Vai al contenuto


Foto
* * * * * 5 Voti

Baroque Pop & Sunshine Pop


  • Please log in to reply
111 replies to this topic

#1 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18620 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 11 gennaio 2012 - 10:33

Strano, pare non esserci alcun thread esplicitamente dedicato a questi generi. Eppure mi pare diversi utenti li apprezzino e ne sappiano parecchio.
Cerco di scrivere un post introduttivo - non sono un grande esperto, ma spero che chi è più ferrato di me vorrà integrare. A me, per intanto, basterebbe qualche classico "listone" orientativo, coi titoli (di pezzi, dischi, compilation) da recuperaere a ogni costo. Mi piacerebbe però ne uscisse una discussione "stabile" sul modello dei vari thread di genere sparsi per il forum.

Immagine inserita

Bon. Baroque pop e sunshine pop sono due generi nati attorno la metà degli anni Sessanta: le caratteristiche comuni sono gli arrangiamenti "ricchi" (fiati, archi, clavicembali, tintinnii vari - spesso non "ammassati" ma ben distinti e in contrappunto), il taglio fortemente melodico, il frequente allontanamento dall'elemento rock-blues, l'affidamento a una forma-canzone fatta di strofa e ritornello tendenzialmente lontana dalla "ballad" folk che andava affermandosi in quegli anni. Spesso si ritrovano armonie vocali variopinte e raffinate, accordi atipici in ambito pop-rock (presi a prestito dalla classica, dal jazz, ma soprattutto dal Music Hall), brani collegati fra loro a costruire "cicli" che possono coprire anche un intero disco.

Da quel che ho capito, le differenze tra i due stili - comunque interconnesse - sono sia di natura geografica che attitudinale. Il Sunshine Pop è uno stile eminentemente americano, "West Coast" (come immaginario quantomeno, visto che non mancano band della costa Est) e orientato a suoni "colorati", sgargianti, ottimisti anche se sempre o quasi sempre venati di malinconia. Tra i nomi ovvi: Beach Boys, The Mamas & The Papas, Turtles... e poi Association, Fifth Dimension, Harpers Bizarre, Free Design, Millennium, Sagittarius.

Immagine inserita

Il pop barocco è invece un territorio più ampio, che include le produzioni sunshine propriamente dette e altre per certi versi simili (gli Zombies di Odissey & Oracle, i brani più rigogliosi dei Beatles periodo Sgt. Pepper's, cose come "Stereoequipe" dell'Equipe 84 ecc), sia la parte più lucida, strettamente pop e sinfonicheggiante del pop psichedelico inglese (dai Procol Harum ai Nice ai Moody Blues, ma anche diverse cose dei Kinks o degli Stones - o dei Bee Gees).
Ma include anche una serie di lavori cantautorali o legati al folk-blues, in cui sono presenti comunque gli arrangiamenti orchestrali "espansi" ma possono venir meno tanto la solarità quanto l'impostazione "canzonettistica". Ecco dunque che vengono inclusi anche cose diparatissime come Nick Drake (periodo "Five Leaves Left"), Van Dyke Parks, Scott Walker, Donovan, Duncan Browne.

Io di dischi ne conosco bene relativamente pochi, ma ho trovato molto utili per orientarmi (nonché ricche di brani strepitosi) alcune compilation:

Immagine inserita

Come to the Sunshine: Soft Pop Nuggets from the WEA Vaults

Immagine inserita

The Get Easy! Sunshine Pop Collection

Immagine inserita

Tea & Symphony: The English Baroque Sound 1967-1974


Avrò scritto un mare di cazzate: correggete :)
E soprattutto: dateci dentro coi sugegrimenti (io ora copincollo un po' di roba sparsa per il forum comunque).
  • 3

#2 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15258 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 10:52

un nome che manca nella lista è sicuramente quello dei left banke
primi due album freschi di ristampa
il primo ha un paio di pezzi mostruosi




  • 2

#3 suche

suche

    Goonie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23116 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:01

THe Move
THe Smoke (uno di loro diventerà tecnico per Boney M!!)
Barclay James Harvest
  • 0

Caro sig. Bernardus...

Scontro tra Titanic


#4 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15258 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:04

e visto che non hai disdegnato i nomi "banali" io ci piazzerei pure donovan
e manfred mann degli inizi

wago, lo sai che percorso stai percorrendo?
prog
a ritroso baroque
a ritroso pop pre-'66
a ritroso canzonette
  • 1

#5 Leif

Leif

    Leif Eriksson

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1026 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:06

Ok, ci siamo, proprio una settimana fa ero alla ricerca di dischi del suddetto genere e non ho trovato nulla su questo forum.
Io rilancio con una delle mie scoperte di questi giorni:

Immagine inserita

Montage - Montage
E' del 1969, è un disco post-Left Banke, nel senso che dopo aver lasciato i Left Banke, Brown diede una mano a questa nuova band, pur non essendone mai stato membro ufficiale (così si dice). Nella montagna di produzioni (per me inaspettate) nel genere, questa si ritaglia un suo posto di riguardo per la qualità della registrazione e della musica scritta (si sente il tocco diciamo).

http://www.youtube.c...h?v=kcSqdYaf1Gw
Non so embeddare.
Ma ce li mettiamo i linkini da qualche parte?
  • 2

#6 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15258 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:10

aneddoto sui left banke che leggevo nella recensione della ristampa di "too"
pare che fossero tipo i monkees, un gruppo "fantoccio" che ci metteva la faccia ma in studio faceva tutto qualcun altro, non ricordo se uno dei membri o suo padre o chi
mi pare d'aver capito che non avessero nemmeno suonato loro nei dischi e poi i live, di conseguenza...
  • 0

#7 Leif

Leif

    Leif Eriksson

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1026 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:10

e visto che non hai disdegnato i nomi "banali" io ci piazzerei pure donovan
e manfred mann degli inizi

wago, lo sai che percorso stai percorrendo?
prog
a ritroso baroque
a ritroso pop pre-'66
a ritroso canzonette


Si, perchè dal sunshine pop, pop barocco, il passo al freakbeat è molto breve, anche perchè molti di quei gruppi che hanno tentato di cimentarsi (tardivamente) col pop barocco, erano dei mascalzoni mod (picadilly line etc...etc..).
Insomma il passo è poi obbligato.
  • 0

#8 slothrop

slothrop

    Enciclopedista

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7408 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:11

Qualche volta ho letto affibbiare l'etichetta baroque pop a Lee Hazlewood e almeno in parte ci sta, anche se la più adatta resta Cowboy Psichedelia.
In fondo anche i Love, specie quelli di Da Capo, sono a loro modo barocchi, e pure solari.
  • 0

#9 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18620 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:24

Grazie a tutti delle risposte, poi leggo bene.
I Montage li ho scaricati giusto ieri sera grazie a un post di The Silent Corner, più tardi vedo di ascoltarli.
  • 0

#10 Leif

Leif

    Leif Eriksson

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1026 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:37

Uno dei migliori dischi di pop barocco è comunque questo (credo che qui dentro in molti lo conoscano):

Immagine inserita
Blossom Toes - We Are Ever So Clean (1967)

Inglese fino al midollo, fa parte di quei dischi che affiancano Sergent Pepper ed Odessey and Oracles. Ma ha una luce tutta sua, beat vaudeville, musichetta da cameretta, tracce acide, scherzi, ballatone, beat, c'è tutto quello che c'è negli altri dischi di pop barocco, ma è uno ed unico, è sicuramente uno dei dischi più originali del filone. Dopo questo debutto i Blossom Toes cambiano drasticamente genere, scoprendo un rock più ruvido.
  • 1

#11 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18620 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:42


e visto che non hai disdegnato i nomi "banali" io ci piazzerei pure donovan
e manfred mann degli inizi

wago, lo sai che percorso stai percorrendo?
prog
a ritroso baroque
a ritroso pop pre-'66
a ritroso canzonette


Si, perchè dal sunshine pop, pop barocco, il passo al freakbeat è molto breve, anche perchè molti di quei gruppi che hanno tentato di cimentarsi (tardivamente) col pop barocco, erano dei mascalzoni mod (picadilly line etc...etc..).
Insomma il passo è poi obbligato.


Scherzi a parte, va da sé che io trovo molto "progressiva" una buona parte delle cose che mi piacciono in questi settori. E a ben vedere spesso il fatto che alcune cose non mi piacciano (le più "sanremensi", o quelle più vicine alla psichedelia propriamente detta) è dovuto al fatto che le trovo "poco prog". Poi per carità, ci sono sempre dischi e pezzi che avrebbero sulla carta tutto il necessario per piacermi, e invece non mi pigliano perché la melodia non mi entra o l'arrangiamento mi stucca ecc.

In ogni caso trovo che una caratterstica interessante delle produzioni che reputo più riuscite sia il suo "contrapporsi" alla psichedelia freak: spesso le si fa rientrare ancora nel "calderone" psichedelico, e legittimamente forse, ma io sento che c'è i brani più compiuti indicano un'altra strada - anche a prescindere dalle intenzioni di fondo, che magari sono del tutto attigue a quelle dei gruppi più "free". Mi sembrano pezzi in cui la "linea" è tutto, il cesello fa la parte del leone e la struttura ha un ruolo essenziale pur venendo spesso tenuta nascosta, non sbandierata: una specie di trasposizione musicale dell'arte liberty e dell'annesso movimento Arts and Crafts. Forse è solo una suggestione indotta dalle copertine, ma in fin dei conti trovo che sia uno dei motivi fondamentali per cui mi interesso a questa musica.
  • 0

#12 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15258 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 11:52


Scherzi a parte, va da sé che io trovo molto "progressiva" una buona parte delle cose che mi piacciono in questi settori


quella lì non era una battuta, la penso proprio come te
per me c'è il prog più tecnico e concettuale che forse parte da canterbury, il jazz e le cose "serie"
ma c'è pure una bella fetta di prog, quello più pop, che è figlio di quel baroque lì
manfred mann non l'ho citato a caso
  • 1

#13 OldfieldReturn

OldfieldReturn

    Progressivo

  • Moderators
  • 6589 Messaggi:
  • LocationVercelli

Inviato 11 gennaio 2012 - 12:00

ottimo thread visto che conosco pochi gruppi e dopo aver sentito i Left Banke qualche giorno fa mi interessava approfondire :nod:

Marco le compile che hai messo nel primo post dove si trovano ?
  • 0

#14 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15258 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 12:15

le compile che hai messo nel primo post dove si trovano ?


dal fioraio?

--, --, (@




ps

dopo aver sentito i Left Banke


Immagine inserita
  • 1

#15 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13673 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 12:24

bravo cer che ero già lì a cliccare sulle immagini come un deficiente.
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#16 wago

wago

    FURTHERMORE

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18620 Messaggi:
  • LocationBergamo

Inviato 11 gennaio 2012 - 12:58

Qualche post vecchio che potrebbe arricchire un po':

Ultime due settimane dedicate alla scoperta di bei dischi sommersi di fine sixties, tutti in territorio Baroque pop

Barry Booth - Diversions! (1968) 8-

Splendida sorpresa, emozionante pop barocco per orchestra e voce, dal sapore quasi disneyano...piaciuto così tanto che l'ho comprato

http://www.youtube.c...h?v=5-W3N0sitkA

The Twilights - Once Upon a Twilight (1968) 8-

Storica band australiana: disco capolavoro, che ha poco da invidiare ai migliori Beatles

http://www.youtube.c...h?v=UGLvnjG81dc
http://www.youtube.c...h?v=aIoHnBMb76I

The Family Tree - Miss Butters (1968) 7,5

Altra delizia per palati pop

http://www.youtube.c...h?v=ntnQPUi6ko8

Kensington Market - Aardvark (1969) 7,5

Bello assai anche questo

http://www.youtube.c...h?v=4jg5I7rG0ss

The Hollies - Butterfly (1967) 7,5

http://www.youtube.c...h?v=jBpELjf3AgA

Smoke - The Smoke (1968) 7,5

http://www.youtube.c...h?v=L5Ci3PpVRBU
http://www.youtube.c...h?v=KIpNP-qmpU8


Telly tempo fa aveva scritto:

Riguardo a sunshine e baroque-pop, prova con qualche pezzo isolato, se poi ti gusta mi fai sapere, che ci sono numerosi dischi di altissimo livello dall'inizio alla fine. Queste sono quelle che ritengo più o meno utili per chi è all'asciutto con il genere, equamente distribuite fra classici e chicche. Ti indico con una freccina quelle che trovo di una complessità mostruosa per armonie vocali e uso dello studio, ma nessuna fra queste scherza a riguardo.
Chad & Jeremy "Before and After"
Bob Lind "Elusive Butterfly"
The Mamas and The Papas "Monday Monday"
The Association "Along Comes Mary" <---
The Buckinghams "Don't You Care"
The Cowsills "The Rain, The Park and Other Things" <---
The Free Design "Kites Are Fun" <---
Harpers Bizarre "Come to the Sunshine" <---
The Left Banke "She May Call You Up Tonight"
The Turtles "Happy Together"
The Yellow Balloon "Yellow Balloon"
The Young Rascals "Groovin'"
The Beach Boys "Do It Again"
Eternity's Children "Mrs. Bluebird" <---
The Millennium "I Just Want to Be Your Friend" <---
Nirvana "Rainbow Chaser" <---
Sagittarius "Song to the Magic Frog"
Spanky and Our Gang "Like to Get to Know You" [Single Version]
Tiny Tim "Livin' in the Sunlight Lovin' in the Moonlight"
The Zombies "Time of the Season"
Tommy James & the Shondells "Crystal Blue Persuasion"
The Neon Philharmonic "Morning Girl"


  • 0

#17 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22049 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 13:38

Non hai scritto scemenze Wago, direi che più o meno ci siamo.

Quello che si può aggiungere per il sunshine pop è che è morto di sé stesso: le produzioni di quei dischi erano costosissime ("Begin" dei Millennium costò alla Columbia la cifra più alta mai sborsata fino a quel momento) e il successo di pubblico non sempre arrideva. A quelle condizioni, non vi sarà difficile immaginare come mai gradualmente si smise di farne nel giro di pochi anni.
Per il baroque pop è diverso perché baroque pop come spiegavi non significava una corrente specifica, ma un modus operandi omnicomprensivo, disponeva di molte più sfaccettature e quindi aveva molte più possibilità di attecchire, da una parte o dall'altra, inoltre non necessariamente ogni disco baroque pop aveva una produzione maniacale (magari c'è l'orchestra ma la produzione si accontenta di essere funzionale alla sua integrazione nel brano, e non pretende di diventare elemento aggiuntivo).

Oltre alla lista di cui sopra, qui ne ho create altre due per un giochino su RYM:
Lista Baroque
Lista Sunshine
  • 2
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#18 Leif

Leif

    Leif Eriksson

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1026 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 15:10


In ogni caso trovo che una caratterstica interessante delle produzioni che reputo più riuscite sia il suo "contrapporsi" alla psichedelia freak: spesso le si fa rientrare ancora nel "calderone" psichedelico, e legittimamente forse, ma io sento che c'è i brani più compiuti indicano un'altra strada - anche a prescindere dalle intenzioni di fondo, che magari sono del tutto attigue a quelle dei gruppi più "free".


Sono d'accordo per quanto riguarda la distinzione.
Quando non avevo internet cercavo di informarmi su libri che facevano delle gran belle mescolanze. Io ero più interessato alla musica più freak, drogata da acido. Non credevo di imbattermi in quel pop che non ho ancora capito perchè venga associato con molta libertà alla psichedelia per esempio di Piper At The gates.
Molto tempo fa dunque, interessato a suddetta psichedelia "lisergica", mi imbatto su consiglio altrui in due cd:

Tomorrow - Omonimo


Immagine inserita


e Kaleidoscope uk - Tangerine Dream

Immagine inserita

Beh sono due dischi totalmente diversi.
Tomorrow è drogatello, più selvaggio, più libero (molto bello).
Tangerine Dream è un gran disco (gran grandioso) di pop barocco (con radici folk), cesellato, finissimo, ma mai ridondante negli arrangiamenti (non ci sono archi sparati in ogni ritornello), di una delicatezza tale che mi sono sempre chiesto dove risiedesse la psichedelia in quelle canzoni.
Credo che Freak-Psichedelia-Baroque pop siano filoni che vengono raggruppati spesso per sole ragioni temporali. E' anche vero che se prendiamo i dischi usciti in Inghilterra in quei tre anni, si tralasciano le cavalcate strumentali, le divergenze di arrangiamenti, scuoiando le canzoni del "vestito" e di certe libertà (che erano per qualcuno fisiologiche, per qualcun altro una necessità di allienarsi alla tendenza) la melodia e l'armonia inglese la si trova in ognuno di quei dischi, e la melodia inglese all'epoca era quella...e quella lì rimaneva. Ora non sono molto preparato in scale doriche, scale ioniche altri tecnicismi musicali, ma chi ha un orecchio consumato da dischi inglesi sa di cosa parlo.

Ma se Baroque Pop non è un genere, ma un modus operandi (e sono d'accordissimo), un disco come Tangerine Dream dei Kaleidoscope diventa semplicemente Pop-Folk?

(giusto perchè ho scritto che nel disco l'orchestra non è arrogante, come assaggio posto la canzone in cui si fa sentire un bel pò)
http://www.youtube.c...feature=related
  • 1

#19 Gozer

Gozer

    :3

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22049 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 15:14

Ma se Baroque Pop non è un genere, ma un modus operandi (e sono d'accordissimo), un disco come Tangerine Dream dei Kaleidoscope diventa semplicemente Pop-Folk?

Forse mi ho spiegato male, intendevo che non è una corrente/scena, ma un genere lo è eccome. Il disco dei Kaleidoscope tuttavia lo vedo anche parecchio psichedelico, diciamo che potrebbero usarsi ambo le etichette, del resto inutile usare compartimenti stagni.
  • 0
RYM ___ i contenuti

"SOVIET SAM" un blog billizzimo

#20 geeno

geeno

    Scaruffiano

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11647 Messaggi:

Inviato 11 gennaio 2012 - 15:22



e visto che non hai disdegnato i nomi "banali" io ci piazzerei pure donovan
e manfred mann degli inizi

wago, lo sai che percorso stai percorrendo?
prog
a ritroso baroque
a ritroso pop pre-'66
a ritroso canzonette


Si, perchè dal sunshine pop, pop barocco, il passo al freakbeat è molto breve, anche perchè molti di quei gruppi che hanno tentato di cimentarsi (tardivamente) col pop barocco, erano dei mascalzoni mod (picadilly line etc...etc..).
Insomma il passo è poi obbligato.


Scherzi a parte, va da sé che io trovo molto "progressiva" una buona parte delle cose che mi piacciono in questi settori. E a ben vedere spesso il fatto che alcune cose non mi piacciano (le più "sanremensi", o quelle più vicine alla psichedelia propriamente detta) è dovuto al fatto che le trovo "poco prog". Poi per carità, ci sono sempre dischi e pezzi che avrebbero sulla carta tutto il necessario per piacermi, e invece non mi pigliano perché la melodia non mi entra o l'arrangiamento mi stucca ecc.


Beh è un dato di fatto che, sempre prendendo molto con le molle i generi musicali, molti gruppi e musicisti inglesi siano passati dall' r&b modernista al freakbeat al pop barocco e poi al prog. Naturalmente avrebbero benissimo fermarsi alla prima tappa, e il mondo sarebbe un posto migliore.
  • 1




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq