Vai al contenuto


Foto
- - - - -

Danza Zingara


  • Please log in to reply
3 replies to this topic

#1 DottorDivago

DottorDivago

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 178 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2006 - 12:17

Che dire della musica etnica dei Balcani... Se non che è MERAVIGLIOSA?!

Parlo della cultura Romanì... Una cultura affascinante, travolgente... E devo dire che l'esponente che più mi avvicina a questa grande cultura è Santino Spinelli (in arte Alexian), componente di una famiglia Rom stabilitasi in Abruzzo, precisamente a Lanciano (CH). E' laureato ed è da un po' di anni che ha questo progetto musico-teatrale che sta avendo molto successo tra i fanatici della musica etnica in Italia.

Porta in giro per i teatri italiani spettacoli in cui suona col suo gruppo pezzi tipicamente "zingari"...
La sua fisarmonica prende letteralmente vita sotto le sue mani, e le percussioni e le chitarre dei suoi compagni disegnano il pentagramma su cui sinuose ballano le danzatrici, con movenze ipnotiche, trascendentali, metafisiche...

Un tuffo nelle acque vorticose nella cultura Romanì... O -come direbbero "loro"- nella Romanipè (Identità Zingara)!
Volteggiare, insieme alle gonne e ai capelli impazziti delle danzatrici, sulle onde delle note diramate in sensazioni di perdizione, di sensualità, di vita nomade... Una vita che si legge negli occhi di un bambino Rom... Perchè i Rom sono un popolo senza voce, ma con dentro l'anima, una voglia di gridare e allo stesso tempo di sorridere... Che quasi commuove!

E perdersi nelle poesie (rigorosamente recitate in lingua Madre) che raccontano di libertà inviolate, di anarchia sognata e vissuta, di parole portate dal vento, parole di passione, di rispetto per la vita e di amore per l'amore... Parole che rievocano il ricordo di un popolo troppo a lungo massacrato...

E' una cultura piena di fascino... E nell'ascoltare le "creature" di Alexian, o nel leggere le sue poesie... Ti ci perdi, sei capace a lasciarti rapire per non tornare mai più, perchè senti che quel popolo ha bisogno di te, e tu hai bisogno di quel popolo. Per capire cos'è la libertà. Per capire dov'è la libertà. Per capire COSA SIGNIFICA libertà. Per capire quale caro prezzo devono assurdamente pagare per la libertà... La loro stessa vita!



Ki Sìlvja

¢havo tar li ýené ka na dikhèmbe A Silvia
Dat,
luló tùth ninguèle
tar i ©u©i nasfalì?
?utarèle o muj, ma?kurinèle i bokh.
Dat,
o ìve parnó ?urdó tri ýelatùre
perèle tar o thèm zuralé
ta ©harèle i murtì kalì tar o tatipé...
Dat,
o gra?t, o gra?t dukhaddó
na na?èle kringià
o ?urdipé parnò kerèppe tùth ?utaló.
Dat,
i ©are phabbardì tar i ©ikh prixalì
na dèle ©i©i,
bravàle zoralé a risène ko kàne langané.
Dat,
andré ©ikh melalì li phré xalé tatarèmbe
li bri?indé baré sar i jardìkh ka biandevèle a khiàle
vitsikenèle o dommò banjardò.
Dat,
andré ?urdì ràt i ©ikh li?dràle sassarì
duràle ?unèppe ankòre
o tikinó dox tar i ba?alì pirdì tri pu?ì.
Dat,
i bravàle bi sovibbé tsiddèle li bàle
i kalì ©hòne sa xrìvie
lèle li khiá.
Dat,
i gilí tar li ©iliklé murraddé
kotàre li ?ukhé rùkh tri maslilì
dukhavèle o tikinò sovibbé barò.
Dat,
o kham, o kham sa jag lolí
si sar ni pallòne phabbardò
?ukhiarèle o sabbé sapanò tar o rovibbé.
Dat,
i gilì romanì a si ni dùkheme ka rivèle
a vèle anglé kinì ta kelèle
ni bàr dukhipé nguldò.
Dat,
li fulmène sàr ©urià phabbardià
a vène tilé bikamlipé
©hinène i pòre bokhalì.
Dat,
o drijàve londò tassavèppe
o la©ho ©ororipé na véle anglé
khià tri ve? dikhène disià mulé.
Dat,
lène tri rovibbé rovène
purkané ba?addipé ka lène ta tsiddène
sar baré bri?indé sapanarène li?drandònne ýené nangé.
Dat,
o barò kalipé dèle duth ta kriss
sa andré jekh mistipé,
o bi©hibbèngre kwitipé vakerèle tar o mistipé barò
Dat,
ni dikhipé démme ngì li khiá tri kòne ni ma dikhène
pi ta ýavammàng khiàle sassarò
ma?karàle ki li kakhiá tar li ýené ka na dikhèmbe.


Santino Spinelli



Figlio del popolo invisibile

Padre,
gocce di latte rosso di sangue
sgorgano dal seno malato?
inacidiscono il palato, disgustano l'appetito.
Padre,
la neve bianca fredda di gelo
scende dal cielo violento
a coprire la pelle nera di caldo?
Padre,
il cavallo, il cavallo ferito
non galoppa traguardi
schiumoso il sudore si trasmuta in acido latte.
Padre,
l'erba arsa dalla terra avida
non emoziona calore,
turbini irrefrenabili arrivano all'udito zoppicanti.
Padre,
nel fango i piedi putrefatti si scaldano
le piogge battenti come ortiche selvatiche
fustigano il dorso ingobbito.
Padre,
nella notte gelida la terra trema tutta
lontano echeggia ancora
la stridula gola del polveroso violino.
Padre,
il vento insonne sradica i capelli
la luna nera di odio
acceca la vista.
Padre,
il canto rauco di uccelli spennati
dai rinsecchiti rami d'ulivo
tormenta il breve sonno eterno.
Padre,
il sole, il sole rosso di fuoco
è una palla ardente
prosciuga il sorriso bagnato di lacrime.
Padre,
il canto romanó è un reiterato lamento
avanza, s'affanna e danza
un dolce prolungato dolore.
Padre,
i fulmini come lame roventi
si abbattono impietosi
squarciano il ventre affamato.
Padre,
il mare salato affoga
la saggia miseria annaspa
occhi di bosco fissano immagini di città già morte.
Padre,
i fiumi di pianto singhiozzano
travolgenti arcane melodie
come tempeste bagnano ansimanti nudi corpi.
Padre,
l'oscurità infinita reca luce e giustizia
in egual benefica misura,
il muto silenzio parla d'amore perenne.
Padre,
lo sguardo concedimi con gli occhi di chi non
vuol vedere
per svanire indelebile, completamente diluito
tra le ali del popolo invisibile.


Santino Spinelli

  • 0

#2 scirocco

scirocco

    mainstream Star

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2016 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2006 - 12:24

Ti consiglio, allora,  questo meraviglioso link:
http://www.terrelibere.it/vento.htm
nonchè, ovviamente,  tutti i film del grande Gatlif!
  • 0

#3 DottorDivago

DottorDivago

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 178 Messaggi:

Inviato 01 luglio 2006 - 13:11

Ti consiglio, allora,  questo meraviglioso link:
http://www.terrelibere.it/vento.htm
nonchè, ovviamente,  tutti i film del grande Gatlif!


Ti ringrazio.. Già una volta diedi un'occhiata a quel sito, solo che poi mi si è rotto il pc e ho perso il link. Quindi ti ringrazio per avermi involontariamente fatto un favore!  ;D

E ti ringrazio anche per il consiglio sui film!  ;D
  • 0

#4 Anima

Anima

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 160 Messaggi:
  • LocationBudapest

Inviato 16 agosto 2006 - 21:10

I recommend some wonderful Hungarian gipsy music (authentic, not the touristic crap!):

Ando Drom

Szilvasi Gipsy Folk Band

Romanyi Rota & Besh O Drom
  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi

IPB Skin By Virteq