Vai al contenuto


Foto
- - - - -

La Nuova "Generazione Di Fenomeni" Italiana


  • Please log in to reply
76 replies to this topic

#21 barkpsychosis

barkpsychosis

    Lo stipsy milanista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10525 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2014 - 02:42

beh insomma...riuppo a distanza di quasi un anno per ri-monitorare la situazione giovani futuribili.....come vedete, ed era facile prevederlo, alcune previsioni, soprattutto per quanto riguarda i piccolini, erano un po' sballate, ma credo ci stia, i pronostici li sbaglia solo chi li fa. Per il resto la conclusione che mi sento di fare è che bene o male sinora la situazione generale non è più di tanto cambiata.

Mi vanto però di aver azzeccato la segnalazione di SCUFFET che si sta rivelando a mio avviso un portiere di grande prospettiva, oltre alla conferma di ROMAGNOLI; ottimo pure da adattato a terzino.

Sembra che io invece abbia completamente sbagliato la valutazione su PERIN (ottimo quest'anno) e congiuntamente quella su LEALI (pessimo), ma alla fine della fiera, per quanto riguarda il parco portieri, i nomi "da segnalare" sono rimasti quelli. Ah, è venuto fuori bene pure CRAGNO del Brescia, molto interessante. GORI del MIlan boh, non ha ancora dimostrato nulla.

Per quanto riguarda i difensori, rimango fermamente convinto che BIANCHETTI sia un crack, ma deve avere il coraggio di puntarci seriamente una squadra almeno di serie A. MURRU sta confermando le buone cose che dicevo su di lui, purtroppo DE SCIGLIO non sta ripetendo l'exploit della passata stagione, ma secondo me sta pagando la più imbarazzante stagione del Milan dall'anno della retrocessione a oggi, oltre al fatto che allenarsi con Gullit, Rijkard, Baresi, Van Basten, Donadoni e Ancelotti sarebbe stato meglio sicuramente per la sua crescita invece di allenarsi con Costant, Montolivo, Zapata, Robinho e Muntari.
Un nome che non avevo fatto e che sta prepotentemente venendo fuori è RUGANI dell'Empoli, da tenere d'occhio seriamente.

A centrocampo, ormai consacrazione per VERRATTI, fulcro di una delle più forti big europee. FLORENZI si sta confermando alla grande (anche se ora leggermente in calo), MARRONE al Sassuolo sta facendo benino, ma anche qui vale il discorso che la squadra di cui fa parte è quello che è.
SAPONARA per ora ingiudicabile, su SANSONE ammetto l'abbaglio: non pare un granchè; BENASSI è uno dei più positivi di quelli prestati dall'Inter al Livorno. CRISETIG a fare il salto di qualità che tutti si aspettano sta impiegando troppo...CRISTANTE sembra (e sottolineo sembra) avere le stimmate del grande centrocampista.
Aggiungerei, rispetto alla scorsa volta, JORGINHO; che se naturalizzato, può costituire con Verratti una linea mediana da sogno.

In attacco EL SHAARAWY vabbè, giudicheremo quando rientrerà, INSIGNE alterna partite in cui risulta decisivo a partite di nulla cosmico...speriamo si stabilizzi. Di quelli da me predetti come "pippe immonde" tiro fuori senz'altro IMMOBILE, che così scarso non era, e, seppur con riserva, DESTRO, che una buona carriera la può fare, magari alla Delvecchio e non sarebbe poco. ZAZA come previsto sarebbe pure buono ma troppo discontinuo in serie A. GABBIADINI è un'altra conferma: rimane un bel giocatore con dei "colpi", ma con poche palle quadre.
BERARDI purtroppo è un po' una testa di cazzo, ma ha confermato in pieno tutto il bene che dicevo, prima che mettesse in piede in A, di lui. Clamorosamente errata la valutazione su POLITANO (nuovo Zola pff...), mentre su PETAGNA e CERRI come giocatori ipervalutati unicamente per il loro fisico bestiale ci presi in pieno.
  • 2

#22 stipsy

stipsy

    il bark interista

  • Moderators
  • 8727 Messaggi:
  • Locationpv

Inviato 09 marzo 2014 - 03:24

Beh, coraggioso il fatto che tu, un anno dopo, ti sia messo in discussione ammettendo i pronostici sbagliati (che ci stanno). Rispondo a tutto, sia al tuo post sopra sia a quello di un anno fa (col senno di poi).


Portieri

Sembra che io invece abbia completamente sbagliato la valutazione su PERIN (ottimo quest'anno) e congiuntamente quella su LEALI (pessimo), ma alla fine della fiera, per quanto riguarda il parco portieri, i nomi "da segnalare" sono rimasti quelli. Ah, è venuto fuori bene pure CRAGNO del Brescia, molto interessante. GORI del MIlan boh, non ha ancora dimostrato nulla.


Su Perin infatti non sono mai stato d'accordo con te: per me lo scorso anno, pur avendo preso settanta gol con una squadra da B, fu sopra la media; in tutte le sintesi di 90esimo che vedevo, il Pescara perdeva 3 0 e lui ne salvava altri quattro. Leali quest'anno sta sicuramente facendo peggio dello scorso anno, ma attenzione: non lo definirei 'pessimo', ma solo 'meno decisivo' . Non mi sembra siano tante le reti subite in cui ha colpe evidenti (ne ricordo un paio).
Di Cragno amici di fiducia mi dicono sia una pippa e che Corioni lo faccia giocare sperando di piazzarlo. Gori non so chi sia.


Difensori

Per quanto riguarda i difensori, rimango fermamente convinto che BIANCHETTI sia un crack, ma deve avere il coraggio di puntarci seriamente una squadra almeno di serie A. MURRU sta confermando le buone cose che dicevo su di lui, purtroppo DE SCIGLIO non sta ripetendo l'exploit della passata stagione, ma secondo me sta pagando la più imbarazzante stagione del Milan dall'anno della retrocessione a oggi, oltre al fatto che allenarsi con Gullit, Rijkard, Baresi, Van Basten, Donadoni e Ancelotti sarebbe stato meglio sicuramente per la sua crescita invece di allenarsi con Costant, Montolivo, Zapata, Robinho e Muntari.
Un nome che non avevo fatto e che sta prepotentemente venendo fuori è RUGANI dell'Empoli, da tenere d'occhio seriamente.


Su Bianchetti la tua opinione è... un'opinione, nel senso che togliendo delle belle partite in Under, non c'è molto altro da giudicare ad alti livelli. Vedremo. Su tutti gli altri concordo.
Un giovane che non sembra male è De Col, terzino destro del Lanciano in prestito dall'Atalanta.


Centrocampisti

A centrocampo, ormai consacrazione per VERRATTI, fulcro di una delle più forti big europee. FLORENZI si sta confermando alla grande (anche se ora leggermente in calo), MARRONE al Sassuolo sta facendo benino, ma anche qui vale il discorso che la squadra di cui fa parte è quello che è.
SAPONARA per ora ingiudicabile, su SANSONE ammetto l'abbaglio: non pare un granchè; BENASSI è uno dei più positivi di quelli prestati dall'Inter al Livorno. CRISETIG a fare il salto di qualità che tutti si aspettano sta impiegando troppo...CRISTANTE sembra (e sottolineo sembra) avere le stimmate del grande centrocampista.
Aggiungerei, rispetto alla scorsa volta, JORGINHO; che se naturalizzato, può costituire con Verratti una linea mediana da sogno.


Gli unici dubbi che ho su Verratti sono di natura caratteriale: mi sembra un isterico, propenso al giallo; e di natura fisica (gracilino per ora). Florenzi mi sta pericolosamente diventando uomo di quantità (dove lo metti, sta) più che di classe, dai piedi buoni. Potrebbe anche perdere il posto, già mi sembra che stia accadendo.
Crisetig: è ancora giovanissimo ('93) e comunque chiave del centrocampo del Crotone (inamovibile: se sta bene gioca e non è mai stato sostituito, nè è mai entrato a gara in corso); segnerà poco, ma la squadra non prescinde da lui: non sarei così severo. Sicuramente li conosci, ma gli altri due di quel centrocampo sono Dezi (dal Napoli), mezz'ala offensiva dai piedi molto buoni e Cataldi (della Lazio, più roccioso). Per me la mediana più talentuosa della B. Ti segnalo anche Gagliardini del Cesena (interno, dell'Atalanta, piedi buoni e testa alta) e Busellato del Cittadella (che è già in declino, lo scorso anno sembrava un fenomeno). Sta facendo molto bene, dopo qualche stagione fallimentare, Verdi dell'Empoli (del Toro o del Milan o di entrambi, ora non ricordo bene):
Jorginho per me, per ora, pur essendo bravo, è pompato troppo: gli otto gol (quasi tutti su rigore, bravo lui a segnarli ma...) possono ingannare. Lo si aspetti, lo si segua, ma per ora non c'entra niente neanche con la Nazionale.
Concordo su quelli verso cui non ho detto niente. E' esploso, intanto, Molina del Modena: veramente un bell'esterno destro secondo me.


Attaccanti

In attacco EL SHAARAWY vabbè, giudicheremo quando rientrerà, INSIGNE alterna partite in cui risulta decisivo a partite di nulla cosmico...speriamo si stabilizzi. Di quelli da me predetti come "pippe immonde" tiro fuori senz'altro IMMOBILE, che così scarso non era, e, seppur con riserva, DESTRO, che una buona carriera la può fare, magari alla Delvecchio e non sarebbe poco. ZAZA come previsto sarebbe pure buono ma troppo discontinuo in serie A. GABBIADINI è un'altra conferma: rimane un bel giocatore con dei "colpi", ma con poche palle quadre.
BERARDI purtroppo è un po' una testa di cazzo, ma ha confermato in pieno tutto il bene che dicevo, prima che mettesse in piede in A, di lui. Clamorosamente errata la valutazione su POLITANO (nuovo Zola pff...), mentre su PETAGNA e CERRI come giocatori ipervalutati unicamente per il loro fisico bestiale ci presi in pieno.


Il fatto che perfino tu inizi a ridimensionare Insigne è indicativo: secondo me, semplicemente, per ora non è all'altezza di essere titolare del Napoli. Vedremo se lo sarà mai, io propendo per il NO. Ne trovo tantissimi di fenomeni in B, per varie ragioni (non so, Zeman), che poi non combinano niente quando si fa sul serio. Da Ardemagni in poi.
Immobile sta facendo un'ottima stagione ma è aiutato dal fatto che tutto giri bene alla sua squadra: non lo vedo uno col carattere necessario per lottare per qualcosa. Destro per me se si infortuna ancora, praticamente, smetterà di giocare; in caso contrario potrebbe ancora esplodere, ne ha tutto il tempo: in quel ruolo lì inizi a segnare a 24-25 anni.
Di Zaza parlavi meglio di quanto sostieni ora: dicevi che pare 'buono buono', a me sembra uno 'da colpi', cioè ottimo tecnicamente, ma troppo ignorante e discontinuo. Bisognerebbe vederlo in una squadra decente, ma non so neanche se ne avrà l'occasione. Gabbiadini invece sta esplodendo, è davvero un giocatore atipico (infatti ora gioca addirittura ala destra): longilineo ma poco fisico, non molto rapido ma fortissimo tecnicamente. Mi stava sul culo, ora mi intriga.

Politano: è logico che se definisci uno 'nuovo Zola' poi te la vai a cercare; ma nel Pescara quest'anno è assolutamente uno dei più positivi. Per me l'anno prossimo farà la A e potremo conoscerlo meglio. Su Petagna sono d'accordissimo: Cerri aspettiamo almeno di vederlo in campo qualche minuto. Non hai nominato Bernardeschi del Crotone (in prestito dai viola), ala destra rapida e tecnica. Uno che a me fa cagare è Comi, pachiderma segna-mai. Mi spiace per l'infortunio di Belotti: era partito benissimo, salvando il culo al Palermo più di una volta: già si vedeva dalla C che era più forte degli altri. Spero si riprenda.
Il Siena sta facendo giocare titolare, al centro dell'attacco, Rosseti ('94): sembra bravo, specialmente di testa e viste anche le responsabilità.


SCORSO ANNO

Portieri:

altri nomi: Colombi, Silvestri, Bastianoni, Brignoli. Fiorillo è una sega totale, Perin a mio avviso si perde, altre "promesse" tipo Sepe, Pinsoglio e Mannone si sono già perse del tutto. Dietro, seonco la mia modesta opinione, c'è uno che diventa forte forte, tale Lezzerini della Fiorentina, classe '95, ma non sottovaluterei neanche Cragno del Brescia e ancora più indietro Scuffet dell'Udinese, classe '97, dicono un fenomeno. In generale il reparto pare OTTIMO.


Colombi a me non piace, gioca sempre in squadre del cazzo e mi sembra 'propenso' a regalare gol, per me sarà difficile che diventi un top player. Silvestri è il terzo portiere del Chievo. Bastianoni il secondo del Varese e non riesce a imporsi (ha davanti Bressan, esperto ma non fenomenale). Brignoli per me l'anno prossimo farà la A (magari non da titolare): sta facendo davvero bene a Terni.
Fiorillo è una barzelletta d'uomo e di calciatore.
Pinsoglio lo davo per morto dopo i disastri di Vicenza, ma si sta ritrovando a Modena: non è più giovanissimo (24) e quindi sarà dura che sfondi, ma è un portiere affidabile. Sepe per me è il migliore tra tutti questi che ho nominato, a Lanciano sta regalando punti fondamentali con le sue parate: lo ricordo esordiente anni fa, giovanissimo, nel Napoli; per me potrebbe tranquillamente tornarci e fare il dodicesimo. Di Mannone ('88, quindi fuori contesto) non so più niente.


Difensori

Caldirola, Biraghi, Regini e Capuano è oro colato se faranno una buona carriera da bassa serie A, Donati

Faraoni non mi pare nè carne nè pesce, Santon è un'autentica sciagura ed è riuscito a perdere sia la nazionale A che quella under 21 in una sola estate, definitivamente bruciato.

Come ogni Nesta che si rispetti, c'è il suo Cannavaro coetaneo pronto a sbocciare, e allora ecco pronto Del Fabro, centralino del Cagliari
Altri prospetti notevoli: nell'under 20, pronti per la prossima Under, non mi dispiacciono Almici, Sabelli, Barberis, Masi e Camporese , non vedo nulla di che in Prestia, Frascatore, Sini, Antei
Nell'Under 19 c'è Murru, promettentissimo terzino sinistro sempre del Cagliari, già titolare in serie A e dotato di discreta corsa e ottima tecnica, può venirne fuori un campione. Pasa e Somma possono aspirare ad una carriera da big.


Tra i primi cinque l'unico un minimo interessante penso sia Biraghi. Giocare nel Catania non lo aiuta, quando l'ho visto però mi è sempre sembrato convincente; lo farei rientrare all'Inter in estate, almeno per il ritiro. Regini sta giocando abbastanza, potrebbe imparare ancora come fare la fine di mediocri come Gobbi o Pieri (dieci anni di A senza mai vedere l'azzurro). Capuano mi ha sempre fatto cagare e non ho mai capito tutta questa esaltazione: ha sempre regalato gol ogni volta che l'ho visto.
Mi spiace molto per Caldirola: nei primi sei mesi a Brescia e nell'Under sembrava un fenomeno. Mi spiace anche che sia già calvo a 22 anni.
Di Faraoni e Santon, come tutti quelli che giocano all'estero, ho perso le tracce. Il primo mi sembrava buono, però.

Almici, Sabelli, Barberis, Masi e Camporese , non vedo nulla di che in Prestia, Frascatore, Sini, Antei

Almici benissimo a Lanciano lo scorso anno, quest'anno non ha giocato a Cesena e fa fatica al Padova; vedremo. Sabelli è molto bravo per me, fa tutta la fascia ed è uno dei migliori di uno scarso Bari. Barberis è un mediano. Masi non riesce a imporsi a Terni. Camporese lo credevo un fenomeno quando giocò titolare con la Fiorentina ma, anche lui, non è titolare a Cesena (e Bisoli non è scemo). Frascatore è proprio una merda, riserva dovunque vada, anche alla Reggina. Prestia e Sini sono già in C, mentre Antei, alla fine, le sue presenze col Sassuolo le sta facendo (ed ironicamente più in A che in B).


Centrocampisti

il solo Marrone mi pare destinato, in quest'ultima categoria, a fare il salto di qualità, senza di lui l'Under dietro ha sofferto parecchio. Bertolacci può fare una carriera più che discreta
Crimi, Fausto Rossi, Sala, Viviani mi sembrano scarsissimi
Nelle nidiate successive, credo che il crack del decennio sarà Cristante, nuovo Albertini. Buoni giocatori sono destinati a diventare Benassi, Palma dell'Atalanta,Tassi, che doveva essere l'erede di Baggione a detta del suo presidente, prometteva da dio, ma la pubalgia è una brutta bestia e può seriamernte rallentare una carriera. Trovo estremamente sopravvalutato Fossati, e altri tipo Verre, Frediani, Improta, Piscitella.


Marrone mi sembra uno dei pochi del Sassuolo di settembre-gennaio a meritarsi la A, magari anche la Juve (nel turnover). Bertolacci piace anche a me.
Su Crimi per me ti sbagli: al Latina sta facendo benissimo, sarà tardi per la A ad alti livelli ma è un mediano duttile e tecnico. Viviani è troppo discontinuo, tecnico ma i pregi finiscono lì. Di Rossi ho letto che sta facendo bene in Spagna ma non so niente. Sala non sta giocando all'Hellas, la squadra va molto bene e lui deve imparare. Anche a me piace Benassi.
Su Fossati ti do ragione e non credevo: all'Ascoli fece bene lo scorso anno, pur sbagliando il gol decisivo per la salvezza. A Bari invece lo vedo solo quando prende il cartellino. Verre è ancora giovanissimo e a Palermo, quando c'è, non sfigura: lui è da seguire. Piscitella è il peggiore di tutti: faso tuto mi, fumoso, ignorante, presuntuoso; andrà in C col Cittadella ed è quel che si merita. Già meglio Improta.


Attaccanti

Borini, Paloschi, Longo destinati a diventare pippe immonde.

Altre possibili sorprese nelle categorie "minori", che però devono ancora iniziare ad esplodere: Crecco, Beltrame, Caprari, Fedato, il fratello di Insigne, Padovan, Schiavone, Rozzi e Ricci .

Persi direi già definitivamente Beretta (panchinaro nell'Albinoleffe), Ganz (stra-fuoricategoria in primavera, LOL) Valoti e Forestieri


Paloschi è uno che ha avuto tre infortuni all'anno da quando gioca ad ora: che vuol dire che rimarrà sempre un mediocre, dato che ha perso gli anni più importanti di crescita; e lo dico con rammarico, perchè a me piace e lo prendo sempre al Fantacalcio. Su Longo temo che sia vero.

Crecco, Beltrame, Caprari, Fedato, il fratello di Insigne, Padovan, Schiavone, Rozzi e Ricci .

Crecco: ala sinistra della Lazio, per ora quasi solo in Primavera.
Beltrame: al Bari sta facendo cagare, e anche di brutto.
Caprari: molto bravo, in A non mette piede ma al Pescara sta facendo bene.
Fedato: retrocederà senza colpe, quest'anno comunque non esaltante come lo scorso (il Bari però ha tanti problemi)
Gli altri alla fine non giocano, Padovan al Pescara è stato impalpabile, Schiavone è un onesto mediano del Siena.

SIMONE ANDREA GANZ ora è al Barletta in C e non segna neanche a morire.
  • 3

#23 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20370 Messaggi:

Inviato 09 marzo 2014 - 09:34

Dopo aver letto di Scuffet nell'altro topic pure io son venuto a controllare "vediamo un po' se Bark l'aveva messo..." asd
Aggiorno anche io:

Portieri
Scuffet per me è un fenomeno. Gli sta andando bene (gli altri due, Brkic e Kelava, sono delle pippe immonde), ma non ha semplicemente fatto un buon esordio, ormai è titolare da diverse partite e non ha responsabilità. Qualche errore in uscita, in piazzamento e simili ma per quello c'è l'esperienza. Infatti uno esaltatissimo come Leali non arriva manco a quello e di errori ne commette di più, in un campionato con attaccanti molto peggiori, non è male ma io continuo ad avere dei dubbi.
Cragno non mi piace per niente, classico portiere da miracolo/papera, per ora con percentuali a favore della papera. Pinsoglio sta facendo benino a Modena, è vero (conquistandosi il posto su Manfredini, che insidiava molto pericolosamente quella sega di Colombi l'anno scorso).

Difensori
Bianchetti ha avuto sfiga di trovarsi davanti l'ottima stagione della coppia Moras - Maietta, rivedibile. Camigliano è una pippa, classico pacco alla Corioni. Murru è quasi titolare, fa qualche errore ma niente male: può crescere.
Antei affonda con il Sassuolo ma mi pare fosse uno dei meno peggio, così come Ceccherini, che a me pare valga qualcosa davvero.
Biraghi mi piace, è riuscito a prendersi il posto (anche se ai danni del demente Monzon), non mi sembra niente di speciale però nel suo ruolo c'è un buco enorme.

Centrocampisti
Molina. Schierato terzino per un girone da quell'idiota di Novellino, non stava facendo male (vedendo pure la porta) e giocare fuori ruolo bene è la prima cosa che denota l'abilità vera, ma appena è stato spostato ala ha fatto veramente benissimo. Ha 22 anni, per cui non è più giovanissimo ma è probabilmente la sorpresa della B di quest'anno. Oltretutto nel ruolo c'è una certa carenza, probabilmente non come ala (che magari in A serve più dribbling) ma come esterno di questi soliti 3-5-2 può essere veramente roba grossa. Di altri modenesi come Minarini, Manfrin e co dio ce ne liberi e scampi.
Florenzi rivendico anch'io di averci preso dai tempi di Crotone, sfiga per Marrone e Saponara per cui si rimanda all'anno prossimo. Vedo che nessuno cita Baselli che ormai mi pare sia giunto quasi a maturazione, trovando spazio in un centrocampo di qualità come quello dell'Atalanta. L'anno prossimo è il decisivo.
Ottimo pure quel che si è visto di Cristante, Benassi ha retto benissimo a Livorno e non è da tutti.
Piscitella è una pippa schifosa.

Attaccanti
Su Petagna faccio mia l'opinione di Siberia: un frigorifero. Longo non ha avuto minimo spazio in serie A nemmeno quando mancava Toni e davanti c'era Cacia, brutto affare e probabile pippone.
Insigne non ne stiamo qua a parlare, ma fallire con un altro allenatore che gioca con un modulo in cui dovrebbe starci benissimo è molto pesante. Alla stessa maniera bisogna condannare Paloschi, perchè quest'anno è stato veramente uno dei problemi del Chievo, senza avere problemi fisici. Mi spiace.
Mai visto Cerri, mentre posso dire che su Zaza e Berardi ci avevo preso. Non mi arrendo su Immobile, nonostante stia facendo bene a Torino: è nelle condizioni migliori possibili, ma per me ci sono dei limiti nel resto.
Sansone (Sassuolo) per me merita una prova d'appello, ha avuto davanti Cassano e ora sta in una squadra di merda. L'omonimo fa schifo.
Tanta roba mi sembra Rossetti, un po' meno Giannetti.
  • 2

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#24 barkpsychosis

barkpsychosis

    Lo stipsy milanista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10525 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2014 - 20:50

beh, mi consolo con questo topic: indubbiamente abbiamo dei buoni giovani ma il problema è sempre e soltanto quello: DEVONO GIOCARE, CAZZO. E PER GIOCARE NON INTENDO GIOCARE NEL CROTONE O NEL BARI, DEVONO GIOCARE IN SERIE A, NELLA JUVE, NELLA ROMA, NEL NAPOLI, NEL MILAN, NELL'INTER, DEVONO ASSAGGIARE LA CHAMPIONS, L'EUROPA LEAGUE, LA COPPA ITALIA, IL GRANDE CALCIO AD ALTI LIVELLI PORCO CAZZO. COI GIOVANI NON VINCI LA CHAMPIONS? AMEN, PERSO PER PERSO IL CALCIO ITALIANO IN CHAMPIONS, TI CONCENTRI SUL CAMPIONATO E LANCI GIOVANI. NEGLI ALTRI FANNO COSì E PRIMA O POI VINCONO TUTTO O QUASI (VEDI BORUSSIA)

edit: non mi sono accorto del caps lock, ma lo lascio così il concetto è più chiaro ancora.
  • 0

#25 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20370 Messaggi:

Inviato 24 giugno 2014 - 20:55

Era uscito uno dei rari articoli interessanti della Gazzetta, mi pare settimana scorsa, con il minutaggio degli under 21 in Serie A e il dato mi pareva abbastanza grosso, guarda un po' qui Bark.
http://www.gazzetta....800781202.shtml

E' evidente che poi il discorso sia: non c'ho i soldi -> metto dentro i giovani.
  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#26 barkpsychosis

barkpsychosis

    Lo stipsy milanista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10525 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2014 - 13:42

in realtà è una statistica che lascia il tempo che trova: tanto per cominciare l'annata tra i giovani che ha giocato molto più delle altre è quella dei '91, e '91 già significa 23 anni, ovvero non dico "vecchio" ma "non più tanto futuribile". Negli altri campionati i veri giovani sono considerati quelli di 17-18 anni. Solo noi qui possiamo considerare Poli o addirittura Giovinco dei "giovani".

In secondo luogo, va bene il minutaggio: ma 1) in QUALI squadre e soprattutto 2) in QUALE ruolo, da titolari o da subentranti fissi? Perchè c'è una bella differenza "crescere" da titolare nel Genoa o nel Verona dal crescere in una Juve o in una Roma...l'UNICA squadra tra le prime cinque del campionato che ha fatto giocare ogni tanto degli under 21 nel vero senso della parola (dai '93 in giù) è stata proprio la Roma, con il solo Romagnoli (1995) titolare qualche giornata, e altri tipo Ricci, Caprari o Mazzitelli buttati nella mischia gli ultimi venti minuti. Il resto tabula rasa: la Juve di ventenni italiani nemmeno l'ombra, nemmeno un minuto nelle ultime giornate per inseguire sto cazzo di record; il Napoli praticamente aveva solo stranieri; la Fiorentina idem; l'Inter vabbè...Bonazzoli dieci minuti mi sembra.

Per trovare la prima squadra nella classifica della serie A 2013/14 che ha fatto giocare almeno tre under 21 italiani con una certa continuità bisogna arrivare al Genoa undicesimo. In generale però direi che a parte Scuffet e Berardi nessun giovane si è messo particolarmente in mostra, segno che la verità sta nel mezzo, poca voglia delle società di lanciarli, ma anche forse poca qualità dei medesimi.

Onestamente è una situazione questa da cui la vedo dura uscire, e non solo nell'immediato....prevedo una sparizione dalla tradizione calcistica in stile ciclismo su pista, da anni d'oro in cui eravamo i maestri a completi incapaci costretti a guardare sempre gli altri vincere: arrivare a un quarto di finale a un mondiale d'ora in poi sarà oro colato, come un Giappone o un Messico qualsiasi.
  • 0

#27 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21869 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2014 - 13:56

I giovani di 17-18 anni per me è bene che non giochino (titolari) nelle prime squadre, salvo casi super eccezionali.
  • 0

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#28 stipsy

stipsy

    il bark interista

  • Moderators
  • 8727 Messaggi:
  • Locationpv

Inviato 01 luglio 2014 - 14:51

I giovani di 17-18 anni per me è bene che non giochino (titolari) nelle prime squadre, salvo casi super eccezionali.


ma certo

il giovanissimo (fino ai 20-21) va fatto giocare in tre casi:

- è più forte dei titolari (Berardi, Scuffet... che infatti hanno sempre giocato)
- è forte quanto un titolare più anziano (quindi per tanto così metti il giovane, almeno impara e si alza il prezzo; magari poi lo sostituisci se la situazione richiede esperienza, tipo gestire un risultato)
- la partita non conta niente


altrimenti è assurdo far giocare un giocatore 'perchè è giovane' se in quel momento è meno performante di altri
  • 0

#29 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7491 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2014 - 15:05

il giovanissimo (fino ai 20-21 17/18) va fatto giocare in tre casi:

- è più forte dei titolari (Berardi, Scuffet... che infatti hanno sempre giocato)
- è forte quanto un titolare più anziano (quindi per tanto così metti il giovane, almeno impara e si alza il prezzo; magari poi lo sostituisci se la situazione richiede esperienza, tipo gestire un risultato)
- la partita non conta niente


altrimenti è assurdo far giocare un giocatore 'perchè è giovane' se in quel momento è meno performante di altri



Così sono d'accordo anche io, 21 anni non è giovanissimo dai.
  • 0

They mistook my kindness for weakness
I fucked up, I know that, but Jesus
Can't a girl just do the best she can?

#30 stipsy

stipsy

    il bark interista

  • Moderators
  • 8727 Messaggi:
  • Locationpv

Inviato 01 luglio 2014 - 16:28

21 anni ('93) in genere è ancora meno capace di uno di 26-27
  • 0

#31 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7491 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 16:18

In genere si, ma come hai detto tu, devono giovare se sono meglio dei più anziani, non a prescindere.

Sky ha appena fatto notare come Lukaku, Vertonghen, Hazard, Witsel e Kompany abbiano debuttato in serie A tra i 16 anni mezzo e i 17anni e mezzo, diventando titolari se non subito al massimo nella stagione successiva.
  • 0

They mistook my kindness for weakness
I fucked up, I know that, but Jesus
Can't a girl just do the best she can?

#32 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20370 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 16:23

E' pure il pessimo campionato belga/olandese però.
Noi a quei livelli non ci siamo ancora arrivati. Hazard in quello francese che è sicuramente più competitivo, va bene, ma lì c'è ben altra qualità (specialmente rispetto a Kompany, Vertonghen e Witsel che son dei giocatori da normale a buono).
  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#33 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7491 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 16:56

Scusa Luca, ma Kompany da normale/buono non si può proprio leggere.
  • 1

They mistook my kindness for weakness
I fucked up, I know that, but Jesus
Can't a girl just do the best she can?

#34 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20370 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 17:06

Beh, per me non si può leggere che è un grande giocatore, come di molti difensori che ci sono in giro. Ne ho parlato molto alle larghe sulla Lavagnetta. Comunque lui è quello buono, Witsel è quello normale.
  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#35 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7491 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 20:19

E Vertonghen?


Comunque, visto il campionato belga non ti piace, ne uso un altro:

Spagna: Casillas ha debuttato a 18 anni nel Real(27 presenze il primo anno), Sergio Ramos a 17, titolare l'anno dopo, Javi Martinez a 18 (35 presenze il primo anno), Xavi a 18(17 presenze il primo anno), Fabregas a 16 (3 presenze in coppa il primo anno, 17 totali la seconda), Torres a 18 anni era titolare nell'Atletico.....

Altrimenti c'è l'esempio della Germania, la situazione è simile...il punto non è solo la disorganizzazione dei vivai italiani, ma anche una mentalità per cui un giocatore a 17 anni è da settore giovanile, e fino a 20 va centellinato, mentre un 34enne viene visto come uno che ancora può dare qualcosa......
  • 0

They mistook my kindness for weakness
I fucked up, I know that, but Jesus
Can't a girl just do the best she can?

#36 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20370 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 20:53

Se vabbeh Araki ma quelli (Fabregas e Torres a parte) è tutta gente fortissima, ci credo che esordisce presto: già da giovane ha qualcosa in più degli altri. Allora è giusto che giochi, ma qua si parla del giocatore quadratico medio.
  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#37 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7491 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 21:01

Certo, ma non sono nati forti, lo sono diventati anche perché fin dall'inizio hanno avuto la possibilità di accumulare minuti di gioco con e contro grandi giocatori, anche in competizioni importanti.....qui il giovane promettente di solito o resta in prima squadra a guardare le partite dalla panchina, o più spesso viene mandato a "farsi le ossa" in qualche squadretta di bassa classifica o peggio in serie B, e non è esattamente la stessa cosa: non so se gli spagnolo citati prima (o i belgi) avrebbero avuto la stessa crrscita se a 18-20 fossero stati spediti a Ctotone, Avellino o Genova...
  • 0

They mistook my kindness for weakness
I fucked up, I know that, but Jesus
Can't a girl just do the best she can?

#38 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20370 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 21:14

Ma allora perchè i vari Tello, Bartra, Bojan (esordio giovanissimo, fenomeno e tutto e poi s'è sgonfiato come un soufflè fatto male), Cuenca non hanno seguito lo stesso percorso?
Hai lo stesso meccanismo, le stesse possibilità, la stessa politica... e niente da fare. E' la politica o il giocatore?
Da noi Okaka ha esordito che aveva 16 anni, pure abbastanza seriamente (8 presenze) ma poi s'è perso lui, prima alla Roma e poi in tutte le piazze possibili e immaginabili: è la politica o il giocatore?
Marchisio è venuto fuori da un prestito all'Empoli, Pirlo è cresciuto in B e in prestito, il nuovo grande centravanti del Borussia Dortmund è esploso in un prestito al Pescara e una comproprietà col Torino, Florenzi era al Crotone e ora è titolare nella Roma, lo stesso Lukaku ha esordito sì a 17 anni nel 10° campionato del ranking UEFA, ma è esploso in due prestiti in Inghilterra.
E' la politica o è il giocatore?
  • 2

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#39 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 20370 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 21:27

Poi per carità, è anche vero che rispetto a Traorè il Milan poteva tentare un qualsiasi primavera e ci sono in giro, in serie A, stranieri veramente mediocrissimi e vecchi pensionabili. Lì sì, si potrebbero tirar fuori tanti giocatori medi (e più o meno lo si sta facendo, visto che mancano i soldi), ma se un giocatore è forte un campionato di B lo ammazza (basta vedere cos'era El Shaarawy, ma perfino Saponara e Insigne), non si perde.
  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#40 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7491 Messaggi:

Inviato 05 luglio 2014 - 21:28

La risposta è ovvia: conta il giocatore.
La politica però secondo me è fondamentale per far crescere al meglio i giocatori. Quelli che hai portato ad esempio sono calciatori che, per un motivo o un altro, non si stanno mostrando all'altezza delle aspettative(che nel caso di Bojan erano alte) pur essendo stati messi nelle condizini perfette per crescere e mostrare il proprio valore. In Italia questa politica non c'è, e questo inibisce la crescita di molti giocatori....

Okaka è un somaro ma è sintomatico il fatto che a 24 anni sia ancora considerato un giovane.....


Il necessario comunque è questo: vivai di livello(e possibilmente le squadre B) per formare i giocatori+ una politica societaria che ne favorisca un ingresso rapido in prima squadra.
  • 0

They mistook my kindness for weakness
I fucked up, I know that, but Jesus
Can't a girl just do the best she can?




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq