Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Legalizzazioni, Problemi Morali/Sociali/D'Ordine Pubblico


  • Please log in to reply
83 replies to this topic

#1 Dylan

Dylan

    Ball don't lie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6922 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 10:46

C'era un topic sulla legalizzazione dell'erba, ma è morto nel dimenticatoio e comunque io vorrei discuterne in modo più ampio.

Cocaina:

è tollerabile moralmente che lo Stato distribuisca un prodotto del genere, controllandone anche la composizione?

internalizzare i costi relativi al consumo di cocaina è economicamente conveniente per lo Stato?

rimarrebbe comunque un mercato nero a fronte di un eventuale prezzo troppo elevato del prodotto commercializzato dallo stato, o di modalità d'accesso difficoltoso?

Si potrebbe fare lo stesso discorso per la prostituzione, in maniera anche molto più agevole secondo me
  • 1
Per sogni, per chimere
e per castelli in aria
l’anima ho milionaria.

#2 gigiriva

gigiriva

    ï͂͑̉͆ͧͮͩ̓ͧ̒͒̉̎̂̊͆͑͐̊̓̊̅ͭ͗̐̄̏̾̄͊

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17722 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 10:57

ecco, anni a pubblicizzare The Wire e poi arriva un saviano qualsiasi e tutti si interessano improvvisamente al problema asd
  • 3

rym |


#3 Cliff

Cliff

    utente col favore delle tenebre

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10657 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 10 aprile 2013 - 11:01

è tollerabile moralmente che lo Stato distribuisca un prodotto del genere, controllandone anche la composizione?

Allo stato della moralità non gliene importa una sega, probabilmente alla criminalità non conviene che gli si tolga un così importante business e lo stato agisce anche in funzione di questo probabilmente.
Io non ne sarei comunque favorevole se non per le droghe leggere
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


probabilmente off topic


#4 Dylan

Dylan

    Ball don't lie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6922 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 11:12

ecco, anni a pubblicizzare The Wire e poi arriva un saviano qualsiasi e tutti si interessano improvvisamente al problema asd


in realtà io me ne interesso dai tempi del liceo e della sinistra giovanile (dyo!) asd

non ho nemmeno citato lui e la sua promozione del prodotto ancora:

http://www.youtube.com/watch?v=X1JARwRxm4w

visti i suoi problemi di salute non credo abbia ottenuto un gran successo
  • 0
Per sogni, per chimere
e per castelli in aria
l’anima ho milionaria.

#5 Purchaser

Purchaser

    Please, don't play that requiem.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 761 Messaggi:
  • LocationPc

Inviato 10 aprile 2013 - 11:17

Una proposta di legalizzazione si scontrerebbe inanzitutto con la legge europea (il trend è quello di chiudere addirittura i coffee shop o di limitarne la possibilità di accesso). Senza contare la gestione dell'ordine pubblico che, già oggi, in Italia è lacunosa e spesso vergognosa. Inoltre a tutti gli assuntori dovrebbe essere tolta la patente valutarne l'idoneità ai certi tipologìe di lavoro.
E' un argomento molto complesso che andrebbe studiato a fondo e qui non ci sarà mai la possibilità di affrontarlo senza pregiudizi.
Ho letto il testo di Saviano anche perchè avevo già approfondito l'argomento con altre pubblicazioni e alcuni piani di legalizzazione "controllata" potrebbero essere tentati: tutti però concordano che un'operazione del genere avrebbe risvolti sulle libertà personali abbastanza pesanti e sarebbe opportuno sperimentare in una nazione più piccola piuttosto che in Stati popolosi come il nostro.
Thread interessante se non svacca. Sperem asd
  • 0
1 1/2 oz Scotch Whisky
1/2 oz Drambuie Scotch Whisky
1 twist lemon peel

Pour the scotch and Drambuie into an old-fashioned glass almost filled with ice cubes. Stir well. Garnish with the lemon twist.

Don't make Love, drink Tea.

#6 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84166 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 11:35

è tollerabile moralmente che lo Stato distribuisca un prodotto del genere, controllandone anche la composizione?


già ora distribuisce l'alcool che è ritenuto nella classificazioni una droga pesante ed è una delle cause principali di morte a livello mondiale; non penso aumenterebbe il consumo e non mi pare il nostro uno stato che possa permettersi discorsi morali asd

poi vabbeh bisognerebbe vedere le leggi europee ovviamente



internalizzare i costi relativi al consumo di cocaina è economicamente conveniente per lo Stato?

...rimarrebbe comunque un mercato nero a fronte di un eventuale prezzo troppo elevato del prodotto commercializzato dallo stato, o di modalità d'accesso difficoltoso?

per me qua sul forum non passa mai un concetto che è evidente: l'Italia vive nell'illegalità non per una causa esterna ma perchè ha scelto di vivere così

l'evasione, la malavita, la politica di merda sono qua per scelta

hanno legalizzato le scommesse sul calcio e cosa è successo?
1) i concessionari sono legali sì ma sono dei farabutti peggiori di quelli di prima illegali
2) il gioco nero fa comunque l'80% e soprattutto attira i clienti grossi

allora hanno diminuito il prelievo e cosa è cambiato?
nulla

per le droghe sarebbe uguale, quello che vedi ad Amsterdam o ad Amburgo non dipende dal fatto che siano legali ma dalla loro mentalità
  • 0
 

#7 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37160 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 10 aprile 2013 - 11:40

" Gli amici del campetto, passati dalle Marlboro direttamente all'eroina alla faccia delle droghe leggere."
  • 2

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#8 ---

---

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4815 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 11:48

Ho letto un articolo interessante che però parla di depenalizzazione, che è stata sperimentata con successo in Portogallo. Riguarda anche droghe pesanti: cocaina, eroina e ecstasy.
In pratica il Portogallo ha preso la strada opposta rispetto alla legge Fini-Giovanardi (a mio avviso inutile e probabilmente dannosa, vista la situazione delle carceri nostrane).

Magari l'avete già letto ma comunque mi sembra una strada molto più percorribile della legalizzazione totale.
  • 0

#9 Araki

Araki

    Utente Tracotante

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8092 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 12:19

Personalmente sono favorevole sia ad una legalizzazione delle droghe (seppur graduale, magari tramite una iniziale depenalizzazione) che della prostituzione....il discorso droghe dovrebbe prò accompagnarsi ad una campagna moderna di educazione, studio e sensibilizzazione nelle scuole, e considerando che viviamo in un paese incapace di introdurre nei piani formativi un' educazione sessuale adulta il tutto mi pare francamente difficile...

In generale tutti questi discorsi (al di là degli aspetti economici) in Italia risentono molto dell' apparente rifiuto di considerare anche gli individui maggiorenni come effettivamente tali, stabilendone i comportamenti per legge...
  • 0
Just when they think they've got the answers, I change the questions.

#10 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7026 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 16:51

Ho letto un articolo interessante che però parla di depenalizzazione, che è stata sperimentata con successo in Portogallo. Riguarda anche droghe pesanti: cocaina, eroina e ecstasy.
In pratica il Portogallo ha preso la strada opposta rispetto alla legge Fini-Giovanardi (a mio avviso inutile e probabilmente dannosa, vista la situazione delle carceri nostrane).

Magari l'avete già letto ma comunque mi sembra una strada molto più percorribile della legalizzazione totale.


Non ho letto tutto l'articolo, ma anche da noi il possesso per uso personale è depenalizzato da tempo (anche se i correttivi introdotti dalla FiniGIova hanno di fatto reso la cosa puramente accademica), il fatto è che è che le sanzioni amministrative che hanno sostituito le pene sono comunque pesantissime (sospensione patente, ritiro passaporto ecc. ecc.) e soprattutto la semplice depenalizzazione, anche totale, non inciderebbe nella lotta alla criminalità, anzi le darebbe una bella mano (alla criminalità).
Una volta ero per la legalizzazione delle sole droghe leggere, ora penso che sarei propenso a legalizzare tutto, forse anche la prostituzione (per la legge del male minore, per lo meno ne parlerei, una volta non lo avrei manco rienuto ipotizzable). Poi, quando tra qualche millennio potremo permetterci il lusso di parlare di moralità dello stato, ne riparleremo.
  • 1

#11 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15325 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 17:08

purtroppo è una cosa improponibile, teoricamente piantare la coca è illegale
dubito che la guardia di finanza si metta a fare gli appalti per i cartelli di narcos (anche se sarebbe una figata asd)

però qualsiasi legalizzazione di mercati in mano alla malavita (prostituzione, droga, ...) avrebbe dei bei ritorni:
- 'ntu culo alle mafie
- scontrini fiscale e tasse pagate su droga e puttane
- controllo del prodotto, niente coca tagliata col bio presto, niente prostitute con l'aids (ma esistono?)
- controllo dei consumatori, così tanto per evitare che i tossici si ritrovino per sbaglio a guidare i pulmini dell'asilo

quasi quasi ci si potrebbe fondare un partito
  • 0

#12 Reynard

Reynard

    We're not in Kansas anymore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10015 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 10 aprile 2013 - 17:16

purtroppo è una cosa improponibile, teoricamente piantare la coca è illegale
dubito che la guardia di finanza si metta a fare gli appalti per i cartelli di narcos (anche se sarebbe una figata asd)

però qualsiasi legalizzazione di mercati in mano alla malavita (prostituzione, droga, ...) avrebbe dei bei ritorni:
- 'ntu culo alle mafie
- scontrini fiscale e tasse pagate su droga e puttane
- controllo del prodotto, niente coca tagliata col bio presto, niente prostitute con l'aids (ma esistono?)
- controllo dei consumatori, così tanto per evitare che i tossici si ritrovino per sbaglio a guidare i pulmini dell'asilo

quasi quasi ci si potrebbe fondare un partito

Sai che comincio a pensare che legalizzare la prostituzione non sarebbe poi sto colpo contro il crimine organizzato?
Cioè, male non farebbe, ma non risolverebbe del tutto il problema dei giri di prostituzione gestiti della malavita, della tratta delle bianche o delle prostitute con l'aids.
  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#13 ---

---

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4815 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 20:58


Ho letto un articolo interessante che però parla di depenalizzazione, che è stata sperimentata con successo in Portogallo. Riguarda anche droghe pesanti: cocaina, eroina e ecstasy.
In pratica il Portogallo ha preso la strada opposta rispetto alla legge Fini-Giovanardi (a mio avviso inutile e probabilmente dannosa, vista la situazione delle carceri nostrane).

Magari l'avete già letto ma comunque mi sembra una strada molto più percorribile della legalizzazione totale.


Non ho letto tutto l'articolo, ma anche da noi il possesso per uso personale è depenalizzato da tempo (anche se i correttivi introdotti dalla FiniGIova hanno di fatto reso la cosa puramente accademica), il fatto è che è che le sanzioni amministrative che hanno sostituito le pene sono comunque pesantissime (sospensione patente, ritiro passaporto ecc. ecc.) e soprattutto la semplice depenalizzazione, anche totale, non inciderebbe nella lotta alla criminalità, anzi le darebbe una bella mano (alla criminalità).
Una volta ero per la legalizzazione delle sole droghe leggere, ora penso che sarei propenso a legalizzare tutto, forse anche la prostituzione (per la legge del male minore, per lo meno ne parlerei, una volta non lo avrei manco rienuto ipotizzable). Poi, quando tra qualche millennio potremo permetterci il lusso di parlare di moralità dello stato, ne riparleremo.

Non se accompagnate da un grande impegno alla lotta al consumo, che è la carta vincente dell'esperienza portoghese. Non si tratta semplicemente di dire "tu non vai in galera", si tratta di non considerare il consumatore di droga un criminale ma un (passatemi il termine) problema sanitario.
Legalizzare o depenalizzare ingenuamente sarebbe completamente sbagliato e avvantaggerebbe la criminalità, non ho molti dubbi in proposito.
  • 0

#14 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7026 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 22:53



Ho letto un articolo interessante che però parla di depenalizzazione, che è stata sperimentata con successo in Portogallo. Riguarda anche droghe pesanti: cocaina, eroina e ecstasy.
In pratica il Portogallo ha preso la strada opposta rispetto alla legge Fini-Giovanardi (a mio avviso inutile e probabilmente dannosa, vista la situazione delle carceri nostrane).

Magari l'avete già letto ma comunque mi sembra una strada molto più percorribile della legalizzazione totale.


Non ho letto tutto l'articolo, ma anche da noi il possesso per uso personale è depenalizzato da tempo (anche se i correttivi introdotti dalla FiniGIova hanno di fatto reso la cosa puramente accademica), il fatto è che è che le sanzioni amministrative che hanno sostituito le pene sono comunque pesantissime (sospensione patente, ritiro passaporto ecc. ecc.) e soprattutto la semplice depenalizzazione, anche totale, non inciderebbe nella lotta alla criminalità, anzi le darebbe una bella mano (alla criminalità).
Una volta ero per la legalizzazione delle sole droghe leggere, ora penso che sarei propenso a legalizzare tutto, forse anche la prostituzione (per la legge del male minore, per lo meno ne parlerei, una volta non lo avrei manco rienuto ipotizzable). Poi, quando tra qualche millennio potremo permetterci il lusso di parlare di moralità dello stato, ne riparleremo.

Non se accompagnate da un grande impegno alla lotta al consumo, che è la carta vincente dell'esperienza portoghese. Non si tratta semplicemente di dire "tu non vai in galera", si tratta di non considerare il consumatore di droga un criminale ma un (passatemi il termine) problema sanitario.
Legalizzare o depenalizzare ingenuamente sarebbe completamente sbagliato e avvantaggerebbe la criminalità, non ho molti dubbi in proposito.


SI ma resta il fatto che se ti limiti a depenalizzare ma non legalizzi (cioè, se non permetti la commercializzazione legale delle sostanze stupefacenti), i consumatori continuano a rifornirsi inevitabilmente al mercato nero, con anzi il rischio che il venir meno dell'alea della pena faccia aumentare i consumi, a beneficio della criminalità che gestisce lo smercio. E hai voglia a fare campagne di sensibilizzazione e trattare la problematica in termini sanitari (cosa che faresti ugualmente con la legalizzazione per altro)...
Boh, secondo me l'esempio banale del proibizionismo dell'alcol in USA è da prendere ad esempio, l'alcolismo c'era prima ed è rimasto dopo (come tantissimi consumatori di alcol che non hanno problemi di salute, va detto anche questo), ma il mercato nero è stato spazzato via con la legalizzazione. In più, lo stato si mette in saccoccia un bel po' di grana. La depenalizzazione potrebbe essere un primo passo di un percorso graduale, ma non la soluzione ideale secondo me.
  • 0

#15 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84166 Messaggi:

Inviato 10 aprile 2013 - 23:15

Sai che comincio a pensare che legalizzare la prostituzione non sarebbe poi sto colpo contro il crimine organizzato?
Cioè, male non farebbe, ma non risolverebbe del tutto il problema dei giri di prostituzione gestiti della malavita, della tratta delle bianche o delle prostitute con l'aids.

mah

mi spiegate come mai in Italia esistono ancora le scommesse clandestine (che sono la maggior parte) nonostante la legalizzazione

davvero qualcuno pensa che chi gioca tutti quei soldi si cura della quota un filino più alta dal clandestino?
sono per lo più soldi da riciclare, quasi meglio se vengono persi

sull'aids siete rimasti indietro 30 anni, io starei più attento alle non-prostitute, ai non-gay e ai non-tossici perchè le categorie che hanno già dato in termini di morti ora sono le più attente

sulla "tratta delle bianche" intervengo con :-X di che parli?



SI ma resta il fatto che se ti limiti a depenalizzare ma non legalizzi (cioè, se non permetti la commercializzazione legale delle sostanze stupefacenti), i consumatori continuano a rifornirsi inevitabilmente al mercato nero, con anzi il rischio che il venir meno dell'alea della pena faccia aumentare i consumi, a beneficio della criminalità che gestisce lo smercio. E hai voglia a fare campagne di sensibilizzazione e trattare la problematica in termini sanitari (cosa che faresti ugualmente con la legalizzazione per altro)...
Boh, secondo me l'esempio banale del proibizionismo dell'alcol in USA è da prendere ad esempio, l'alcolismo c'era prima ed è rimasto dopo (come tantissimi consumatori di alcol che non hanno problemi di salute, va detto anche questo), ma il mercato nero è stato spazzato via con la legalizzazione. In più, lo stato si mette in saccoccia un bel po' di grana. La depenalizzazione potrebbe essere un primo passo di un percorso graduale, ma non la soluzione ideale secondo me.

sulla legalizzazione in Italia ho già scritto, non è detto che sia uguale a quella degli altri stati, per le scommesse non è stato così; in Inghilterra se lo stato vieta un tipo di scommessa quella scommessa scompare, in Italia viene subito fornita da un clandestino con il pubblico che si adatta, dove è la differenza? nel pubblico

i consumatori di alcol che non hanno problemi di salute sono consumatori nei limiti, manco i consumatori di cocaina nei limiti hanno problemi; certo la cocaina da una maggiore dipendenza e quindi è più facile uscire dal recinto

vi ricordo una cosa: il fumo/erba che arriva(va) in Italia dall'Olanda, anche ai piccoli distributori, non veniva comprato per vie legali, e in Olanda c'erano (ci sono) i coffee-shop, è una questione di mentalità e non di legalizzazione
  • 0
 

#16 Seattle Sound

Seattle Sound

    Non sono pigro,è che non me ne frega un cazzo.

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 37160 Messaggi:
  • LocationTiny little green

Inviato 11 aprile 2013 - 02:00

In tutto questo ricorderei un grande eroe dei nostri tempi asd

Immagine inserita

http://www.repubblic...uso-pianta.html
  • 0

Alfonso Signorini: "Hai mai aperto una cozza?"
Emanuele Filiberto: "Sì, guarda, tante. Ma tante..."
(La Notte degli Chef, Canale 5)

 

"simpatico comunque eh" (Fily, Forum Ondarock)

 

"passere lynchane che finiscono scopate dai rammstein"

"Io ho sofferto moltissimo per questo tipo di dipendenza e credo di poterlo aiutare. Se qualcuno lo conosce e sente questo appello mi faccia fare una telefonata da lui, io posso aiutarlo"
(Rocco Siffredi, videomessaggio sul web)


"Ah, dei campi da tennis. Come diceva Battiato nella sua canzone La Cura"


#17 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7026 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2013 - 08:04


Sai che comincio a pensare che legalizzare la prostituzione non sarebbe poi sto colpo contro il crimine organizzato?
Cioè, male non farebbe, ma non risolverebbe del tutto il problema dei giri di prostituzione gestiti della malavita, della tratta delle bianche o delle prostitute con l'aids.

mah

mi spiegate come mai in Italia esistono ancora le scommesse clandestine (che sono la maggior parte) nonostante la legalizzazione

davvero qualcuno pensa che chi gioca tutti quei soldi si cura della quota un filino più alta dal clandestino?
sono per lo più soldi da riciclare, quasi meglio se vengono persi

sull'aids siete rimasti indietro 30 anni, io starei più attento alle non-prostitute, ai non-gay e ai non-tossici perchè le categorie che hanno già dato in termini di morti ora sono le più attente

sulla "tratta delle bianche" intervengo con :-X di che parli?



SI ma resta il fatto che se ti limiti a depenalizzare ma non legalizzi (cioè, se non permetti la commercializzazione legale delle sostanze stupefacenti), i consumatori continuano a rifornirsi inevitabilmente al mercato nero, con anzi il rischio che il venir meno dell'alea della pena faccia aumentare i consumi, a beneficio della criminalità che gestisce lo smercio. E hai voglia a fare campagne di sensibilizzazione e trattare la problematica in termini sanitari (cosa che faresti ugualmente con la legalizzazione per altro)...
Boh, secondo me l'esempio banale del proibizionismo dell'alcol in USA è da prendere ad esempio, l'alcolismo c'era prima ed è rimasto dopo (come tantissimi consumatori di alcol che non hanno problemi di salute, va detto anche questo), ma il mercato nero è stato spazzato via con la legalizzazione. In più, lo stato si mette in saccoccia un bel po' di grana. La depenalizzazione potrebbe essere un primo passo di un percorso graduale, ma non la soluzione ideale secondo me.

sulla legalizzazione in Italia ho già scritto, non è detto che sia uguale a quella degli altri stati, per le scommesse non è stato così; in Inghilterra se lo stato vieta un tipo di scommessa quella scommessa scompare, in Italia viene subito fornita da un clandestino con il pubblico che si adatta, dove è la differenza? nel pubblico

i consumatori di alcol che non hanno problemi di salute sono consumatori nei limiti, manco i consumatori di cocaina nei limiti hanno problemi; certo la cocaina da una maggiore dipendenza e quindi è più facile uscire dal recinto

vi ricordo una cosa: il fumo/erba che arriva(va) in Italia dall'Olanda, anche ai piccoli distributori, non veniva comprato per vie legali, e in Olanda c'erano (ci sono) i coffee-shop, è una questione di mentalità e non di legalizzazione


Le scommesse secondo me sono ancora un altro mondo Lassie (potrermmo dire che sono un "servizio" e non un "bene"), poi non conosco la materia, per cui prendo per buone le cose che affermi.
Cosa dici sul fatto che da noi non sarebbe come in Olanda è in parte vero, d'altronde la cultura e la mentalità le crei anche con la legalizzazione. Poi non ti dico che sparirebbe subito il mercato nero, ma in ogni caso subirebbe un colpo durissimo, anche in termini di ricavi, perchè per sopravvivere dovrebbe proporre merce dello stesso livello o migliore (leggi: l'erba buona come quella di Amsterdam mediamente te la scordi dal pusher al perchetto e lo stesso discorso varrebbe per qualsiasi bene legalizzato) a prezzi molto più bassi. Io sono convinto che col tempo sparirebbe o si ridurrebbe ad un fenonemo più marginale tipo le sigarette di cotntrabbando (ma esistono ancora?).
  • 0

#18 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84166 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2013 - 08:35

Cosa dici sul fatto che da noi non sarebbe come in Olanda è in parte vero, d'altronde la cultura e la mentalità le crei anche con la legalizzazione. Poi non ti dico che sparirebbe subito il mercato nero, ma in ogni caso subirebbe un colpo durissimo, anche in termini di ricavi, perchè per sopravvivere dovrebbe proporre merce dello stesso livello o migliore (leggi: l'erba buona come quella di Amsterdam mediamente te la scordi dal pusher al perchetto e lo stesso discorso varrebbe per qualsiasi bene legalizzato) a prezzi molto più bassi. Io sono convinto che col tempo sparirebbe o si ridurrebbe ad un fenonemo più marginale tipo le sigarette di cotntrabbando (ma esistono ancora?).


sì esistono ma non sono mai piaciute a nessuno per cui non sono paragonabili, servono al massimo a risparmiare

spiegami questo: quali persone in Italia si metterebbero anche solo come idea a vendere la cocaina o il fumo legalmente?
quando in SVizzera avevano trovato tutti quegli escamotage per vendere l'erba ("serve a profumare l'ambiente") quali italiani hanno investito nei negozietti oltre confine?
risposta a entrambe le domande: i malavitosi

perchè?
perchè almeno per 100 anni ancora qua da noi queste cose saranno viste come delle trasgressioni e non saranno accettate a livello sociale, lasciami pensare che tra papa e comunità scientifica alla notker (che è poi quella diffusa in Italia) anche tra 100 anni saremo così ridotti

i profitti continuerebbero a girare nelle mani sbagliate, legalmente sì ma poco cambia

per me sarebbe giusto provarci ma non penso che avremo una cordata di imprenditori puliti a gestire i coffee-shop
  • 0
 

#19 bluetrain

bluetrain

    Fourth rule is: eat kosher salamis

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7026 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2013 - 08:56

Può essere, tuttavia:
1) almeno ci pagherebbero (un po' ashd) di tasse;
2) i ragazzini (e non) non rischiano di rovinarsi la vita per un paio di canne come avviene con le attuali leggi medioevali
3) se non parti mai non parte manco il processo culturale di normalizzazione di certe abitudini.

Poi va da sè che con questa europa, queta comunità scientifica, la chiesa tra i coglioni e non ultimo la mentalità dell'italiano medio, stiamo parlando di fantascienza, anzi con l'aria proibizionista che tira nel mondo penso che la tendenza sarà quella di senso inverso.
  • 0

#20 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Dungeon Synth nei giorni pari e Vaporwave in quelli dispari

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84166 Messaggi:

Inviato 11 aprile 2013 - 09:02

Può essere, tuttavia:
1) almeno ci pagherebbero (un po' ashd) di tasse;
2) i ragazzini (e non) non rischiano di rovinarsi la vita per un paio di canne come avviene con le attuali leggi medioevali
3) se non parti mai non parte manco il processo culturale di normalizzazione di certe abitudini.

Poi va da sè che con questa europa, queta comunità scientifica, la chiesa tra i coglioni e non ultimo la mentalità dell'italiano medio, stiamo parlando di fantascienza, anzi con l'aria proibizionista che tira nel mondo penso che la tendenza sarà quella di senso inverso.


io ricordo che Amsterdam nella zona rossa faceva schifo, era un accrocchio orrendo di spagnoli e italiani "trip trip, gelatine viola, Milano? Napoli? Scopare?"

ti puoi divertire a 16 anni e basta dai

avevano fatto male le cose anche lì perchè se crei una zona del genere, in quella zona diventa legale una cosa ma poi diventa il centro dello smercio per il resto che non è legale; già le altre città olandesi erano più tranquille perchè meno famose e turistiche

quindi bisognerebbe studiare bene come fare, se lo facessero solo a Milano (esempio) senza controlli diventerebbe peggio della collinetta Thailandia al Parco Lambro
  • 0
 




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq