Vai al contenuto


Foto
* * * * * 1 Voti

Libri di storia


  • Please log in to reply
136 replies to this topic

#81 Matthew30

Matthew30

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3126 Messaggi:

Inviato 21 giugno 2016 - 18:54

Combat e corri (ma la domanda è aperta a tutti gli appassionati/studiosi di storia) mi sapreste consigliare qualche buon testo sulla storia dell'Ucraina? Ho letto i libri di Robert Conquest (che a me non fa impazzire), ma se possibile a me piacerebbe qualcosa che riguarda anche l'epoca medievale. Per poi arrivare all'Holodomor, che Conquest ha analizzato in The Harvest of Sorrow

 

Grazie anticipata a chi mi risponderà (se mi risponderà).  :)


  • 0

#82 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13138 Messaggi:

Inviato 27 agosto 2016 - 19:07

Un libro di storia dei dogmi, dispute dogmatiche e motivi (implicazioni dei dogmi) di tanti scannamenti? Grazie Buttiglioni!
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#83 Reynard

Reynard

    poligraf poligrafovic pallinov

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9522 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 27 agosto 2016 - 19:48

Alberto Pincherle, Introduzione al cristianesimo antico


  • 0
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#84 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13138 Messaggi:

Inviato 28 agosto 2016 - 01:02

Grazie caro. Più in qua nel tempo (la lotta francescani VS dominicani sull'immacolata concezione e cose simili di cui ignoro l'esistenza)?
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#85 Reynard

Reynard

    poligraf poligrafovic pallinov

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 9522 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 28 agosto 2016 - 09:42

Ci saranno sicuramente ma li ignoro. Un consiglio che posso darti è guardare le opere generali di storia del cristianesimo (tipo questa: http://www.ibs.it/co...tianesimo.html)e consultarne la bibliografia.

 

So che esiste un "Manuale di storia dei dogmi" di von Hartnack (mai letto però), ma è un'opera piuttosto vecchia (inizio Novecento) e mi sa che si concentra anche questa sul Cristianesimo antico.


  • 1
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#86 Stephen

Stephen

    Gatto disidratato

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3279 Messaggi:
  • LocationAmong these dark Satanic Mills

Inviato 02 settembre 2016 - 20:58

Sull'immacolata conzione tra domenicani e francescani boh asd mi viene in mente un saggio, o una raccolta, o un'antologia, qualcosa asd su Duns Scoto come pensatore mariano. È in italiano ed è un volume, diciamo, diffuso, quindi se ti interessa la questione sarà secondo me il primo libro che troverai in una ricerchina. Poi Bompiani ha dato alle stampo una traduzione del primo libro del Dialogus di Ockham in cui ci sono dei passi sulla Vergine come Chiesa universale molto interessanti.
  • 0

"Proprio luiii... Piątek, il pistoleeerooo!!!"

Uno show crossover con Montalbano e Don Matteo.


#87 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4024 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 15 marzo 2018 - 10:47

s-l640.jpg
 
Domani ricorre l'anniversario dell'agguato di via Fani e del sequestro di Aldo Moro.
Il libro più interessante sulla materia a mio giudizio è questo, tragicomicamente quasi introvabile. E' quasi tutto basato sulle rivelazioni del neagoziatore che gli Stati Uniti inviarono in Italia per affiancare Cossiga nell'elaborare la strategia da opporre ai brigatisti.
Incredibile come ancora oggi nelle librerie escano nuovi libri che pongono interrogativi su/e si sentano in televisione giornalisti dire cose che stanno già in questo libro che personalmente reputo molto attendibile.

  • 0

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#88 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4024 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 marzo 2018 - 12:35

A parte il suddetto, per una lettura il più possibile completa di tutta la vicenda Moro-BR, i migliori due testi sono a mio parere i seguenti:

 

tela-del-ragno.jpg

 

9788861901322_0_0_2422_75.jpg

  • 0

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#89 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13138 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2018 - 12:41

Pensavo fossi della corrente di Vladi Satta (così a caso).
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#90 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4024 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 16 marzo 2018 - 15:39

Sì, proprio a caso asd
Rispetto i suoi studi approfonditi (d'altronde nessuno ha la verità in tasca) ma, a differenza sua, io non ritengo che i fatti si possano comprendere limitandosi allo studio della documentazione raccolta nelle commissioni parlamentari.

D'altra parte, l'onorevole Flamigni, che ha accumulato una preziosa bibliografia sull'argomento che mi sembra di valore inarrivabile, era membro di quelle stesse commissioni.

E se vogliamo contraddire Satta, possiamo ricorrere sempre a studiosi che pure le stesse commissioni hanno affiancato (anche se questi li prendo con molta cautela). Mi riferisco a De Lutiis e al suo "Il golpe di via Fani".

 

È un vero peccato invece che non si riuscirà mai a sapere abbastanza su quella che secondo me è la pista principale da seguire, approfondita per quanto possibile da Priore e De Prospo in "Chi manovrava le Brigate rosse?".

 

 

  • 0

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#91 Leeeo

Leeeo

    nazi-core

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2018 - 16:05

Sempre parlando di Brigate Rosse, un libro di più ampio raggio, non incentrato solamente su Moro?


  • 0

"Скучно на этом свете, господа!"

RYM RYM RYM

ANOBII ANOBII


#92 combatrock

combatrock

    fallito linkatore seriale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 29088 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2018 - 16:27

Sempre parlando di Brigate Rosse, un libro di più ampio raggio, non incentrato solamente su Moro?

 

Questo di gran lunga (e pur con alcuni limiti)

 

9788879530224.jpg


  • 1

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#93 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4024 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 19 marzo 2018 - 17:26

2185478.jpg
 
 
Leeeo, ho visto la tua domanda senza aver ancora letto il suggerimento di combat, ed ho pensato subito anch'io a Il partito armato di Giorgio Galli.
 
Se poi un giorno vorrai leggere un possibile suggerimento su come tutto possa essere stato orchestrato sapientemente, allora prova questo quassù. Io non so se crederci, quindi la considero solo come una possibile ipotesi. Suggestiva, potente, affascinante direi, costruita sui fatti, ma il mio livello di complottismo non giunge a tanto. Lascio comunque aperta la porta a questa teoria, soprattutto se un giorno si riuscirà a scoprire qualcosa di più sul possibile coordinamento internazionale dall'alto, che ritengo quasi certo.

  • 1

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#94 combatrock

combatrock

    fallito linkatore seriale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 29088 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2018 - 18:44

Appunto: meglio il primo perché più equilibrato e meno "complottista".

 

 

 

In ogni caso, altri suggerimenti:

 

1391736.jpg

 

Il miglior libro che io abbia letto sulla lotta al terrorismo in Italia (con tutti i vizi, gli errori e le omissioni del caso).

 

 

 

9788806157395_0_200_0_0.jpg

 

Racconto dal di dentro di chi e perché scelse la lotta armata in vari momenti della sua storia, dalle origini fino agli anni '80. Lontano dalla banalità dello storytelling contemporaneo, è una vera autopsia del fenomeno terroristico e un abbozzo di controstoria dell'Italia contemporanea.

 

 

 

Infine, i cinque (credo) volumi della collana "Progetto memoria" della casa editrice "Sensibili alle foglie" (fondata da Renato Curcio, per dire le cose come stanno)

http://www.sensibili...it/catalogo.pdf

Parliamo di volumi pressoché introvabili ma sono un tesoro anche per la quantità di dati riportati: chi e quanti erano i membri delle BR, che estrazione sociale avevano, quante sono state le azioni che hanno compiuto, cosa hanno scritto e detto, a quale regime carcerario sono stati sottoposti, ecc. ecc.

 

 

 

Della tanta memorialistica disponibile (alcuni volumi non sono un granché), ti consiglio:

 

51KaS7yGnpL._SX311_BO1,204,203,200_.jpg

 

All'epoca fece parecchio rumore ed ebbe tutta una storia giudiziaria perché Moretti fece alcune rivelazioni inedite sul sequestro Moro (tipo che era stato lui a sparare). Vale soprattutto per lo stile duro e incalzante delle domande della Rossanda, che non perdona nulla.

 

 

 

41%2B-7idqP4L._BO1,204,203,200_.jpg

 

Vale soprattutto per la storia della nascita delle BR; raccontata da uno dei fondatori che fu arrestato prima dei maggiori exploit successivi (e infatti fa un quadro molto critico del successivo "capo" delle BR, Moretti stesso)

 

 

 

61s8xQMVaqL._SX373_BO1,204,203,200_.jpg

 

Idem come sopra, però colpisce molto il ritratto umano di Curcio che ne emerge (al netto di tutte le colpe, responsabilità, ecc. su cui non è nemmeno necessario dilungarsi).

 

 

 

Se poi vuoi un consiglio su cosa non leggere (anche se sicuramente arriverà qualcuno a dirti il contrario ed è bene che sia così), lascia perdere i libri di Sergio Flamigni: è uno che ha cambiato interpretazione a seconda delle urgenze politiche del momento.

 

 

 

P.s.: appena finito, ho un tremendo déjà-vu: credo di aver scritto un post simile chissà quanto tempo fa. Veleggio verso il rincoglionimento senile...


  • 3

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 


#95 Duck

Duck

    Categnaccio

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 19967 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2018 - 19:00

Ringrazio pure io ma per essere in pace con me stesso li dovrò leggere tra tipo 2 anni e 3 mesi quando se ne parlerà molto meno asd


  • 0

«Mister, possiamo lavorare sulle diagonali?», la richiesta di qualche giocatore. No, la risposta del tecnico. 

 

 


#96 Trickster017

Trickster017

    Rocker statale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4024 Messaggi:
  • LocationRoma

Inviato 19 marzo 2018 - 20:15

Appunto: meglio il primo perché più equilibrato e meno "complottista".



In ogni caso, altri suggerimenti:

1391736.jpg

Il miglior libro che io abbia letto sulla lotta al terrorismo in Italia (con tutti i vizi, gli errori e le omissioni del caso).



9788806157395_0_200_0_0.jpg

Racconto dal di dentro di chi e perché scelse la lotta armata in vari momenti della sua storia, dalle origini fino agli anni '80. Lontano dalla banalità dello storytelling contemporaneo, è una vera autopsia del fenomeno terroristico e un abbozzo di controstoria dell'Italia contemporanea.



Infine, i cinque (credo) volumi della collana "Progetto memoria" della casa editrice "Sensibili alle foglie" (fondata da Renato Curcio, per dire le cose come stanno)
http://www.sensibili...it/catalogo.pdf
Parliamo di volumi pressoché introvabili ma sono un tesoro anche per la quantità di dati riportati: chi e quanti erano i membri delle BR, che estrazione sociale avevano, quante sono state le azioni che hanno compiuto, cosa hanno scritto e detto, a quale regime carcerario sono stati sottoposti, ecc. ecc.



Della tanta memorialistica disponibile (alcuni volumi non sono un granché), ti consiglio:

51KaS7yGnpL._SX311_BO1,204,203,200_.jpg

All'epoca fece parecchio rumore ed ebbe tutta una storia giudiziaria perché Moretti fece alcune rivelazioni inedite sul sequestro Moro (tipo che era stato lui a sparare). Vale soprattutto per lo stile duro e incalzante delle domande della Rossanda, che non perdona nulla.



41%2B-7idqP4L._BO1,204,203,200_.jpg

Vale soprattutto per la storia della nascita delle BR; raccontata da uno dei fondatori che fu arrestato prima dei maggiori exploit successivi (e infatti fa un quadro molto critico del successivo "capo" delle BR, Moretti stesso)



61s8xQMVaqL._SX373_BO1,204,203,200_.jpg

Idem come sopra, però colpisce molto il ritratto umano di Curcio che ne emerge (al netto di tutte le colpe, responsabilità, ecc. su cui non è nemmeno necessario dilungarsi).



Se poi vuoi un consiglio su cosa non leggere (anche se sicuramente arriverà qualcuno a dirti il contrario ed è bene che sia così), lascia perdere i libri di Sergio Flamigni: è uno che ha cambiato interpretazione a seconda delle urgenze politiche del momento.



P.s.: appena finito, ho un tremendo déjà-vu: credo di aver scritto un post simile chissà quanto tempo fa. Veleggio verso il rincoglionimento senile...


ecco, qui - Cipriani a parte - le nostre strade si separano. asd
Una volta letto tutto Flamigni, Priore, Imposimato e Galli di Piombo Rosso, tutto il resto diventa ininfluente (Curcio) o peggio fuorviante (intervista di Mosca e Rossanda a Moretti).
Quindi io consiglio vivamente Flamigni, lo storico che più ha scritto in materia ponendo nel tempo una enorme quantità di domande e provando a darvi risposta.
Avessero tutti dato retta a Moretti, staremmo ancora a credere che a Via Fani c'erano quattro gatti anziché il triplo, che la moto dalla quale partì un colpo di mitra di avvertimento all'ingegnere in motorino (con tanto di prova di lunotto scheggiato) non sia mai esistita, che un ufficiale della Gladio passasse di lì per caso per andare a pranzo da un collega alle 9 di mattina (collega che smentì precisando di non averlo mai invitato), e soprattutto che Corrado Simioni fosse un tizio qualunque che se la spassava a Parigi.
Che poi potremmo pure credere che il povero Moretti fosse all'oscuro di tutto e se lo siano rigirato senza che se ne accorgesse (io ad esempio la penso così), ma a quel punto comunque le testimonianze personali dei vari brigatisti assumono un'importanza davvero ridotta nella complessiva ricostruzione storica.

Basta rimanere anche solo a Piombo Rosso di Galli, libro con cui l'autore rielabora tutte le sue precedenti convinzioni sulle BR, per capire quali salti sono stati compiuti rispetto ai primi libri pubblicati in materia.
  • 1

Keine Gegenstaende aus dem Fenster werfen


#97 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13138 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2018 - 20:46

Superclan/Hyperion <3 (avevo letto un articolo molto interessante su Simioni ai tempi dei giovani PSI anni 50, scritto da uno che l'aveva conosciuto così come Craxi, ma non lo trovo più). Curiosità: qui il blog di Troiano, secondo Franceschini (mi pare) membro del Superclan: http://www.francamente2.com/fr/

Io consiglio sempre Il memoriale della Repubblica e ho lì Eseguendo la sentenza, ma mi sa che so già quello che c'è scritto. Poi Via Fani ore 9.02 (testimonianze). Comunque sul caso Moro la cosa migliore è leggersi le trascrizioni delle audizioni e in rete si trovano cose che mettono in fila le diverse testimonianze sul singolo punto.
Satta io lo consiglio perché è un'utile mappa su cui segnare i propri dubbi.

Sulle BR in generale: Galli (me lo consigliò proprio comb), Gli imprendibili (sulla colonna genovese, di cui faceva parte uno dei pochi davvero scomparsi nel nulla: Baistrocchi), La lotta è armata di Donato. Non ho letto Persichetti and co.

Libri ex BR: Armi e bagagli di Fenzi e quello di Guagliardo sul pentitismo. Moretti e Gallinari giusto leggerli, mi mancano gli altri.
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#98 Nijinsky

Nijinsky

    Señorito En Escasez

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13138 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2018 - 21:04

Trovato: Renzo Duranti, Critica sociale 2-3/2010.
  • 0

Siamo vittime di una trovata retorica.


#99 Leeeo

Leeeo

    nazi-core

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 663 Messaggi:

Inviato 20 marzo 2018 - 15:32

Grazie a todos. Stamattina mi son preso Galli. Vediamo, anche se considero il mondo tremendamente dozzinale, e più guidato da indolenza, inerzia, incapacità e inefficienza piuttosto che da malvagità e malizia. Il complottismo mi annoia.

Nel frattempo sto ascoltando le interviste di Moretti, e devo dire che ha una capacità affabulatoria come non molti.


  • 0

"Скучно на этом свете, господа!"

RYM RYM RYM

ANOBII ANOBII


#100 combatrock

combatrock

    fallito linkatore seriale

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 29088 Messaggi:

Inviato 20 marzo 2018 - 16:15

ecco, qui - Cipriani a parte - le nostre strade si separano. asd

 

A un fine osservatore quale sei non sarà sfuggito che mi sono ben guardato dall'intervenire prima, quando si discuteva delle peripezie del sequestro Moro, mentre ho risposto all'onnivoro Leeeo che chiedeva letture "di più ampio raggio sulla storia del terrorismo". Trovo noioso e stucchevole il mercimonio letterario che si è fatto di tutti i complotti attribuiti al sequestro Moro (del quale al contempo sappiamo già molto e non sapremo mai molto di più) seguendo le mode del momento; e soprattutto trovo ancora più insopportabile la tendenza a rileggere l'intera esperienza delle BR, del "terrorismo rosso" o addirittura di due decenni di storia politico-sociale italiana alla luce di quell'evento. Il mio interesse va alla comprensione di un fenomeno, quello delle BR per rimanere nello specifico, che al di là degli evidenti fenomeni di "eterodirezione" in alcuni passaggi chiave (questa è la tesi avanzata da Galli nel suo primo libro, con la quale mi sento di concordare) ha radici endogene che ne fatto un aspetto - esecrabile quanto si vuole ma non rimuovibile - della storia dell'Italia repubblicana. Nei libri che ho citato si ricorda ad esempio la coincidenza tutt'altro che casuale tra la nascita delle BR e le strategie eversive fragorosamente emerse con la strage di Piazza Fontana (ben più che la "delusione del '68"), l'idea di una "resistenza tradita" sedimentata in una minoritaria (ma anche qui non inesistente) frangia della popolazione, la delusione per le promesse di alcune esperienze politiche del dopoguerra che pure sembravano preannunciare un compimento della democrazia e un progresso sociale (il primo centrosinistra, le giunte a guida comunista di alcune città tra cui Torino). Insomma: non sono allettato né dalle letture rigorosamente giudiziarie che tu citi e che pure hanno "sequestrato" (scusa l'abominevole gioco di parole) a lungo il tema, né da tutte le altre che dai dettagli del sequestro Moro, dagli appuntamenti alle 9 di mattine tra agenti di Gladio, dalla militanza giovanile missina di Moretti o da altre amenità del genere deducono una pacificante quanto improbabile lettura del fenomeno del terrorismo politico come corpo estraneo alla storia della nazione, creato ad arte da burattinai di ogni provenienza o dall'interno degli apparati statali per preservare se stessi. Si licet, il caso ricorda un po' quello che per decenni ha negato che in Italia ci sia stata stata una guerra civile in un paese spaccato tra il '43 e il '45 (e che ha lasciato tracce di lunghissimo periodo), perché bisognava dire che gli italiani erano tutti da una parte e dall'altra c'erano solo i tedeschi (prima che arrivasse il buon Claudio Pavone a fare tana libera tutti). Insomma: ognuno è libero di impiegare il proprio tempo, scarso per definizione, nelle letture che più lo aggradano; ma leggere l'ennesimo volume che da due righe di atti giudiziari aggiunge o toglie una presenza a via Fani o desume dettagli nuovi sullo spazzolone nella doccia del covo di via Gradoli, francamente, non aggiunge niente alla comprensione della storia recente del paese e sulle sue conseguenze per noi. Poi, ognuno è libero di leggere quello che vuole (e per fortuna).

 

Per finire: "Piombo Rosso" di Galli rappresenta proprio il cedimento di quell'autore, lo scarto di semplificazione rispetto alle tesi più complesse avanzate nel "Partito armato". D'altra parte vendere più libri piace a tutti...

 

Quanto al prode Senatore Flamini, che della dietrologia ha fatto un mestiere per la vita: non è mai riuscito a superare il primigenio errore di prospettiva sulle "sedicenti Brigate Rosse" che tanto danno ha arrecato alle capacità analitiche del PCI dell'epoca. Con il fiuto che ha sempre avuto, se fosse ancora in politica (a 93 anni) ce lo saremmo ritrovato renziano.


  • 1

Rodotà beato te che sei morto


A voi la poesia proprio non piace eh?Sempre a rompere il cazzo state.


Con trepidazione vivo solo le partite dell'Inter.

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq