Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Il diavolo veste Prada


  • Please log in to reply
25 replies to this topic

#1 King Of Woolworths

King Of Woolworths

    Roadie

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 624 Messaggi:

Inviato 31 agosto 2006 - 13:23

Non lasciatevi ingannare dal fatto che il film è tratto da un romanzo chick lit come IL DIAVOLO VESTE PRADA: questo film è divertente, bella colonna sonora, splendide vedute di NYC e Parigi, Meryl Streep stellare e Anne Hathaway perfetta e bellissima. Consigliatissimo, sperando che il doppiaggio non rovini tutto.


That's all.
  • 0

#2 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 15 ottobre 2006 - 16:57

Non è una satira del mondo della moda. Non è cattivo, non è feroce.
Ma meglio così. Quando Hollywood vuole fare dell'ironia poi rischia di mordersi la coda (vedi "Thank You For Smoking").
No, "Il Diavolo Veste Prada" è l'ennesima storiella della ragazza di paese che vende l'anima al Diavolo, ma che poi si fa degli scupoli di coscienza e ritorna sulla buona strada.
La ragazza di paese è Anne Hathaway (la nuova Julia Roberts?), laureata a pieni voti e che spera di trovare lavoro come giornalista.
Il Diavolo è Meryl Streep, ovvero la terribile e ultra chic direttrice della rivista di moda "Runaway".
Il mondo della moda non è demonizzato (sennò sarebbero state impensabili le comparsate di tanti nomi noti e le concessioni di centinaia di griffe), ma ne vengono messi in luce i suoi aspetti "positivi", la sua caratura artistica, e pure la sua funzione "morale" all'interno della società.
La protagonista impara ad apprezzare il suo lavoro, il culto del "fashion" le fa scoprire lati nascosti di sè stessa.

La commedia, seppur non particolarmente originale, funziona (quasi) perfettamente, e il merito va senza dubbio al ritmo spedito, ma soprattutto al magnifico cast.
Se la Streep gioca di fino (e il regista intelligentemente la fa vedere poco per aumentare nello spettatore l'attesa) e si prenota meritatamente per la nomination all'Oscar, un plauso va anche al cast di contorno (su tutti l'inarrivabile Stanley Tucci, ma da notare anche Emily Blunt nel ruolo della prima assistente di Miranda).

Un tipo di commedia senza dubbio ruffiana, ma anche garbata e simpatica, di cui un po' si sente la mancanza.


Voto: 7

#3 Guest_Antonella_*

Guest_Antonella_*
  • Guests

Inviato 16 ottobre 2006 - 11:57

Non male! Meryl Streep e' "awesome" come al solito...

That's all  :D

#4 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22335 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2006 - 11:09

Dopo l'abbuffata romana me lo sono visto in relax...che delusione...quanto effetto patinato...quanta rincorsa ai chichè di incasso assicurato...la prima ora è carina, sarà che, seppur con una scelta di comodo utilizzando l'ambiente della moda, ossia il più glam che esista, è interessante per noi ggiovini guardare le gesta della povera Andrea-Emily arrabattarsi per un lavoro che non sente suo, a totale dipendenza di un datore di lavoro che definire sadico è poco, continuando intanto a coltivare i propri sogni eterni...

Ma quando ho visto la Hathaway trasformasi nel look e volare a Parigi sotto le note di una colonna sonora che più scontata non si può ho realizzato che tipo di film in realtà quello di Frenkel è...

Un consiglio a chi ancora non l'ha visto: ridere per ridere andatevi a vedere la Aniston, che fa se stessa che rifà se stessa, che fa film sempre uguali, che ha sempre la stessa faccia, ma almeno ci si diverte di più..
  • 0

#5 Totally Random Man

Totally Random Man

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 360 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2006 - 11:20

molto carino,senza pretese ma è molto divertente.grande meryl streep e MERAVIGLIOSA anne hathaway...
  • 0

#6 dazed and confused

dazed and confused

    festina lente

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6082 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2006 - 12:10


Il mondo della moda non è demonizzato...ma ne vengono messi in luce i suoi aspetti "positivi", la sua caratura artistica, e pure la sua funzione "morale" all'interno della società.


Scusami, quale sarebbe la funzione morale della moda all'interno della società?
  • 0

#7 Hollywood

Hollywood

    aspirante indie

  • Members
  • StellettaStelletta
  • 95 Messaggi:

Inviato 22 ottobre 2006 - 15:41

bellissimo film...con una Meryl in una veste insolita e una bravissima e bellissima Anna Hathaway...

SE QUALCUNO SAPPIA COME SI CHIAMA LA COLONNA SONORA INIZIALE LO SCRIVA PLEASE!!
  • 0

#8 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 22 ottobre 2006 - 19:37



Il mondo della moda non è demonizzato...ma ne vengono messi in luce i suoi aspetti "positivi", la sua caratura artistica, e pure la sua funzione "morale" all'interno della società.


Scusami, quale sarebbe la funzione morale della moda all'interno della società?


bè, appunto accrescere la personalità, il gusto e la creatività delle persone. Come succede alla protagonista.

#9 floods

floods

    l'utente main$tream

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 16691 Messaggi:

Inviato 23 ottobre 2006 - 18:07

L'ho visto ieri e non mi è affatto dispiaciuto...solitamente i film di questo tipo hanno quella sorta di patina zuccherosa, che qui non era certo del tutto assente ma almeno era "tenuta a bada" da un ritmo incalzante e da attori tutti davvero molto bravi (le espressioni della Streep sono fantastiche)...si la storia un pò scontata (e la colonna sonora pure...ma era figa lo stesso ;D) però mi ha fatto davvero divertire.
  • 0
RYM enafffffffiiiiooooooooolllll

#10 Disposable Hero

Disposable Hero

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3768 Messaggi:

Inviato 24 ottobre 2006 - 11:20

Visto ieri. Ritmo perfetto, colonna sonora appropriata, storia abbatanza scontata, con un paio di colpi di scena azzeccati nelle componenti parallele alla storia, ma la vicenda principale scorre come da copione. Regia assolutamente scolastica. Nessuna battuta veramente degna di nota nè gag particolarmente divertenti. Personalmente mi sono un po' annoiato, ma non appartengo al tipo di pubblico a cui è diretto il prodotto, non essendo né particolarmente interessato alle commedie o alle sfilate di moda, né un demonizzatore del mondo corrotto e corruttore della moda.
Moralismo e buonismo sono dietro l'angolo, ma vengono (quasi) evitati.
  • 0

#11 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 24 ottobre 2006 - 18:50

Visto ieri. Ritmo perfetto, colonna sonora appropriata, storia abbatanza scontata, con un paio di colpi di scena azzeccati nelle componenti parallele alla storia, ma la vicenda principale scorre come da copione. Regia assolutamente scolastica. Nessuna battuta veramente degna di nota nè gag particolarmente divertenti. Personalmente mi sono un po' annoiato, ma non appartengo al tipo di pubblico a cui è diretto il prodotto, non essendo né particolarmente interessato alle commedie o alle sfilate di moda, né un demonizzatore del mondo corrotto e corruttore della moda.


il film riguarda la moda, deve essere fashion, e per me è logico che in colonna sonora ci fossero U2, Madonna, Jamiroquai ecc...non è scontato. Forse quelli che criticano la componente musicale si aspettavano di sentire Captain Beffheart e i Soul Coughing.

E' un prodotto simpatico, innocuo, ma non sgradevole. Nell'epoca di "40 anni vergine" e Boldi e De Sica non mi irrita il fatto che un filmetto così riempa le sale.

#12 Disposable Hero

Disposable Hero

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3768 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2006 - 10:40

Non ho capito se mi citi perchè sei d'accordo con me sull'aspetto tecnico (poi a te è piaciuto di più) o no... ???
Io l'ho detto che la confezione è perfetta, ma purtroppo sono andato a vedere un film che, per miei interessi, non faceva per me.

Diciamo che è un film da 6.
Il mio voto basato solo sul gradimento, invece, è 5.

EDIT: Alcune amiche che erano con me, sbavavano ad ogni fotogramma per quella gran sfilza di etichette che apparivano. Io tolte quattro o cinque firme, non ne conoscevo nessuna.
  • 0

#13 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2006 - 11:25

Molto carino, Meryl Streep ancora più grande di quanto fosse lecito aspettarsi. Per quanto riguarda la funzione morale della moda di cui parla Vegeta, credo che la personalità, il gusto e la creatività abbiano ben poco a che vedere con la morale.  :) Comunque è vero, il mondo della moda non viene demonizzato, e la caricatura che ne viene fatta è la stessa che fanno le persone di mia conoscenza che ci lavorano, quindi mi è parsa piuttosto verosimile. A venire giustamente demonizzato è il mondo del lavoro in generale, quando viene vissuto con grande ambizione e voglia di arrivare a tutti i costi.
Qualcuno ha letto il libro da cui è tratto il film? Perché a me viene un dubbio, alla protagonista è servito davvero fare l'assistente/schiava della direttrice di Vogue se il suo sogno era quello di diventare "giornalista impegnata"? Magari il libro è diverso oppure questo passaggio viene spiegato meglio...
  • 0
Better Call Saul!

#14 dendrite

dendrite

    un tempo any01

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1995 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2006 - 16:03

Un film che a me non è piaciuto, troppo instradato sui canoni della commedia americana su versante amore contro lavoro per darmi quella godibilità che mi aspettavo. Stereotipi fastidiosissimi, un manicheismo politicamente corretto stucchevole, una marmaglia che riesce persino a svilire alcune belle creazioni di moda viste lì. Anzi no, neanche i vestiti facevano bella figura. La protagonista è carina  e fa la sua parte, Meryl Streep è sempre la Streep e tanto basta, ma ne sono uscito alquanto deluso, tenuto conto dei commenti sentiti finora.

Diciamo che è un film da 6.
Il mio voto basato solo sul gradimento, invece, è 5.


Ecco.
  • 0
Also Sprach Mainländer

#15 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22335 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2006 - 16:20

6???

Se diamo 6 a questo film ci tocca dare 9 a commedie fatte bene anche se nientediche...

Leggevo senza intervenire ma una questione di fondo non mi va giù: non è che perchè si parla di moda l'unica messinscena possibile è quella patinata, scontata e sciatta del film di Frankel...la moda è sempre quella eppure Altman qualche anno fa la rappresentò in modo ben più brillante...ora mi si dira "e grazie che c'entra Frankel con Altman" e io rispondo che sempre di cinema si tratta..
  • 0

#16 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 25 ottobre 2006 - 17:47

6???

Se diamo 6 a questo film ci tocca dare 9 a commedie fatte bene anche se nientediche...

Leggevo senza intervenire ma una questione di fondo non mi va giù: non è che perchè si parla di moda l'unica messinscena possibile è quella patinata, scontata e sciatta del film di Frankel...la moda è sempre quella eppure Altman qualche anno fa la rappresentò in modo ben più brillante...ora mi si dira "e grazie che c'entra Frankel con Altman" e io rispondo che sempre di cinema si tratta..


ma qui di "prodotto" si tratta, di certo non di cinema d'autore...e in quest'ottica, il filmetto è riuscito.

E difatti Pret a Porter (che voleva essere una satira) non ha fatto una "lira" e questo invece è quasi a 300 milioni di dollari in tutto il mondo.

ps: quali sarebbero le commedie (americane) degli ultimi 2-3 anni che meriterebbero queste alte votazioni?

#17 Brucaliffa

Brucaliffa

    mainstream Star

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2602 Messaggi:

Inviato 25 ottobre 2006 - 18:04

Sì ma infatti non ci credo che malgrado il trailer e tutto il bombardamento promozionale su questo film si potesse andare al cinema aspettandosi Altman.
  • 0
Better Call Saul!

#18 Guest_vegeta_*

Guest_vegeta_*
  • Guests

Inviato 25 ottobre 2006 - 18:28

Sì ma infatti non ci credo che malgrado il trailer e tutto il bombardamento promozionale su questo film si potesse andare al cinema aspettandosi Altman.


infatti io sono andato non aspettandomi nulla, e ho passato due orette gradevoli. Nulla più, nulla meno.

Non credo lo rivedrò, non credo lo comprerò in dvd, ma perlomeno non sono uscito dalla sala sentendomi insultato come è successo con altre commediole americane.

#19 Guest_Lukas_*

Guest_Lukas_*
  • Guests

Inviato 25 ottobre 2006 - 22:55

L'ho visto stasera.
Questo film sta alla commedia come i rem stanno al pop. ? leggero senza essere superficiale, è politicamente corretto senza essere stucchevole, è elegante senza essere perfezionista. Poi c'è quella ironia delicata 1 pò snob che sfiora il sarcasmo che è 1 bjoux. Sinceramente non ho visto una critica positiva o negativa sulla moda, ho visto solo 1 critica sul mondo del lavoro e su come questo condizioni la vita di ognuno; le scelte e le responsabilità; l'ambito è irrilevante. La Streep è stata divina mentre la Roberts deve stare attenta che la Hataway ha tutte le carte per mandarla a casa.
Andrebbe visto solo per capire che il meglio e il peggio sono 2 concetti totalmente realtivi.


#20 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 22335 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2006 - 13:48

Sì ma infatti non ci credo che malgrado il trailer e tutto il bombardamento promozionale su questo film si potesse andare al cinema aspettandosi Altman.


E chi si aspettava Altman? Io facevo solo un esempio di possibilità di trattare il mondo della moda in modo assolutamente non stereotipato e conformista...i film li giudico tutti con lo stesso metro di giudizio, indipendentemente dallo standard di produzione o dal blasone del regista...
E dunque dare 7 o comunque la sufficienza ad un film come questo lo ritengo eccessivo, non fosse altro per una seconda parte così bollita e tristemente vuota che bisognerebbe prenderla e stracciarla di netto..
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq