Vai al contenuto


Foto
* * - - - 1 Voti

Pedofilia


  • Please log in to reply
60 replies to this topic

#1 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 20 marzo 2010 - 23:55


E questioni biologiche a parte, invece pensi che tutti i bambini siano incapaci di intendere e volere per cui la loro volontà non conta nulla?

in estrema sintesi ti dirò: il minore è capace di intendere e volere e la sua volontà conta nella misura in cui le decisioni che è chiamato a prendere sono proporzionate ala sua età. Un ragazzino di 13 anni può andare a farsi un tatuaggio? No. Può guidare la macchina? No. Può comprarsi un pacchetto di sigarette? O una bottiglia di vino? In teoria NO. Non è che non lo può fare perchè si suppone che sia stupido o che la sua volontà non conti nulla, ma perchè si suppone che non abbia la maturità per valutare tutte le conseguenza che le sue azioni possono avere su di lui, sul suo futuro, sulla sua integrità psicofisica ecc. Non vedo perchè i rapporti sessuali debbano costituire eccezione a questo orientamento.


per esempio io non metterei mai sullo stesso piano il sesso e le sigarette, perchè allora l'idea della sessualità è davvero quella cattolica dove il sesso è qualcosa di negativo. Io ho come il sospetto che a causare molti più traumi sia proprio questo sistema di idee basato sulla repressione e sul volere stabilire sempre cosa è giusto o è sbagliato mettendo principi arbitrari, anche quando poi nella pratica non hanno un'utilità reale


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#2 Number 6

Number 6

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12107 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 09:57



E questioni biologiche a parte, invece pensi che tutti i bambini siano incapaci di intendere e volere per cui la loro volontà non conta nulla?

in estrema sintesi ti dirò: il minore è capace di intendere e volere e la sua volontà conta nella misura in cui le decisioni che è chiamato a prendere sono proporzionate ala sua età. Un ragazzino di 13 anni può andare a farsi un tatuaggio? No. Può guidare la macchina? No. Può comprarsi un pacchetto di sigarette? O una bottiglia di vino? In teoria NO. Non è che non lo può fare perchè si suppone che sia stupido o che la sua volontà non conti nulla, ma perchè si suppone che non abbia la maturità per valutare tutte le conseguenza che le sue azioni possono avere su di lui, sul suo futuro, sulla sua integrità psicofisica ecc. Non vedo perchè i rapporti sessuali debbano costituire eccezione a questo orientamento.


per esempio io non metterei mai sullo stesso piano il sesso e le sigarette, perchè allora l'idea della sessualità è davvero quella cattolica dove il sesso è qualcosa di negativo. Io ho come il sospetto che a causare molti più traumi sia proprio questo sistema di idee basato sulla repressione e sul volere stabilire sempre cosa è giusto o è sbagliato mettendo principi arbitrari, anche quando poi nella pratica non hanno un'utilità reale



Tu provati a toccare mia figlia di 13 anni (che sfortunatamente non ho) anche se è lei a chiedertelo e io ti levo le palle a morsi e le sputo nel cassonetto del biologico. Con il resto delle considerazioni ti ci pulisco lo scroto dopo averci defecato dentro.
Lei a calci in culo da qui a Bologna e ritorno. E niente vacanze per due anni, minimo. Soldi in tasca non se ne parla per lo stesso periodo. E il pomeriggi in casa a studiare, sennò si rifà Prato-Bologna e ritorno con lo stesso "motore".
Cazzo, io a 13 anni, e fino ai 14-15 tutti, andavo ancora il sabato pomeriggio obbligato dalla nonna con mio padre e la domenica coi genitori e guai a lamentarsi.
Il problema di questi ragazzini che a 15 anni sono drogati marci e non sanno come tirare serata, rimbambiti da TV e cazzate varie è proprio la troppa considerazione alla "volontà del ragazzino". Si fa quello che dicono i genitori. Punto. Non ti va bene? Cazzi tuoi. Punto. "Perché no?" Perché no e basta.

Le considerazioni sull'isteria riguardo la pedofilia, che innegabilmente esiste ed è un problema, non possono non partire da queste premesse. In un mondo, peraltro, dove fino a ottant'anni fa all'infanzia, di fatto, non era assegnato nessuno status particolare riguardo ai diritti e i minori addirittura erano processati e incarcerati con gli adulti. Dove fino a quarant'anni fa nemmeno esisteva il concetto di "giovane" o "ragazzo" come oggi lo intendiamo, adesso c'è una sorta di tentativo di lavarsi la coscienza di cattivi genitori e pessimi adulti proprio amplificando il terrore per la pedofilia a livelli assurdi e spargendo ovunque una protettività esorbitante nei confronti del bambino. Al punto di additare come pedofilo chi fotografa un bambino, chi bacia sua figlia sulla spiaggia, chi porta il nipote al parco.
Pessimi e permissivi genitori generano isteria per la pedofilia.
  • 0
I'm not a number! I'm a free man!

#3 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 10:15

la mazza da baseball io la rispolvererei...
comunque la pedofilia credo sia un argomento, oltre che palloso, veramente motore di istinti di stomaco che poco hanno a che vedere con lo stato di diritto (con i quali diverse onlus e diversi patetici psicologi si creano uno stipendio che diversamente non avrebbero).

Non è dimostrabile, ma se Stasi fosse stato sospettato di aver violentato un bambino invece che di aver massacrato ed ucciso (ucciso) la sua ragazza senza alcun sensato motivo, ora starebbe in galera.
Puoi ammazzare la gente a decine, bambini compresi, ma se violenti un bambino o se sei sospettato di farlo, o semplicemente guardi materiale pedopornografico sei il male assoluto, peggio di un mafioso stragista, peggio di un serial killer.

Retaggio di un istinto innato di protezione dell'infanzia, oppure necessità di avere un male assoluto davanti al quale sentirsi persone migliori a prescindere?
  • 0

#4 bosforo

bosforo

    无形

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 17122 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 10:19

Puoi ammazzare la gente a decine, bambini compresi, ma se violenti un bambino o se sei sospettato di farlo, o semplicemente guardi materiale pedopornografico sei il male assoluto, peggio di un mafioso stragista, peggio di un serial killer.


basta vedere i commenti a questa pagina, tutti da voltastomaco: http://www.facebook....53605358?ref=ts
  • 0

#5 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 10:25

Retaggio di un istinto innato di protezione dell'infanzia, oppure necessità di avere un male assoluto davanti al quale sentirsi persone migliori a prescindere?


penso più la seconda. Insomma magari ci sta pure in qualche misura la difesa del più debole (il famoso "salvate le donne e i bambini"), però poi va considerato che nella vita di tutti i giorni quelli stessi bambini subiscono violenze fisiche o anche psicologiche che non sono certo meno gravi ovunque, casa e scuola. Anche nei casi dove non c'è lo scandalo o l'estremo tipo il video di quel ragazzo ritardato picchiato dai compagni e messo su youtube, anche alle elementari e alle medie c'è più o meno sempre il ragazzino vittima di angherie per dire, e sappiamo che è l'assoluta normalità.
  • 1

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#6 Number 6

Number 6

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12107 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 10:44

Macché istinto innato di protezione dell'infanzia! Ripeto, i tribunali per i minori in Italia sono stati istituiti nel 1932 (o 33 non ricordo bene). Fino ad allora i minori venivano processati e incarcerati con gli adulti e con le stesse regole. In Garfagnana nelle masserie in mezoz ai monti dove viveano isolate famiglie di quindici-venti figli, fino a cinquant'anni fa sopravviveva la tradizione vendita dei bambini di cinque-sei anni ai saltimbanchi girovaghi per liberarsi di una bocca da sfamare e dar loro almeno una possibilità di sopravvivere.
In tutta Italia i bambini appena svezzati venivano spediti a zappare nei campi o a raccogliere legna nei boschi o in miniera perché entravano bene nei cunicoli e non protestavano.
Ma di che caspita di istinto stiamo parlando?
E' solo desiderio di pulirsi le coscienze da parte di una generazione di genitori di merda, unita alla filosofia del securitarismo di questi miserrimi governanti.
  • 0
I'm not a number! I'm a free man!

#7 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 13:41



E questioni biologiche a parte, invece pensi che tutti i bambini siano incapaci di intendere e volere per cui la loro volontà non conta nulla?

in estrema sintesi ti dirò: il minore è capace di intendere e volere e la sua volontà conta nella misura in cui le decisioni che è chiamato a prendere sono proporzionate ala sua età. Un ragazzino di 13 anni può andare a farsi un tatuaggio? No. Può guidare la macchina? No. Può comprarsi un pacchetto di sigarette? O una bottiglia di vino? In teoria NO. Non è che non lo può fare perchè si suppone che sia stupido o che la sua volontà non conti nulla, ma perchè si suppone che non abbia la maturità per valutare tutte le conseguenza che le sue azioni possono avere su di lui, sul suo futuro, sulla sua integrità psicofisica ecc. Non vedo perchè i rapporti sessuali debbano costituire eccezione a questo orientamento.


per esempio io non metterei mai sullo stesso piano il sesso e le sigarette, perchè allora l'idea della sessualità è davvero quella cattolica dove il sesso è qualcosa di negativo.

ma che centra? Che dici?? hai estrapolato solo l'esempio delle sigarette in mezzo ad altri esempi che non avevano nessuna connotazione negativa per attribuire a me o alle leggi italiane un "pensiero cattolico". Stai sviando dal discorso e ne stai distorcendo il senso.
Il senso è che un tredicenne per la legge è un bambino ed è soggetto alla potestà genitoriale e non può fare autonomamente NESSUNA (o quasi) delle cose che un adulto svolge in autonomia. Un tredicenne
- può decidere da solo di andarsene in vacanza a Londra per i cazzi suoi? NO
- può lavorare? NO, e non centra l'obbligo scolastico perchè non può lavorare neanche part time
- se i genitori muoiono, può disporre del suo patrimonio liberamente? NO, viene nominato un tutore che si occuperà di lui in modo che non finisca sul lastrico prima del compimento della maggiore età  asd
- la macchina la può guidare? NO
Dove vedi, di grazia, la connotazione negativa di queste azioni. Lo vuoi capire o no che lo Stato non riconosce l'autonomia del tredicenne in nessun caso (i rapporti sessuali non fanno eccezione) e che l'età del consenso coincide esattamente con il riconoscimento della volontà e responsabilità del fanciullo (ovvero con l'imputabilità penale)?
  • 1
Laura Amiga Putana Napole.

#8 Syddharta

Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4542 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 21 marzo 2010 - 13:53




E questioni biologiche a parte, invece pensi che tutti i bambini siano incapaci di intendere e volere per cui la loro volontà non conta nulla?

in estrema sintesi ti dirò: il minore è capace di intendere e volere e la sua volontà conta nella misura in cui le decisioni che è chiamato a prendere sono proporzionate ala sua età. Un ragazzino di 13 anni può andare a farsi un tatuaggio? No. Può guidare la macchina? No. Può comprarsi un pacchetto di sigarette? O una bottiglia di vino? In teoria NO. Non è che non lo può fare perchè si suppone che sia stupido o che la sua volontà non conti nulla, ma perchè si suppone che non abbia la maturità per valutare tutte le conseguenza che le sue azioni possono avere su di lui, sul suo futuro, sulla sua integrità psicofisica ecc. Non vedo perchè i rapporti sessuali debbano costituire eccezione a questo orientamento.


per esempio io non metterei mai sullo stesso piano il sesso e le sigarette, perchè allora l'idea della sessualità è davvero quella cattolica dove il sesso è qualcosa di negativo. Io ho come il sospetto che a causare molti più traumi sia proprio questo sistema di idee basato sulla repressione e sul volere stabilire sempre cosa è giusto o è sbagliato mettendo principi arbitrari, anche quando poi nella pratica non hanno un'utilità reale



Tu provati a toccare mia figlia di 13 anni (che sfortunatamente non ho) anche se è lei a chiedertelo e io ti levo le palle a morsi e le sputo nel cassonetto del biologico. Con il resto delle considerazioni ti ci pulisco lo scroto dopo averci defecato dentro.
Lei a calci in culo da qui a Bologna e ritorno. E niente vacanze per due anni, minimo. Soldi in tasca non se ne parla per lo stesso periodo. E il pomeriggi in casa a studiare, sennò si rifà Prato-Bologna e ritorno con lo stesso "motore".
Cazzo, io a 13 anni, e fino ai 14-15 tutti, andavo ancora il sabato pomeriggio obbligato dalla nonna con mio padre e la domenica coi genitori e guai a lamentarsi.
Il problema di questi ragazzini che a 15 anni sono drogati marci e non sanno come tirare serata, rimbambiti da TV e cazzate varie è proprio la troppa considerazione alla "volontà del ragazzino". Si fa quello che dicono i genitori. Punto. Non ti va bene? Cazzi tuoi. Punto. "Perché no?" Perché no e basta.



Ti auguro di non avere un figlio. Per lui, non per te.
E leggiti L'educazione del bambino e dell'adolescente di Bertrand Russell, quando sarai in pausa da queste assurdità o da qualche commento su furti arbitrali ai danni della Fiorentina

M.
  • 0

M.

 


#9 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:10




E questioni biologiche a parte, invece pensi che tutti i bambini siano incapaci di intendere e volere per cui la loro volontà non conta nulla?

in estrema sintesi ti dirò: il minore è capace di intendere e volere e la sua volontà conta nella misura in cui le decisioni che è chiamato a prendere sono proporzionate ala sua età. Un ragazzino di 13 anni può andare a farsi un tatuaggio? No. Può guidare la macchina? No. Può comprarsi un pacchetto di sigarette? O una bottiglia di vino? In teoria NO. Non è che non lo può fare perchè si suppone che sia stupido o che la sua volontà non conti nulla, ma perchè si suppone che non abbia la maturità per valutare tutte le conseguenza che le sue azioni possono avere su di lui, sul suo futuro, sulla sua integrità psicofisica ecc. Non vedo perchè i rapporti sessuali debbano costituire eccezione a questo orientamento.


per esempio io non metterei mai sullo stesso piano il sesso e le sigarette, perchè allora l'idea della sessualità è davvero quella cattolica dove il sesso è qualcosa di negativo.

ma che centra? Che dici?? hai estrapolato solo l'esempio delle sigarette in mezzo ad altri esempi che non avevano nessuna connotazione negativa per attribuire a me o alle leggi italiane un "pensiero cattolico". Stai sviando dal discorso e ne stai distorcendo il senso.


non ne avevo l'intenzione, comunque l'esempio delle sigarette mi ha fatto pensare a quello

Il senso è che un tredicenne per la legge è un bambino ed è soggetto alla potestà genitoriale e non può fare autonomamente NESSUNA (o quasi) delle cose che un adulto svolge in autonomia.


il senso di questo però è proteggere un bambino da cose che possono arrecare danno a lui o ad altri. Se un bambino fuma sigarette si procura un danno, se guida la macchina può provocarlo a sè e ad altri, come fa un rapporto consenziente (sempre che il bambino non venga considerato davvero alla stregua di una persona incapace di avere una volontà personale, e quindi di intendere e volere) a essere messo sullo stesso piano di una strage stradale? Occhio che non sto parlando assolutamente di violenze di nessun tipo eh, ma di un bambino che prende magari l'iniziativa con un adulto.

Un tredicenne
- può decidere da solo di andarsene in vacanza a Londra per i cazzi suoi? NO


Con l'autorizzazione dei genitori può andare dove vuole che io sappia. Come caso mi sembra diverso: c'è un adulto che valuta e decide se il ragazzo/bambino è sufficientemente maturo, non c'è un divieto a priori basato sull'età anagrafica.


- può lavorare? NO, e non centra l'obbligo scolastico perchè non può lavorare neanche part time


altro argomento difficile ma anche qui penso che il problema principale sia quello di evitare lo sfruttamento

- se i genitori muoiono, può disporre del suo patrimonio liberamente? NO, viene nominato un tutore che si occuperà di lui in modo che non finisca sul latrico prima del compimento della maggiore età  asd


appunto per evitare che si possa arrecare da solo un danno

- la macchina la può guidare? NO


vedi sopra

insomma, l'unico modo per associarlo alle cose sopra mi sembra quella di presumere che sia per forza pericoloso o dannoso da un punto di vista psicologico quando non fisico. Tu pensi che sia così? Cioè, che il sesso per un bambino/adolescente debba essere per forza dannoso o creare squilibri o disturbi?
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#10 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:21


Un tredicenne
- può decidere da solo di andarsene in vacanza a Londra per i cazzi suoi? NO


Con l'autorizzazione dei genitori può andare dove vuole che io sappia. Come caso mi sembra diverso: c'è un adulto che valuta e decide se il ragazzo/bambino è sufficientemente maturo, non c'è un divieto a priori basato sull'età anagrafica.

non è vero. Nessun albergo o ostello è autorizzato ad accettare minori non accompagnati. E sui voli i minori non accompagnati devono essere assistiti dal personale che li "consegna" all'arrivo al tutore designato. Che stai addì?
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#11 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:25



Un tredicenne
- può decidere da solo di andarsene in vacanza a Londra per i cazzi suoi? NO


Con l'autorizzazione dei genitori può andare dove vuole che io sappia. Come caso mi sembra diverso: c'è un adulto che valuta e decide se il ragazzo/bambino è sufficientemente maturo, non c'è un divieto a priori basato sull'età anagrafica.

non è vero. Nessun albergo o ostello è autorizzato ad accettare minori non accompagnati. E sui voli i minori non accompagnati devono essere assistiti dal personale che li "consegna" all'arrivo al tutore designato. Che stai addì?


ah vabbè, probabilmente hai ragione non ho pensato ad altri adulti, comunque non mi sembra che cambi più di tanto il senso del discorso. E sulla domanda mi rispondi?
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#12 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:26

insomma, l'unico modo per associarlo alle cose sopra mi sembra quella di presumere che sia per forza pericoloso o dannoso da un punto di vista psicologico quando non fisico. Tu pensi che sia così? Cioè, che il sesso per un bambino/adolescente debba essere per forza dannoso o creare squilibri o disturbi?

non "per forza". Le cose sopra non sono "per forza" dannose, ma solo "potenzialmente" dannose, esattamente come lo è una relazione sessuale con una persona molto più grande (in quanto non è possibile stabilire in che misura la scelta del minore è autonoma o indotta).
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#13 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:32


insomma, l'unico modo per associarlo alle cose sopra mi sembra quella di presumere che sia per forza pericoloso o dannoso da un punto di vista psicologico quando non fisico. Tu pensi che sia così? Cioè, che il sesso per un bambino/adolescente debba essere per forza dannoso o creare squilibri o disturbi?

non "per forza". Le cose sopra non sono "per forza" dannose, ma solo "potenzialmente" dannose, esattamente come lo è una relazione sessuale con una persona molto più grande (in quanto non è possibile stabilire in che misura la scelta del minore è autonoma o indotta).


perchè non è possibile stabilirlo? Mica hai a che fare con un cretino. Uno a dodici tredici anni può non avere alcuna esperienza, può non avere cultura ma non è un imbecille, perchè una sua decisione non dovrebbe valere? Se un ragazzino che voleva scopare con una tipa (o con un tipo) più grande e maggiorenne che gli dici, "sei troppo piccolo per sapere quel che vuoi veramente"? Guarda che il discorso è esattamente questo.

E poi: perchè l'essere plagiati in tante cose (comportamento, moda, bisogni indotti, condizionamenti di tutti i tipi) non dovrebbe essere un problema allo stesso modo o smettere di esserlo una volta raggiunto un limite arbitrario di una presunta "maggiore età"?
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#14 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:36



insomma, l'unico modo per associarlo alle cose sopra mi sembra quella di presumere che sia per forza pericoloso o dannoso da un punto di vista psicologico quando non fisico. Tu pensi che sia così? Cioè, che il sesso per un bambino/adolescente debba essere per forza dannoso o creare squilibri o disturbi?

non "per forza". Le cose sopra non sono "per forza" dannose, ma solo "potenzialmente" dannose, esattamente come lo è una relazione sessuale con una persona molto più grande (in quanto non è possibile stabilire in che misura la scelta del minore è autonoma o indotta).


perchè non è possibile stabilirlo? Mica hai a che fare con un cretino. Uno a dodici tredici anni può non avere alcuna esperienza, può non avere cultura ma non è un imbecille, perchè una sua decisione non dovrebbe valere? Se un ragazzino che voleva scopare con una tipa (o con un tipo) più grande e maggiorenne che gli dici, "sei troppo piccolo per sapere quel che vuoi veramente"? Guarda che il discorso è esattamente questo.

esatto, il discorso è ESATTAMENTE questo. E' difficile da accettare?
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#15 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:37




insomma, l'unico modo per associarlo alle cose sopra mi sembra quella di presumere che sia per forza pericoloso o dannoso da un punto di vista psicologico quando non fisico. Tu pensi che sia così? Cioè, che il sesso per un bambino/adolescente debba essere per forza dannoso o creare squilibri o disturbi?

non "per forza". Le cose sopra non sono "per forza" dannose, ma solo "potenzialmente" dannose, esattamente come lo è una relazione sessuale con una persona molto più grande (in quanto non è possibile stabilire in che misura la scelta del minore è autonoma o indotta).


perchè non è possibile stabilirlo? Mica hai a che fare con un cretino. Uno a dodici tredici anni può non avere alcuna esperienza, può non avere cultura ma non è un imbecille, perchè una sua decisione non dovrebbe valere? Se un ragazzino che voleva scopare con una tipa (o con un tipo) più grande e maggiorenne che gli dici, "sei troppo piccolo per sapere quel che vuoi veramente"? Guarda che il discorso è esattamente questo.

esatto, il discorso è ESATTAMENTE questo. E' difficile da accettare?


non è difficile da accettare nel senso che la realtà è già esattemente così. Per me appunto il concetto corrisponde a voler considerare un minore un povero demente incapace di intendere e volere.
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#16 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:39

E poi: perchè l'essere plagiati in tante cose (comportamento, moda, bisogni indotti, condizionamenti di tutti i tipi) non dovrebbe essere un problema allo stesso modo o smettere di esserlo una volta raggiunto un limite arbitrario di una presunta "maggiore età"?

può darsi che siano problemi (a mio avviso alcuni LO SONO), ma non essendo imputabili ad una singola persona lo Stato non li può arginare. Per queste cose prenditela con "la società"  asd
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#17 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:43


E poi: perchè l'essere plagiati in tante cose (comportamento, moda, bisogni indotti, condizionamenti di tutti i tipi) non dovrebbe essere un problema allo stesso modo o smettere di esserlo una volta raggiunto un limite arbitrario di una presunta "maggiore età"?

può darsi che siano problemi (a mio avviso alcuni LO SONO), ma non essendo imputabili ad una singola persona lo Stato non li può arginare. Per queste cose prenditela con "la società"  asd


il fatto è che lo stato non credo possa arginarli in nessun modo: le violenze ci sono sempre state ed è sempre stato giusto punirle quando si scoprono... i rapporti consenzienti ci sono sempre stati pure quelli e magari si scoprono di meno, però quando si scoprono succede che ci sono due persono che hanno voluto fare la stessa cosa e una delle due persone diventa il peggiore mostro sulla faccia della terra a cui viene distrutta la vita e che messo di fronte a una folla verrebbe linciato.
  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#18 KissRelish

KissRelish

    redattore Ondagossip 2000

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8859 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 14:51

il fatto è che lo stato non credo possa arginarli in nessun modo: le violenze ci sono sempre state ed è sempre stato giusto punirle quando si scoprono... i rapporti consenzienti ci sono sempre stati pure quelli e magari si scoprono di meno, però quando si scoprono succede che ci sono due persono che hanno voluto fare la stessa cosa e una delle due persone diventa il peggiore mostro sulla faccia della terra a cui viene distrutta la vita e che messo di fronte a una folla verrebbe linciato.

se non si ammette la consensualità non esistono rapporti consenzianti, ma solo rapporti tra un individuo non responsabile di sè stesso (in questa occasione come in tutte le altre sopra elencate) ed un individuo perfettamente responsabile e consapevole che trae profitto da quello più debole.
Comunque visto che ti ostini a considerare un tredicenne alla stregua di un adulto non troveremo MAI un punto di incontro, e infatti stiamo rigirando continuamente attorno allo stesso concetto e io mi son pur un pò stancata.
  • 0
Laura Amiga Putana Napole.

#19 dick laurent

dick laurent

    ...

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11886 Messaggi:

Inviato 21 marzo 2010 - 15:01


il fatto è che lo stato non credo possa arginarli in nessun modo: le violenze ci sono sempre state ed è sempre stato giusto punirle quando si scoprono... i rapporti consenzienti ci sono sempre stati pure quelli e magari si scoprono di meno, però quando si scoprono succede che ci sono due persono che hanno voluto fare la stessa cosa e una delle due persone diventa il peggiore mostro sulla faccia della terra a cui viene distrutta la vita e che messo di fronte a una folla verrebbe linciato.

se non si ammette la consensualità non esistono rapporti consenzianti, ma solo rapporti tra un individuo non responsabile di sè stesso (in questa occasione come in tutte le altre sopra elencate) ed un individuo perfettamente responsabile e consapevole che trae profitto da quello più debole.


si, il fatto è che il bambino magari è consenziente e lo stato dice di no con quel che ne segue.

Comunque visto che ti ostini a considerare un tredicenne alla stregua di un adulto non troveremo MAI un punto di incontro, e infatti stiamo rigirando continuamente attorno allo stesso concetto e io mi son pur un pò stancata.


io non considero un bambino alla stregua di un adulto che di solito ha più esperienza, traggo solo le conseguenze del ragionamento:

1. Si pensa che il sesso anche se consenziente è dannoso per l'equilibrio di un ragazzino. Perchè, non si sa. Si dà per scontato.

2. Si pensa che un ragazzino non sia in grado di intendere e volere, è un individuo la cui volontà non va mai presa in considerazione


  • 0

dai manichei che ti urlano o con noi o traditore libera nos domine


#20 Syddharta

Syddharta

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4542 Messaggi:
  • LocationMilano

Inviato 21 marzo 2010 - 18:28

Teoricamente per legge fino al conseguimento della maggiore età (esclusi minori emancipati) non si potrebbe nemmeno comprare il giornale o il biglietto del cinema.

M.
  • 0

M.

 





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq