Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Sugli Iron Maiden


  • Please log in to reply
86 replies to this topic

#41 John Trent

John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1358 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 29 agosto 2015 - 12:34

Lo sto ascoltando. Sono a 1' e 30" del primo brano e ancora non c'è l'ombra di una chitarra. Tutto Synth e percussioni e la voce di Dickinson talmente mixata da sembrare ottima. Già tutto meglio dell'orribile singolo.

Ok sono arrivate le chitarre: dai è il solito album maiden da 12 anni a questa parte. A chi piace il gruppo (a me piace un sacco) risulterà gradevole, certo 92 minuti... Sono pazzi?

Edit: ho skippato (scusate l'orrendo termine) per sentire le varie intro, l'ultimo brano (quello da 18 minuti) inizia con pianoforte e orchestra (direi vera)! Ci sono ancora delle prime volte anche per i maiden!

Edit 2: non vorrei crearvi improbabili aspettative ma il primo brano "If eternity should fail" è molto bello.
  • 0

#42 AshesOnTheWater

AshesOnTheWater

    "But now I only smile..."

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1295 Messaggi:
  • LocationMacerata

Inviato 01 settembre 2015 - 12:00

Lo sto ascoltando. Sono a 1' e 30" del primo brano e ancora non c'è l'ombra di una chitarra. Tutto Synth e percussioni e la voce di Dickinson talmente mixata da sembrare ottima. Già tutto meglio dell'orribile singolo.

Ok sono arrivate le chitarre: dai è il solito album maiden da 12 anni a questa parte. A chi piace il gruppo (a me piace un sacco) risulterà gradevole, certo 92 minuti... Sono pazzi?

Edit: ho skippato (scusate l'orrendo termine) per sentire le varie intro, l'ultimo brano (quello da 18 minuti) inizia con pianoforte e orchestra (direi vera)! Ci sono ancora delle prime volte anche per i maiden!

Edit 2: non vorrei crearvi improbabili aspettative ma il primo brano "If eternity should fail" è molto bello.

 

Devo ancora assimilarlo, troppi pochi ascolti ancora, ma sostanzialmente mi trovo d'accordo. Ci sono tanti synth, vero, secondo me si avvicina molto a certe sonorità di "Somewhere in Time" (al di là di "Shadows In The Valley", uno spudorato mix tra "Wasted Years" e "Alexander The Great", oltre ai richiami a "The Fallen Angel").

 

Vediamo se hanno saputo mantenere la misura nel partorire questo mostro da 92 minuti, il rischio principale è quello di tirar fuori una brodaglia informe (come del resto erano i precedenti due album).

 

Comunque, per ora tra i pro posso già annotare un'ottima produzione e diversi brani già apprezzabili dai primi ascolti ("If Eternity Should Fail", "The Red And The Black", "Tears Of A Clown" e per me anche il singolo non è malaccio, come già detto).

L'ultimo brano mi sembra, comprensiblimente, affine ai lavori solisti di Bruce, ma non mi sbilancio sulla qualità.

 

Comunque sì, grosso modo è il solito album maideniano, vediamo se si tratta di un buon disco di mestiere. Mi sembra comunque già di un livello superiore a certe brutture insensate post-2000.


  • 0

#43 BlackiceLORDofSILENCE

BlackiceLORDofSILENCE

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3036 Messaggi:

Inviato 03 settembre 2015 - 09:34

Non ho letto tutta la conversazione ma solo qualcosa della prima pagina.

1) anche io sono molto legato a Bruce Dickinson. Personalmente avrei messo come pietra miliare Killers, perché prosegue il discorso del primo album (produzione, grezzume ecc.) ma l'ho sempre trovato più "easy listening"... ma magari son considerazioni personali.

2) anche io ho sempre preferito Bruce Dickinson a Paul di Anno e anche io farei una pietra a The Number of the Beast per le motivazioni date.

E' vero che hanno creato dei veri e propri stilemi e un modo di suonare praticamente unico che solo loro sono stati in grado di ripetere (il modo di fare i riff, i crescendo, le modulazioni degli assoli, gli stop e le riprese ecc...). E' anche vero che nella loro limitatezza (ma stiamo pur sempre parlando di heavy metal e non di progressive) hanno saputo sperimentare alla grande, sempre tenendo conto della produzione e del messaggio. Per esempio la lunga suite di The Rime of the Ancient Mariner. Ottima la segnalazione dei synth in Somewhere in Time, disco che ho sempre cagato poco; mentre metterei una stellina accanto a Seventh Son of a Seventh Son, album abbastanza progressivo, con un utilizzo delle scale e delle melodie decisamente diverso dagli altri album e con un tono malinconico unico.

Stellina anche accanto a Fear of the Dark, album che nel contesto musicale rock-heavy mondiale partiva svantaggiatissimo a causa di tutto il calderone grunge/noise oppure industrial-metal, crossover ecc. Eppure in quell'album ci sono dei cavalli di battaglia incredibili. Un ritorno al passato in grande stile.


  • 0
<a href="http://rateyourmusic...ofSILENCE"><img border=0 src="http://rateyourmusic...DofSILENCE.png" width=250 height=72></a>

http://rateyourmusic...ceLORDofSILENCE
http://www.anobii.com/people/moro/
http://www.lastfm.it...r/BlackiceLORD/

la mamma dei sottogeneri del metal è sempre incinta

Che poi Hitler è un personaggio così black metal... esteticamente impossibile non restarne colpiti. Stalin è più death-grindcore. Mussolini garage-punk, Mao invece è doom.


#44 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9602 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 05 febbraio 2017 - 18:13

La pietra di Iron Maiden è quella più giusta secondo me.
La penso diversamente, preferendo decisamente Di Anno a Dickinson, sarà che non sono un fan dei Maiden, ma dopo the number of the beast non hanno fatto altro che ripetere lo stesso canovaccio per decine e decine di dischi, con il risultato che chi li ama ha continuato giustamente ad amarli (per la coerenza) chi non li adora (come me) invece ritengono che dopo the number gran parte della discografia dei Maiden sia inutile.


Caspita, non conosco ne vergogna ne coerenza (o magari era un esperimento sociale): sto riascoltando dopo 20 anni circa alcuni dischi dei maiden e sto godendo. Mi sto soffermando in particolar modo su seventh son of a seventh son che di tutti quelli usciti dopo il già citato the number era sicuramente quello che mi piaceva di più, già allora. Lo avevo completamente dimenticato, dato per scontato per chissà quale ragione.

Se non ricordo male fu il loro disco più melodico e progressivo, e con i dischi precedenti non c'entra una mazza, quindi mi smentisco clamorosamente ashd

 


  • 1
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


#45 insulina

insulina

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 634 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2017 - 22:55

Non credo sia incoerenza, è che i gusti col tempo possono cambiare, e per fortuna, altrimenti rimarremmo sempre uguali a noi stessi e forse sarebbe un po' inquietante; comunque per fare un esempio un po' di sere fa ho visto il film “Hesher è stato qui” e mi è venuta voglia di riascoltare kill 'em all dei Metallica e l'ho rivalutato molto, cioè, mi piaceva anche allora, ma adesso di più. Tra l'altro mi sei venuto in mente, mi sembra che eri tu che dicevi che è il tuo preferito della loro discografia.

 

Per tornare più o meno in topic magari tra qualche anno mi piacerà molto la voce di B. Dickinson, non si può mai dire


  • 1

#46 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9602 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 febbraio 2017 - 23:36

Visto anche io quel film, un sorprendente Joseph Gordon Levitt fan dei metallica della prima ora
E si, sarà sempre il mio preferito kill 'em all (ma non sono il solo a dirlo).

Per quanto riguarda Dickinson forse qui sul forum lo si tratta in maniera un po' assurda, c'è quasi un plebiscito a favore di Di Anno (me compreso) mentre per i fan dei maiden il discorso è capovolto.

d'altronde siamo sul forum di ondarock...
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


#47 Gonzo

Gonzo

    Twenty-Three Lubed Up Schizophrenics With Delusions of Grandeur

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 938 Messaggi:

Inviato 06 febbraio 2017 - 23:50

mentre per i fan dei maiden il discorso è capovolto.
 

 

Perchè, al di là, delle abilità vocali o delle preferenze personali, è nei dischi con Dickinson che gli Iron Maiden diventano gli Iron Maiden.

Pensate se la loro carriera si fosse fermata a i primi due album. Sarebbero né più né meno degli Angel Witch, un gran gruppo, forse meglio degli altri, ma tutto sommato minore.

 

E' da Number of the Beast in poi che i Maiden definiscono il canovaccio che poi bene o male seguiranno per i trent'anni successivi, con quelle cavalcate epiche e testi pieni di riferimenti letterari che senza l'estensione di Dickinson sarebbero stati sicuramente meno efficaci. Ed a quei Maiden che il fan medio è legato, a quelli di The Trooper, non a  quelli stradaioli di Prowler


  • 2

the best ever death metal band out of Denton
never settled on a name.
but the top three contenders, after weeks of debate,
were Satan's Fingers, and the Killers, and the Hospital Bombers.


#48 Gonzo

Gonzo

    Twenty-Three Lubed Up Schizophrenics With Delusions of Grandeur

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 938 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 00:15

Onestamente non ho capito che intendi  asd , ma con Dickinson (pur non avendo egli scritto mai nulla) la band cambia proprio feeling. Ma ce lo vedi Di Anno a cantare RIme of The Ancient Mariner, 14 minuti 14 di adattamento di un poema dell' Ottocento? Paul l'avrebbe preso a calci a Steve Harris.

 

Ma pure i Metallica mica hanno avuto il successo che hanno avuto grazie ad Anesthesia, semmai per HIt the Lights, Seek & Destroy giusto per rimanere nello stesso disco.


  • 0

the best ever death metal band out of Denton
never settled on a name.
but the top three contenders, after weeks of debate,
were Satan's Fingers, and the Killers, and the Hospital Bombers.


#49 Kerzhakov91

Kerzhakov91

    X Offender

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4302 Messaggi:
  • LocationAnarene, Texas

Inviato 07 febbraio 2017 - 00:26

Si potrebbe fare un parallelo tra gli Iron Maiden dei primi due album (quelli che preferisco, pur amando comunque la loro produzione fino al mitico Live After Death) e i Pink Floyd di Barrett. Così come i PF barrettiani, con buona pace degli Scanzie di turno, furono la band simbolo della psichedelia inglese, i Maiden con Di Anno cantante furono il gruppo principale dell'ondata della NWOBHM, quindi minori una cippa! (Per il resto, concordo con il tuo discorso: gli Iron Maiden classici, quelli più riconoscibili, diventati icone del metal, sono quelli con Dickinson alla voce).


  • 0
It's like I'm having the most beautiful dream and the most terrible nightmare all at once

Бил, бью и буду бить / Умом Россию не понять, в Россию можно только верить

OR

#50 Gonzo

Gonzo

    Twenty-Three Lubed Up Schizophrenics With Delusions of Grandeur

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 938 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 00:44

 i Maiden con Di Anno cantante furono il gruppo principale dell'ondata della NWOBHM, quindi minori una cippa!

 

Vabe, ma è difficile immaginare che oggi come oggi senza i successi con Dickinson avrebbero mantenuto la rilevanza che hanno (purtroppo) ancora oggi. E per continuare il parallelismo con i PF, conosco fan sfegatati che sanno chi è Syd,giusto grazie a Shine on blabla  asd , i metallari sono più autistici e quindi conoscono pure i dischi con Di Anno.

 

 

 

Onestamente non ho capito che intendi  asd , ma con Dickinson (pur non avendo egli scritto mai nulla) la band cambia proprio feeling. Ma ce lo vedi Di Anno a cantare RIme of The Ancient Mariner, 14 minuti 14 di adattamento di un poema dell' Ottocento? Paul l'avrebbe preso a calci a Steve Harris.

 

Ma pure i Metallica mica hanno avuto il successo che hanno avuto grazie ad Anesthesia, semmai per HIt the Lights, Seek & Destroy giusto per rimanere nello stesso disco.

 

puoi prendere pure Hit The Lights

https://www.youtube....h?v=6SEKKcKtMkI

non cambia la solfa

 

sono band con un potenziale economico mostruoso e un pubblico adatto a quel tipo di mito, per questo hanno grosse possibilità di mettere in piedi un "canovaccio", come lo chiami, poi non per forza è negativo eh

 

 

Ma semmai il contrario, avrebbero la possibilità di cambiare (ed infatti i Metallica l'hanno fatto), ma quasi mai lo fanno. La reatà è che quello che voglio dire. Un sacco di band coeve ai Metallica e gli Iron Maiden oggi non se le ricorda più nessuno, il mito, la sicurezza come dici tu si è costruita con il tempo, mica immediatamente solo perché fanno Metal, altrimenti oggi staremmo parlando dei Cloven Hoof (grandissimi) come dei Maiden o dei Metallica.


  • 1

the best ever death metal band out of Denton
never settled on a name.
but the top three contenders, after weeks of debate,
were Satan's Fingers, and the Killers, and the Hospital Bombers.


#51 Gonzo

Gonzo

    Twenty-Three Lubed Up Schizophrenics With Delusions of Grandeur

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 938 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 01:25

Si ma guarda sono d'accordo che i metallari siano proprio un tipo diverso di fan a livello di dedizione, anzi direi che è l'unico genere che produce "nomi grossi" anche da paesi che il resto del mondo musicale ignora. Il fatto è che non basta, l'hai detto anche tu ci vuole la band giusta, e nel bene o nel male, I Maiden la band giusta lo sono diventati con Dickinson. 

 

Sul discorso stradaiolo o meno, è chiaro che non èera un gruppo punk, il metal non ha mai veramente rotto con la tradizione rock a cui il punk a dichiarato guerra, ed alla fine è sempre Steve Harris che ha scritto i pezzi del primo disco come dei successivi, ma l' "afflato" se mi passi il termine è diverso, più secco, meno arioso, magari anche un pò più incazzato di quello che è venuto dopo.

 

Poi i membri dei Maiden erano working class vera e propria mica come quei borghesotti dei Buzzcocks che giocavano a fare i vandali stupidi (ed infatti poi Devoto si è scocciato ed ha iniziato a fare l'intellettuale).


  • 0

the best ever death metal band out of Denton
never settled on a name.
but the top three contenders, after weeks of debate,
were Satan's Fingers, and the Killers, and the Hospital Bombers.


#52 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81078 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 06:19

gonzo ho cancellato tutto, oggi pomeriggio rielaboro e riscrivo meglio rapportandomi ai tuoi post che altrimenti sembrano fantasmi asd

 

era troppo confusionario anche per me asd è quello che penso ma non si capiva una mazza  


  • 0

#53 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7118 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 13:40

a pochi metri da dove abito c'e' il pub dove di anno si e' unito alla band. adesso e' una roccaforte hipster (infatti ci vado pure io).

ma un giorno i metallari riavranno cio' che gli spetta, le birre a due soldi e gli chef de sta michia fuori dai bollocks. i want to believe.

 

gli iron non riesco mai a sorbirmeli da cima a fondo negli album in studio, anche se hanno una caterva di pezzoni. voto live after death, avevo colorato di giallo le due cassettine e la scritta/logo IRON MAIDEN sul lato era perfetta, ma anche i titoli delle canzoni erano scritti divinamente, modestamente parlando. sarei dovuto diventare un writer. belli anche tutti i dettaglini che metteva riggs sulle copertine.


  • 0

#54 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81078 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 13:46

gonzo ho cancellato tutto, oggi pomeriggio rielaboro e riscrivo meglio rapportandomi ai tuoi post che altrimenti sembrano fantasmi asd
 
era troppo confusionario anche per me asd è quello che penso ma non si capiva una mazza


non ho + voglia di scrivere niente, dovevo cogliere l'attimo e lasciare quel pastrocchio
  • 1

#55 Gonzo

Gonzo

    Twenty-Three Lubed Up Schizophrenics With Delusions of Grandeur

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 938 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 15:29

Ahahah non ti preoccupare  asd .


  • 0

the best ever death metal band out of Denton
never settled on a name.
but the top three contenders, after weeks of debate,
were Satan's Fingers, and the Killers, and the Hospital Bombers.


#56 Bara dei pupi

Bara dei pupi

    Pietra MIliare

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 81078 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 16:09

Ahahah non ti preoccupare  asd .


vabbeh ma non per te che hai letto e, nel casino, hai interpretato +o- bene il mio discorso

per gli altri asd che vedono i tuoi post, dei fantasmi
  • 0

#57 Matthew30

Matthew30

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3142 Messaggi:

Inviato 07 febbraio 2017 - 23:05

Siamo d'accordo nel definire tutti (o per lo meno la maggior parte di chi scrive  asd ) Adrian Smith quale uragano di idee e di melodie che più di ogni altro ha affiancato il cuore pulsante Harris?


  • 0

#58 Il Cappellaio Matto

Il Cappellaio Matto

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 575 Messaggi:

Inviato 08 febbraio 2017 - 18:26

 

La pietra di Iron Maiden è quella più giusta secondo me.
La penso diversamente, preferendo decisamente Di Anno a Dickinson, sarà che non sono un fan dei Maiden, ma dopo the number of the beast non hanno fatto altro che ripetere lo stesso canovaccio per decine e decine di dischi, con il risultato che chi li ama ha continuato giustamente ad amarli (per la coerenza) chi non li adora (come me) invece ritengono che dopo the number gran parte della discografia dei Maiden sia inutile.


Caspita, non conosco ne vergogna ne coerenza (o magari era un esperimento sociale): sto riascoltando dopo 20 anni circa alcuni dischi dei maiden e sto godendo. Mi sto soffermando in particolar modo su seventh son of a seventh son che di tutti quelli usciti dopo il già citato the number era sicuramente quello che mi piaceva di più, già allora. Lo avevo completamente dimenticato, dato per scontato per chissà quale ragione.

Se non ricordo male fu il loro disco più melodico e progressivo, e con i dischi precedenti non c'entra una mazza, quindi mi smentisco clamorosamente ashd

 

 

 

Non ho seguito i Maiden degli anni 2000, ma da quel che leggevo si erano riavvicinati proprio al periodo "Seventh Son".

Il cambiamento avvenne però già nel precedente "Somewhere In Time".


  • 0

#59 Matthew30

Matthew30

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3142 Messaggi:

Inviato 08 febbraio 2017 - 19:57

Somewhere In Time è diversissimo rispetto a Powerslave, tanto nelle tematiche (testi di ispirazione dickiana, come dimostra pure la cover del CD) quanto nell'uso dei sintetizzatori che verranno sublimati in SSOASS. 

 

E' anche il CD in cui Adrian Smith la fa da assoluto protagonista, dato che ha scritto la metà delle canzoni presenti. Non vorrei dire una tavanata, ma mi pareva di aver letto che Dickinson lo considerava il CD che meno gli piaceva, tra i lavori "storici" della band.


  • 0

#60 TonyLG

TonyLG

    Groupie

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStelletta
  • 129 Messaggi:

Inviato 13 febbraio 2017 - 11:56

Pur da maideniano di ferro, voto Di Anno. Perchè è inutile: quell'epica da strada resta qualcosa di magico ed inimitabile.

Ciò premesso, "The Number of the Beast" è un'altra pietra miliare del rock tout court- gli altri dischi, almeno fino a "Seventh son", sono pietre miliari "solo" dell'heavy metal. Per motivi anagrafici, sono molto affezionato anche a "Fear of the Dark".

 

Per quanto riguarda i Metallica, a mio avviso il loro capolavoro è "Ride the Lightling". "Master of Puppets" mostra già segnali di quel trombonismo che renderà "...And Justice for all" una palla allo scroto.


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq