Vai al contenuto


- - - - -

Gran Torino


  • Please log in to reply
138 replies to this topic

#21 nicholas_angel

nicholas_angel

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1621 Messaggi:

Inviato 09 novembre 2008 - 11:54

Ieri vedendo il trailer di Changeling, mi sono venuti i brividi
Questo Gran Torino poi mi ispira ancora di più
  • 0
Immagine inserita

#22 Guest_Honky Tonk Man_*

Guest_Honky Tonk Man_*
  • Guests

Inviato 13 marzo 2009 - 20:40

Non avevo mai pianto al cinema.

#23 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 14 marzo 2009 - 00:06

Che bello vedere il buon vecchio Clint ancora così agguerrito ed incazzato! O_O

Diretto come sempre con grande sobrietà, Gran Torino forse non sarà uno dei capolavori eastwoodiani, ma merita certamente una visione e sa commuovere (soprattutto nel finale), pur scegliendo di puntare (a volte fin troppo) su un tono a tratti inedito per il regista americano: ovvero, cercare di far (sor)ridere. Una virata tutto sommato inattesa, così come la sapiente mescolanza di generi era un punto di forza di Changeling.
Clint ha (ancora) tantissima grinta da vendere e si cala perfettamente nella parte del vecchio americano, ex-soldato in congedo, orgoglioso e fiero, ma ferito nel profondo da un lontano ma costante rimorso. Anti-eroe che sceglie di riscattarsi, Clint sembra citare se stesso nei suoi celebri esordi western; ma fa un passo in avanti che denota una freschezza incredibile: scegliere quasi di prendersi in giro ed allo stesso tempo commuovere con forza ed intensità (il già citato finale). Inoltre, il rapporto tra il vecchio Walt ed il giovane Thao, seppur con le dovute differenze, ricorda molto da vicino quello tra la Swank e proprio Eastwood.

Con i suoi pregi e con i suoi difetti, Clint riesce sempre a stupire. :)

7.5/10
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#24 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 14 marzo 2009 - 00:16

Non avevo mai pianto al cinema.


a me succede di rado. Stasera è successo.

Film eccezionale, summa dell'Eastwood pensiero. L'uomo di fronte ai suoi doveri morali e "paterni". Non esiste giustizia (le forze dell'ordine), non esiste famiglia, non c'è religione in cui credere. Ci sono solo scelte morali da abbracciare o rinnegare, senza mezzi termini. Ci sono solo scelte d'amore "estreme". A mio parere l'ideale conclusione della trilogia inaugurata da "Mystic River" e "Million Dollar Baby".
  • 0

#25 William Blake

William Blake

    Titolista ufficiale

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 15535 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2009 - 01:33

film pieno di difetti, ma di quelli che molto banalmente ti prendono e ti piacciono. c'è da riparlarne ;)
  • 0
Ho un aspetto tremendo, e non bado a vestirmi bene o a essere attraente, perché non voglio che mi capiti di piacere a qualcuno. Minimizzo le mie qualità e metto in risalto i miei difetti. Eppure c'è lo stesso qualcuno a cui interesso: ne faccio tesoro e mi chiedo: "Che cosa avrò sbagliato?"

#26 Guest_Honky Tonk Man_*

Guest_Honky Tonk Man_*
  • Guests

Inviato 14 marzo 2009 - 10:04

A parte piccoli particolari macchinosi (l'inquadratura sul bicchierino lasciato cadere) non mi pare ci sia molto da rimproverare, i dettagli scompaiono di fronte all'opera nella sua totalità.

Che bello vedere il buon vecchio Clint ancora così agguerrito ed incazzato! O_O


E' inquietante sia nel delirio (i cazzotti alla credenza) che nella calma (il colloquio col prete subito dopo).

#27 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 14 marzo 2009 - 10:15



E' inquietante sia nel delirio (i cazzotti alla credenza) che nella calma (il colloquio col prete subito dopo).


sì, anche se molti ci hanno voluto vedere richiami a Callaghan o al pistolero senza nome di Leone, Kowalski è più vicino ad eroi crepuscolari come Gunny (l'insegnamento per diventare "veri uomini"), solo che è ancora più rassegnato.


  • 0

#28 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12103 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2009 - 13:07

http://www.affarital...rino140309.html

:o :o :o
  • 0

#29 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21634 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2009 - 13:13

E' un miscuglio di agenzie, non è che sia molto attendibile.
  • 0

#30 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12103 Messaggi:

Inviato 14 marzo 2009 - 13:24

E' un miscuglio di agenzie, non è che sia molto attendibile.


Non lo so. Però dice cose che proprio non ci sono nel film. O_O
  • 0

#31 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 14 marzo 2009 - 13:33


E' un miscuglio di agenzie, non è che sia molto attendibile.


Non lo so. Però dice cose che proprio non ci sono nel film. O_O


l'avranno confuso con questo  asd

Immagine inserita
  • 0

#32 Guest_Honky Tonk Man_*

Guest_Honky Tonk Man_*
  • Guests

Inviato 15 marzo 2009 - 18:14

Ringrazio la mia parente stretta che ieri, per l'ennesima volta, m'ha fatto vivere la scena in cui Walt riceve una telefonata dal figlio, spera che sia per chiedergli come stia e questi gli chiede i biglietti per una partita di football.

Immagine inserita

#33 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 16 marzo 2009 - 10:27

non esiste famiglia


C'è comunque da presumere che Walt, a suo tempo, non sia stato un padre molto amorevole...
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#34 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21634 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2009 - 10:59

Il miglior film dell'anno (insieme a "The Wrestler"). Però Eastwood ormai è al di là di ogni giudizio, passa da un registro all'altro come se niente fosse, da uno spaccato di storia d'America ("Changeling") a un altro ("Gran Torino", appunto), la differenza la fa proprio lo stile. E poi si concede pure il lusso di autocitarsi: il suo personaggio da solo davanti alla casa della gang non è forse il remake, aggiornato alla realtà, del finale de "Gli spietati"?

E poi una cosa che, purtroppo, rimarrà sempre inascoltata: il Clint attore è davvero sottovalutatissimo. Già ai tempi di "Million Dollar Baby" avrebbe meritato maggior attenzione. Pensare che questa è stata l'ultima volta in cui lo abbiamo visto davanti alla macchina da presa mette molta tristezza. Ora non resta che prepararmi anche all'addio al set di Joaquin Phoenix  :-[
  • 0

#35 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 16 marzo 2009 - 11:13

"Gran Torino" è campione d'incassi negli Usa e nel resto del mondo

http://www.boxoffice...=grantorino.htm

ma non in ITALIA, dove "LA MATASSA" incassa quasi il doppio di Clint



  • 0

#36 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 16 marzo 2009 - 11:35

Pensare che questa è stata l'ultima volta in cui lo abbiamo visto davanti alla macchina da presa mette molta tristezza. Ora non resta che prepararmi anche all'addio al set di Joaquin Phoenix  :-[


Di cosa stai parlando? ???
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#37 Jules

Jules

    Pietra MIliare

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 21634 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2009 - 11:40

Non lo sapevi? Nel prossimo film di James Gray, Phoenix reciterà per l'ultima volta, prima di abbandonare il cinema e darsi alla musica.
  • 0

#38 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 16 marzo 2009 - 11:46

Prevedo un prevedibile ripensamento.
Tornerà a fare cinema.
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#39 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4178 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2009 - 12:09

Il film è bello, non c??è che dire, essenziale, la trama linearissima viene interrotta da siparietti fuoritema, la regia al limite dell??asciutto, tranne per alcune inquadrature e alcune scelte forse discutibili.
Ma è un film impensabile se non in mano ad Eastwood, perchè giustamente lo incarna, lo rivolta nell' icona di giustiziere che si porta dietro, si permette di deridersi, rimette con i piedi per terra l??epica americana, inserisce tutta la querelle del razzismo e della multietnicità dentro uno sfondo americano che ne è caratterizzato pienamente, perchè i vecchi sono più stranieri dei nuovi, ma soprattutto ribadisce, virandone il tema, l??ossessione eastwoodiana degli ultimi grandi film, ossia la responsabilità dei padri e il rapporto padre/figli.
Per un verso è necessario rifarsi a Mystic River e alla sua etica della vendetta, per l??altro a MDB e alla sua tematica del rapporto filiale che è sempre autonomo dal legame di sangue.
Quindi il giustiziere si confronta con le conseguenza delle sue azioni, rimane imprigionato della responsabilità di ciò che liberamente ha fatto (è difficile perdonarsi ciò che non ci è stato ordinato) e rinuncia a bettere la strada più ovvia e più liberatoria, perchè deve appunto calcolarne le conseguenze  e non su se stesso, ma sui suoi figli. Qui il tema si lega all??avvicinarsi di mondi ed età differenti, da una parte il genitore putativo che sceglie i suoi figli, dall??altra i ragazzi senza punti di riferimento che cercano una guida, un baluardo di sicurezza, un riferimento dentro e fuori alla propria realtà, perchè sono orfani indipendentemente dal dato anagrafico.
Ed è cambiato Eatswood, negli anni, non c??è più quell??inno alla libertà individuale, spesso e volentieri identificata nell??eroe armato e vendicativo, ma il proprio fare è strettamente calato in legami anche labili che fagocitano letteralmente l??individuo presuntamente solo.
E?? un film sulla vecchiaia, sicuramente, ma non solo, si inizia con un funerale e una nascita, si finisce con un funerale e una rinascita. La solitudine dell??anziano è una solitudine innegabile anche là dove non riesce a riconoscere il suo paese, ma questa distanza è più forte e realistica rispetto alla propria famiglia, che non al contorno delle genti e delle etnie che si appropriano del suolo americano e che lo fanno come, nè più nè meno, hanno fatto tutti e sempre dalla nascita di quel paese. Perchè lo è? Forse perchè nel secondo caso ci si sceglie, forse perchè l??iniezione continua di speranza che l??immigrazione regala agli Usa è un rinnovato alimentare il sogno america, una redifinizione continua di un paese.
Ed è un film ottimista, se solo pensiamo a Mystic river in cui non vi è speranza, o a MDB in cui non vi lieto fine possibile, perchè c??è il caso che governa il mondo ed è impossibile piegarlo.
Straordinaria la smorfia continuamente ripetuta che gli taglia il viso.



Odio però il piede sull'acceleratore della commozione
  • 0

#40 Ian Smith

Ian Smith

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 6643 Messaggi:

Inviato 17 marzo 2009 - 13:30

http://www.ondacinem...ran_torino.html

mi stupisco che ancora nessuno l'avsse linkata
gli incipit delle recensioni di Diego continuano ad essere qualcosa di  :-*
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq