Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Wall E (nuovo Pixar, estate 2008)


  • Please log in to reply
96 replies to this topic

#21 Notker

Notker

    Scaruffiano

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 18302 Messaggi:

Inviato 18 ottobre 2008 - 11:29

film meraviglioso. il miglior pixar di sempre senza possibilità di appello.



non dire così, per favore... io non potrò vederlo, almeno per ora :'(
  • 0
« La schiena si piega solo quando l'anima è già piegata »
(Arturo Toscanini)

molti si chiedono se il pop/rock possa essere una forma d'arte musicale o meno; ebbene, lo è sicuramente... ma solo quando risponde al requisito esposto da Don Van Vliet:
« Non voglio vendere la mia musica. Vorrei regalarla, perché da dove l'ho presa non bisogna pagare per averla »

#22 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 18 ottobre 2008 - 11:47


Qualche mese fa ero altamente scettico su questo film. Ero già stra-convinto che la Pixar avrebbe toccato il fondo


quando mai l'avrebbe toccato? sforna capolavori in continuazione  O_O
  • 0

#23 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 18 ottobre 2008 - 11:51

Lasseter è Dio.

#24 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23198 Messaggi:

Inviato 18 ottobre 2008 - 13:38



Qualche mese fa ero altamente scettico su questo film. Ero già stra-convinto che la Pixar avrebbe toccato il fondo


quando mai l'avrebbe toccato? sforna capolavori in continuazione  O_O


"Cars" è penoso. "Chicken Little" non ne parliamo.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#25 Guest_Incidente_*

Guest_Incidente_*
  • Guests

Inviato 18 ottobre 2008 - 13:43




Qualche mese fa ero altamente scettico su questo film. Ero già stra-convinto che la Pixar avrebbe toccato il fondo


quando mai l'avrebbe toccato? sforna capolavori in continuazione  O_O


"Cars" è penoso. "Chicken Little" non ne parliamo.

Si ok. Però occhio alla media.
Dimmi qualcosa contro questa sfilza:
ratatouille
alla ricerca di nemo
gli incredibili
wall e
monster and co


#26 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 18 ottobre 2008 - 18:45




Qualche mese fa ero altamente scettico su questo film. Ero già stra-convinto che la Pixar avrebbe toccato il fondo


quando mai l'avrebbe toccato? sforna capolavori in continuazione  O_O


"Cars" è penoso. "Chicken Little" non ne parliamo.


"Chiken Little" è orrido, ma non è Pixar!

"Cars" è un buon film a mio parere.
  • 0

#27 paloz

paloz

    Poo-tee-weet?

  • Redattore OndaRock
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 23198 Messaggi:

Inviato 18 ottobre 2008 - 22:37


"Cars" è un buon film a mio parere.


Un BUON film della Pixar deve avere come elemento fondante l'accomunare il pubblico infantile con quello adulto. Cosa, per carità, riuscitissima in film come Ratatouille, Monsters & Co, Nemo e compagnia bella.
"Cars" è TERRIBILMENTE per bambini. E pure banale.

In questo senso Wall-E è davvero una rivoluzione. E non da poco.
  • 0

I have spoken softly, gone my ways softly, all my days, as behoves one who has nothing to say, nowhere to go, and so nothing to gain by being seen or heard.

 

(Samuel Beckett, Malone Dies)


#28 strangelove

strangelove

    Scaruffiano

  • Redattore OndaCinema
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 12097 Messaggi:

Inviato 18 ottobre 2008 - 23:12

Secondo il mio parere ti sbagli. Premesso che ??Cars? è il film della Pixar che mi è piaciuto meno (ma dovrei rivederlo, magari in occasione di una recensione che vorrebbe seguire quelle di ??Ratatouille? e ??Wall-E?) ricordo alla perfezione alcuni elementi dominanti che smentiscono le tue parole.
Il mito della frontiera, i rimandi ad alcuni classici di John Ford, ad alcuni film di Hawks (specialmente per quanto riguarda il tema dell??amicizia virile) o Frank Capra (nelle modalità di approccio tra personaggi) il passato che si riaffaccia, personaggi complessi che si alternano ad altri ovviamente più ingenui. Non mi sembrano elementi ??terribilmente infantili?, anzi.
E poi dire che la Pixar poteva toccare il fondo dopo che soltanto un film (su 8!) non ti era piaciuto mi sembra quantomeno eccessivo.
  • 0

#29 arvic

arvic

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3479 Messaggi:

Inviato 19 ottobre 2008 - 12:30

Wall-e è davvero film bellissimo, fatto anche di personaggi secondari da urlo.
Come dimenticare i robot impazziti nel "manicomio"? o il robot spazzino? Fantastici!
Scena memorabile la danza nello spazio
  • 0

#30 Haggard

Haggard

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2729 Messaggi:

Inviato 19 ottobre 2008 - 17:11

Che bello questo Wall-E. Ha la leggerezza di una favola di Bradbury, il gusto del grottesco di Sheckley, e più in generale è un film capace, al di là delle gag e della comicità, di avere una profondità morale notevole. Qualcuno aveva citato la Dreamworks come termine di paragone su cui misurare la bellezza di questa ( e di altri film Pixar ), e sono d'accordo: molti film Dreamworks sono divertenti, a tratti sputtanevoli, ma quasi mai lasciano la sensazione di abbandonare il regno dell'entertainment puro.
  • 0

#31 Smog.

Smog.

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1816 Messaggi:

Inviato 19 ottobre 2008 - 17:37

forse il miglior pixar di sempre. dico forse perchè se prima della partenza per lo spazio si era rivelato uno spettacolo da capogiro, una completa immersione tra fascino e divertimento intriso di una sottile, ma raffinata malinconia, dopo mi ha fatto tornare sulla terra perdendo molto in materia di grazia e di incanto. un film che alla fine si è rivelato ottimo, ma che avrebbe potuto seriamente essere capace di lasciare un segno indelebile.

penso comunque di aver tenuto la bocca spalancata per un buon 20/30 minuti, senza muovere gli occhi dallo schermo.

peccato per quella una massa di cercopitechi che faceva da pubblico, anche se per certi film ce lo si deve aspettare, non riuscirò mai a farci il callo.
  • 0
Nicola.

#32 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4178 Messaggi:

Inviato 20 ottobre 2008 - 07:10

Il film è bellissimo per il 70%, ossia dove non ci sono gli umani, bellissimo e commovente.
La panoramica sulla terra deserta e invasa dall??immondizia ha la stessa potenza dell??inizio di Blade runner, almeno come visione del futuro, la melanconia struggente, il candore , l??innocenza , l??infinita solutidine dell??ultimo abitante sulla terra riesce a comunicare una vera inquietudine sul realismo della sua condizione (solo qualche settimana fa ho visto Io sono leggenda e mi domando come si può anche soltanto aver fatto un battage pubblicitario tale attorno a un filmetto simile).
Come già con molta precisione ricordato tutta la prima parte si plasma su Charlot, non è solo la scelta del mutismo,  le gag visive davvero molto ben riuscite, ma è proprio il robottino che è un novello Vagabondo e con totale purezza si innamora di un macchinario/donna angelicato.
Molte sequenze sono di un lirismo perfetto, tra tutte: il ritorno alla prima infanzia per bisogno di protezione (il ritorno alle origini), un meccanismo molto umano: Wall e che si culla prima di dormire, una cosa stupenda; la danza liberatrice, gioiosa, vitale di Eve quando la lasciano sulla terra (gà qui si capisce che è un robot speciale, con una scintilla di umanità); la danza a due nello spazio quando finalmente si ritrovano, felicità, armonia, bellezza, condivisione.
IL messaggio del film è fortemente ecologista, ma il suo vero senso è la cura, non c??è nulla di più bello di Wall e che si prende cura di Eve ormai dormiente e spenta, una cura che non ha un ritorno immediato, una cura gratuita e mossa dall??amore, senza aspettarsi corrispettivi (e scoprendo questo lei comincia ad amarlo), una cura che per traslato dovremmo estendere al pianeta che abitiamo.
Tutto il film è pieno di citazioni cinematografiche (Manhattan, 2001 più volte, Alien, Et, corto circuito).

Le dolenti note secondo me arrivano con gli umani e la critica al consumismo, superficiale, senza un vero spessore, poco interessante, quasi disturbante nel tessuto narativo. E?? molto più bella la clinica per robot impazziti, la ribellione al programma precostituito, la follia, che è propria dell??uomo, è tutta ad appannaggio dei robot. Troppa l??accelerazione finale.

Ma resta un film che regala punte di poesia, commovente, che riesce a ridurre all??osso tutto ciò che è l??uomo e la sua cultura attraverso ciò che buttiamo (la fiamma del fuoco, il contatto fisico, la musica, il cinema, la natura) e che ritorna alle origini dell??arte cinematografica, riscoprendone il linguaggio primitivo.
Consigliato vivamente



  • 0

#33 Smog.

Smog.

    .

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1816 Messaggi:

Inviato 20 ottobre 2008 - 20:59

pieno di citazioni cinematografiche (Manhattan,


questa mi è sfuggita. delucidazioni?
  • 0
Nicola.

#34 vegeta851

vegeta851

    Enciclopedista

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8571 Messaggi:
  • LocationFerrara

Inviato 20 ottobre 2008 - 23:28

La Pixar non sbaglia nemmeno stavolta. Gli ho preferito "Ratatouille" per vari motivi (ritmo indiavolato, sceneggiatura imprevedibile e congenata perfettamente, simpatia dei personaggi di contorno), ma pure "Wall E" entra di diritto tra i film d'animazione (e non) più belli degli anni 2000 (e non).
Come ha già detto qualcuno, la prima parte, senza dialoghi, è la più poetica, malinconica e coraggiosa. Il film di Stanton perde qualcosa in dirittura d'arrivo, tra messaggi ecologisti già sentiti e corse contro il tempo dall'esito prevedibile, ma commuove l'abbraccio finale tra i due robot, più umani di un'umanità inebetita e grassa, stordita da realtà virtuali, inconsapevole di cosa significhi "contatto fisico".

nessun commento sul cortometraggio che apre il film, "Presto"? Un altro gioiellino, ritmo e gag catastrofiche degne dei Looney Tunes
  • 0

#35 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4178 Messaggi:

Inviato 21 ottobre 2008 - 06:44


pieno di citazioni cinematografiche (Manhattan,


questa mi è sfuggita. delucidazioni?


Loro due seduti sulla panchina, lei è spenta, a vedere il nulla dell'immondizia, con tanto di lampione e poi la lampadina che cade sulla testa di Wall e
  • 0

#36 tiresia

tiresia

    Sue Ellen

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 4178 Messaggi:

Inviato 21 ottobre 2008 - 07:03

La Pixar non sbaglia nemmeno stavolta. Gli ho preferito "Ratatouille" per vari motivi (ritmo indiavolato, sceneggiatura imprevedibile e congenata perfettamente, simpatia dei personaggi di contorno), ma pure "Wall E" entra di diritto tra i film d'animazione (e non) più belli degli anni 2000 (e non).
Come ha già detto qualcuno, la prima parte, senza dialoghi, è la più poetica, malinconica e coraggiosa. Il film di Stanton perde qualcosa in dirittura d'arrivo, tra messaggi ecologisti già sentiti e corse contro il tempo dall'esito prevedibile, ma commuove l'abbraccio finale tra i due robot, più umani di un'umanità inebetita e grassa, stordita da realtà virtuali, inconsapevole di cosa significhi "contatto fisico".

nessun commento sul cortometraggio che apre il film, "Presto"? Un altro gioiellino, ritmo e gag catastrofiche degne dei Looney Tunes


Personalmente non mi piacque moltissimo il topocuoco. Molto ben fatto, ma dalla pIxar ovviamente ci si aspetta il meglio dal punto di vista tecnico, ma non mi coinvolse nulla nulla. Motivazioni all??agire dei personaggi un po?? buttate lì, una misoginia neppure così velata, un po?? banale il meccanismo di riconoscimento del Critico culinario, la mamma!, la cucina della mamma non si tocca, l??affetto, il desiderio per la mamma, insomma scontatello. Poi questa visione dell??europa come ancorata ad un modernariato fra gli anni 50 e i 60 del novecento.....insomma.

Meraviglioso il corto di Ratatouille, 2 minuti di geniale divertimento, puro stile Pixar, tanto che Alec il coniglio sì mi è piaciuto, perchè omaggiano ancora i primordi del cinema oltre che i Looney, ma mi è sembrato anche figlio un po?? del precedente. In tutti i casi i titoli di coda sia del corto che di Wall e bellissimi

  • 0

#37 juL fu Sig.M.

juL fu Sig.M.

    Utente paraolimpionico

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 8878 Messaggi:

Inviato 21 ottobre 2008 - 07:44

Per me Il miglior film di animazione di sempre.

Invito chiunque ad andare a vederlo, e assolutamente non per meriti tecnici (anche se cose del genere secondo me non si erano mai viste).
Che poi, ci tengo a precisare, ho anche fatto la lacrimuccia...emotivamente è qualcosa di indescrivibile, era dai tempi di "una storia vera" che non mi emozionavo così al cinema.

PS
Il filone ecologista-anticonsumista della fine del film è talmente marginale che pur essendo effettivamente superficiale e banalotto non inficia quel capolavoro che è Wall-e: un film sugli uomini dove gli uomini sono una caricatura di se stessi, un film sulla terra dove la terra è una discarica, un film sull'amore puro e incondizionato.
  • 0

#38 Homer

Homer

    Classic Rocker

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 3019 Messaggi:
  • LocationBoston

Inviato 21 ottobre 2008 - 17:05

Personalmente, uno dei film più belli di tutta la stagione e forse il film d'animazione che più mi ha emozionato in assoluto.

La Pixar firma un capolavoro. Non solo dal punto di vista visivo e puramente tecnico: i livelli di animazione raggiunti sono eccezionali, ma anche il sonoro, la regia sono perfetti.
Quello che conta è che il film commuove, emoziona e diverte.
Meravigliosa la prima parte (quasi completamente muta), forse più scontata la seconda (prevedibile, ma solo in parte, diventa l'evolversi degli eventi). Malinconico nel tratteggiare la solitudine di Wall-E sulla terra, oramai ridotta ad un cumulo di rifiuti, il film è a tratti magico e poetico, a tratti divertente e coinvolgente.
Pura poesia, delle immagini e dei sentimenti, con spruzzate cinefile sparse quà e là.
Certo, la comparsa sulla scena degli uomini è il punto debole della pellicola (in particolare la figura del Capitano della nave) ed il messaggio ecologista su cui si muove la seconda parte non è nuovo (pur essendo attualissimo). Ma il ritratto di esseri ridotti a masse immobili ed intontite, che si muovono a tentoni nella nuova realtà (perchè cullati in una virtuale per secoli) è efficace.
Non banale il modo di rappresentare il rapporto uomo-macchina. Alla fine, quelli che provano veri sentimenti sono due robot; ma è anche vero che le macchine tengono come sotto ipnosi il genere umano, facendo loro credere che non esista nulla al di fuori del mondo ibernato nella nave; senza dimenticare che quando le macchine si ribellano al volere del Capitano, lo fanno comunque perchè in fondo era stato loro ordinato di vietare il ritorno sulla terra agli umani proprio da un uomo.

Scena cult: la danza di Wall-E ed Eve nello spazio, dopo il primo bacio "elettrico" tra i due.  :-*

Scusate, ma mi sbilancio: 9/10!!!


P.S.: e non venitemi più a parlare di Shrek o Madagascar!
  • 0

"Beh, devo essere ottimista. Va bene, dunque, perché vale la pena di vivere? Ecco un’ottima domanda. Beh, esistono al mondo alcune cose, credo, per cui valga la pena di vivere. E cosa? Ok. Per me... io direi... per Groucho Marx tanto per dirne una, e Willie Mays e... il secondo movimento della sinfonia Jupiter... Louis Armstrong, l'incisione Potatoehea Vlues... i film svedesi naturalmente... L’educazione sentimentale di Flaubert... Marlon Brando, Frank Sinatra, quelle incredibili... mele e pere di Cézanne, i granchi di Sam Wo, il viso di Tracey"

"Saigon. Merda. Sono ancora soltanto a Saigon. Ogni volta penso che mi risveglierò di nuovo nella giungla"


#39 aSaucerfulOfSecrets

aSaucerfulOfSecrets

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 242 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2008 - 11:23


IL messaggio del film è fortemente ecologista, ma il suo vero senso è la cura, non c??è nulla di più bello di Wall e che si prende cura di Eve ormai dormiente e spenta, una cura che non ha un ritorno immediato, una cura gratuita e mossa dall??amore, senza aspettarsi corrispettivi (e scoprendo questo lei comincia ad amarlo), una cura che per traslato dovremmo estendere al pianeta che abitiamo.


d'accordissimo
  • 0

#40 Achille

Achille

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1150 Messaggi:

Inviato 01 novembre 2008 - 22:51

davvero moolto bello,
la prima parte muta e solitaria è sicuramente la più originale ma trova la sua ragion d'essere in quella successiva sull'affollata astronave-mole.
Non mi pare che manchino i bei momenti anche in questa parte come in occasione della citazione sonora di 2001 odissea nello spazio, allorquando il capitano si evolve kubrickianamente muovendo il suo "primo" passo da uomo libero.
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq