Vai al contenuto


- - - - -

Robert Flaherty


  • Please log in to reply
1 reply to this topic

#1 Guest_verdoux_*

Guest_verdoux_*
  • Guests

Inviato 11 settembre 2006 - 10:11

NANUK L'ESQUIMESE

tra il 1910 ed il 1920 Flaherty partecipò a molte spedizione artiche durante le quali girò dei filmati; i tentativi di fare un documentario col materiale girato non furono soddisfacenti, per cui tornò in artide col solo preciso scopo di girare un documentario e con tutta l??attrezzatura necessaria; anziché un documentario passivo sulla realtà fenomenica, optò per un documentario di finzione in cui si ammetteva che la realtà fosse modificata dalla presenza della macchina da presa; scene di vita e di lotta per la vita del suo amico esquimese Nanuk e la sua numerosa famiglia; Nanuk non finge di non sapere di essere filmato e quasi quasi saluta la cinepresa con la manina; tuttavia è un film intensamente drammatico e talvolta crudele; oggi forse è un po?? datato ma è ancora bello; qualche campo lungo in più non ci sarebbe stato male, come pure qualche didascalia in meno;
Nanuk morì di fame due anni dopo la fine delle riprese perché si allontanò troppo in una battuta di caccia al cervo.

Curioso come Nanuk l?? esquimese, film sul conflitto tra uomo e natura, fu finanziato dai commercianti di pellicce; ma non è il caso stracciarsi le vesti (o le pelli), erano altri tempi;

Louisiana Story

ancora più curioso come la società petrolifera che doveva sfruttare i pozzi petroliferi delle paludi della Louisiana finanziò Flaherty per Lousiana story; il film cerca di rappresentare l??impatto ambientale dovuto allo sfruttamento delle risorse petrolifere in una zona naturalistica dove l??uomo vive in simbiosi con la natura e la possibile compatibilità tra progresso e preservazione dell??ambiente; pur bellissimo per le riprese naturalistiche e per le scene drammatiche dell??esplosione di un pozzo, il film non convince e rimane inevaso nel suo assunto;

TAB?

Flaherty era un veterano della Polinesia e tabù è il suo terzo film polinesiano, anche se solo moana porta la sua firma; non lo ho visto; è meno quotato di ??uomo di aran? e di ??nanuk? forse perché in questi ultimi è più conflittuale il rapporto tra uomo e natura che è al centro della sua poetica; Murnau è invece più interessato all??uomo ed al soprannaturale; le poetiche di Flaherty e Murnau si sono rivelate inconciliabili, per cui Flaherty se ne andato dopo aver girato qualche scena (quella della cascata è sua) ed aver dato in lascito a Murnau il soggetto del film e molte idee che sicuramente sono state utilizzate; e soprattutto dopo avergli trasmesso la sua esperienza per le riprese in esterni; tuttavia la paternità del film è da attribuire interamente a Murnau;
un grande capolavoro;

L??UOMO DI ARAN

la dura vita di una famiglia di pescatori e contadini sull??isolotto irlandese di aran; il film non è completamente muto, anzi, la presa diretta sulle voci, sui rumori ed sul canto dell??oceano sono tra i pregi maggiori di questo film; ma le immagini non sono da meno; qui la realtà non appare visibilmente modificata dalla macchina da presa come in Nanuk; sembra proprio un film vero; un documentario girato con grande tecnica cinematografica: campi lunghi, primi piani, controcampi e piani sequenza sono gli incredibili ingredienti di questo documentario, le cui riprese richiesero tre anni di lavorazione; il risultato è qualcosa di immensamente bello ed unico nella storia del cinema;
un grande capolavoro; primo leone d'oro della storia del cinema;




#2 falconemaltese

falconemaltese

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 75 Messaggi:

Inviato 28 maggio 2009 - 13:35

L??UOMO DI ARAN
la dura vita di una famiglia di pescatori e contadini sull??isolotto irlandese di aran; il film non è completamente muto, anzi, la presa diretta sulle voci, sui rumori ed sul canto dell??oceano sono tra i pregi maggiori di questo film; ma le immagini non sono da meno; qui la realtà non appare visibilmente modificata dalla macchina da presa come in Nanuk; sembra proprio un film vero; un documentario girato con grande tecnica cinematografica: campi lunghi, primi piani, controcampi e piani sequenza sono gli incredibili ingredienti di questo documentario, le cui riprese richiesero tre anni di lavorazione; il risultato è qualcosa di immensamente bello ed unico nella storia del cinema;
un grande capolavoro; primo leone d'oro della storia del cinema;

Rispolvero questo vecchio topic per chiedere se qualcuno è a conoscenza del fatto se questo film esista anche su dvd... Le mie ricerche (non approfondite) hanno dato esito negativo. Peraltro ho visto che i British Sea Power hanno rifatto la colonna sonora (è uscita in questi giorni in CD):
http://www.youtube.c...h?v=B0RAdfrQwvo
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq