Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Contrabbasso


  • Please log in to reply
114 replies to this topic

#21 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11732 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 14:54

bah guarda che non è che Mingus facesse chissà che cosa tecnicamente parlando, più che altro dal punto di vista inerpretativo riusciva a cogliere delle linee inusuali e inaspettate, insomma innovativo certo lo è stato, come pieno di fuoco artistico, ma non si può dire che oggi uno molto preparato non possa essergli superiore tecnicamente e pure dal punto di vista della personalità...
io poi sono sempre convinto che là fuori, nei locali più sconosciuti, ci sono fior fiori di artisti che nessuno caga (in primis gli impresari della musica) e che sono i veri geni del panorama odierno


veramente mingus è stato uno dei compositori più colti e avanzati armonicamente del jazz, che c'entra la tecnica (per la quale comunque era considerato un virtuoso ma chissene)?
  • 0

#22 Suxxx

Suxxx

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21136 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 15:14


bah guarda che non è che Mingus facesse chissà che cosa tecnicamente parlando, più che altro dal punto di vista inerpretativo riusciva a cogliere delle linee inusuali e inaspettate, insomma innovativo certo lo è stato, come pieno di fuoco artistico, ma non si può dire che oggi uno molto preparato non possa essergli superiore tecnicamente e pure dal punto di vista della personalità...
io poi sono sempre convinto che là fuori, nei locali più sconosciuti, ci sono fior fiori di artisti che nessuno caga (in primis gli impresari della musica) e che sono i veri geni del panorama odierno


veramente mingus è stato uno dei compositori più colti e avanzati armonicamente del jazz, che c'entra la tecnica


appunto, ma il suo essere avanzato e colto credo che valesse per il suo periodo
oggi un bravo musicista avendo studiato la storia del jazz credo che possa aver assimilato i suoi insegnamenti
o stiamo parlando di frittelle volanti?
  • 1

#23 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22954 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 15:23

Discutere sulle qualità di Mingus, oltre che sacrilego, è off topic. Procediamo plis?
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#24 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2027 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 15:24

Mi vengono in mente in questo momento più rocker che jazzisti...
L'assolo di Freiberg dei Quicksilver messenger service in "Who do you love" (ovviamente su Happy trails), una cosa fantasmagorica per bellezza (pur essendo piuttosto semplice, musicalmente parlando), e il momento solistico di Chris Squire degli Yes in Yessongs ("The fish").

Poi forse mi verranno in mente anche i jazzisti... :)
  • 0

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista


#25 Suxxx

Suxxx

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21136 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 15:50

Mi scusi Ravel ma sono pezzi al contrabbasso quelli che ha citato?
Belli davvero comunque...
  • 0

#26 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22954 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 16:09

Altra citazione ovvia ma imprescindibile: il crescendo in apertura alla terza sinfonia di Gorecki (r.i.p.), che parte proprio da un umbratile contrabbasso e che man mano si estende all'intera orchestra d'archi. Lacrime.
  • 2

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#27 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11732 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 17:30



bah guarda che non è che Mingus facesse chissà che cosa tecnicamente parlando, più che altro dal punto di vista inerpretativo riusciva a cogliere delle linee inusuali e inaspettate, insomma innovativo certo lo è stato, come pieno di fuoco artistico, ma non si può dire che oggi uno molto preparato non possa essergli superiore tecnicamente e pure dal punto di vista della personalità...
io poi sono sempre convinto che là fuori, nei locali più sconosciuti, ci sono fior fiori di artisti che nessuno caga (in primis gli impresari della musica) e che sono i veri geni del panorama odierno


veramente mingus è stato uno dei compositori più colti e avanzati armonicamente del jazz, che c'entra la tecnica


appunto, ma il suo essere avanzato e colto credo che valesse per il suo periodo
oggi un bravo musicista avendo studiato la storia del jazz credo che possa aver assimilato i suoi insegnamenti
o stiamo parlando di frittelle volanti?


si ma tu hai detto una bassista roccabbilli, mica un compositore classico eh. Non esattamente il genere che si tira in ballo quando si parla di roba particolarmente complessa (al di là del valore, che è un altro discorso). Peraltro la musica di Mingus è rimasta molto originale, c'è qualcuno che gli si può vagamente avvicinare come stile, Ellington, Carla Bley, William Parker, ma appunto vagamente.
  • 0

#28 ravel

ravel

    mon cœur est rouge

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2027 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 17:43

Mi scusi Ravel ma sono pezzi al contrabbasso quelli che ha citato?
Belli davvero comunque...

Ehm... no, ovviamente, forse non ho letto con attenzione...
Mi era parso che si parlasse anche di bassisti elettrici...

Sorry...
  • 0

"Ciò che l'uomo può essere per l'uomo non si esaurisce in forme comprensibili".
(k. jaspers)

 

Moriremotuttista


#29 Suxxx

Suxxx

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21136 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 18:41

Sai perchè Dick questo spiacevole pri quo quo (o come si dice)
la contrabbassista fece un assolo di qualche minuto che lasciò tutti a bocca aperta:
pulitissimo quanto spiritato, virtuosismo e potenza espressiva..
Era evidente che fosse di estrazione jazz o classica.
Io ne ho visti di concerti, ho sentito molti assoli di contrabbasso nei dischi, ma quello li di due anni fa, da parte di una tipa sconosciuta me lo ricordo ancora con stupore

Sai cosa faccio? faccio una ricerca sul web, magari..
  • 0

#30 Tony Cooper

Tony Cooper

    Venerato Maldestro

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2892 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2013 - 19:21

appunto, ma il suo essere avanzato e colto credo che valesse per il suo periodo
oggi un bravo musicista avendo studiato la storia del jazz credo che possa aver assimilato i suoi insegnamenti
o stiamo parlando di frittelle volanti?


Hai ragione.
Mingus ha rotto il cazzo, meglio i Toy!

(questa era la tipica frase di Moroni quando ti voleva prendere per il culo, sostituire Petrucci a Toy e un gruppo prog qualunque a Mingus asd)
  • 0

#31 Papa Giovanni XXIV

Papa Giovanni XXIV

    only sad in a natural way

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 26768 Messaggi:
  • LocationKagoshima

Inviato 13 marzo 2013 - 09:06

Non dimenticate uno dei più grandi in attivià - Dave Holland
Leader di un combo fantastico. Il Live at Birdland è una squisitezza
  • 2

 mi ricorda un po' Moro.

 

 

 


#32 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22954 Messaggi:

Inviato 13 marzo 2013 - 20:05

Proseguo con una cosuccia più particolare.
Parliamo della più importante compositrice dell'est Europa, assieme a Galina Ustvolskaja - e cioè di Sofia Gubaidulina. Autrice di incredibile spiritualità e capace di esprimerla con forza, qui vi segnalo un breve pezzo poco noto, pubblicato di recente in un triplo box Neos*.

Ein Engel (1994)
Lied for alto and double bass on a poem by Else Lasker-Schüler

http://youtube.com/watch?v=BYB1LmLce9w

E infatti suona proprio come un breve poema, ma fa anche pensare a uno di quegli stupendi quadretti che talvolta si scoprono in mezzo ai pezzi principali di un museo. Si divide idealmente in due parti uguali: una cantata, dove lo strumento traccia linee veloci e sottili, come dei glitch, e una seconda di contrabbasso solo dove si esplorano registri più ampi e descrittivi, sempre in bilico tra un'astrazione sacrale e, appunto, la poesia melodica. Un lied essenziale ma secondo me molto particolare e meritorio.

* Come vedete nel video, che ho caricato io stesso, il box e' "Chamber Music with Double Bass", tre cd ricchi di pezzi rari e di riletture di brani celebri del repertorio della Guba, adattati per contrabbasso (su tutti In Croce e Silenzio).
  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#33 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22954 Messaggi:

Inviato 02 aprile 2013 - 19:05

Ancora contemporanea, stavolta dall'America. Julia Wolfe, un terzo dei compositori a capo di Bang On a Can, nel suo tormentato brano per 8 contrabbassi. Rovente, ossessivo e solenne, è il vero post-minimalismo.

Stronghold

http://www.youtube.com/watch?v=Jl6ZtEbst_o

http://www.youtube.com/watch?v=D4vuuQ2znRE
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#34 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11732 Messaggi:

Inviato 02 aprile 2013 - 20:15

c'è anche un quartetto di soli contrabbassi fatto dal grande Gunther Schuller
http://www.youtube.c...h?v=BUDmamZtUw0
  • 0

#35 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22954 Messaggi:

Inviato 20 aprile 2013 - 10:08

La NEOS mi ha fatto buttare in wishlist un altro possibile gioiello.

Le Phénix - Solo Double Bass in Baroque and Contemporary Music (2013)

Immagine inserita

Antonio Vivaldi (1678–1741)
Sonata for Violoncello and Basso continuo in e minor No. 5, RV 40 (ca. 1726) 11:52
Transcription for double bass and basso continuo by Christine Hoock
[01] Largo 03:23
[02] Allegro 03:37
[03] Largo 02:52
[04] Allegro 02:00
Christine Hoock, double bass
Continuo: Florian Birsak, harpsichord / Thomas Martin, double bass

Philip Glass (*1937)
[05] Façades for two flutes or two saxophones and string ensemble (1981) 07:36
Transcription for four double basses, harpsichord and piano by Christine Hoock
Christine Hoock / Thomas Martin / Thomas Jauch / Stephan Bauer, double bass
Florian Birsak, harpsichord
Barbara Nussbaum, piano

Johann Sebastian Bach (1685–1750)
Sonata No. 2 in D major for Viola da Gamba and Harpsichord BWV 1028 (ca. 1720) 14:24
Transcription for double bass and harpsichord by Christine Hoock & Florian Birsak
[06] Adagio 01:47
[07] Allegro 03:43
[08] Andante 04:37
[09] Allegro 04:17
Christine Hoock, double bass
Florian Birsak, harpsichord

Arvo Pärt (*1935)
[10] Spiegel im Spiegel for violin and piano (1978) 07:45
Transcription for double bass and piano by Arvo Pärt
Christine Hoock, double bass
Barbara Nussbaum, piano

Michel Corrette (1707–1795)
Le Phénix Concerto in D major for four bass viols and basso continuo (ca. 1734) 09:57
Transcription in A major for four double basses and basso continuo by Christine Hoock
[11] Allegro 02:57
[12] Adagio 03:12
[13] Allegro 03:48
Christine Hoock / Thomas Martin / Thomas Jauch / Stephan Bauer, double bass
Florian Birsak, harpsichord
Julien-François Zbinden (*1917)
[14] Hommage à J. S. Bach op. 44 for solo double bass (1969) 06:07
Christine Hoock, double bass

Georg Friedrich Händel (1685–1759)
Trio Sonata in g minor for Two Violins and Basso continuo op. 2 No. 8, HWV 393 (ca. 1720) 11:26
Transcription in e minor for two double basses and basso continuo
[15] Andante 03:42
[16] Allegro 02:28
[17] Largo 02:32
[18] Allegro 02:44
Thomas Martin / Christine Hoock, double bass
Continuo: Florian Birsak, harpsichord / Thomas Jauch, double bass

total time 68:33

:sbav: :sbav: :sbav:
  • 2

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#36 nickn

nickn

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 495 Messaggi:

Inviato 20 aprile 2013 - 11:50

La NEOS mi ha fatto buttare in wishlist un altro possibile gioiello.

Le Phénix - Solo Double Bass in Baroque and Contemporary Music (2013)


questo me lo segno pure io va'
  • 0

#37 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22954 Messaggi:

Inviato 29 aprile 2013 - 21:36

Me lo sono appena comprato. Quando mi arriva vi faccio sapere e magari ve lo rippo pure. :shifty:
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#38 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11732 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2013 - 09:30

paloz Sound of a bass di Francois Rabbath lo conosci? E' considerato un disco storico per l'uso del contrabbasso, a me non fa impazzire come ad altri (sul web trovi recensioni mirabolanti) però è di sicuro un album molto originale e interessante se ti sei fissato con lo strumento. Alcuni lo considerano un disco jazz ma direi che il jazz c'entra relativamente.
  • 1

#39 nickn

nickn

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 495 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2013 - 09:38

Io ne ho sentito parlare in giro ma non l'ho ancora sentito (solo un paio di pezzi su youtube)
  • 0

#40 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22954 Messaggi:

Inviato 09 maggio 2013 - 09:46

paloz Sound of a bass di Francois Rabbath lo conosci? E' considerato un disco storico per l'uso del contrabbasso, a me non fa impazzire come ad altri (sul web trovi recensioni mirabolanti) però è di sicuro un album molto originale e interessante se ti sei fissato con lo strumento. Alcuni lo considerano un disco jazz ma direi che il jazz c'entra relativamente.


Grazie della segnalazione, era da un po' che volevo chiedere di qualche disco jazz sul tema. (Ne vidi uno tempo fa ma non sapevo chi fosse)

-Nessuno-, ho visto che stai recuperando Scelsi, per te c'è un volume dell'edizione Mode:
Vol. 7 - The Works for Double Bass [Robert Black]

Immagine inserita

che contiene vari originali e trascrizioni per contrabbasso di altri pezzi di Scelsi.
  • 1

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq