Vai al contenuto


Foto
- - - - -

2021 A. D.: Il Famoso Discorso Di Andrea Agnelli All'eca, Parliamone Senza Infingimenti (Della Superlega, Del Futuro Del Calcio, Della Generazione Z)


  • Please log in to reply
424 replies to this topic

#1 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15449 Messaggi:

Inviato 10 marzo 2021 - 18:38

andrea-agnelli-618x367.jpg

 

8 marzo 2021, il discorso integrale di Andrea Agnelli presidente dell'European Club Associacion

 

Spoiler

 

I grandi club europei, ricchi e prepotenti, vogliono tutelare la Kasta, guadagnano spendono pretendono, se vi piace il calcio nostalgico guardatevi la serie C

 

eppure....

eppure i fatti sono evidenti

"il sistema attuale non è fatto per i tifosi moderni. Le ricerche dicono che almeno un terzo di loro seguono almeno due squadre; il 10 per cento segue i giocatori, non i club. Molto probabilmente ci sono troppe partite che non sono competitive, sia a livello nazionale che a livello internazionale"

questa non è una cazzata, è la verità, la Generazione Z, quella dei miei figli, è nata con gli smartphone e le app, con gli e-sport e con twitch

la loro soglia di pazienza rasenta lo zero, perché dovrebbero voler perdere tempo a guardare una partita prevedibilmente noioso quando possono giocare a FIFA o PES?

che senso ha per loro seguire il calcio se non per vedere in che misura le performance di mbappè o halaand corrispondono alle stats di football manager?

 

il modello NBA ed in generale degli sport americani è molto poco legato al tifo tradizionale come lo intendiamo noi, quello che vuole il tifoso moderno è lo spettacolo, senza riempitivi, le giocate del campione

molti sport si stanno evolvendo in quella direzione, il tennis per esempio, più velocità, più enfasi sui protagonisti, nuove regole che sembrano prese da un videogioco

gli e-sport sono in procinto di entrare tra le discipline olimpiche, non ha senso logico ma ha molto senso economico

 

e il calcio di periferia? e gli ultras? e la squadra come strumento di identificazione?

allo stadio si va (o si andrà) per vedere lo spettacolo, quelli che ci andavano per cantare i cori rivolti verso la curva e senza nemmeno guardare la partita sono una razza in estinzione

e poi vuoi mettere quanto è comodo guardare il calcio in tv?

 

è il progresso, bellezza

possiamo farci qualcosa? dobbiamo difendere il calcio come l'abbiamo conosciuto ad ogni costo? abbiamo qualche strumento per invertire la rotta?

abbiamo qualche strumento per modificare l'approccio delle nuove generazioni al calcio e, più ""semplicemente"", alla vita?

 

 

 

il cuore della discussione, prima ancora della SuperLega, del modello svizzero, del calendario, delle perdite da ripianare, del mercato bloccato tra le squadre in Champions

 

non siamo scemi, Agnelli dice "pensiamo in maniera collettiva" ma parla nell'interesse economico delle grandi squadre, della Juventus e nell'interesse suo personale

però usa argomenti concreti, forti

i grandi club non sono la causa della deriva, ne sono la conseguenza

o no?


  • 4

#2 redeifiordi

redeifiordi

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 560 Messaggi:

Inviato 11 marzo 2021 - 13:45

Tanto per cominciare, mi piacerebbe vedere questa famose "ricerche" e sulla base di cosa vengono dedotti questi fatti inequivocabili. I discorsi ai quali vengono appiccicate etichette tipo "è il progresso baby" puzzano sempre un po' e mi sanno tanto di volersi scegliere le premesse che fanno più comodo per arrivare alla conclusione che ne fa ancora di più. 

Nel calcio italiano abbiamo un convitato di pietra massiccio rappresentato dall'abnorme numero di squadre iscritte ai principali campionati professionistici, con le conseguenze che tutti conosciamo, ma l'eventuale riforma/riduzione non viene nemmeno menzionata; a me puzza parecchio di malafede essere parte  come Agnelli del sistema che consente il moltiplicarsi delle settanta Udinese-Cagliari stagionali  e poi puntare il dito contro lo stesso sistema che si alimenta.

La commercificazione del calcio in un mondo ultraconsumistico è probabilmente inevitabile e sulla base dell'evoluzione che la cosa prenderà, ognuno deciderà se avrà voglia di seguirlo o meno, it's as simply as that. Conosco parecchia gente che tifa Chelsea, United, Arsenal per motivi a me ignoti, polacchi che tifano Bayer per Lewandowski, studenti che tifano Bacellona per averci fatto l'Erasmus; non nascondo di averli considerati a suo tempo dei simpatici tontoloni ma a pensarci bene non sono molto diversi dal napoletano che tifa Juve o dal genovese che tifa Milan. Anzi, per reazione, questi due personaggi per me teorici ma reali mi stanno simpatici e pensano che siano necessari e sani,quindi non è tanto o non è solo un discorso di radici, identificazione con il proprio territorio, birretta e panino fuori dalla gradinata (qui solo per la maglia nella nostra carriera di tifosi lo abbiamo detto tutti, e nessuno ci impedirebbe di farlo anche in Eccellenza): Il discorso a mio parere è quello di chiedersi se il campionato dei grandi con tante partite tra di loro alla lunga non rischierebbe di stancare e annoiare tanto quanto le proverbiali Udinese-Cagliari e se invece non sarebbe il caso di (provare a) ridare interesse ai vari campionati nazionali con aumento della competitività complessiva, ridistribuzione equa dei diritti TV, un vero fair-play finanziario anche a livello di campionati nazionali ed in generale cercando di premiare lo sforzo sportivo rispetto a quello economico. Abbiamo visto qualche anno fa come il Leicester abbia attratto l'interesse generale, siamo sicuri che al calcio non servano più Leicester, 2016 Verona 1985, Sampdoria 1991invece che tanti El Clasico?


  • 4

#3 10 Maggio 1987

10 Maggio 1987

    [pco] sporco scriba [pco] non sei degno della vita eterna

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6116 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 11 marzo 2021 - 21:41

Il discorso a mio parere è quello di chiedersi se il campionato dei grandi con tante partite tra di loro alla lunga non rischierebbe di stancare e annoiare tanto quanto le proverbiali Udinese-Cagliari e se invece non sarebbe il caso di (provare a) ridare interesse ai vari campionati nazionali con aumento della competitività complessiva, ridistribuzione equa dei diritti TV, un vero fair-play finanziario anche a livello di campionati nazionali ed in generale cercando di premiare lo sforzo sportivo rispetto a quello economico. Abbiamo visto qualche anno fa come il Leicester abbia attratto l'interesse generale, siamo sicuri che al calcio non servano più Leicester, 2016 Verona 1985, Sampdoria 1991invece che tanti El Clasico?

 

amen fratello. ma esattamente la proposta di agnelli ora qual è? ricordo quella gran cacata della superlega/superchampions ma mi pare sia stata giustamente archiviata. che vogliono fare adesso, quale sarebbe il format del 2024?


  • 0

#4 markmus

markmus

    cui prodi

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8462 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2021 - 07:56

È un’idea del cazzo. L’unica cosa bella della champions è quando l’underdog batte la squadra che ha investito i miliardi.

I bimbi con lo smartphone devono stare zitti e non rompere i coglioni, visto che sono ancora i genitori a pagare.

A parte me, che guardo tutto a scrocco comunque.
  • 3

#5 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15449 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2021 - 12:03

ovvio che agnelli & co difendano i loro interessi personali e, per farlo, cavalchino l'onda di certe tendenze
il prodotto calcio è cambiato tantissimo negli ultimi trent'anni e non venite a raccontarmi che preferireste davvero un ritorno alla coppa campioni com'era una volta oppure le partite tutte alla stessa ora la domenica pomeriggio
a dirla tutta non mi interessa nemmeno tanto parlare delle proposte dell'ECA e dei loro intenti predatori ed esclusivi

secondo voi, piuttosto, si può davvero tornare ad un modo di usufruire il calcio più autentico/tradizionale/naturale? (non mi viene l'aggettivo giusto, userei "nostalgico" se non avesse un'accezione perculatoria)
ha davvero senso parlare di "educazione delle nuove generazioni" con l'intento di riportare i giovani allo stadio (anzi, non allo stadio ma IN CURVA), di farli appassionare ad uno spettacolo rappresentato prevalentemente da partite in cui, tolta la punta dell'iceberg (quella rappresentata dall'ECA, appunto), c'è una massiccia prevalenza di giocatori mediocri che vestono casacche di squadre che non rappresentano niente per la quasi totalità dei tifosi?
cioè, tolte le partite che guardate perché c'è la vostra squadre del <3, preferireste guardare (e pagare per farlo) un sassuolo-spezia o un liverpool-man city?
aggiungete che i nuovi, allettanti, mercati per il prodotto calcio sono rappresentati dall'estero (USA, MediOriente, Asia) dove il fattore "guardo la squadra che tifo" assume un peso residuale
in somma, se vediamo il calcio come un business hanno ragione loro, se lo guardiamo come una religione avete ragione voi, ma se ci domandiamo "quale approccio garantirà la sopravvivenza del nostro sport preferito?" io non sarei tanto sicuro che basti la mistica come risposta

discorso un po' raffazzonato ma adesso devo scappare in banca prima che chiudano
  • 0

#6 blackwater

blackwater

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15058 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2021 - 12:28

Andrea Cerezo (discorso limpido)


  • 0

... sei solo chiacchiere e Baraghini 

 


#7 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15449 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2021 - 13:34

avrei dovuto linkare da subito questo articolo interessante sull'argomento da parte di Contrasti (rivista nostalgica e vagamente alt-right ma scritta bene)
https://www.rivistac...-generazione-z/

non condivido le conclusioni ma vale la pena dedicarci 10 minuti
  • 0

#8 redeifiordi

redeifiordi

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 560 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2021 - 15:03

Ho letto l'articolo e ne condivido solo le premesse (che poi sarebbe quello che ho scritto io ma scritto meglio). Se potessi far parte di un ipotetico campione di ricerca di mercato, come consumatore direi che:
-rimpiango i tempi delle partite solo alla radio con 90 minuto e una sintesi su Rai2 alle 19 non più di quanto rimpianga le pubblicità di Tabù Sexy Shop Via Giotto ang. Via Robassonero a mezzanotte su Telecupole;
-anche se così fosse, nessuno mi impedisce di farlo anche oggi (ascoltare Tutto il calcio..)
-rimpiango i tempi delle partite alla stessa ora? No, ma al tempo stesso non mi vanno bene 10 partite in 10 orari diversi;
-rimpiango la vecchia Serie A? Si, perchè era più equilibrata e trovavi Zico all'Udinese, Futre alla Reggiana e Junior al Pescara. C'è qualcuno che pensa che questo fosse un male?
-rimpiango la vecchia Coppa Campioni? Si, perchè nomen omen, è la Coppa dove giocano le squadre che hanno vinto i rispettivi campionati;
Non trovo niente di strano o di passatista a voler riconoscere che una volta qualcosa era meglio, cerco di essere altrettanto obiettivo nel riconoscere che sotto molti aspetti l'offerta sia oggi migliore.

  • 1

#9 corrigan

corrigan

    気持ち悪い

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10874 Messaggi:
  • LocationHK

Inviato 12 marzo 2021 - 15:13

quasi sicuramente è una misura semplicistica (probabilmente ci sono anche problemi a livello di diritto del lavoro), ma da anni penso che un blanket salary cap a livello UEFA, con l'aggiunta di numero definito di giocatori per rosa e l'abolizione dei prestiti, sarebbe la via maestra per aggiustare un prodotto che al momento non funziona.

la distanza tra UEFA e MLS-campionati CONCACAF o quelli asiatici è talmente siderale, che non c'è davvero il rischio che un Mbappe o un Haaland vadano a giocare a 25 anni per i Los Angeles Galaxy o l'Al-Ain. Il campionato cinese poteva essere un problema, ma per fortuna la bolla è esplosa. 


  • 0

I distrust orthodoxies, especially orthodoxies of dissent
「その時僕はミサト さんから逃げる事しかできなかった。 他には何もできない、 他も云えない… 子供なんだと ... 僕はわかった

 


#10 10 Maggio 1987

10 Maggio 1987

    [pco] sporco scriba [pco] non sei degno della vita eterna

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6116 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 12 marzo 2021 - 15:32

capisco che per agnelli e qualche altra big l'impellenza sia colmare quell'enorme divario di ricavi che c'è tra calcio europeo e leghe professionistiche americane, inspiegabile se rapportato al numeri dei rispettivi appassionati, ma la strada dell'esclusività mi pare quella sbagliata, così come ridurre il tutto a "i giovani d'oggi vogliono mbappe vs cristiano ronaldo e non juventus-udinese" è una solenne stronzata. ci sono infiniti modi per rendere molto più interessante e appassionante il calcio europeo, più di quanto lo sia già (ripeto, quante altre competizioni hanno così tanti appassionati nel mondo?), ridurre il ventaglio dei club in grado di competere per una competizione è proprio la scelta che farebbe un dirigente scarso di club potente a caso

vogliono che si giochino più partite, ma tutte contro squadre forti, magari sempre le stesse. probabilmente sarebbe meglio giocarne meno e distribuire meglio la ricchezza (compagni!) per ampliare quel ventaglio di squadre in grado di competere (che poi sarebbe un aspetto fondamentale delle leghe professionistiche americane, ma che guarda caso nessuno cita mai)

 

ps: tanto per fare un esempio, quanto fa cacare la formula per la quale gli ottavi di finale di champions sono distribuiti in CINQUE SETTIMANE? veramente nessuno di loro se l'è chiesto?


  • 0

#11 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13279 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 12 marzo 2021 - 16:57

SPOILER: MI STA SCAPPANDO IL POST POPULISTA, MI STA SCAPPANDO

 

Ho pensieri diversi che si accavallano, quindi li listo perché un discorso unico non mi riesce

 

- da che mondo è mondo, il calcio è due ragazzi e un pallone. Ogni straccio di comune in Italia ha praticamente una squadra, almeno una. Ci sono migliaia probabilmente di club calcistici che hanno decenni di storia e non sono andati oltre la Serie D. Sono dei pazzi?

 

- Qua dentro spesso si è parlato di Serie A a 18 squadre, a 16, con la scusa che certe squadracce (Como, Ancona, Frosinone) non avrebbero dovuto mettere piede in Serie A, perché troppo deboli e sostanzialmente

poco allenanti (sic!). Io rispondo che quelle squadre che si affacciano a certi livelli meritano di starci perché se lo sono meritate sul campo, anche se dovessero fare 5 punti in un anno, hanno il diritto di starci e devono avere la stessa dignità delle big. E mi pare che anche negli altri campionati ci siano squadre materasso.

 

- L'altra sera Caressa diceva che i ritmi nel nostro campionato sono troppo lenti e poi in Europa lo paghi. Ok, se è vero perché le big non giocano come le inglesi? In teoria dovrebbero stravincere tutte le partite con le più deboli. L'unica che lo fa bene è l'Atalanta, a cui è mancata la continuità, specie l'anno scorso, e qualche campione veramente tale. Inutile lamentarsi di quanto faccia cagare il gioco della Sampdoria o della Fiorentina e poi giochi adeguandoti a loro...

 

- Provo ribrezzo per i discorsi di intercettazione di nuovi target di cui parla Agnelli, sembra che stia parlando di clienti e non di tifosi. Anzi, non sembra, è così. Rimango un vecchio dentro, ma questa instagrammazione di ogni aspetto della vita mi fa vivere male. Fermo restando che, come detto benissimo da Redeifiordi, le vorrei proprio vedere queste analisi.

 

- Tuttavia, lo capisco il punto di vista di Agnelli, che è un punto di vista puramente imprenditoriale. I costi sono troppi, e le perdite troppo elevate. Ma guarda il dito senza vedere la luna pienissima: gli stipendi fuori da ogni logica umana di giocatori, procuratori, staff, eccetera.

 

- Pensasse a passare gli ottavi di finale, perché specie alla luce delle ultime 3 champions, questo suo scontento nel vedere l'ennesimo Crotone-Juventus (che tra l'altro non ha vinto) quando sognerebbe Juventus-Bayern è veramente ridicolo

 

 


  • 2
Adescatore equino dal 2005

#12 cerezo

cerezo

  • Moderators
  • 15449 Messaggi:

Inviato 12 marzo 2021 - 18:15

- Provo ribrezzo per i discorsi di intercettazione di nuovi target di cui parla Agnelli, sembra che stia parlando di clienti e non di tifosi. Anzi, non sembra, è così. Rimango un vecchio dentro, ma questa instagrammazione di ogni aspetto della vita mi fa vivere male. Fermo restando che, come detto benissimo da Redeifiordi, le vorrei proprio vedere queste analisi.

 

 

le analisi le potrai constatare con i tuoi occhi quando tuo figlio, se si appassionerà di calcio, arriverà all'età di 10-12 anni

ti accorgerai presto che per questa generazione il calcio è quello giocato su playstation, le cards, le stats di football manager, cioè una mitologia molto diversa di quella che affascinava noi (e molto più glamour, il che mette subito fuorigioco tutto il bomberismo nostalgico di provincia)

più in generale ti accorgerai che questa generazione è disabituata ad annoiarsi, non capisce e non vuole l'attesa, riempie i buchi del tempo con le partitine sulla app dello smartphone, perfino il valore socializzante del tifo (curve, cori, trasferte, anche solo guardarsi le partite al pub) è stato rimpiazzato dalle chat su whatsapp e le partite a fifa online

certo non si estinguerà del tutto il tifo viscerale, campanilista e un po' hooligano, ma non rappresenterà più la maggioranza o la normalità

 

e i club non possono ignorare questo cambiamento

fare finta che il calcio non sia business è tanto romantico quanto utopico

 

 

però occhio! non mi interessa discutere di quale idea di calcio sia migliore

mi interessa valutare quali modelli alternativi sono realisticamente praticabili, soprattutto ai livelli più alti

 

l'azionariato popolare della bundesliga può essere un esempio, l'identificazione club-popolo dell'athletic bilbao o anche solo del barcelona può esserne un altro,

poi che altro?


  • 2

#13 10 Maggio 1987

10 Maggio 1987

    [pco] sporco scriba [pco] non sei degno della vita eterna

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6116 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 12 marzo 2021 - 22:36

le analisi le potrai constatare con i tuoi occhi quando tuo figlio, se si appassionerà di calcio, arriverà all'età di 10-12 anni
ti accorgerai presto che per questa generazione il calcio è quello giocato su playstation, le cards, le stats di football manager, cioè una mitologia molto diversa di quella che affascinava noi (e molto più glamour, il che mette subito fuorigioco tutto il bomberismo nostalgico di provincia)
più in generale ti accorgerai che questa generazione è disabituata ad annoiarsi, non capisce e non vuole l'attesa, riempie i buchi del tempo con le partitine sulla app dello smartphone, perfino il valore socializzante del tifo (curve, cori, trasferte, anche solo guardarsi le partite al pub) è stato rimpiazzato dalle chat su whatsapp e le partite a fifa online
certo non si estinguerà del tutto il tifo viscerale, campanilista e un po' hooligano, ma non rappresenterà più la maggioranza o la normalità


più che una questione di diavolerie moderne in mano a giuvinastri, a me pare che il problema sia molto più semplice: il campionato italiano è UNA PALLA. per quale motivo un ragazzino in età da scuole medie dovrebbe appassionarsi? la metà abbondante delle squadre che ci giocano sono scarse, il resto non eccelle, l'unico campione di livello mondiale che ci gioca è lo zio scemo di cristiano ronaldo. stendiamo un velo pietoso sull'organizzazione generale. a meno che non abiti a meno di 10 km dallo stadio di una delle squadre che ci gioca (o che abbia un'inspiegabile fascinazione per una delle tre strisciate) non capisco perché un giovanotto dovrebbe resistere alla tentazione di guardare haaland sull'altro canale, dato che ne ha la possibilità

fare finta che il calcio non sia business è tanto romantico quanto utopico


non esiste la dicotomia romantico vs business, ma divertente vs una palla. il calcio era business pure negli anni '80, c'erano pure i calciatori con la moglie soubrettina famosa, calciatori presentatori di trasmissioni tv, presidenti ricchissimi proprietari di televisioni private. la differenza è che il campionato italiano era il più ricco, quindi anche nelle squadre in zona retrocessione giocavano titolari del brasile e il campionato era più divertente. conseguenza non trascurabile: 7 vincitrici diverse in 10 anni

però occhio! non mi interessa discutere di quale idea di calcio sia migliore
mi interessa valutare quali modelli alternativi sono realisticamente praticabili, soprattutto ai livelli più alti


la serie a migliora solo tutta insieme, il club singolo può fare l'exploit ma alla lunga non riesce a reggere.
per quanto riguarda la champions, non so come vogliano cavare più soldi di quanti ne fanno ora, io comunque qualcosa nella formula la cambierei, tipo la scorsa estate mi è piaciuta molto la partita secca ad eliminazione diretta invece di andata/ritorno.
forse, ancora più in generale, rivedrei il calendario uefa. secondo me potrebbe essere un'idea dividere la stagione agosto-giugno in due parti: prima i campionati nazionali, poi le coppe europee con formule più snelle. ma qui andiamo un po' oltre
  • 1

#14 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13279 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 02 aprile 2021 - 10:19

Credo che tutti i problemi attuali del calcio possano essere sintetizzati in due parole: 

MINO RAIOLA


  • 0
Adescatore equino dal 2005

#15 FUsandro

FUsandro

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 5113 Messaggi:

Inviato 02 aprile 2021 - 11:38

Raiola fa quello che gli dicono di fare i suoi assistiti.
  • 0

#16 cool as kim deal

cool as kim deal

    Utente contro le bonus track

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 13279 Messaggi:
  • LocationLooking Corsica, Feeling Corsico

Inviato 02 aprile 2021 - 12:01

Consideralo come archetipo
  • 0
Adescatore equino dal 2005

#17 Vonn Garpez

Vonn Garpez

    Keine gegenstände aus dem fenster werfen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 24291 Messaggi:

Inviato 06 aprile 2021 - 13:14

Ma delle lamentele di Sinisa e Guardiola riguardo le troppe partite che stanno venendo giocate ultimamente è argomento in topic? Possiamo smadonnarci e discuterne qua facendo eventuali auguri barkiani ad Infantino?

Anche perché ho appena realizzato che a settembre partirà pure la UEFA Europa Conference League, con criteri e regolamento da fantascienza. 

 

La fase a gironi si comporrà, come per la UEFA Champions League, di 32 squadre, con 8 gruppi da 4 squadre ciascuno, venendo poi seguita dall'eliminazione diretta ad iniziare dagli ottavi di finale. Un ulteriore turno, posto a cavallo tra le due fasi, vedrà le seconde classificate della UEFA Europa Conference League affrontare le terze classificate di UEFA Europa League.


  • 0
"Garp sei un pochino troppo monotematico coi gusti secondo me."
 
"Io sono tutto ciò che vale. Non sono uno come Garp che ascolta solo un genere."
 
"Che imabarazzante battuta e due cretini ti hanno dato pure i più riparatori. Sei sempre fortunato, prima o poi ti arriverà una mazzata in testa riparatrice spero."
 
"Echheccazzo gdo cresciuto che nin sei altro."
 
"Coglione"
 
"Ma basta sto tipo di musica da sfattone finto dai"
 
"vabbeh garp te oltre alla barriera linguistica c'hai pure la barriera monogenere"
 

 


#18 Sandor

Sandor

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4738 Messaggi:
  • LocationVersilia

Inviato 07 aprile 2021 - 11:39

Sarebbe interessante sapere che alto pensiero c'è dietro la conference League se non il classico "così spilliamo un po' di soldi in piu alle TV".
  • 1

#19 10 Maggio 1987

10 Maggio 1987

    [pco] sporco scriba [pco] non sei degno della vita eterna

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6116 Messaggi:
  • LocationNapoli

Inviato 07 aprile 2021 - 13:41

guardiola ha ragione e ha ragione pure sandor. la strada da seguire sarebbe quella di fare meno partite ma più di qualità, invece si continua ad andare nella direzione contraria. a proposito, a quasi 40 anni ieri sera ho finalmente realizzato che le partite di andata mi stanno sul cazzo, fonderò il partito delle partite secche


  • 1

#20 razzledazzle

razzledazzle

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3682 Messaggi:

Inviato 18 aprile 2021 - 14:26

Bomba del NYT, a brevissimo annuncio della Superlega per anticipare la nuova CL. 

 

https://www.nytimes....l?smid=tw-share

 

12 squadre al momento: Real, Barcellona, Atletico, Milan, Inter, Juventus, United, Liverpool, Manchester City, Arsenal, Chelsea, Tottenham.

Dortmund, Bayern e PSG fedeli invece all'UEFA. 


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq