non stai vendendo fregnacce. 

 

 

(Kyashan ti lascio stare sennò dovrei passare all'insulto.)


  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#25 Claudio

Claudio

    I am what I play

  • Administrators
  • 33797 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 22 giugno 2015 - 22:49

Ma per me resterebbe un disco clamoroso anche se avesse fatto solo mezza settimana nei dischi caldi congolesi, non è questo il punto. Vorrei solo citare dati ufficiali secondo qualcuno (che magari non sia Wikipedia ma qualche altra fonte attendibile in materia), non un'approssimazione fatta in base a calcoli tanto al chilo.


  • 0

#26 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21439 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 22:55

Ma per me resterebbe un disco clamoroso anche se avesse fatto solo mezza settimana nei dischi caldi congolesi, non è questo il punto. Vorrei solo citare dati ufficiali secondo qualcuno (che magari non sia Wikipedia ma qualche altra fonte attendibile in materia), non un'approssimazione fatta in base a calcoli tanto al chilo.

 

I dati ufficiali sono appunto "Con oltre due anni di permanenza nella classifica americana". Se ne cerchi di ufficiali sono gli unici che potrai avere.

 

Quanto ai miei calcoli non sono stati fatti "tanto al chilo" ma rapportando i piazzamenti di "Parallel Lines" ai dischi dell'epoca che hanno vendite certificate.

 

L'articolo di Billboard citato da Kerzhakov invece non cita un benché minimo straccio di fonte o cifra. E Billboard non ha a disposizione alcun dato esatto per quanto riguarda le vendite fino al 1990 negli USA, figuriamoci quindi per le vendite mondiali.

Peraltro non è un dato che risulti nel loro database, ma è il dato scritto da un singolo giornalista.


  • 1

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#27 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80806 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:00

gozzy non dire nulla a Claudio che dopo fa un libro con il tuo sapere infinito e diventa miliardario


  • 2

#28 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:02

A me non importa nulla del fatto che "Parrallel lines" non abbia venduto 20 milioni di copie, per me resta un disco epocale. Mi trovo a dover essere d' accordo con Gozer, per quanto mi roda ammetterlo, visti i suoi modi poco simpatici che non subisco certo per primo. Ma trovo che la sua analisi sia corretta.

Ma piuttosto, tornando più in tema, vorrei sapere perché Parrallel lines non dovrebbe meritare la pietra miliare? I Blondie sopravvalutati?... Sentiamo.... ma spero solo non si finisca sulla solita presunta inferiorità della new wave americana.


  • 0

#29 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4289 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 22 giugno 2015 - 23:11

 

Ora però hai già cambiato versione, è diventato "ai dieci ci si può arrivare"

 

 

 

 

Leggi meglio, ho poi aggiunto "ammesso e non concesso che gli 8 da te calcolati a spanne e generosamente concessi siano veri". 

 

Guarda, a me se ha venduto 10, 15, 20 o 100 milioni di copie non frega nulla, sempre un enorme successo rimane. E' uno scambio di vedute che si sarebbe potuto concludere con due interventi e che invece sta andando avanti da due pagine. Tanto ognuno resterà fermo sulla propria posizione. Tu non cambierai per nulla al mondo le tue convinzioni (legittime o meno che siano) e io continuerò a scrivere che su Billboard parlano di 20 milioni di copie, che la biografia ufficiale della band uscita nel 2011 parla di 20 milioni di copie, che ben due documentari della BBC (uno del 2005, l'altro del 2014) parlano di 20 milioni di copie, che diversi speciali di NME sui Blondie parlano di 20 milioni di copie (l'ultimo un anno giusto fa), che su almeno 4-5 numeri di MOJO parlano di 20 milioni di copie, idem per Rolling Stone, Classic Rock, Q e chissà quanti altri magazine. Ha senso andare in avanti in eterno? No. 

 

Per quanto riguarda la frase "incriminata" della pietra miliare, lascio decidere a Claudio. Ci tengo soltanto a sottolineare per la milionesima volta che quei dati non me li sono certo inventati di sana pianta, ma li ho presi da decine e decine di fonti - tutte rispettabili. E seguendo il ragionamento di Gozer, comunque, è inutile citare i dati di vendita in qualsiasi monografia/recensione, se poi per arrivare a un risultato finale bisogna diffidare dai dati ufficiali e mettersi a fare calcoli cervellotici e non dimostrabili. 

 

 

I Blondie sopravvalutati.... Sentiamo....

 

Nono per carità, non mandiamo ulteriormente in vacca il thread, sono stufo di polemizzare  ashd (e siccome quello è un argomento a cui tengo - a differenza delle vendite - i toni diverrebbero molto più accesi).


  • 0
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#30 Cyclo

Cyclo

    AutoRetrocesso al ruolo di lurker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5964 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:11

Intervengo solo per testimoniare il mio apprezzamento per la scheda del buon Kerzhy al di là di eventuali errori spiegabili con il suo giovanile entusiasmo (non entro sul tema "vendite", che non m'interessa ma temo che ogni dato di vendite di dischi che si trova in rete e/o in letteratura sia per lo meno un po' "perfettibile"....).


  • 0

ma che te ne frega dei meno o dei più sei grande ormai, è ora di pensare a una moto di grossa cilindrata.

 

#31 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21439 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:12

no ma Lassigue io me la rido. 

 

Venti milioni di copie, benissimo tirateli fuori. Paese per paese...

 

abbiamo visto che in GB non è arrivato ai due, negli USA tutti i dischi con i suoi stessi piazzamenti stanno intorno ai cinque, in Canada è ufficialmente a mezzo, in Australia è ufficialmente sotto al milione, in Giappone non arrivò a 83mila copie nell'anno dell'uscita. La strada per i venti appare molto in salita, ma io non ho fretta...

 

 

 

A me non importa nulla del fatto che non abbia venduto 20 milioni di copie, mi trovo a dover essere d' accordo con Gozer, per quanto mi roda visti i suoi modi, ma la sua analisi è corretta. Ma piuttosto vorrei sapere perché secondo lui Parrallel lines non dovrebbe meritare la pietra miliare? I Blondie sopravvalutati.... Sentiamo....

 

Passo. Direi cose talmente impopolari che per ritrovarmi sotto alla montagna di - che mi beccherei dovrebbero mandare una spedizione con a capo Alberto Angela. ashd


  • 0

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#32 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10968 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:18

che le case discografiche e le testate giornalistiche gonfiassero i dati è cosa nota, sicuramente molti dati sono giunti anoi con grosse discrepanze statistiche, oltretutto lavoro da 38 anni in svariati negozi di dischi e non ho mai visto uno della DOxa o altri venire a fare il rilievo dati per le classifiche, quindi non mi fiderei neanche di quelli ufficiali

ps ma se avesse venduto anche solo una copia cosa cambierebbe? 


  • 0

#33 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21439 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:23

Guarda, a me se ha venduto 10, 15, 20 o 100 milioni di copie non frega nulla, sempre un enorme successo rimane. E' uno scambio di vedute che si sarebbe potuto concludere con due interventi e che invece sta andando avanti da due pagine. Tanto ognuno resterà fermo sulla propria posizione. Tu non cambierai per nulla al mondo le tue convinzioni (legittime o meno che siano) e io continuerò a scrivere che su Billboard parlano di 20 milioni di copie, che la biografia ufficiale della band uscita nel 2011 parla di 20 milioni di copie, che ben due documentari della BBC (uno del 2005, l'altro del 2014) parlano di 20 milioni di copie, che diversi speciali di NME sui Blondie parlano di 20 milioni di copie (l'ultimo un anno giusto fa), che su almeno 4-5 numeri di MOJO parlano di 20 milioni di copie, idem per Rolling Stone, Classic Rock, Q e chissà quanti altri magazine. Ha senso andare in avanti in eterno? No. 

 

Sì, ha senso se serve a fare informazione giusta e a non raccontare favole a chi ti legge.

 

E ripeti ancora la scarica di fonti: hanno tutte la stessa provenienza, è ovvio che se è sbagliata una sono sbagliate tutte.

 

La Rai (equivalente della BBC) e il Corriere della Sera (più grande giornale italiano) per Gabriella Ferri riportavano un 1,7 milioni di copie per "La società dei magnaccioni".

Con quella cifra sarebbe stato il 45 giri più venduto degli anni Sessanta in Italia.

 

Invece facendo una breve ricerca cosa si scopre? Che non entrò per niente in classifica e oggi è famosa solo perché in seguito la Ferri la ripropose quando era famosa. 

 

Pensa che differenza: dalla realtà di non vendere una ceppa, alla finzione di essere il disco italiano più venduto degli anni Sessanta. E tutto ciò con l'avallo di Rai e Corriere della Sera.

 

Se la monografia di Gabriella Ferri l'avessi scritta te, ora la fregnaccia di 1,7 milioni di copie sarebbe lì in bella vista. Io invece, da amante di Gabriella Ferri che però non vuole piegare la realtà al mito della propria beniamina, ho scritto:

C’è a ogni modo un mito da sfatare al riguardo: è infatti riportato da molte fonti, dall’archivio del Corriere della Sera ai documentari Rai, che in seguito a quella apparizione il 45 giri de “La società dei magnaccioni” abbia venduto un milione e settecentomila copie. È una cifra assurda, del tutto irreale, pescata non si sa dove né come. Il brano non è anzi mai entrato fra le prime otto posizioni di nessuna fra le varie classifiche italiane del periodo.
Sono inoltre rintracciabili vecchi articoli che parlano di dodicimila copie vendute in un mese, quantità decisamente più verosimile, che conferma come il folk italiano nei primi anni Sessanta ancora non andasse per la maggiore.

 

Chiudo dicendo che trovo triste il teatrino che hai messo in piedi rifiutando di accettare la realtà dei fatti. A venti milioni non ci si arriva, punto.


  • 3

RYM ___ i contenuti

 

 "SOVIET SAM" un blog billizzimo

 

 

 


#34 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10968 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:30

 

Guarda, a me se ha venduto 10, 15, 20 o 100 milioni di copie non frega nulla, sempre un enorme successo rimane. E' uno scambio di vedute che si sarebbe potuto concludere con due interventi e che invece sta andando avanti da due pagine. Tanto ognuno resterà fermo sulla propria posizione. Tu non cambierai per nulla al mondo le tue convinzioni (legittime o meno che siano) e io continuerò a scrivere che su Billboard parlano di 20 milioni di copie, che la biografia ufficiale della band uscita nel 2011 parla di 20 milioni di copie, che ben due documentari della BBC (uno del 2005, l'altro del 2014) parlano di 20 milioni di copie, che diversi speciali di NME sui Blondie parlano di 20 milioni di copie (l'ultimo un anno giusto fa), che su almeno 4-5 numeri di MOJO parlano di 20 milioni di copie, idem per Rolling Stone, Classic Rock, Q e chissà quanti altri magazine. Ha senso andare in avanti in eterno? No. 

 

Sì, ha senso se serve a fare informazione giusta e a non raccontare favole a chi ti legge.

 

E ripeti ancora la scarica di fonti: hanno tutte la stessa provenienza, è ovvio che se è sbagliata una sono sbagliate tutte.

 

La Rai (equivalente della BBC) e il Corriere della Sera (più grande giornale italiano) per Gabriella Ferri riportavano un 1,7 milioni di copie per "La società dei magnaccioni".

Con quella cifra sarebbe stato il 45 giri più venduto degli anni Sessanta in Italia.

 

Invece facendo una breve ricerca cosa si scopre? Che non entrò per niente in classifica e oggi è famosa solo perché in seguito la Ferri la ripropose quando era famosa. 

 

Pensa che differenza: dalla realtà di non vendere una ceppa, alla finzione di essere il disco italiano più venduto degli anni Sessanta. E tutto ciò con l'avallo di Rai e Corriere della Sera.

 

Se la monografia di Gabriella Ferri l'avessi scritta te, ora la fregnaccia di 1,7 milioni di copie sarebbe lì in bella vista. Io invece, da amante di Gabriella Ferri che però non vuole piegare la realtà al mito della propria beniamina, ho scritto:

C’è a ogni modo un mito da sfatare al riguardo: è infatti riportato da molte fonti, dall’archivio del Corriere della Sera ai documentari Rai, che in seguito a quella apparizione il 45 giri de “La società dei magnaccioni” abbia venduto un milione e settecentomila copie. È una cifra assurda, del tutto irreale, pescata non si sa dove né come. Il brano non è anzi mai entrato fra le prime otto posizioni di nessuna fra le varie classifiche italiane del periodo.
Sono inoltre rintracciabili vecchi articoli che parlano di dodicimila copie vendute in un mese, quantità decisamente più verosimile, che conferma come il folk italiano nei primi anni Sessanta ancora non andasse per la maggiore.

 

Chiudo dicendo che trovo triste il teatrino che hai messo in piedi rifiutando di accettare la realtà dei fatti. A venti milioni non ci si arriva, punto.

 

sulla congruenza dei dati di devo dare ragione è importante ai fini di un resoconto realistico e documentato, infatti mi sono trovato a discutere di un altro errore sul web che circaol sulla frase di LENNON che indicava gli ELO Come il futuro dei BEATLES, cosa mai detta da lui ma invece espressa con altre aprole da HARRISON, ovvero che aveva scoperto che gli ELO erano l'unica band che proseguiva il loro discorso musicale, purtroppo il web è pieno della prima versione (lennon fà più figo di HArrison) e ci credono oramai anche i bealtes stessi.....


  • 0

#35 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:33

Comunque la mia richiesta a Gozer riguardo il fatto che Parallel lines non meriti la pietra miliare era anche uno spunto ad approfondire la presunta sopravvalutazione dei Blondie. Non è mica il primo a dirlo, e per questo ne accennavo. Si è fatta polemica sui dati di vendita, ma non rientra più in tema "polemizzare" sul disco e sul gruppo in questione? Per me si può dire peste e corna di un artista per cui io invece vado matto. Se poi uno non ne abbia voglia, magari perché non considera gli interlocutori alla sua altezza, ce ne faremo una ragione. Magari lo potranno però argomentare altri detrattori. A me interessa. Non vedo perché si debba passare dall' esporre con toni anche accesi la propria opinione all' insultarsi sul personale.


  • 0

#36 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4289 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 22 giugno 2015 - 23:35

 

abbiamo visto che in GB non è arrivato ai due, negli USA tutti i dischi con i suoi stessi piazzamenti stanno intorno ai cinque, in Canada è ufficialmente a mezzo, in Australia è ufficialmente sotto al milione, in Giappone non arrivò a 83mila copie nell'anno dell'uscita. La strada per i venti appare molto in salita, ma io non ho fretta...

 

 

No, abbiamo visto che le certificazioni in UK non sono aggiornate, stesso discorso per quelle della RIAA, quindi la tua pretesa di voler stabilire la cifra esatta non sta in piedi.

 

 

che le case discografiche e le testate giornalistiche gonfiassero i dati è cosa nota, sicuramente molti dati sono giunti anoi con grosse discrepanze statistiche, oltretutto lavoro da 38 anni in svariati negozi di dischi e non ho mai visto uno della DOxa o altri venire a fare il rilievo dati per le classifiche, quindi non mi fiderei neanche di quelli ufficiali

 

Su questo credo che siamo tutti d'accordo, sono sempre dati da prendere con le pinze e - col senno di poi - mi pento di aver inserito quella frase (pur non ritenendola di certo "un errore clamoroso", visto che è presente pressoché ovunque...).

 

 

ps ma se avesse venduto anche solo una copia cosa cambierebbe? 

 

Assolutamente nulla, ma c'è chi ne fa una questione di importanza capitale. 


  • 0
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#37 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80806 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:37

realizzo solo ora dopo tempo, vedendoli in 2 post vicini, che

 

photo-16578.png?_r=1429402119

 

glyph_not_equal_to_2260_143.png

 

photo-2034.jpg?_r=0

 

 

colpa forse anche della K come iniziale 


  • 0

#38 xtc

xtc

    Gianfranco Marmoro

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10968 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:39

comunque PARALLEL LINES meritava una pietra miliare, io poi posseggo una copia speciale in vinile per audiofili (costosissima) che non cederei neppure per un milione.... 


  • 2

#39 kyashan

kyashan

    80ista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1403 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:44

realizzo solo ora dopo tempo, vedendoli in 2 post vicini, che

 

photo-16578.png?_r=1429402119

 

glyph_not_equal_to_2260_143.png

 

photo-2034.jpg?_r=0

 

 

colpa forse anche della K come iniziale 

 

Infatti all' inizio qualcuno aveva insinuato che Kerzakhov fosse un mio fake, oggi invece ha il doppio di interventi di me :P


  • 0

#40 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 80806 Messaggi:

Inviato 22 giugno 2015 - 23:45

  una copia speciale in vinile per audiofili (costosissima) 

 

spero tu l'abbia comprata quando è uscita e non ora asd

 

 

udito_eta.png

 

20140318155430_3.png


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq