Vai al contenuto


Foto
- - - - -

E Morrissey?


  • Please log in to reply
193 replies to this topic

#1 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16430 Messaggi:

Inviato 28 ottobre 2006 - 18:03

Quali sono i vostri pareri sul Morrissey del dopo-Smiths?
  • 0

#2 Roger

Roger

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 251 Messaggi:

Inviato 28 ottobre 2006 - 19:39

Ci sono tre voci eterne uscite dagli anni 80:

David Sylvian
Mark Hollis
e appunto Morrissey

Qualisiasi cosa intonino questi signori, diventa immediatamente arte.
You are the quarry è un disco meraviglioso.
  • 0

#3 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16250 Messaggi:

Inviato 28 ottobre 2006 - 20:06

E infine: Morrissey e' reputabile un vero e proprio musicista?
Cioe'..basta una voce calda (ma sempre dannatamente uguale..) e una grande bravura nello scrivere testi..per essere definiti musicisti veri?


Mah...io non credo che Morrissey si limiti ad aggiungere testi a musiche preesistenti oppure che gli altri costruiscano attorno ai suoi testi le musiche, sicuramente il tutto nasce da un lavoro di gruppo in studio in cui Morrissey, pur non sapendo suonare, prende parte all'invenzione melodica dei brani. Poi potrei anche sbagliarmi, ma mi pare riduttivo ridurre il suo lavoro a testi (pur grandiosi) e bella voce, anche perchè pur cambiando i collaboratori si sente sempre un stile melodico ben definito che si ripete di album in album...credo questo sia il difetto/problema di coloro che non sono in grado di scrivere completamente da soli le proprie canzoni, si tende sempre a dare tutto il merito ai co-autori.

P.S.: dimenticavo...Vauxhall And I è uno dei miei album preferiti degli anni '90, tra i suoi quello che preferisco maggiormente.
  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#4 Litrigol

Litrigol

    Fondatore della Compagnia dell'Indie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 330 Messaggi:
  • LocationCatania

Inviato 29 ottobre 2006 - 17:16

Invece io credo proprio che il Moz si limiti a scrivere i testi ed a cantare. Da quello che ho letto, sia Johnny Marr che Stephen Street (ai tempi di "Viva Hate") si limitavano a registrare le proprie composizioni su nastro, ed a spedirle via posta a Morrissey, il sceglieva le sue preferite e ci adattava sopra degli scritti pre-esistenti o scriveva dei testi ex-novo; credo che anche con Boorer e Whyte abbia mantenuto quel modus operandi. Quanto al paragone Smiths-Morrissey solista, io trovo che a livello di testi col tempo Morrissey sia maturato moltissimo col tempo (anzi, a volte trovo certi testi fin troppo "adulti", perdendo il fascino tardo-adolescenziale dei vecchi tempi), salvo poi regredire negli ultimi dischi, i cui testi secondo me non sono all'altezza del miglior Morrissey, con le dovute eccezioni ("Come back to Camden" o "Life is a pigsty", ad esempio); musicalmente invece trovo che il Moz abbia sfiorato se non eguagliato i livelli smithsiani con un paio di dischi: "Bona drag" e "Vauxhall and I". Poi ci sono altri buoni dischi, alcuni invece piuttosto bruttini. Sui suoi collaboratori: ottima la band di "Viva Hate", Stephen Strret aveva un approccio più pop e tradizionale alla chitarra di Marr, ma le canzoni erano assolutamente meritevoli, tutte degne di nota, e Vini Reilly, chitarrista eccezionale (molto belli i dischi dei suoi Durutti Column), seppe ricamare su di esse delle trame molto originali. Sul flop di Kill Uncle non me la sento di dare tutta la colpa ai musicisti: fu un disco prodotto malissimo, dal vivo le canzoni rendevano dieci volte più che su disco. Boorer, Whyte e Day, nonostante la loro attitudine rockabilly, hanno saputo stare al passo delle necessità di Morrissey e hanno saputo intepretare benissimo i loro ruoli in questi anni, spesso con composizioni fantastiche. Ma ultimamente hanno perso qualcosa in creatività e qualità, e il nuovo acquisto Tobias non ha ancora fatto capire se sia all'altezza o meno. Infine, no, Morrissey non può essere definito un musicista, per il semplice fatto che non suona alcuno strumento (anche se si è dilettato al piano in "Death of a disco dancer" e ha confessato di aver provato in passato ad imparare a suonare la batteria), ma può certamente essere definito un artista, grazie ai suoi testi, alle sue intuizioni vocali ed alla sua sensibilità artistica.
  • 0

#5 emma

emma

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 42 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2006 - 17:21

Mi sembrava una rivelazione all'inizio della sua carriera, grazie anche al felice connubio con J.Marr. Con il tempo ha rivelato un talento meno esplosivo di quello che si supponeva e la voce è in tutta franchezza monocorde.
Per i fans che volessero incontrarlo, gira voce che sia ancora a Roma perchè il suo attuale fidanzato è romano...
  • 0

#6 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16250 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2006 - 17:32

Invece io credo proprio che il Moz si limiti a scrivere i testi ed a cantare. Da quello che ho letto, sia Johnny Marr che Stephen Street (ai tempi di "Viva Hate") si limitavano a registrare le proprie composizioni su nastro, ed a spedirle via posta a Morrissey, il sceglieva le sue preferite e ci adattava sopra degli scritti pre-esistenti o scriveva dei testi ex-novo;


Ma forse proprio per fare questo "adattamento"  instaurava su quelle musiche delle melodie senza le quali le canzoni degli Smiths sarebbero state completamente diverse. Io non voglio "difendere" a tutti i costi il modo di comporre di Morrissey, è solo che ho sempre trovato piuttosto strano il fatto che colui a cui (in teoria) si devono una marea di canzoni tra le più belle degli ultimi 20 anni, ovvero Jonny Marr, da solo non sia riuscito a fare qualcosa che avesse la stessa bellezza di quei brani o perlomeno la stessa capacità di colpire gli ascoltatori. Non conosco bene gli Electronic di Marr e Sumner ma da quel poco che ascoltai direi che gli Smiths stanno su un altro pianeta...per carità anche la maggior parte dei pezzi di Morrissey non sono paragonabili, eppure è lui che, con le dovute differenze, ha portato avanti quel sound, quel tipo di canzoni! Insomma magari mi sbaglio veramente ma continuo a non vederci molto chiaro...
  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#7 Litrigol

Litrigol

    Fondatore della Compagnia dell'Indie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 330 Messaggi:
  • LocationCatania

Inviato 29 ottobre 2006 - 17:56

Floods, capisco il tuo ragionamento, è comprensibile; tuttavia il motivo principale per cui gli Smiths si sciolsero fu proprio quello: Marr voleva fare altro, cambiare sound e dare una scossa alla band, mentre Morrissey voleva insistere sul percorso già tracciato; ed ineffetti a posteriori la cosa è evidente, proprio come hai fatto notare tu stesso. Più che altro, credo che Morrissey sia molto bravo nello scegliersi i collaboratori e a dare loro le dritte necessarie su quale sia il sound che vuole trasmettere al disco o pezzo in questione (vedi gli ex componenti dei Fairground Attraction per un disco dalle fascinazioni swing e skiffle come "Kill Uncle" o la band rockabilly per "Your Arsenal").
  • 0

#8 beppecozza

beppecozza

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 450 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2006 - 18:47

Con il tempo ha rivelato un talento meno esplosivo di quello che si supponeva e la voce è in tutta franchezza monocorde.
Per i fans che volessero incontrarlo, gira voce che sia ancora a Roma perchè il suo attuale fidanzato è romano...


Sul fatto che la voce di Morrissey sia monocorde dissento nel modo più totale: secondo me è uno dei pochissimi crooner-rock in circolazione ed una capacità interpretativa superiore alla media...
Quanto alla sua omosessualità, vera o presunta, non mi tocca minimamente, è ovvio.
  • 0

#9 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16430 Messaggi:

Inviato 29 ottobre 2006 - 23:45

Ma lui ci vive proprio a Roma, non e' che ci sta per caso eh..! O almeno..questo e' cio' che m'hanno detto: ci vive stabilmente (compatibilmente con gli impegni musicali, ovviamente.. ;))!

Tralasciando i gossip..e andando sul concreto..sono molto vicino al ragionamento di FLOODS..che dice che MARR da solo ha fatto poco/niente..mentre MORRISSEY comunque e' rimasto, diciamo, "a galla" come qualita'..!

Ad ogni modo..credo davvero (e non ho scoperto l'acqua calda..eheh) che negli SMITHS era proprio quel connubio..quell'alchimia che si creava tra questi 2 personaggi..a rendere quel gruppo STRAORDINARIO..!
Dopo lo scioglimento..Morrissey senza Marr non era lo stesso..e viceversa..!

Ma mi complimento sentitamente con Morrissey che comunque nel corso degli anni s'e' mantenuto "in vita" (o "a galla".. :)) decentemente, anche se non ai livelli Smithsiani..ma va be'..e' normale!

Mi mango le mani per non averli visti dal vivo..nemmeno Morrissey..! Nemmeno quest'anno..uff..! Devo assolutamente rimediare la prossima volta..! :)
  • 0

#10 Meat is Murder

Meat is Murder

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 91 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2006 - 13:47


Tralasciando i gossip..e andando sul concreto..sono molto vicino al ragionamento di FLOODS..che dice che MARR da solo ha fatto poco/niente..mentre MORRISSEY comunque e' rimasto, diciamo, "a galla" come qualita'..!


Morrissey è rimasto perché era il frontman, le case discografiche erano interessate a lui perché era l'unico degli Smiths che poteva avere un buon riscontro commerciale.

Non che sia un difetto, è così che funziona la musica rock, però non credo sia un punto a suo favore, ecco..
  • 0

#11 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16430 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2006 - 13:50



Tralasciando i gossip..e andando sul concreto..sono molto vicino al ragionamento di FLOODS..che dice che MARR da solo ha fatto poco/niente..mentre MORRISSEY comunque e' rimasto, diciamo, "a galla" come qualita'..!


Morrissey è rimasto perché era il frontman, le case discografiche erano interessate a lui perché era l'unico degli Smiths che poteva avere un buon riscontro commerciale.

Non che sia un difetto, è così che funziona la musica rock, però non credo sia un punto a suo favore, ecco..


In effetti..questo e' un ragionamento giusto..!
Quindi..bho..non so che pesci pigliare.. :D
  • 0

#12 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16250 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2006 - 14:06

Io rilancio!  ;D
E' ovvio che Marr non potesse aspirare ad un successo "in primo piano" come quello di Morrissey...però avrebbe potuto continuare a scrivere belle canzoni rimanendo dietro le quinte e affidandole ad un'altra bella voce (non credo che dopo lo scioglimento degli Smiths, ma anche adesso, avrebbe avuto difficoltà a trovarne).
Proprio ieri sono andato ad ascoltarmi alcuni pezzi degli Electronic...beh non sono male, per carità, e capisco anche il voler cambiare sound...ma a me sembra che a prevalere sia proprio Sumner (ma anche i PSB), anche quando i suoni si fanno meno elettronici e più portati verso il pop-rock a venire in mente sono più i New Order di Run che non gli Smiths!
Che tra Marr e Morrissey ci fosse un'alchimia eccezionale è ovvio...ma mi pare che a beneficiarne maggiormente fosse proprio Marr...se non altro Morrissey ha dimostrato di saper lavorare a buoni livelli anche senza di lui!
Insomma possibile che del dopo Smiths di Marr alla fine si citino sempre e solo gli Electronic (che non hann certo avuto un successo, e soprattutto un peso, stratosferico), la sua chitarra su The Right Stuff di Bryan Ferry e la sua partecipazione al live con Neil Finn ed Eddie Vedder?
Vabbè esagero, ovvio che c'è sicuramente molto altro che io non conosco...però cavolo quanto è diventato di nicchia...e quanto non lo sono più gli Smiths!
  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#13 Meat is Murder

Meat is Murder

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 91 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2006 - 15:13

Io rilancio!  ;D
E' ovvio che Marr non potesse aspirare ad un successo "in primo piano" come quello di Morrissey...però avrebbe potuto continuare a scrivere belle canzoni rimanendo dietro le quinte e affidandole ad un'altra bella voce (non credo che dopo lo scioglimento degli Smiths, ma anche adesso, avrebbe avuto difficoltà a trovarne).
Proprio ieri sono andato ad ascoltarmi alcuni pezzi degli Electronic...beh non sono male, per carità, e capisco anche il voler cambiare sound...ma a me sembra che a prevalere sia proprio Sumner (ma anche i PSB), anche quando i suoni si fanno meno elettronici e più portati verso il pop-rock a venire in mente sono più i New Order di Run che non gli Smiths!
Che tra Marr e Morrissey ci fosse un'alchimia eccezionale è ovvio...ma mi pare che a beneficiarne maggiormente fosse proprio Marr...se non altro Morrissey ha dimostrato di saper lavorare a buoni livelli anche senza di lui!
Insomma possibile che del dopo Smiths di Marr alla fine si citino sempre e solo gli Electronic (che non hann certo avuto un successo, e soprattutto un peso, stratosferico), la sua chitarra su The Right Stuff di Bryan Ferry e la sua partecipazione al live con Neil Finn ed Eddie Vedder?
Vabbè esagero, ovvio che c'è sicuramente molto altro che io non conosco...però cavolo quanto è diventato di nicchia...e quanto non lo sono più gli Smiths!


Mah, ho ascoltato poco della carriera solista di Morrissey e niente di quella di Marr quindi non ti so dire con precisione.
Effettivamente è quantomeno strano che uno come Marr abbia quasi smesso di farsi sentire (incidere dischi, partecipare a concerti, ecc..), anche perché non è che gli Smiths fossero l'ultimo dei gruppi (anzi, il loro riscontro commerciale l'hanno avuto), non aveva certo il problema del farsi conoscere :)
  • 0

#14 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16430 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2006 - 17:59

Mah, ho ascoltato poco della carriera solista di Morrissey e niente di quella di Marr quindi non ti so dire con precisione.


E cos'aspetti?? ;D
  • 0

#15 Guest_BlueValentine_*

Guest_BlueValentine_*
  • Guests

Inviato 30 ottobre 2006 - 18:06

Che Marr fosse ottimo anche senza Morrissey si può sentire negli Smiths stessi: basta ascoltare la strumentale Oscillate Wildly.

In seguito avrà perso ispirazione.

Per quanto riguarda Morrissey e il metodo di composizione, da quel che ho letto in qualche intervista credo che il musicista di turno gli fornisca la struttura d'accordi e lui ci piazzi sopra parole E melodia.

#16 emma

emma

    pivello

  • Members
  • Stelletta
  • 42 Messaggi:

Inviato 30 ottobre 2006 - 19:28


Sul fatto che la voce di Morrissey sia monocorde dissento nel modo più totale: secondo me è uno dei pochissimi crooner-rock in circolazione ed una capacità interpretativa superiore alla media...
Quanto alla sua omosessualità, vera o presunta, non mi tocca minimamente, è ovvio.


Le opinioni sulla qualità espressiva di una voce sono del tutto personali; a mio giudizio M. è, come molti grandissimi cantanti, tendenzialmente sempre uguale a se stesso. Modula e interpreta come faceva agli esordi, secondo uno stile che è una sorta di marchio di fabbrica. A me pare ripetitivo, ma la riconoscibilità alla prima nota di un artista è, per i fans, un merito. Insomma, punti di vista. Qualche scossone, qualche "terremoto vocale", non solo a M. non guasterebbero. 
Quanto alla notazione - che non voleva essere gossip - sulla sua vita privata, non atteneva alla sua omosessualità. Voleva essere semmai un invito agli ammiratori, che a Roma non sono pochi, a guardarsi in giro perchè non è improbabile incontrarlo.
  • 0

#17 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 31 ottobre 2006 - 02:37

Quali sono i vostri pareri sul Morrissey del dopo-Smiths (quindi per intenderci..il Morrissey solista..)?


Penso che tra alti e bassi abbia la stessa attitudine e lo stesso carisma di prima ed è pure migliorato nei testi e nella voce.
Ora se gli Smiths fossero ancora in attività riempirebbero gli stadi come i rem e gli U2 ma chissà... non credo che nel complesso avrebbero fatto meglio di quel che ha fatto Morrissey con Boorer,Whyte & company.

Litrigol,ti sembra che da Viva Hate in poi (eccetto qualche singolo suonato con gli ex Smiths Rourke e Joyce) Morrissey volesse insistere sul percorso già tracciato?
A me non pare...oltretutto gli Smiths nel loro breve (ma intenso) periodo erano già cresciuti tantissimo nel songwriting.
Diciamo pure che Marr se n'è andato perchè aveva conosciuto cantanti/musicisti fighi e ci stava collaborando.
Lui stesso in quel periodo era considerato il miglior chitarrista al mondo e semplicemente non ha più creduto in Morrissey e nel progetto Smiths.
Ha fallito miseramente.
Moz no.
  • 0

#18 Guest_BlueValentine_*

Guest_BlueValentine_*
  • Guests

Inviato 31 ottobre 2006 - 11:16

Io penso invece che i testi siano diventati sempre più pesanti e ripugnanti, quando non ripetitivi e quando non davvero trascurabili (Southpaw Grammar) e la voce ha perso i guizzi delle origini.

Decisamente peggiorato.

#19 Trespy Sledge

Trespy Sledge

    Strawberry Switchblade

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16430 Messaggi:

Inviato 31 ottobre 2006 - 12:06

Come testi..io ho sempre maggiormente apprezzato il Morrissey, diciamo, "esistenzialista"....piuttosto che il Morrissey Socio-Politico..!

Per carita'..ottimi entrambi..pero' bho..sara' che sentirmi parlare di politica nelle canzoni..mi fa venire la nausea.. :D
  • 0

#20 Suedehead

Suedehead

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1003 Messaggi:
  • LocationCesena

Inviato 31 ottobre 2006 - 13:39

Per guizzi delle origini si intende l'uso del falsetto e la spiccata tendenza gotica che tendono ad appiattire alcune melodie?
Mah.
Andatevi ad ascoltare una Late Night Maudlin Street o una Now My Heart Is Full o perchè no,l'intero Your Arsenal che è nel complesso il miglior album di Morrissey,Smiths compresi.

Trespass,le canzoni socio-politiche di Moz sono in stragrande minoranza...
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq