Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Sugli Iron Maiden


  • Please log in to reply
86 replies to this topic

#1 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3121 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 06 gennaio 2013 - 08:32

Salve, volevo chiedere come mai sugli Iron maiden è presente una sola pietra miliare, peraltro degnissima come il loro primo album? Penso che l'album che racchiuda meglio il loro stile sia The number of the beast, per tanti motivi:
1- E' il primo album con Bruce Dickinson ( decisamente meglio di Paul Di Anno)
2- Vi è a mio avviso la formazione migliore (personalmente Clive Burr lo preferisco a Nicko Mc Brain)
3- Si discosta molto dai due (ottimi) dischi precedenti che avevano un sound molto piu' grezzo
4- Ha dato il via a tutto quel filone speed, power, epic venuto di li a breve che ha dato alla luce gruppi altrettanto importanti come Helloween, Manowar, Stratovarius, Hammerfall, Blind Guardian etc, etc,

Grazie
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#2 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:
  • LocationPadova

Inviato 06 gennaio 2013 - 09:20

Io più che altro alzerei il numero di dischi consigliati, perché fino a Seventh Son of a Seventh Son compreso (escludendo Somewhere in Time) sono tutti dischi di alto livello.
  • 2

Statisticamente parlando, non lo so.


#3 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3121 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 06 gennaio 2013 - 09:27

Concordo, pero' The number... lo ritengo fondamentale per la nascita di un genere, gli altri sono piu o meno sulla stessa falsariga, citerei anche piece of mind che penso sia l'album del loro assestamento
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#4 stalker

stalker

    93

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3346 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2013 - 10:31

4- Ha dato il via a tutto quel filone speed, power, epic venuto di li a breve che ha dato alla luce gruppi altrettanto importanti come Helloween, Manowar, Stratovarius, Hammerfall, Blind Guardian etc, etc,


oddio questo è più un difetto che un pregio asd
  • 3

#5 Gonzo

Gonzo

    Twenty-Three Lubed Up Schizophrenics With Delusions of Grandeur

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 928 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2013 - 10:32

E non è neanche poi così vero asd.
  • 0

the best ever death metal band out of Denton
never settled on a name.
but the top three contenders, after weeks of debate,
were Satan's Fingers, and the Killers, and the Hospital Bombers.


#6 Guest_Hex_*

Guest_Hex_*
  • Guests

Inviato 06 gennaio 2013 - 10:41

Se si tratta semplicemente di proporre la "miliarizzazione" del disco, c'è già il thread in cui discuterne ed è questo. Sul resto, boh, nulla che non sia già stato detto nella monografia pur con le (legittime) critiche dell'autore.

#7 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3121 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 06 gennaio 2013 - 13:25


4- Ha dato il via a tutto quel filone speed, power, epic venuto di li a breve che ha dato alla luce gruppi altrettanto importanti come Helloween, Manowar, Stratovarius, Hammerfall, Blind Guardian etc, etc,


oddio questo è più un difetto che un pregio asd


Beh si in effetti, ti do ragione, troppi gruppi sono usciti, specie negli anni 90 e tutti uguali!!!!
  • 0

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#8 totem

totem

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2698 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2013 - 14:51

Io più che altro alzerei il numero di dischi consigliati, perché fino a Seventh Son of a Seventh Son compreso (escludendo Somewhere in Time) sono tutti dischi di alto livello.

Concordo, con questa piccola correzione però ;D

Mi sa che dobbiamo essere già grati che esista almeno una pietra degli Iron, probabilmente una seconda non sarebbe accolta bene, visto che sono molti i gruppi (di ogni genere) che magari non ne hanno neanche una pur essendo meritevoli.
Qua su ondarock se non sbaglio ci sono molte persone che preferiscono fortemente Di'Anno, la scelta del primo disco forse accontenta un po' tutti.
  • 0

#9 Psychonaut

Psychonaut

    Psiconauta

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 334 Messaggi:
  • LocationPapua Nuova Guinea

Inviato 06 gennaio 2013 - 15:59

a me i loro dischi non entusiasmano, sono di quei gruppi che second ome han più indovinato una (vasta) serie di canzoni, ma mai un album capolavoro...un greatest hits, per esempio, sarebbe immenso!
  • 0

#10 Giovanni Drogo

Giovanni Drogo

    Non lo so

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6779 Messaggi:
  • LocationPadova

Inviato 06 gennaio 2013 - 16:06

La penso come te, anche perché dal punto di vista compositivo diciamo che avevano un range espressivo abbastanza limitato, quindi sulla durata di un disco finiscono per stancare (anche in una raccolta dei migliori pezzi secondo me), però appunto all'interno della formula da loro creata sono riusciti a fare un numero impressionante di canzoni molto belle.
Riascoltandoli dopo molto tempo e con un po' di esperienza in più devo dire che la sezione ritmica di Harris e Mc Brain nei dischi degli anni '80 è abbastanza ruspante, suonano davvero sporchi (ed anche le chitarre), quindi il loro approccio power mi risulta molto meno indigesto rispetto a quello dei gruppi del panorama metal che seguiranno.
  • 1

Statisticamente parlando, non lo so.


#11 Cliff

Cliff

    utente con la pattumiera nel cuore

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9513 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 06 gennaio 2013 - 16:20

La pietra di Iron Maiden è quella più giusta secondo me.
La penso diversamente, preferendo decisamente Di Anno a Dickinson, sarà che non sono un fan dei Maiden, ma dopo the number of the beast non hanno fatto altro che ripetere lo stesso canovaccio per decine e decine di dischi, con il risultato che chi li ama ha continuato giustamente ad amarli (per la coerenza) chi non li adora (come me) invece ritengono che dopo the number gran parte della discografia dei Maiden sia inutile.
  • 0
Ha detto bene il presidente del coni, che il mondo dei dilettanti...chapeau. On duà parler français monsieur, mettenan nous parlon français, tout suit, ma la question n’est parer, n’est pas, comme ça [Carlo Tavecchio]

Caro Sig.'Cliff' di Roma le confesso che non capito..


#12 AshesOnTheWater

AshesOnTheWater

    "But now I only smile..."

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1231 Messaggi:
  • LocationMacerata

Inviato 06 gennaio 2013 - 16:37

La pietra di Iron Maiden è quella più giusta secondo me.
La penso diversamente, preferendo decisamente Di Anno a Dickinson, sarà che non sono un fan dei Maiden, ma dopo the number of the beast non hanno fatto altro che ripetere lo stesso canovaccio per decine e decine di dischi, con il risultato che chi li ama ha continuato giustamente ad amarli (per la coerenza) chi non li adora (come me) invece ritengono che dopo the number gran parte della discografia dei Maiden sia inutile.


Insomma, non sono d'accordissimo, con Somewhere In Time fecero un interessantissimo lavoro con synth e chitarre effettate. Convengo con te che certe formule si sono ripetute spesso come un cliché collaudato, ma una graduale evoluzione del loro sound l'hanno portata avanti per ancora un po' di tempo dopo "The Number of the Beast".
Provarono nuovamente a modificare il loro sound con i vari "X Factor" e "Dance of Death" ma con risultati a mio parere davvero insufficienti. Non parliamo poi di quell'aborto che fu "No Prayer for the Dying", un disco terribile uscito a tradimento dolo il loro ultimo disco memorabile.

Ormai sono una macchina da soldi da anni, anche se mi dispiace non essermeli mai visti una volta dal vivo. In fondo sono pur sempre la mia adolescenza...
Per me sono una band fondamentale fino al 1988, poi potevano anche cambiar nome, così non avrebbero macchiato il loro rispettabile passato.

Anche se sono un forte sostenitore del periodi con Di 'Anno, e concordo con la pietra assegnata, a mio parere meriterebbero senz'altro un'altra pietra miliare con "The Number of the Beast", se non altro perché è IL disco "classic metal", copiato da chiunque per tutti gli anni a venire. (esattamente il profilo di un disco da pietra miliare).
  • 1

#13 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3121 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 06 gennaio 2013 - 18:45


La pietra di Iron Maiden è quella più giusta secondo me.
La penso diversamente, preferendo decisamente Di Anno a Dickinson, sarà che non sono un fan dei Maiden, ma dopo the number of the beast non hanno fatto altro che ripetere lo stesso canovaccio per decine e decine di dischi, con il risultato che chi li ama ha continuato giustamente ad amarli (per la coerenza) chi non li adora (come me) invece ritengono che dopo the number gran parte della discografia dei Maiden sia inutile.


Insomma, non sono d'accordissimo, con Somewhere In Time fecero un interessantissimo lavoro con synth e chitarre effettate. Convengo con te che certe formule si sono ripetute spesso come un cliché collaudato, ma una graduale evoluzione del loro sound l'hanno portata avanti per ancora un po' di tempo dopo "The Number of the Beast".
Provarono nuovamente a modificare il loro sound con i vari "X Factor" e "Dance of Death" ma con risultati a mio parere davvero insufficienti. Non parliamo poi di quell'aborto che fu "No Prayer for the Dying", un disco terribile uscito a tradimento dolo il loro ultimo disco memorabile.

Ormai sono una macchina da soldi da anni, anche se mi dispiace non essermeli mai visti una volta dal vivo. In fondo sono pur sempre la mia adolescenza...
Per me sono una band fondamentale fino al 1988, poi potevano anche cambiar nome, così non avrebbero macchiato il loro rispettabile passato.

Anche se sono un forte sostenitore del periodi con Di 'Anno, e concordo con la pietra assegnata, a mio parere meriterebbero senz'altro un'altra pietra miliare con "The Number of the Beast", se non altro perché è IL disco "classic metal", copiato da chiunque per tutti gli anni a venire. (esattamente il profilo di un disco da pietra miliare).



Hai sintetizzato esattamente quello che volevo dire!
  • 1

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#14 TonyLG

TonyLG

    Groupie

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStelletta
  • 129 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2013 - 19:22

Concordo che i Maiden meritino un'altra pietra! Ma Dickinson, per quanto sia un grande, puppa la fava a Paul!
  • 0

#15 Guest_Alakaj_*

Guest_Alakaj_*
  • Guests

Inviato 07 gennaio 2013 - 11:10

1- E' il primo album con Bruce Dickinson ( decisamente meglio di Paul Di Anno)


ma proprio no :firuli:

#16 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3121 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 07 gennaio 2013 - 17:37

Penso che Di Anno sia un buon cantante, secondo me aveva un'attitudine piu' punk se vogliamo, andava bene per i primi 2 album che erano piu grezzi e immediati, ma quando poi si decise di fare il salto di qualita , ci voleva ben altro!!! Non ce lo vedo molto Di Anno negli album seguenti dei Maiden! Poi ovviamente, de gustibus.
  • 1

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#17 Guest_Alakaj_*

Guest_Alakaj_*
  • Guests

Inviato 07 gennaio 2013 - 17:41

Penso che Di Anno sia un buon cantante, secondo me aveva un'attitudine piu' punk se vogliamo, andava bene per i primi 2 album che erano piu grezzi e immediati, ma quando poi si decise di fare il salto di qualita , ci voleva ben altro!!! Non ce lo vedo molto Di Anno negli album seguenti dei Maiden! Poi ovviamente, de gustibus.


ma infatti per me gli album successivi ai primi due sono tremendi, a livello musicale arzigogolati e ripetitivi... poi io sono tra quelli che non reggono la voce di Bruce Dickinson per più di 5 minuti.

#18 AshesOnTheWater

AshesOnTheWater

    "But now I only smile..."

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1231 Messaggi:
  • LocationMacerata

Inviato 07 gennaio 2013 - 18:28

Penso che Di Anno sia un buon cantante, secondo me aveva un'attitudine piu' punk se vogliamo, andava bene per i primi 2 album che erano piu grezzi e immediati, ma quando poi si decise di fare il salto di qualita , ci voleva ben altro!!! Non ce lo vedo molto Di Anno negli album seguenti dei Maiden! Poi ovviamente, de gustibus.


Sono d'accordo che Di Anno sarebbe morto su una Hallowed by the Name, ma penso anche al contrario: Dickinson é tecnicamente più dotato, ma non potrà mai esprimere la cattiveria di Maiden Japan
  • 0

#19 maladiez

maladiez

    Barilete cosmico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3121 Messaggi:
  • LocationMagna Grecia

Inviato 07 gennaio 2013 - 18:46

Anch'io penso che gli album successivi a the number... sono ripetitivi, ma the number... è stato il fattore scatenante che avrebbe condizionato il genere heavy ed anche il loro sound e quello di tanti gruppi.E' chiaro che se non ti piace in partenza la voce di Dickinson, quello è un altro discorso, per me rappresenta il prototipo del cantante metal per eccellenza, anche se ci aggiungo a pari merito pure Rob Halford dei Judas Priest.
  • 1

"Chi vuol brillare, si metta in ombra"

 

 

Alice: "Quanto tempo è per sempre?"

Bianconiglio: " A volte solo un secondo"


#20 AshesOnTheWater

AshesOnTheWater

    "But now I only smile..."

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1231 Messaggi:
  • LocationMacerata

Inviato 07 gennaio 2013 - 22:05

.E' chiaro che se non ti piace in partenza la voce di Dickinson, quello è un altro discorso, per me rappresenta il prototipo del cantante metal per eccellenza, anche se ci aggiungo a pari merito pure Rob Halford dei Judas Priest.


Dai, uno spazietto per il povero Dio lo troviamo, no? :)

Comunque Dickinson, in quello che faceva, era un idolo assoluto. E lo dico da fan di Paul Di Anno.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq