Vai al contenuto


* * * * - 2 Voti

Tim Burton


  • Please log in to reply
358 replies to this topic

#351 Jack DiSpade

    Critico proto-punk

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStelletta
  • 629 Messaggi:
  • LocationArezzo

Inviato 18 marzo 2016 - 16:28

Tornando al nuovo lavoro, non mi piace che sia un film di bambini (una mia personale idiosincrasia), cosa che Burton, nonostante le sue storie fiabesche, evitava (eccezione, forse, per la fabbrica di cioccolato, ma anche lì c'è + Depp e - cacao).


  • 0

#352 Fox la testa parlante

    Mr. Alphabet says

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2176 Messaggi:
  • LocationOn the stairs with my feet in the air

Inviato 18 marzo 2016 - 17:52

Vedo che Frankenweenie (parlo del lungometraggio del 2012) suscita poche reazioni, per lo più comprese nello spettro che va dall'indifferenza al lieve fastidio.

Io ho trovato l'opera molto gradevole, intrisa di un citazionismo un po' facile e invadente, ma divertito e affettuoso, caratterizzata da alcuni momenti piuttosto destabilizzanti (visto il pubblico di riferimento), non particolarmente accondiscendente con il bisogno di certezze premasticate dello spettatore medio e in più illuminata da sprazzi di autentica tenerezza e da una morale che ribalta la lettura (forse un po' scontata e bigotta) tradizionalmente data dell'opera della Shelley (non bisogna violare le leggi che la natura ci impone - e perché no, se a guidarci è l'amore?).

I difetti non mancano: manierismo, autoplagio, alcuni momenti stanchi e anche una lettura lombrosiana della morale dei personaggi che sconfessa tutta la visione etica e poetica burtoniana canonica. Però è stata una bella sorpresa, in definitiva.
  • 1

"Give me all your money just to cover you
Cover you in honey"

 

(Don't be afraid

There's no marmalade)


#353 John Trent

    Genio incomprensibile

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2575 Messaggi:
  • LocationBassa Depressa Bergamasca

Inviato 22 aprile 2020 - 08:00

Ma sì Burton si è prostituito per 3 grossi merdoni Disney che lasciano un po' di odore ma tutto sommato la sua filmografia resta dignitosissima avendo, anche negli ultimi anni, bilanciato appunto con Dark Shadows (peccato solo per il finale veramente stancamente mainstream e con una scorciatoia narrativa da bambino di 5 anni) e il sottovalutato Big Eyes.
  • 0

#354 lazlotoz

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 6772 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2022 - 08:38

Mi sono riguardato La fabbrica di cioccolato, e devo dire che lo ricordavo molto peggio.

Non da strapparsi le vesti, perché comunque un paio di cose che già all'epoca mi infastidivano ora son ancora più evidenti (la CGI davvero meh, soprattutto in parti come i titoli di testa, dove si vuol ricreare quell'immaginario burtoniano, tipo Edward Mani di forbice, ma che senza fisicità perde tutto il suo fascino). Rimane decisamente godibile. Soprattutto per l'interpretazione di Depp, che non ricordavo così meravigliosa. Riesce a essere una super macchietta, ma a far ridere e inquietare allo stesso tempo. Un super lavoro.


  • 0

#355 aomame

    Groupie

  • Members
  • StellettaStellettaStelletta
  • 105 Messaggi:

Inviato 26 ottobre 2022 - 09:30

Per me quel film è invecchiato abbastanza bene, certo da ragazzina mi faceva tutt'altro effetto. Se non sbaglio Burton sarà ospite il 31 al Lucca Comics per presentare la serie TV "Mercoledì". Ma ammetto che se dovessi andare lì, sarebbe solo per andare a vedere Yoshitaka Amano.


  • 0

#356 Edgewalker

    The storm is upon us

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 2448 Messaggi:
  • LocationWhere the Iron Crosses Grow

Inviato 26 ottobre 2022 - 18:01

Stavo provando a fare una classifica dei suoi film, e alla fine mi sono accorto che stavo per postare la filmografia in ordine cronologico con minime variazioni asd, senza posizione più posizione meno, qualche pensiero:

 

- pre 2000 >>> post 2000

- pre 2000 definisce perfettamente il suo stile / estetica / poetica, con variazioni e sortite esterne che comunque definiscono meglio il quadro principale

- post 2000 passa il tempo tra il rinnegarsi completamente e il pilota automatico, con esiti quasi sempre disastrosi in entrambi i casi

- sempre sul post 2000, a volte sembra che voglia essere più adulto per seguire chi è cresciuto con lui, altre che invece vuole fare dei nuovi classici con effetto analogo sulla generazione successiva

- due soli film saranno pochi per essere un vero e proprio autore di un genere, ma certamente ha una delle ratio migliori fra chi ha diretto film di supereroi

- Il Pianeta delle Scimmie sarà pure una cacata e in quest'ottica l'inizio della fine, ma poi ha fatto pure di peggio


  • 0

The core principle of freedom
Is the only notion to obey


#357 lazlotoz

    Enciclopedista

  • Moderators
  • 6772 Messaggi:

Inviato 16 marzo 2023 - 14:41

Recuperato Dark Shadows (2012), onestamente mi è sembrato un Tim Burton assolutamente a livello degli stratosferici esordi.

Film che fila liscio liscio, con dei personaggi così burtoniani, Depp perfetto. C'è un'ammodernamento dell'umorismo che mi piace un po' meno forse, ma alla fine non mi pare che ci sia grosso scarto fra questo e i capi degli anni che furono, se non che quelli vecchi son già stati fatti.

 

Va a finire che quando tempo fa sostenevo un grande scarto con le prime opere era più dovuto dallo schifo provato guardando Alice?

Perché in questo periodo la piccola è in fissa con La fabbrica di cioccolato, libro+film, e quindi me lo sto rivedendo a ruota. E pure lì, il livello è ottimo (ancora mi rimangono indigeste le parti musicali, ma darei molto la colpa al fatto che ancora non ho obbligato la ragazzina a guardarselo in inglese).


  • 1

#358 Reynard

    No OGM

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 10307 Messaggi:
  • LocationComo

Inviato 16 marzo 2023 - 14:47

Recuperato Dark Shadows (2012), onestamente mi è sembrato un Tim Burton assolutamente a livello degli stratosferici esordi.

Io invece lo trovo poco riuscito e sfilacciato. Meglio di Alice, sì, ma niente per cui strapparsi i capelli.


  • 1
La firma perfetta dev'essere interessante, divertente, caustica, profonda, personale, di un personaggio famoso, di un personaggio che significa qualcosa per noi, riconoscibile, non scontata, condivisibile, politicamente corretta, controcorrente, ironica, mostrare fragilità, mostrare durezza, di Woody Allen, di chiunque tranne Woody Allen, corposa, agile, ambiziosa, esperienzata, fluente in inglese tedesco e spagnolo, dotata di attitudini imprenditoriali, orientata alla crescita professionale, militassolta, automunita, astenersi perditempo.

#359 Wattimo Fuggente

    chi semina vento raccoglie scureggia

  • Members
  • StellettaStellettaStellettaStellettaStelletta
  • 1320 Messaggi:

Inviato 19 marzo 2023 - 08:18

Perché in questo periodo la piccola è in fissa con La fabbrica di cioccolato, libro+film, e quindi me lo sto rivedendo a ruota. E pure lì, il livello è ottimo (ancora mi rimangono indigeste le parti musicali, ma darei molto la colpa al fatto che ancora non ho obbligato la ragazzina a guardarselo in inglese).

io l'avevo visto al cinema, per fortuna a stomaco vuoto. credo da allora di aver chiuso drasticamente con burton (e depp) che pure mi piaceva molto, sopratutto nell' infanzia/adolescenza a dire il vero (da beetlejuice a mars attacks)

azzardato fare confronti con ricordi così lontani e frammentari ma libro e film con Wilder sono tutt'altro fascino


  • 0




0 utente(i) stanno leggendo questa discussione

0 utenti, 0 ospiti, 0 utenti anonimi