Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Ehm... Superman Returns.


  • Please log in to reply
9 replies to this topic

#1 dendrite

dendrite

    un tempo any01

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2001 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2006 - 20:06

Ieri sono andato a vederlo, anche perché a me piace ogni tanto vedere qualche sano blockbuster purché di qualità e da certe cose lette & sentite pareva un'operazione sul genere Spiderman di Sam Raimi.
Mi piace dire da subito quelli che reputo i difetti più vistosi del film:
1. Questo film è purtroppo pesantemente soggiogato dalla mentalità americana, in maniera quasi fastidiosa. Mi riferisco ad esempio al fatto che un "vero" super-man con tali qualità altruistiche non perderebbe tempo a salvare vecchiette quando magari qualche migliaio di km più in là ci sono catastrofi, attentati e via discorrendo (SPOILER per giunta citati nel film, quando lui appena tornato dalla sua gitina su Krypton dà un'occhiata alla tv e vede un esempio di quello che è accaduto nel frattempo)
2. Il film è davvero poco credibile! Sì certo, è un film su Superman, ma oramai non siamo più negli anni Trenta, al tempo della nascita della serie, e certe farloccate potevano gestirle in modo decisamente più coerente o possibilista, per esempio come visto sui due Spiderman (SPOILER non capisco ad esempio sulla base di quale legge fisica un cristallo immerso nella Kryptonite deva aumentare la sua massa addirittura al punto di diventare un intero continente!)
3. La trama poteva essere anzi è interessante, ma qua e là ha buchi e ingenuità infantili, che guastano il piacere della visione (SPOILER le pene d'amore di Superman per la sciaquetta Lois Lane diventano quasi ridicole al pensiero di quanta gente schiatta mentre lui che ha il dovere di salvarla  ;D langue solitario ancora un po' sfogliando le margherite; il salvataggio prima di Lois Lane e famiglia da parte di Superman, poi di Superman da parte di Lois Lane e famiglia è moolto tirato per i capelli; la buffonaggine di Lex Luthor stride alquanto con il tono serioso di altre parti del film)

Detto tutto questo, a me Superman non è affatto dispiaciuto. L'attore che lo impersona, a me sconosciuto, ha fatto un bel lavoro (e con lui la troupe di truccatori) per raffigurare la bellezza classica (e quasi aliena per la perfezione del character originario). Soprattutto, mi è piaciuta molto la malinconia del supereroe destinato a essere solo, lontano lassù dalle miserie umane e tuttavie legato a esse da un sincero affetto; molto belle le scene di Superman in giro per la ionosfera, a rimirar lui che può lo spazio e il sole in tutto il loro splendore, SPOILER ben realizzata la caduta di Superman vinto da Lex Luthor e i suoi sgherri, perfetti nella loro brutalità e sadismo. Ecco, ci vedo un discorso sull'eroe, che è qualcosa di classico, un eroe non vincente e basta, ma un eroe che vince a prezzi altissimi. Il fatto che lui non sia umano, poi, assume connotati ancora più particolari: non a caso Lex Luthor cita il Prometeo (anche se per sé): Superman è un dio che rinuncia a molto di sé per donarsi all'umanità... Mmmh, questo discorso mi ricorda un altro esempio, ma non lo cito perché sarebbe quantomeno inopportuno.

Qualcuno di voi deve vederlo?
  • 0
Also Sprach Mainländer

#2 King Of Woolworths

King Of Woolworths

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 624 Messaggi:

Inviato 05 settembre 2006 - 20:26

Io l'ho visto il mese scorso qui a Birmingham e non mi ha fatto impazzire, mi aspettavo una pellicola infarcita delle solite stronzate alla Superman (che io adoro!) tipo fermare aerei con una mano, soffiare per spegnere un incendio, etc, e invece ho trovato una mielosissima storia di AMMOOOOORE.
  • 0

#3 Guest_Lukas_*

Guest_Lukas_*
  • Guests

Inviato 05 settembre 2006 - 23:05

mi sa che smallville è + interessante,
chissà quali sfighe capiteranno a sto povero attore che lo ha interpretato...

#4 Zarathustra

Zarathustra

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 183 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2006 - 08:31

Bah... operazioni come questa dimostrano una volta di più la vistosa mancanza di idee di Holliwood in questi anni. Andatevi a vedere "Slevin" o "Crazy" che meritano molto di più, tra i film in sala questa settimana!
  • 0

#5 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 06 settembre 2006 - 08:37

l'ho visto anch'io in anteprima tempo fa.

Che dire...guardabile, ma nulla a che spartire con gli Spider Man di Raimi, o i Batman di Burton e Nolan...

Synger confeziona un blockbuster che ha tutte le carte in regola per piacere al pubblico (azione, effetti speciali grandiosi, una storia d'amore) ma lascia a casa sentimento e ispirazione.

"Supermn Returns" più che un sequel è un omaggio-remake del primo film di Donner del '78, con ovvi aggiornamenti al presente.
Ormai un film su un supereroe non è più tale se non include una riflessione implicita sugli USA post 11 settembre. E così dopo "Batman Begins" anche qui il tema di fondo è "l'umanità ha davvero bisogno di un salvatore?".

In questa chiave di lettura non sbaglia chi ha riscontrato i paralleli Superman-Gesù (peraltro richiamati in varie sequenze, e non dimentichiamoci


SPOILER




che alla fine anche Superman muore per poi risorgere)



FINE SPOILER



Purtroppo al contrario di Nolan, Synger non sfrutta appieno questo tema, e nella seconda parte del film sembra concentrarsi solo sull'azione, dimenticandosi di tutto il resto, storia d'amore tra Superman e Lois Lane compresa.

Il film è formalmente perfetto, e diretto con molta raffinatezza, tant'è che ogni sequenza d'azione è un pezzo di bravura, tutto pare al suo posto.
Ci sono i cattivi Kevin Spacey e Parker Posey che fanno ridere, c'è il tentativo di dare al personaggio un tono romantico, un po' come ha fatto Sam Raimi con "Spider Man" (bella sequenza di Superman e Lois che volano sopra la città), ci sono effetti spacili grandiosi (è il film più costoso di sempre eh!)...ma il cuore resta freddo.

Alla fine non si è soddisfatti del tutto. Synger è troppo indeciso se tentare la riflessione misticheggiante su Superman come salvatore, o se recuperare invece l'ingenuità avventurosa del primo film.

In definitiva il film si fa vedere con piacere, ma la perfezione di "Spider Man 2" e "Batman Begins" è lontana.

Belle musiche di John Ottman, che riesce a non campare di rendita.


6/10

ps: Slevin no, per carità...non se ne può più di sti filmetti in stile Tarantino-Guy Ritchie...piuttosto Thank You For Smoking o il nuovo di Kenneth Branagh.

#6 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22350 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2006 - 08:41

Slevin sembra il terzo capitolo dopo Lock & Stock e Snatch...

Ma che c'entra lo stile Tarantino?
  • 0

#7 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 06 settembre 2006 - 08:47

Slevin sembra il terzo capitolo dopo Lock & Stock e Snatch...

Ma che c'entra lo stile Tarantino?


perchè questo OT?

comunque, IMHO, Snatch e Lock&Stock copiavano palesemente lo stile dei film di Tarantino

#8 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22350 Messaggi:

Inviato 06 settembre 2006 - 08:50

Ok mi attengo alle regole...niente OT...però quello che hai scritto gridava una replica..
  • 0

#9 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 12 settembre 2006 - 01:02

impressioni su superman:

L??impossibilità per l??america di pensare a se stessa senza l??11 settembre. Costante e reiterata la domanda a Superman: ??Perché non c??eri??.

L??iconologia del film ha almeno quattro diramazioni che convergono nella stessa figura:

FUMETTO
La copertina del primo albo su cui uscì Superman è citata esplicitamente nel corso del film.

CLASSICO
Icona americana consegnata alla epopea moderno, si incrocia con la mitologia classica in più momenti. (KALOS KAI AGATHOS). Oramai superman è un classico come Achille, e i colori del costume, per me non rimandano più alla bandiera americana ma ai colori primari dei fumetti

MESSIANESIMO
Il superuomo si colora di auree messianiche. ? un Cristo che risorge, un uomo venuto sulla terra per liberarci.
La prima immagine in cui compare ricorda ??La Pietà? di Michelangelo.

IL SUPERMAN DEL 78??
era quasi d'obbligo che il film prenderre la strada del catastrofico

AUTOBIOGRAFIA
Come era successo per X-men Singer non rinuncia a metterci del suo

E a tenere insieme questi elementi l??ironia. La famosa frase ??è un uccello?è un aereo?è superman?.
Nei dialoghi si fa più volte riferimento a situazione su cui si è ironizzato attorno ai poteri di superman, come l??allusione ai vantaggi che la supervista può dare quando ci si trova davanti ad una donna.

I difetti sono però tanti:l??attrice che fa Lois Lane fa schifo,
le scene romantiche sfociano nella noia mortale.
Non mi sono emozionato per niente.
nell'insieme sono rimasto però molto deluso

#10 Guest_eustache_*

Guest_eustache_*
  • Guests

Inviato 13 settembre 2006 - 12:35

l'aspetto messianico dei supereroi (sottolineata in matrix che a me non è mai piaciuto) è en sottolineata nel fumetto kingdom come




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq