Vai al contenuto


Foto
* * * * * 2 Voti

Anemoia And Friends: Le Parole Per Esprimere Sensazioni Inafferrabili


  • Please log in to reply
52 replies to this topic

#1 dendrite

dendrite

    un tempo any01

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2098 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2021 - 20:01

*
POPOLARE

Ho trovato da poco questo termine, mentre leggevo distrattamente commenti sul Tubo relativi alla Gymnopedia 1. Mi è piaciuto, ho cercato in rete qualcosa, e ho trovato alcuni siti interessanti che affrontano il tema, ovvero come definire con parole specifiche condizioni e stati d'animo sfumati o più complicati dei soliti; io ero fermo al solito schadenfreude, e mi fa piacere sapere che ce ne sono davvero tantissimi. O meglio, qualche tempo fa avevo pescato una lista di parole intraducibili in italiano, ma stavolta si tratta di qualcosa di più specifico

 

Per esempio cocooa.com elenca ventisei modi di dire da varie parti del mondo riferiti appunto a stati d'animo particolari. Eccoli, direttamente presi dal sito:

 

Ecco una lista di emozioni che le persone provano ma non sono in grado di spiegare.
Altschmerz: L’affaticamento con le solite vecchie questioni che hai sempre avuto. I soliti noiosi difetti e ansietà che hai masticato per anni.
Anemoia: nostalgia per un tempo che non hai vissuto.
Sonder: La realizzazione che ogni persona che incontri o che semplicemente ti passa davanti ha una vita complessa e ricca come la tua – con i propri sogni, amici, preoccupazioni e piccole manie.
Monachopsis: La sottile ma persistente sensazione di essere fuori posto.
Énouement: Quel sapore Agrodolce di essere arrivati nel futuro, aver visto come le cose sono andate effetivamente, ma non essere in grado di raccontarlo al tuo se passato.
Vellichor: La strana melanconia che hanno i negozi di libri usati, che in un certo senso sono imbevuti del passare del tempo e di cui tu non potrai mai avere il tempo per leggerli tutti.
Rubatosis: La consapevolezza, preoccupante, di sentire il proprio battito del cuore.
Kenopsia: Quell’angosciosa, desolata atmosfera che ha un luogo che di solito è straripante di gente ma adesso è abbandonato e silenzioso.
Mauerbauertraurigkeit: Quell’impulso non spiegabile di allontanare le persone da sè, comprese anche gli amici più cari a cui vuoi bene.
Jouska: Una conversazione ipotetica che reciti in maniera compulsiva nella tua testa.
Chrysalism: Quella tranquillità, come essere immerso nel liquido aminiotico, di essere al coperto quando fuori c’è una tempesta.
Vemödalen: La frustrazione di fotografare qualcosa di davvero strepitoso, quando sai che esisteno altre migliaia di foto identiche.
Anecdoche: Una conversazione in cui tutti parlano e nessuno ascolta.
Ellipsism: La tristezza nel sapere come finirà la storia.
Kuebiko: Uno stato di sfinimento ispirato da atti di violenza senza senso.
Lachesism: Il desiderio di essere colpito da un disastro – sopravvivere un incidente aereo, perdere tutto in un incendio, cadere in una cascata – per rendere più tagliente il percorso della propria vita.
Exulansis: La tendenza di smettere di parlare di un’esperienza perchè le persone non sono capaci di comprendere.
Adronitis: La frustrazione per il tempo che si impiega per conoscere qualcuno.
Rückkehrunruhe: La sensazione di tornare a casa dopo un viaggio che ti ha stimolato tutti i sensi solo per accorgerti che sfuma rapidamente dalla tua consapevolezza fino al punto che devi sforzarti per tenere a mente che questa cosa è davvero successa, nonostante fosse cosi vivida solo qualche giorno fa.
Nodus Tollens: La comprensione che il copione della tua vita non ha più nessun senso per te.
Onism: La frustrazione di essere intrappolato in un corpo soltanto, che abita un solo luogo alla volta.
Liberosis: Il desiderio di interessarsi meno delle cose.
Occhiolism: La comprensione della piccolezza della tua prospettiva.
Wytai: una caratteristica della società moderna che di colpo ti accorgi essere grottesca – dagli zoo, al bere il latte.
Zenosyne: la sensazione che il tempo continua a passare più velocemente.
Kairosclerosis: il momento in cui ti accorgi di essere felice, e in cui tenti in maniera cosciente di assaporare la sensazione, che obbliga il tuo intelletto a identificarla, catalogarla e metterla nel contesto, dove lentamente scompare fino al momento in cui è poco più di un retrogusto.

 

A occhio e croce, temo di aver percepito, anche solo sfiorandolo, ciascuno di questi stati d'animo così descritti. E voi? Avete altri termini  da proporre? Vi riconoscete in queste descrizioni?


  • 28
Also Sprach Mainländer

#2 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84784 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2021 - 20:27

bellissimo, io sono appassionato di queste sensazioni, alcune sono ai limiti dei disturbi psichici secondo me, o comunque collegate; ad esempio

 

 

Rubatosis: La consapevolezza, preoccupante, di sentire il proprio battito del cuore. 

 

l'attenzione al battito del cuore, di solito, è collegata alla cardiofobia, semplificando, l'ansia per l'infarto --- le persone che tengono l'indice e il medio sul collo, di solito sono concentratissime sul battito e hanno una paura fottuta che il cuore le lasci

 

 

Lachesism: Il desiderio di essere colpito da un disastro – sopravvivere un incidente aereo, perdere tutto in un incendio, cadere in una cascata – per rendere più tagliente il percorso della propria vita. 

 

antinoia per eccellenza; se non ci fosse, il mondo non prenderebbe mai colore

 

per questo topic confido molto in ravi <3, un concentrato di emozioni e sensazioni ben percepite 

 

si potrebbe espandere il discorso con dei collegamenti alla musica


  • 2

This place is death with walls

...

And the body electric flashes on the bathroom wall
Crawling to the corners where the idiot children call
See the body flashing on the bathroom wall


#3 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23968 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2021 - 20:43

Kairosclerosis: il momento in cui ti accorgi di essere felice, e in cui tenti in maniera cosciente di assaporare la sensazione, che obbliga il tuo intelletto a identificarla, catalogarla e metterla nel contesto, dove lentamente scompare fino al momento in cui è poco più di un retrogusto.

 

 

Questa, se ho capito, è una condanna che tutte le persone adulte sono destinate ad accollarsi: appena ti accorgi di essere momentaneamente felice, quell'impressione va svanendo con crescente rapidità - come se non potessimo/sapessimo concederlo a noi stessi. O forse è solo il naturale controbilanciamento della coscienza delle cose che vanno male (e che da bambini perlopiù ignoriamo) rispetto a quelle che in un dato momento vanno (o ci sembrano andare) bene.


  • 0

esoteros

 

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#4 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84784 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2021 - 20:58

dendri conosci?

 

“The Dictionary of Obscure Sorrows”.
 
...un progetto di John Koenig, il cui scopo è dare un nome a quelle emozioni che non trovano ancora una corrispondenza linguistica. Il sito fornisce una breve presentazione del dizionario, specificando che molte parole sono fini a sé stesse e non sono pensate necessariamente per entrare nella lingua corrente. L’obbiettivo è piuttosto creare una parvenza di ordine nei meandri più oscuri della nostra anima, dove tutti ci perdiamo.
 
 

edit: se ne parla nel tuo link, non avevo visto

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

ci sono molte sensazioni descritte con termini precisi solo in alcune lingue, spesso intraducibili; a volte nei dialetti

 4de3bd5bc9b106b5fedf6bf197467eca.jpg

 

 in italiano non mi pare esista, l'istinto suicida è diverso secondo me, questa è una sensazione


  • 1

This place is death with walls

...

And the body electric flashes on the bathroom wall
Crawling to the corners where the idiot children call
See the body flashing on the bathroom wall


#5 il mistico

il mistico

    proxima centauri

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11741 Messaggi:
  • Locationvia lattea

Inviato 12 aprile 2021 - 22:20

letteralmente sarebbe a dire la chiamata del vuoto, la tradurrei come una voglia di solitudine, starsene per i fatti propri senza bisogno di nessuno, natura e solitudine e basta


  • 0

#6 debaser

debaser

    utente stocazzo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22440 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2021 - 22:22

ma per niente
  • 1

Codeste ambiguità, ridondanze e deficienze ricordano quelle che il dottor Franz Kuhn attribuisce a un'enciclopedia cinese che s'intitola Emporio celeste di conoscimenti benevoli. Nelle sue remote pagine è scritto che gli animali si dividono in (a) appartenenti all'Imperatore, (b) imbalsamati, c) ammaestrati, (d) lattonzoli, (e) sirene, (f) favolosi, (g) cani randagi, (h) inclusi in questa classificazione, (i) che s'agitano come pazzi, (j) innumerevoli, (k) disegnati con un pennello finissimo di pelo di cammello, (l) eccetera, (m) che hanno rotto il vaso, (n) che da lontano sembrano mosche.
 
non si dice, non si scrive solamente si favoleggia


#7 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84784 Messaggi:

Inviato 12 aprile 2021 - 22:26

a me capita quando soffro di vertigini; o meglio, DA quando soffro, non tanto ma mi capita ---- fino a 6/7 anni fa le vertigini non mi toccavano proprio, ho fatto pure il bungee jumping e non me ne fregava nulla

 

sarà la vecchiaia


  • 0

This place is death with walls

...

And the body electric flashes on the bathroom wall
Crawling to the corners where the idiot children call
See the body flashing on the bathroom wall


#8 Twin アメ

Twin アメ

    pendolare pre post attilio lombardo

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10018 Messaggi:
  • Location1991

Inviato 12 aprile 2021 - 22:50

bellissimo, io sono appassionato di queste sensazioni, alcune sono ai limiti dei disturbi psichici secondo me, o comunque collegate; ad esempio

 

 

Rubatosis: La consapevolezza, preoccupante, di sentire il proprio battito del cuore. 

 

l'attenzione al battito del cuore, di solito, è collegata alla cardiofobia, semplificando, l'ansia per l'infarto --- le persone che tengono l'indice e il medio sul collo, di solito sono concentratissime sul battito e hanno una paura fottuta che il cuore le lasci

 

 

 

 

eccome qua, maledetti! adesso non dormo più ashd


  • 0

“Era un animale difficile da decifrare, il gigante di Makarska, con quella faccia da serial killer e i piedi in grado di inventare un calcio troppo tecnico per essere stato partorito da un corpo così arrogante." (Marco Gaetani  - UU)

 


#9 il mistico

il mistico

    proxima centauri

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11741 Messaggi:
  • Locationvia lattea

Inviato 12 aprile 2021 - 23:44

ma per niente

 

 

boh cercavo solo di indovinare


  • 0

#10 Man-Erg

Man-Erg

    Quando sulla riva verrai

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 11560 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 07:11

Ma se la definizione è scritta esattamente sotto l'espressione asd


  • 1

Trema la mano che insegue il sole, fino a sparire.


#11 Tom

Tom

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 14490 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 07:35

Topic mondiale.

 

Ovviamente ce li ho tutti, anzi mi offendono quei 2 o 3 che mi sembra di non aver mai provato.

Mi viene in mente treppenwitz meglio noto come esprit d'escalier, lo spirito della scala (forse una sottocategoria di Jouska): "Identifica quella particolare situazione in cui si subisce una provocazione verbale o un pensiero ritenuto ingiusto senza essere in grado di esprimere o elaborare una replica immediata e adeguata, mentre una risposta vincente ed efficace sovviene solo in un secondo momento, quando si è ormai "sulla scala", cioè quando è troppo tardi per usarla."
 
 


  • 7

#12 Reynard

Reynard

    Bicicletta di grossa cilindrata

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10112 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 13 aprile 2021 - 07:52

 

Mi viene in mente treppenwitz meglio noto come esprit d'escalier, lo spirito della scala (forse una sottocategoria di Jouska): "Identifica quella particolare situazione in cui si subisce una provocazione verbale o un pensiero ritenuto ingiusto senza essere in grado di esprimere o elaborare una replica immediata e adeguata, mentre una risposta vincente ed efficace sovviene solo in un secondo momento, quando si è ormai "sulla scala", cioè quando è troppo tardi per usarla."
 
 

 

La storia della mia vita. asd


  • 2
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#13 gwoemul

gwoemul

    Economia Kanyesiana

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1073 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 08:24

Me ne mancano solo un paio per completare il pokedex asd. Grande topic
  • 0

#14 ravintola

ravintola

    pesky skeleton

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4677 Messaggi:
  • LocationFirelink Shrine

Inviato 13 aprile 2021 - 08:28

risposta vincente ed efficace 

 

 

The jerkstore called: they're running out of you!

 


  • 6

rWLR9BW.png


#15 lazlotoz

lazlotoz

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 6135 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 08:39

 

 4de3bd5bc9b106b5fedf6bf197467eca.jpg

 

 in italiano non mi pare esista, l'istinto suicida è diverso secondo me, questa è una sensazione

 

Questa è una roba costante della mia vita, è un modo di vivere le vertigini. 

Ogni volta che sono in alto rispetto a qualcosa la provo fortissima. E più il posto è alto e più è forte la sensazione. Quando sono molto in alto (es su un balcone oltre il terzo piano) devo stare scostato dal parapetto altrimenti mi "vedo" mentre cado.

 

Legata a questa, a stretto giro, c'è una sensazione (non l'ho trovata nell'elenco) analoga, ma che non è sulla persona, ma sugli oggetti. Cioè quando sei molto in alto e "vedi" la forza di gravità, e ti immagini gli oggetti cadere. Tipico esempio, se hai il cellulare in mano su un ponte molto alto "senti" la forza che lo fa cadere giù.


  • 2

#16 100000

100000

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 7311 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 08:42

io qualcosa di molto simile, ma solo se non c'è parapetto. per questo distinguo dalle vertigini, perché se invece sono protetto non ho alcuna paura dell'altezza. classico esempio: torre eiffel -> ok / balcone basso del terzo piano -> aia


  • 1

#17 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84784 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 08:50

 

 

  

 

 in italiano non mi pare esista, l'istinto suicida è diverso secondo me, questa è una sensazione

 

Questa è una roba costante della mia vita, è un modo di vivere le vertigini. 

Ogni volta che sono in alto rispetto a qualcosa la provo fortissima. E più il posto è alto e più è forte la sensazione. Quando sono molto in alto (es su un balcone oltre il terzo piano) devo stare scostato dal parapetto altrimenti mi "vedo" mentre cado.

 

 

sì, l'ho scritto, a me capita da 6/7 anni, da quando a volte, dall'alto, mi vengono le vertigini, prima era una sensazione lontanissima dalla mia mente; e ho messo pure in pratica la sensazione: ero in bici lungo il Ticino, sul bordo, c'erano 2 metri di altezza da me al fiume, ho guardato verso il basso e sono caduto con la bici in acqua, insomma al posto di buttarmi dalla dalla parte giusta, ho preferito farmi un bel bagno a novembre inoltrato, bici compresa

 

difatti ora cerco di non andare mai in bici su bordoni piccoli e stretti

 

 


io qualcosa di molto simile, ma solo se non c'è parapetto. per questo distinguo dalle vertigini, perché se invece sono protetto non ho alcuna paura dell'altezza. classico esempio: torre eiffel -> ok / balcone basso del terzo piano -> aia
esatto, anche se il parapetto è bassino; a volte sono alti poco più di 90 cm, non oso pensare il dramma per quelli alti 2 metri

  • 0

This place is death with walls

...

And the body electric flashes on the bathroom wall
Crawling to the corners where the idiot children call
See the body flashing on the bathroom wall


#18 redeifiordi

redeifiordi

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 560 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 08:53

Gran topic. Per me la più inspiegabile è questa: 

 

Mauerbauertraurigkeit: Quell’impulso non spiegabile di allontanare le persone da sè, comprese anche gli amici più cari a cui vuoi bene.


  • 0

#19 Moreno Saporito

Moreno Saporito

    burzumaniaco

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 84784 Messaggi:

Inviato 13 aprile 2021 - 08:57

Gran topic. Per me la più inspiegabile è questa: 

 

Mauerbauertraurigkeit: Quell’impulso non spiegabile di allontanare le persone da sè, comprese anche gli amici più cari a cui vuoi bene.

 

la voglio mettere sul piano pratico: non volere legarsi per evitare successive richieste di affetto ecc, e quindi desiderio di fuga ---- però più che una sensazione è un modo di vivere, per come la vedo io


  • 0

This place is death with walls

...

And the body electric flashes on the bathroom wall
Crawling to the corners where the idiot children call
See the body flashing on the bathroom wall


#20 ravintola

ravintola

    pesky skeleton

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4677 Messaggi:
  • LocationFirelink Shrine

Inviato 13 aprile 2021 - 08:58

Gran topic. Per me la più inspiegabile è questa: 

 

Mauerbauertraurigkeit: Quell’impulso non spiegabile di allontanare le persone da sè, comprese anche gli amici più cari a cui vuoi bene.

 

potrebbe essere dovuta ad una sensazione di inadeguatezza. Il rendersi conto che non si e' piu' in grado di soddisfare le loro aspettative.


  • 3

rWLR9BW.png





0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq