Vai al contenuto


Foto
- - - - -

John Zorn


  • Please log in to reply
351 replies to this topic

#341 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 22 maggio 2018 - 17:24

Ah che bello finalmente anche il Book of Angels è finitohMMIODDIOH!

 

 

THE BOOK BERIAH the final 92 compositions that complete the 25-year Masada legacy

 

large.jpg

 

CD1 Keter – crown SOFIA REI 
CD2 Chokhma – wisdom CLERIC 
CD3 Binah – understanding SPIKE ORCHESTRA 
CD4 Chesed – loving kindness JULIAN LAGE-GYAN RILEY 
CD5 Gevurah – severity ABRAXAS
CD6 Tiferet – beauty KLEZMERSON 
CD7 Netzach – eternity GNOSTIC TRIO
CD8 Hod – splendor ZION80 
CD9 Yesod – foundation BANQUET OF THE SPIRITS 
CD10 Malkhut – kingship SECRET CHIEFS 3

 

BONUS CD —
CD11 Da’at – knowledge CRAIG TABORN-VADIM NESELOVSKYI

 

 

executive producer – john zorn
associate producer – kazunori sugiyama
mastering – scott hull
design- heung heung chin


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#342 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 12 giugno 2019 - 14:12

Terminato questa settimana l'ascolto degli undici capitoli del Book Beriah, faccio una rapida cernita per chi volesse approcciarlo.

 

 

Sopra la media
 
Zion80: big band di ottoni in grandissima forma, esaltante e con molta inventiva
Julian Lage and Gyan Riley: stellare duo di chitarre, intrecci elaboratissimi, forse meglio dell'ormai datato Masada Guitars
Sofía Rei and JC Maillard: lei è una delle voci del coro a cappella Mycale, protagonista dei Book of Angels # 13 e 25; lui polistrumentista qui alle percussioni. Passione e lirismo
Gnostic Trio: Bill Frisell (chitarra), Carol Emanuel (arpa), Kenny Wollesen (vibrafono), formazione già rodata in The Gnostic Preludes (TZ 7395), combo talmente peculiare da risultare sempre gradevole e inedita
 
 
Nella media
 
Craig Taborn, Vadim Neselovskyi: i brani per piano solo di Taborn sono eccezionali, con fraseggi fluidi e vertiginosi attorno ai temi di Zorn; i brani con l'altro pianista e il trio di quest'ultimo sono roba già sentita, senza guizzi
Cleric: credo il primo vero affondo tech-metal della scuderia zorniana, intepretazione curiosa e spesso gasante del tema ebraico, la famiglia della New Jewish Music non smette di ampliarsi
Secret Chiefs 3: sempre dei fuoriclasse, ma non stupisce; dati i trascorsi, qualche deja-vu non lo rende imprescindibile
Spike Orchestra: big band al completo, dovrei risentirlo per farmi un giudizio più preciso, comunque merita
 
 
Nessuna sorpresa
 
Abraxas: grandi musicisti al fianco di Shanir Ezra Blumenkranz, ma bastava il relativo capitolo del Book of Angels
Klezmerson: Hasidic New Wave che già negli anni novanta si era espressa a sufficienza
Banquet of the Spirits: una delle formazioni che tende a ripetersi di più, finisce per annoiare dopo due pezzi

  • 8

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#343 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2477 Messaggi:

Inviato 24 luglio 2019 - 09:30

HELP!!

 

Sto cercando un lavoro piuttosto recente di Zorn (diciamo dal 2010 in poi ma dovrebbe essere uscito negli ultimi 3-4 anni), mi sembravano solo 3/4 brani lunghi e c'era una predominanza di violini, forse era addirittura uno string quartet o trio.
La musica potrebbe essere paragonata a grandi linee a Black Angels del Kronos Quartet.

 

L'avevo scaricato e ascoltato ma adesso non riesco più a trovarlo nel mio HD


  • 0

#344 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 24 luglio 2019 - 18:26

Ci sono un paio di volumi del Book of Angels a nome Masada String Trio, una delle formazioni migliori del giro.
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#345 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2477 Messaggi:

Inviato 25 luglio 2019 - 10:33

Ci sono un paio di volumi del Book of Angels a nome Masada String Trio, una delle formazioni migliori del giro.

Ecco ieri volevo specificare che non sono del Masada songbook e non suona lo string trio solito. È uno dei tanti dischi a nome Zorn usciti negli ultimi anni.  


  • 0

#346 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 26 luglio 2019 - 20:39

Allora forse questo del 2014, con nientemeno che il quartetto Arditti:
https://www.discogs....release/5858061
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#347 woody

woody

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2477 Messaggi:

Inviato 28 luglio 2019 - 16:07

Allora forse questo del 2014, con nientemeno che il quartetto Arditti:
https://www.discogs....release/5858061

Com'è? Non mi sembra di averlo mai ascoltato.

Credo che forse fosse "there is no more firmament" che non è un cd dove gli archi predominano in effetti, ma solo nel secondo e più lungo brano, forse mi ricordavo male.

Comunque grazie  :)


  • 0

#348 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 28 luglio 2019 - 17:21

Bello anche quello che citi tu, quello con gli Arditti dovrei senz'altro riascoltarlo, non sono più tanto sul pezzo neanch'io con Zorn.
  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#349 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 01 giugno 2020 - 09:32

A furia di perdere puntate ho snobbato (almeno) un lavoro meritevole: dell'anno scorso, Nove Cantici per Francesco d'Assisi (2019), trio di chitarre con Bill Frisell, Gyan Riley, Julian Lage. Un misto tra Masada Guitars, flamenco e certe inflessioni di folk nordico che mi fanno sciogliere.

 

John-Zorn-300x300.jpg

 

 

 

Composed for a museum residency at the Frick in New York City, “Nove Cantici” is a beautiful suite of music inspired by the life and thought of the beloved spiritual figure Saint Francis of Assisi. A fitting follow-up to the beautiful and moody acoustic guitar CD “Midsummer Moons” from 2017, here the astounding guitar duo of Julian Lage and Gyan Riley is expanded to a trio with the addition of legendary guitarist Bill Frisell. Ten lovely, spiritual compositions for meditation and contemplation performed by three of the most renown guitarists in the world. An essential release that will appeal to perhaps the widest audience Zorn has ever had.

 

 

 

Uscito a febbraio scorso il "sequel", Virtue (2020), stesso trio e altro soggetto di tradizione cristiana.

 

Virtue-300x300.jpg

 

 

 

 Inspired by anchoress Julian of Norwich, a 14th century abbess and one of the founders of Christian mysticism, Virtue is marked by a stunning, seductive lyricism. Softly mystic music that is perfect for meditative late night listening on a cold rainy night, alone or with a loved one.

  • 1

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#350 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2020 - 11:01

Per chi fosse interessato a qualche approfondimento sulle ultime uscite a firma Zorn, ho "resuscitato" Zornography con una rubrica dedicata sul mio blog.

 

 

8370.jpg* 8371.jpg * 8372.jpg


  • 4

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#351 vit vit

vit vit

    cap&cazz

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 240 Messaggi:

Inviato 23 luglio 2020 - 15:45

Grazie
  • 0

#352 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24026 Messaggi:

Inviato 06 gennaio 2021 - 11:44

Ultime quattro recensioni zorniane del 2020.

 

♢ Les Maudits 
♢ Songs for Petra [John Zorn / Jesse Harris // Petra Haden]
♢ Azoth
♢ The Turner Etudes [Stephen Gosling]
 
 
zorn-collage-2020-2.jpg

  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq